Schianto a Blevio, era sotto l’effetto della coca

Era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, cocaina in particolare. Si tratta del 33enne di Lemna di Faggeto Lario che martedì sera, con la sua auto, è finito contro la moto di Luca Selva, il 18enne di Torno in moto, poi deceduto in ospedale.

 

Si aggrava la posizione dell’automobilista di 33 anni di Lemna che martedì sera a Blevio aveva travolto la moto di Luca Selva, 18 anni di Torno, morto due giorni più tardi al Sant’Anna. L’uomo, secondo i primi accertamenti della procura, guidava sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e, in particolare, della cocaina

da Schianto a Blevio, era sotto l’effetto della coca.

“Non rivedrai mai più la tua famiglia”: sequestra la ex moglie ucraina, arrestato in stazione – Il Giorno – Como

Como, 8 febbraio 2014 – Arrestato con l’accusa di sequestro di persona. Tutto è successo a Como. Alle ore 13.30 di ieri una giovane ucraina si è presentata presso la stazione carabinieri di Como per denunciare il rapimento della sorella (nata in ucraina nel 1982) da parte del suo ex marito, connazionale del 1982. Da quanto riferito in sede di denuncia, l’uomo, a seguito del divorzio avvenuto 4 anni fa, aveva perseguitato la donna con continue minacce, tanto da spingerla a rifugiarsi in Italia – a Como – dove da circa 2 mesi aveva trovato un’abitazione dove vivere e lavorare come badante.

L’uomo, riuscito a scoprire il rifugio della donna, l’ha attesa sotto casa e, dopo averla minacciata telefonicamente che altrimenti sarebbe salito a prenderla con la forza, l’ha convinta (per evitare di creare problemi alla famiglia che la stava ospitando), a scendere di casa per affrontarlo. La donna ha fatto in tempo ad informare telefonicamente la sorella, prima di essere afferrata per un braccio e costretta a seguirlo con la forza, sempre dietro minacce di morte.

da “Non rivedrai mai più la tua famiglia”: sequestra la ex moglie ucraina, arrestato in stazione – Il Giorno – Como.

Como, a scuola circola la cocaina – La Provincia di Como

E per fortuna che avevano appena partecipato a delle lezioni sulla legalità, i ragazzi sorpresi seduti ai banchi di scuola con la droga nello zaino, tra il diario e il quaderno di scienze. Sedici studenti in tutto pizzicati dai finanzieri in possesso di marijuana e hascisc. La cocaina avevano fatto in tempo a gettarla. E così, quando il fiuto dei cani antidroga della finanza ha permesso di trovare quell’involucro di cellophane contenente polvere bianca, è stato impossibile scoprire di chi fosse.

Como, a scuola circola la cocaina – Homepage Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

lungolago: le facce di merda e di bronzo di Forza italia attaccano il sindaco Lucini “sulle paratie” del lungo lago … !?!

mi fanno repulsione:

Il gruppo di Forza Italia attacca a testa bassa sul tema delle paratie. 
E, attraverso un’interrogazione rivolta al sindaco Mario Lucini, chiede risposte su almeno tre temi cruciali: le possibili richieste di nuovi risarcimenti da parte dall’azienda Sacaim per il fermo del cantiere, lo stato dell’arte dell’indagine della Corte dei Conti sui maxi-esborsi legati all’opera e, infine, le modalità con cui Palazzo Cernezzi ha individuato i professionisti esterni per la redazione dell’ultima perizia di variante.

Paratie, Forza Italia va all’attacco.

albanesi “Compravano” ragazze per farle prostituire in Brianza: 14 arresti – da Il Giorno – Como

Como, 24 gennaio 2013 – E’ di quattordici arresti il bilancio dell’operazione dei carabinieri che ha smantellato un’organizzazione accusata di aver messo controllato e gestito la prostituzione tra la provincia di Como e quella di Monza. Tra gli arrestati sono emerse anche responsabilità nell’omicidio di un albanese a Seveso e un agguato fallito in provincia di Como ai danni di un altro albanese.

Gli sfruttatori “compravano” le ragazze in Albania, le portavano in Italia e poi le costringevano a prostituirsi. I malviventi sono albanesi fra i 22 e i 40 anni, residenti fra Como, Monza e Milano, con precedenti penali alle spalle.

da Compravano” ragazze per farle prostituire in Brianza: 14 arresti – Il Giorno – Como.

Ladri nel centro storico. Tentano il furto alle 17 e 30. Fuggono sui tetti salutando: “Ciao bello”

in balìa dei criminali

———————-

… due uomini che fuggivano sui tetti. Uno di questi si è rivolto a lui con tono di presa in gira: “Ciao bello!”.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Como per raccogliere la testimonianza dell’uomo e ricostruire l’accaduto. Sembra che i due ladri, che dall’accento sembravano dell’est Europa

tutto l’articolo qui Ladri acrobati in centro storico. Fuggono sui tetti salutando: “Ciao bello” QuiComo.

foulard

foulard /fr.  fuˈlaʀ/
[vc. fr. foulard, dal provenz. foulat, da foular ‘follare’  1765]
s. m. inv.
1 tessuto leggero di aspetto brillante e morbido al tatto, fabbricato con seta, cotone, fibre artificiali, usato per fazzoletti, fodere, abiti femminili, vestaglie, cravatte
2 fazzoletto da portare in testa o al collo
|| foularìno, dim. (V.)

La parola è tratta da:
lo Zingarelli 2014
Vocabolario della lingua italiana
di Nicola Zingarelli
Zanichelli editore