GIN ha una propensione esagitata all’esplorazione di tutti quei posti che volevamo interdirgli, quindi quest’anno, per non vederlo sparire, mi sono rassegnata al badantato col guinzaglietto …

gin è la mia disperazione: ha una propensione esagitata all’esplorazione di tutti quei posti che volevamo interdirgli, quindi quest’anno, per non vederlo sparire, mi sono rassegnata al badantato col guinzaglietto.
Lui inizia a tormentarmi alle 7.30 del mattino, sa che deve mettere il collarino e poi via, seguiti dalla dolcissima noirette, che senza nulla addosso, segue il fratello come una zecca.
Ogni tanto lo lascio libero nelle zone più sicure, ma appena si avvicina ai confini (rocce da scalare che fa con estrema velocità) lo riacchiappo.
Mi spiace tantissimo,ma essendo che tra l’altro nel giardino sotto casa c’è pure un cane, se ci si lancia, come mostra di voler fare, temo farebbe pure una brutta fine.
Evidentemente la sterilizzazione non ha attenuato i suoi ormoni!

Per ricordare un momento importante di gatto GIN. Dalla dottoressa Elisabetta Marchesotti, della Clinica Veterinaria di Via Borsieri : “tutto bene qui ! “, 25 febbraio 2021

“Tutto bene qui …”

rispondo:

MOLTE GRAZIE !!!!! GENTILISSIMA- mi sento meglio. arrivederci a questa sera