Donne aggredite in centro Il sospettato esce di carcere – Cronaca Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia

la regola ora è:

- guardarsi alle spalle

- guardarsi intorno nell’arco di almeno 30 metri

- osservare con attenzione le persone con barba disfatta e abbigliamento stile 5 stelle (il partito del necrofilo “siete morti”)

e sperare che i servizi sociali facciano il loro lavoro per i dimessi dal carcere (ma i servizi sociali comunali sono stati messi a terra dalla campagna sull’Imu fatta dal puttaniere, quello che va con le minorenni, come aveva avvisato la sua ex moglie)

Donne aggredite in centro Il sospettato esce di carcere – Cronaca Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

fumano marijuana e poi si fanno strangolare con un laccio per amplificare gli effetti della droga: e’ quanto si vede in un video che la Guardia di Finanza di Como – Il Giorno – Como

Como, 9 febbraio 2014 – Non basta la droga, i giovani di oggi voglio esagerare semrpe di più. Alcuni ragazzi in un parco pubblico fumano marijuana e poi si fanno strangolare con un laccio per amplificare gli effetti della droga: e’ quanto si vede in un video che la Guardia di Finanza di Como ha sequestrato sullo smartphone di uno dei giovani controllati nei giorni scorsi durante l’intervento in due scuole superiori della citta’, concluso con due denunce, una decina di segnalazioni al prefetto e con il sequestro di due etti di marijuana e alcune dosi di cocaina.

Il filmato, come riportano oggi alcuni quotidiani locali, rappresenta un’inedita variante al cosiddetto “flash indiano”, pratica che consiste nell’indurre lo svenimento o trattenendo il respiro o bloccando il flusso di sangue al cervello, per provocare un senso di vertigine. La variante scoperta dalla Finanza si differenzia dal fatto che lo strangolamento avviene dopo l’assunzione di stupefacenti, per amplificarne gli effetti.

da  Si drogano e si fanno strangolare per aumentare gli effetti, a Como la nuova pericolosa moda – Il Giorno – Como.

Schianto a Blevio, era sotto l’effetto della coca

Era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, cocaina in particolare. Si tratta del 33enne di Lemna di Faggeto Lario che martedì sera, con la sua auto, è finito contro la moto di Luca Selva, il 18enne di Torno in moto, poi deceduto in ospedale.

 

Si aggrava la posizione dell’automobilista di 33 anni di Lemna che martedì sera a Blevio aveva travolto la moto di Luca Selva, 18 anni di Torno, morto due giorni più tardi al Sant’Anna. L’uomo, secondo i primi accertamenti della procura, guidava sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e, in particolare, della cocaina

da Schianto a Blevio, era sotto l’effetto della coca.

“Non rivedrai mai più la tua famiglia”: sequestra la ex moglie ucraina, arrestato in stazione – Il Giorno – Como

Como, 8 febbraio 2014 – Arrestato con l’accusa di sequestro di persona. Tutto è successo a Como. Alle ore 13.30 di ieri una giovane ucraina si è presentata presso la stazione carabinieri di Como per denunciare il rapimento della sorella (nata in ucraina nel 1982) da parte del suo ex marito, connazionale del 1982. Da quanto riferito in sede di denuncia, l’uomo, a seguito del divorzio avvenuto 4 anni fa, aveva perseguitato la donna con continue minacce, tanto da spingerla a rifugiarsi in Italia – a Como – dove da circa 2 mesi aveva trovato un’abitazione dove vivere e lavorare come badante.

L’uomo, riuscito a scoprire il rifugio della donna, l’ha attesa sotto casa e, dopo averla minacciata telefonicamente che altrimenti sarebbe salito a prenderla con la forza, l’ha convinta (per evitare di creare problemi alla famiglia che la stava ospitando), a scendere di casa per affrontarlo. La donna ha fatto in tempo ad informare telefonicamente la sorella, prima di essere afferrata per un braccio e costretta a seguirlo con la forza, sempre dietro minacce di morte.

da “Non rivedrai mai più la tua famiglia”: sequestra la ex moglie ucraina, arrestato in stazione – Il Giorno – Como.

Como, a scuola circola la cocaina – La Provincia di Como

E per fortuna che avevano appena partecipato a delle lezioni sulla legalità, i ragazzi sorpresi seduti ai banchi di scuola con la droga nello zaino, tra il diario e il quaderno di scienze. Sedici studenti in tutto pizzicati dai finanzieri in possesso di marijuana e hascisc. La cocaina avevano fatto in tempo a gettarla. E così, quando il fiuto dei cani antidroga della finanza ha permesso di trovare quell’involucro di cellophane contenente polvere bianca, è stato impossibile scoprire di chi fosse.

Como, a scuola circola la cocaina – Homepage Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

lungolago: le facce di merda e di bronzo di Forza italia attaccano il sindaco Lucini “sulle paratie” del lungo lago … !?!

mi fanno repulsione:

Il gruppo di Forza Italia attacca a testa bassa sul tema delle paratie. 
E, attraverso un’interrogazione rivolta al sindaco Mario Lucini, chiede risposte su almeno tre temi cruciali: le possibili richieste di nuovi risarcimenti da parte dall’azienda Sacaim per il fermo del cantiere, lo stato dell’arte dell’indagine della Corte dei Conti sui maxi-esborsi legati all’opera e, infine, le modalità con cui Palazzo Cernezzi ha individuato i professionisti esterni per la redazione dell’ultima perizia di variante.

Paratie, Forza Italia va all’attacco.