Passi nell’orto/giardino di Amaltea, domenica 31 agosto 2014

Questo slideshow richiede JavaScript.


Corridoio della Vite: 95 passi


Corridoio della Barca: 35 passi


Via all’Orto: 95 passi


Scala del Fico: 11 gradini


Via del Caco: 80 passi


Gradini del Kiwi: 5


Via del Pollaio: 68 passi


Scalini degli innamorati: 9


Scalini dell’ultimo piano: 13


Pianoro del Noce: 20 passi


Gradini verso l’orto verde di Luciana: 12


Orto Verde: 20 passi


Gradini verso il terrazzo: 5


Terrazzo: 8 passi


Gradini verso il Tiglio: 3


dai gradini al cancello del Tiglio: 17 passi


Gradini del cipresso: 9


Corridoio della Pergola e delle Lagestrenie fino al cancello: 40 passi


Dall’Ortensia alla porta / finestra: 15 fra passi e gradini


Dalla porta /finestra alla stanza del Gufo: 9 gradini

Paolo, il “giardinere poeta”, e i muri di Coatesa

Da quest’anno abbiamo MOLTO bisogno di un aiuto per il giardino. Ne abbiamo bisogno di più rispetto agli altri anni

E’ vero che il nostro è un giardino fatto da corridoi che seguono la linea d’acqua. Non è un “giardino piano”: è un giardino fatto da 5 sentieri e 4 spiazzi. Proprio per questo è  strano e impegnativo

L’aiuto arriva dai giardineri.

Tuttavia ci sono i giardinieri che tagliano l’erba e puliscono e poi ci sono i “giardineri poeti”

Paolo è un giardiniere poeta. Ha imparato da suo padre, fin da quando era piccolo,  ad osservare l’indole di ogni pianta. “Cuncta”: proprio di ciascuna pianta

Quando pota osserva la direzione, la struttura e l’intenzione di ogni ramo.

Paolo è capace di accorgersi in mezzo a un prato, che ci sono delle piantine piccole che NON dovevano essere tagliate. Ma il bello è che si accorge di queste piantine dalle intenzioni di coloro che le hanno messe lì. E così è successo per le Belle di Giorno che Luciana da tempo aspettava nella zona dell’orto.

Paolo è un giardinere poeta che sa far risaltare la forza dei muri di pietra che sostengono il giardino a corridoi di Coatesa bassa.

Ed ecco il risultato finale di questo fine giugno: