I fiori dell’orto, in BalconeFiorito di Savino Diliddo

BalconeFiorito

Ora comincia la parte bella della coltivazione degli ortaggi sul balcone. I colori possono sembrare monotematici, ma tutto questo giallo mi sta dando soddisfazioni. I primi a fiorire sono stati i cetrioli, poi è toccato alle zucchine e per ultimi i pomodori. La parte difficile è far capire agli insetti pronubi che qui c’è tanto lavoro da fare per loro. Zucchine e cetrioli infatti, senza l’intervento degli insetti impollinatori, difficilmente riusciranno a produrre i loro frutti che cadrebbero senza essere fecondati. Il 2016 mi sono attrezzato con un pennellino e tutte le mattine mi dedicavo ad impollinare i fiori femminili. Solo così sono riuscito a mangiare le zucchine del mio balcone. Quest’anno ci riprovo!
Oltre al colore giallo degli ortaggi, finalmente anche il gelsomino ha prodotto i primi fiori profumati che rendono tutto ancora più piacevole.
Savino Diliddo

zucchina impollinazioneWhatsApp Image 2017-05-05 at 19.31.27WhatsApp Image 2017-05-05 at 19.31.27 (1)WhatsApp Image 2017-05-05 at 19.31.28

View original post

Coltivare le zucchine con successo, da Giardinaggio Portale

 

Coltivare le zucchine con successo
http://giardinaggioweb.net/videos

La coltivazione delle zucchine è fra le più semplice e le più redditizie: ogni metro quadrato coltivato a zucchine può produrre fino a 4kg di raccolto. Ciò significa che ogni pianta è sufficiente a soddisfare il bisogno di una persona!

Sia che abbiate deciso di partire dal seme o dalle piantine, l’accortezza iniziale è quella di considerare l’unico “problema” di questo ortaggio: richiedono spazio. Ogni pianta dev’essere infatti circondata da abbastanza terreno da poter sviluppare il suo apparato radicale, genericamente più grande del fusto esterno.

Una volta iniziata la coltivazione delle zucchine, le cure per ottenere un buon raccolto sono poche e facili da eseguire.

Continua su:
http://giardinaggioweb.net/posts/374-coltivazione-zucchine-consigli-e-segreti
http://giardinaggioweb.net/posts/8112-come-coltivare-zucchine-con-successo

Tempesta di grandine in una notte di luglio

Notte del 13 luglio 2013.

Attorno alle quattro  del mattino una fortissima tempesta di grandine si abbatte sull’orto, sugli alberi del giardino, sulla casa.

Tutta la verdura fragile soccombe: insalate, zucchine, cetrioli, fagiolini, basilico, zucche, fusti della patate …  Forse solo qualche sporadico pomodoro resisterà.

Foglie uccise dappertutto.

Non c’è nulla da fare: si può solo guardare la natura ferita (possibilmente in SILENZIO), rimediare a qualche danno e cercare di non pensare alle ore di lavoro dei mesi di aprile, maggio, giugno. Tutta una stagione di sperato raccolto è molto compromessa da questo attacco rapido, feroce, vigliacco.

Occorre “fare resilienza”, come insegna il giovane merlotto che si aggira (lui felice) fra la terra smossa a cercare i vermetti di sopravvivenza.

IMG_1418

IMG_1419

IMG_1420 IMG_1421

IMG_1422 IMG_1423

IMG_1424 IMG_1425

IMG_1426 IMG_1427

IMG_1428

IMG_1429

IMG_1430

IMG_1431

IMG_1432 IMG_1433

IMG_1434 IMG_1435

IMG_1436 IMG_1437

IMG_1438 IMG_1439

IMG_1440 IMG_1441

IMG_1442

IMG_1443 IMG_1444

IMG_1445

IMG_1458 IMG_1459 IMG_1460 IMG_1461 IMG_1462 IMG_1463 IMG_1464 IMG_1465 IMG_1466

Lavori nell’orto: sabato e domenica 12/13 maggio 2013

Da Cip Garden per acquisto piantine da orto.

Paolo pianta:

– 3 melanzane

– 4 pomodori tondi

– 4 zucchine

– 6 cetrioli

– 4 zucchette di Albenga e 1 siciliani

Luciana pianta:

– 20 begoniette

– 6 nuova guinea

PRIMA NOTTE DEL 2013 AD AMALTEA!

Paolo Salva la Crassula

Nuovo arredo terrazzo orto verde zen:

– vaso lungo con piante grasse

– spostati alcuni vasi di agave

Stanchi, pazzescamente stanchi, ma Amaltea restituisce!

alb305

Lavori nell’orto, 4 maggio 2013

ad Amaltea fra le 10 e le 18

Piantati:

– 4 zucchine

– 2 zucche

– 4 cetrioli (nell’orto verde)

– 6 basilico

Terminati i 2 vasi di cemento sulla terrazza con le Begoniette

Seminati 2 vasconi con cicoria e lingue di canarino

Paolo trapianta la lavanda nel vaso bianco e mette a dimora il secondo MIRTILLO