Audio della lezione magistrale: TINO TAJANA, Le vicende artistiche del Duomo di Como. Fotografie di Adriano Rovi, 4 marzo 2016, a cura del circolo Cultura e Arte

Tino Tajana, autore del restauro della Fabbrica del Duomo, che ha riportato alla luce dei comaschi il più importante edificio comasco, racconta le vicende artistiche del Duomo sul Lago

AUDIO della lezione di TINO TAJANA del 4 marzo 2016

schizzo3027

  • costruito fra il 1396 e la fine ‘800
  • romanico sotto
  • gotico sopra
  • e anche barocco rococò
  • 1935: l’incendio della cupola di Juvara
  • rana, fontana e le tette della besana
  • il comitato per  il Duomo fu costituito nel 1974 dal Sindaco Antonio Spallino
  • il restauro è durato 13 anni

Fotografie di Adriano Rovi

12794505_10208852608174988_1105631495092995020_n

 

 

CASATI MARIA LETIZIA,, DELLA TORRE STEFANO (a cura di), Il progetto della cupola del Duomo di Como, NodoLibri, 1996

Il progetto della cupola del Duomo di Como
Maria Letizia CasatiStefano Della TorreAlfio MasperoHenry A. Millon
Il progetto della cupola del Duomo di Como
 La costruzione della cupola – celebre opera di Filippo Juvarra – rappresenta il momento finale della lunga vicenda edilizia della Cattedrale comasca. Nel volume trovano spazio e commento tutti i progetti conservati (dal Cinquecento alla fine del Settecento): modelli lignei e disegni che consentono di comprendere appieno il significato di quest’opera, non solo in rapporto all’edificio, ma anche in riferimento al contesto storico e artistico cittadino.

Il saggio introduttivo, firmato da Stefano Della Torre, ripercorre tutta la vicenda della cupola fino ai restauri seguiti dall’incendio del 1935. Le schede (di S. Della Torre e M.L. Casati) analizzano nel dettaglio i singoli progetti. Completano l’opera la ricostruzione del percorso museale dei disegni (M.L. Casati), l’analisi dei legni utilizzati per i modelli (A. Maspero) e la relazione del restauro dei disegni (L. Tarantola).

...

Como, 1996
A cura di: Maria Letizia Casati, Stefano Della Torre
Edizione: NodoLibri
Pp. 160, Illustrazioni: 75, F.to cm. 28×25
Confezione: Cartonato filo refe con custodia
ISBN: 88-7185-048-3

NodoLibri.

MEMORIA DUOMO (NodoLibri, 1993) Video suite in dodici parti, scritta da Fabio Cani e Gerardo Monizza (realizzazione e regia Paolo Lipari)

 

Immagine News Nodo

MEMORIA DUOMO (NodoLibri, 1993)
Video suite in dodici parti, scritta da Fabio Cani e Gerardo Monizza (realizzazione e regia Paolo Lipari)

Nella storia della città di Como, il Duomo appare quale centro fisico e simbolico: somma della storia religiosa, della vita civile, delle passioni e dell’arte comacina. Un capolavoro che si può guardare con occhi sempre nuovi.
Questo video, che avvicina immagini e musica, esplora la Cattedrale comasca, presentandone prospettive sconosciute e cogliendone le atmosfere più suggestive.

Il Duomo di notte si veste di luce, riacceso l’impianto di illuminazione – Como – Il Giorno

Como, 21 gennaio 2015 – La facciata del Duomo di Como è tornata a risplendere anche di notte. Ieri si sono, infatti, conclusi i lavori promossi dal Comune di Como per il ripristino dell’impianto di illuminazione. Un inter reso possibile grazie alla collaborazione dei proprietari della torretta dove sono collocati i fari. Da ieri sera, appunto, l’impianto è tornato a illuminare tutta la facciata del Duomo. “Si tratta di un intervento che rende giustizia alla bellezza del nostro principale monumento – commenta il sindaco Mario Lucini –

da

Il Duomo di notte si veste di luce, riacceso l’impianto di illuminazione – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

29 MARZO: Visita a Sant’Agostino e Cattedrale A cura di ”Associazione Amici dei Musei – luoghi d’arte e di storia comaschi”, da Newsletter NodoLibri 21/03- Gmail

 

Immagine 29 MARZO: Visita a Sant’Agostino e Cattedrale
A cura di ”Associazione Amici dei Musei – luoghi d’arte e di storia comaschi”

Sabato 29 marzo ore 10
IL MORAZZONE. Visita guidata alla chiesa di Sant’Agostino e alla Cattedrale di Como
Intervento di Paolo Vanoli (autore per NodoLibri, insieme ad Alberto Rovi, del volume Santa Cecilia a Como, di un saggio all’interno del libro Gli Odescalchi a Como e Innocenzo XI e fotografo per la campagna documentale all’interno del recentissimo Il paese dell’acqua).
Ritrovo: ore 9.45 Sant’Agostino (davanti alla chiesa)
Ore 10 Sant’Agostino: visita alla cappella con affreschi e tele di Morazzone (visita alle altre opere sei-settecentesche delle cappelle adiacenti);
Trasferimento da Sant’Agostino alla Cattedrale:
Ore 11 circa: visita della Sacrestia dei Mansionari del Duomo: affresco di Morazzone e tele (Morazzone, Recchi, Abbiati etc) provienti dalla collezione Gallio. Stendardo di Sant’Abbondio con dipinti di Morazzone.
“Il Morazzone e il Lario”
Una delle stagioni artistiche più felici vissute dalla città di Como è quella che all’inizio del Seicento ruota attorno all’attività lariana di Morazzone. L’artista di origine varesina, attivo a Roma, a Torino alla corte dei Savoia e in tanti altri centri della Lombardia e del Piemonte, trova a Como un ambiente attento verso la sua pittura, come testimoniano le numerose commissioni che lo vedono impegnato nelle chiese cittadine.
Tra le opere più importanti e destinate a esercitare una profonda influenza sui successivi sviluppi degli artisti locali, Recchi in testa, spiccano la decorazione della cappella della Madonna in Sant’Agostino (affreschi e tele) e lo splendido affresco nella sacrestia meridionale del Duomo.
Sempre per il Duomo esegue anche un altro capolavoro di straordinaria importanza, data anche la fragilità del supporto tessile, vale a dire lo stendardo di Sant’Abbondio, dove la sua pittura si sposa alla raffinata partitura a ricamo realizzata da importanti ricamatori milanesi. Sarà così possibile apprezzare uno dei pochi esempi superstiti che testimoniano la grande rinomanza raggiunta a inizio Seicento dalle manifatture tessili lombarde presso tutte le corti d’Europa.
Costo € 10.00
prenotazione obbligatoria: via e-mail (amicimuseicomo@libero.it) o 3341324661 (Lucia De Santis)

sul Duomo di Como, Alberto Rovi, Biagio Magistretti. 1779-1846 architetto fra pittori e i disegni per il Duomo di Como, NodoLibri

Alberto Rovi, Biagio Magistretti. 1779-1846 architetto fra pittori e i disegni per il Duomo di Como[http://www.nodolibri.it/libro.php?lid=101]Nato dalla fortunata occasione della donazione all’Archivio della Fabbrica del Duomo di alcuni disegni recuperati sul mercato antiquario, e originariamente conservati proprio nell’archivio della Fabbrica, il volume costituisce la prima organica ricostruzione delle vicende della Cattedrale comasca nella prima metà dell’Ottocento.

È l’epoca in cui, conclusa l’edificazione della struttura, si lavora alacramente alla ridefinizione dell’organizzazione interna del Duomo, con la realizzazione degli ultimi altari e con la dipintura “in stile” delle volte. A fianco di queste vicende, animate da un approfondito dibattito sulle scelte da seguire, prende corpo l’ipotesi di una radicale ristrutturazione dell’organismo architettonico con il rifacimento delle navate in stile rinascimentale sul modello della porzione absidale.

Protagonisti di questa intensa stagione sono da un lato l’architetto ticinese Biagio Magistretti e dall’altra i molti pittori coinvolti nell’opera di dipintura delle volte (in primis Carlo Fontana, Francesco Gabetta e Giambattista Airaghi che la eseguono): personaggi tutt’altro che minori che – grazie allo studio di Alberto Rovi – per la prima volta vengono indagati a fondo.

NodoLibri, 2006

concentrazione di clochard, con tanto di sacchetti piene di bottiglie di vino e birra al seguito, sotto i portici del Broletto

concentrazione di clochard, con tanto di sacchetti piene di bottiglie di vino e birra al seguito, sotto i portici del Broletto.

Da sempre uno dei posti più suggestivi della città è il bivacco preferito di sfaccendati, ubriachi e senza fissa dimora che affollano il centro città.

da Quanti clochard al Broletto Arrivano in carabinieri – Cronaca – Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

MEMORIA DUOMO (NodoLibri, 1993)

News Nodo

MEMORIA DUOMO
Disponibile sul canale YouTube di NodoLibri

 

 

 

MEMORIA DUOMO (NodoLibri, 1993) è una video suite in dodici parti dedicata al Duomo di Como.

 

 

 

Nella storia della città di Como, il Duomo appare quale centro fisico e simbolico: somma della storia religiosa, della vita civile, delle passioni e dell’arte comacina. Un capolavoro che si può guardare con occhi sempre nuovi.
 
Questo video, che avvicina immagini e musica, esplora la Cattedrale comasca, presentandone prospettive sconosciute e cogliendone le atmosfere più suggestive

Immagine  

LA CUPOLA DEL DUOMO Idee, storie, progetti, incendio e restauri, 5 DICEMBRE alle ore 18.45 in Duomo

LA CUPOLA DEL DUOMO
Idee, storie, progetti, incendio e restauri

L’Associazione Amici dei Musei di Como invita i soci e tutti gli appassionati di storia, di architettura e di avvenimenti comaschi al tradizionale appuntamento di fine anno. Ancora una volta sarà ilDuomo protagonista della serata ed in particolare le vicende dellacupola, lungo lavoro di ideazione, progettazione e di restauro che dura da quasi cinquecento anni.L’appuntamento è per MERCOLEDI’ 5 DICEMBRE alle ore 18.45 in Duomo. Interventi di: Maria Letizia CasatiFabio Cani eStefano Della Torre. Il termine è previsto entro le ore 20:00.

A tutti i partecipanti sarà dato in dono il volume Il progetto della cupola del Duomo di Como (NodoLibri, Como 1996), curato da Maria Letizia Casati e Stefano Della Torre.

https://i2.wp.com/www.nodolibri.it/newsletter_media/adccupola-natale-121122_966513544.jpg

La cupola del Duomo di Como è un segno della città. Non è solo il simbolo di una presenza religiosa, ma anche il punto di riferimento visivo degli sguardi. La storia della cupola è lunga quasi mezzo millennio e coinvolge impresari, artisti, architetti; provoca non poche discussioni tra committenti, fabbricieri, capitolo della cattedrale e l’intera comunità dei fedeli e dei cittadini. Dopo numerosi progetti (e anche qualche fantasia) la realizzazione viene alfine affidata, nel 1731, a Filippo Juvarra; ma la linea slanciata della cupola si staglia per poco, le esigenze di salvaguardare l’interno dalle infiltrazioni si saldano al desiderio di correggere quella silhouette così acuta, e un secondo guscio si svrappone alla cupola originale. Fino al 1935, quando – la sera del 27 settembre – divampa un furioso incendio che distrugge gran parte della struttura. Gli architetti, i cittadini, i giornali dibattono se sia meglio ripristinare la cupola esistente o ritornare a quella dello Juvarra. Guidati dall’architetto della fabbrica, Federico Frigerio, vincono gli juvarriani e iniziano i restauri, ma la storia della cupola non è ancora finita.

FEDERICO FRIGERIO E RICCARDO PIATTI IL DUOMO DI COMO, Completano il volume due contributi di Fabio Cani e Darko Pandakovic dedicati alla storia dell’immagine del Duomo e alla sua importanza storico-artistica, Libreria Alessandro Dominioni Editore

FEDERICO FRIGERIO E RICCARDO PIATTI

IL DUOMO DI COMO

Realizzate da Federico Frigerio e Riccardo Piatti nel 1910-1911 le oltre quaranta fotografie che costituiscono il corpo centrale di volume rappresentano il primo e più importante esempio di rilievo fotografico di un monumento comasco. Grazie alla sapiente scelta delle inquadrature (rese possibili da ponteggi appositamente costruiti) e delle condizioni di luce, gli scatti di Frigerio e Piatti mettono in evidenza i più minuti dettagli delle decorazioni del Duomo comasco, in anni precedenti gli interventi novecenteschi e l’inquinamento.
Completano il volume due contributi di Fabio Cani e Darko Pandakovic dedicati alla storia dell’immagine del Duomo e alla sua importanza storico-artistica, e una essenziale bibliografia.
2004 – pp. 32 + 80 con 40 illustrazioni a piena pagina, cm. 34 × 24, brossura.

Codice: ISBN 88-87867-10-0

Prezzo: € 36,00Libreria Alessandro Dominioni Editore :: nostre edizioni :: IL DUOMO DI COMO.