Tempesta di grandine in una notte di luglio

Notte del 13 luglio 2013.

Attorno alle quattro  del mattino una fortissima tempesta di grandine si abbatte sull’orto, sugli alberi del giardino, sulla casa.

Tutta la verdura fragile soccombe: insalate, zucchine, cetrioli, fagiolini, basilico, zucche, fusti della patate …  Forse solo qualche sporadico pomodoro resisterà.

Foglie uccise dappertutto.

Non c’è nulla da fare: si può solo guardare la natura ferita (possibilmente in SILENZIO), rimediare a qualche danno e cercare di non pensare alle ore di lavoro dei mesi di aprile, maggio, giugno. Tutta una stagione di sperato raccolto è molto compromessa da questo attacco rapido, feroce, vigliacco.

Occorre “fare resilienza”, come insegna il giovane merlotto che si aggira (lui felice) fra la terra smossa a cercare i vermetti di sopravvivenza.

IMG_1418

IMG_1419

IMG_1420 IMG_1421

IMG_1422 IMG_1423

IMG_1424 IMG_1425

IMG_1426 IMG_1427

IMG_1428

IMG_1429

IMG_1430

IMG_1431

IMG_1432 IMG_1433

IMG_1434 IMG_1435

IMG_1436 IMG_1437

IMG_1438 IMG_1439

IMG_1440 IMG_1441

IMG_1442

IMG_1443 IMG_1444

IMG_1445

IMG_1458 IMG_1459 IMG_1460 IMG_1461 IMG_1462 IMG_1463 IMG_1464 IMG_1465 IMG_1466

Lavori nell’orto: sabato e domenica 12/13 maggio 2013

Da Cip Garden per acquisto piantine da orto.

Paolo pianta:

– 3 melanzane

– 4 pomodori tondi

– 4 zucchine

– 6 cetrioli

– 4 zucchette di Albenga e 1 siciliani

Luciana pianta:

– 20 begoniette

– 6 nuova guinea

PRIMA NOTTE DEL 2013 AD AMALTEA!

Paolo Salva la Crassula

Nuovo arredo terrazzo orto verde zen:

– vaso lungo con piante grasse

– spostati alcuni vasi di agave

Stanchi, pazzescamente stanchi, ma Amaltea restituisce!

alb305