IL SACCO DI TORNO: MITO O REALTÀ STORICA? , incontro a cura della associazione culturale Via de Benzi, Domenica 12 settembre 2021, ore 17 e 45 a TORNO

Cari Soci e Amici,

con piacere vi trasmettiamo la locandina dell’incontro “Il sacco di Torno:mito o realtà storica?”  in programma la prossima domenica 12 settembre alle ore 17,45 presso Villa Droulers in Via de’ Benzi 39 a Torno.

Per partecipare è consigliabile la prenotazione : e-mail viadebenzi17@gmail.com

Inoltre, per partecipare all’evento é necessario essere in possesso di Green Pass e indossare la mascherina. 

Torno può essere raggiunto anche “via lago”  in battello con partenza dai pontili della Navigazione Lago di Como alle ore 16,55 o alle 17,15 . I battelli per il ritorno a Como partono con questi orari: 19.54 – 20.09 – 20.42

In caso di maltempo l’incontro si terrà presso la sede dell’Associazione in Via de’ Benzi 17, sempre a Torno. 

Grazie dell’attenzione e arrivederci a domenica 12 settembre.

Associazione Culturale “Via de’ Benzi 17

Agop MANOUKIAN presenta il libro: SUL FILO DELLA STORIA. TORNO: VICENDE ECONOMICHE E SOCIALI DAL 1400 AD OGGI, a cura della Associazione Culturale Via De Benzi 17. Testo di Agop Manoukian. Gruppo di lavoro: Silvana Beccarelli; Vincenzo Marrano, Jacopo Pigoni, Giorgio Ratto, Luigi Rigamonti, grafica a cura di Ottavio Sosio, New Press Edizioni, 2020. Il video è realizzato dalla Fiera del Libro . Como autunno 2020

Torno non è solo il “delizioso paesetto” descritto da Hermann Hesse. È un borgo agricolo e anche manifatturiero, che ha una lunga storia fatta di lavoro, di fatiche e di invenzione: lavoro nei boschi e nei piccoli appezzamenti di terra strappati alla montagna, lavoro nelle case per tessere panni di lana, lavoro nelle piccole officine e lavoro ambulante in Italia e fuori d’Italia per costruire oggetti in filo di ferro: gabbie, trappole e altri strumenti di uso domestico. Un borgo che molti, per sopravvivere, hanno dovuto abbandonare, ma anche un borgo dove molti da fuori sono venuti a costruire le proprie ville o a portare lavoro e intraprendere iniziative innovative in campo industriale e sociale. Questo testo – frutto di un lavoro di un gruppo di soci dell’Associazione Culturale via de Benzi 17 – cerca di raccontare il succedersi di questi eventi. L’ampio arco di tempo preso in considerazione ha costituito una scelta necessaria per cogliere tendenze e ricorrenze nella storia di Torno: ciononostante ha permesso di approfondirne solo alcuni aspetti critici.

VIDEO IN PAGINA FACEBOOK DELLA FIERA DEL LIBRO, AUTUNNO 2020:

Agop MANOUKIAN presenta il libro: SUL FILO DELLA STORIA. TORNO: VICENDE ECONOMICHE E SOCIALI DAL 1400 AD OGGI, a cura della Associazione Culturale Via De Benzi 17. Testo di Agop Manoukian. Gruppo di lavoro: Silvana Beccarelli; Vincenzo Marrano, Jacopo Pigoni, Giorgio Ratto, Luigi Rigamonti, grafica a cura di Ottavio Sosio, New Press Edizioni, 2020. Il video è realizzato dalla Fiera del Libro

Via de Benzi 17 - Associazione Culturale
Via de Benzi 17
22020 Torno CO I
viadebenzi17@gmail.com

Agop MANOUKIAN presenta il libro: SUL FILO DELLA STORIA. TORNO: VICENDE ECONOMICHE E SOCIALI DAL 1400 AD OGGI, a cura della Associazione Culturale Via De Benzi 17. Testo di Agop Manoukian. Gruppo di lavoro: Silvana Beccarelli; Vincenzo Marrano, Jacopo Pigoni, Giorgio Ratto, Luigi Rigamonti, grafica a cura di Ottavio Sosio, New Press Edizioni, 2020. Torno, VIDEO del 5 settembre 2020

tor1296
tor1297
tor1298
tor1299

V sostantivo maschile, Manuela CLERICI e Stefano ANDREOLI leggono brani tratti da “Phìlomela”, spettacolo teatrale di Pino Di Bello, a TORNO (lago di Como) in Via de Benzi, 17, 25 novembre, ore 21. In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

unnamed

ARTE PER L’ARTE. Affreschi raffrescanti alla Riva di Torno, Mostra di pittura, dal 12 al 14 luglio 2019

2019-07-06_1416532019-07-06_141713

Giovedì 20 giugno, alle ore 21.00, sempre nella sede di Via de Benzi 17 a Torno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato va in scena “Nelson” opera teatrale di Giuseppe Di Bello dedicata a NELSON MANDELA

Giovedì 20 giugno, alle ore 21.00, sempre nella sede di Via de Benzi 17 a Torno in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato va in scena “Nelson” opera teatrale dedicata a Nelson Mandela. Scritta e diretta da Giuseppe Di Bello, con Marco Continanza, l’organizzazione di Michele Ciarla e la produzione di Progetto Con-Tatto, “Nelson” ripercorre la vita di Nelson Mandela, che il regione sudafricano dell’Apartheid ha rinchiuso per 20 anni in prigione in una cella di 2 metri per 2. Un luogo dove Mandela ha costruito la potenza del suo messaggio di perdonopacefratellanza che gli ha permesso, nel 1990 una volta libero, di creare il nuovo Sudafrica. Perché: “Nessuno nasce odiando un altro per il colore della sua pelle, la sua storia o la sua religione. Perché per la natura umana l’amore è un sentimento più naturale dell’odio”.

Nelson - 20 giugno (1)

Domenica 16 giugno alle ore 12.00 nella sede di Via de Benzi 17, a Torno, per la seconda edizione di NoteGiovani torna in concerto Edwin De Nicolò

Domenica 16 giugno alle ore 12.00 nella sede di Via de Benzi 17, a Torno, per la seconda edizione di NoteGiovani torna in concerto Edwin De Nicolò che l’anno scorso aveva aperto la nostra  rassegna domenicale di giovani musicisti. Edwin, che ha cominciato a suonare il pianoforte a 6 anni (oggi Edwin ne ha 13) ha  proseguito in questo anno il suo percorso di successi vincendo numerosi concorsi internazionali. Accompagnato dalla sua maestra, Ma. Ani Martirosyan, ci proporrà una serie di brani dei massimi compositori.

Edwin De Nicolo-16 giugno

Concerto del Quartetto Quadrifoglio, con Helena Miecznikowski, violino – Tommaso Braido, violino – Chiara Compagnoni, viola ed Erik Dolci, violoncello, nella sede dell’Associazione “Via de Benzi 17” in Via de Benzi 17 a Torno. Domenica 12 maggio alle ore 12.00

Seconda stagione della rassegna NoteGiovani riservata a giovani musicisti che si esibiscono nella sede dell’Associazione “Via de Benzi 17” in Via de Benzi 17 a Torno.

Domenica 12 maggio alle ore 12.00 – Concerto del Quartetto Quadrifoglio

Con Helena Miecznikowski, violino – Tommaso Braido, violino – Chiara Compagnoni, viola ed Erik Dolci, violoncello.

Il Quartetto Quadrifoglio è composto da studenti di età compresa tra i 14 e 17 anni che frequentano la Scuola di Musica e la sezione pre-professionale del Conservatorio della Svizzera Italiana (sede di Lugano). Il gruppo nasce nel 2009 e cresce sotto la formazione dei docenti Daniel Herrera e Nora De Gasperin nell’ambito formativo dei quartetti SMUS. I ragazzi hanno avuto la possibilità di lavorare con i maestri Mariana Sirbu, Bruno Giuranna, Eva Wymola e Danilo Rossi. Il quartetto ha partecipato a molteplici edizioni del Concorso Svizzero per la Gioventù arrivando due volte in finale e vincendo un secondo e un terzo premio.

Il Quartetto Quadrifoglio si sta preparando per partecipare al “Concorso Internazionale di musica da camera Gianni Bergamo” a Lugano.

Il Quartetto Quadrifoglio eseguirà: 
– Franz Joseph. Haydn, quartetto op.2 n.5 in re maggiore 
– Ludwig van Beethoven, quartetto op.18 n.4 in do minore
– Javier Montiel, variazioni sul Capriccio n.24 di N. Paganini
– Dmitrij Shostakovich, terzo movimento dal quartetto op.73 n.3 in fa maggiore

benz

4Passi tra gli Orti:  Daniel Coret, della Facoltà di Agraria dell’Università di Milano, conduce alla scoperta degli orti e dei frutteti di MONTEPIATTO (nel comune di TORNO). Iniziativa a cura della associazione Via De Benzi, 23 giugno 2018, ora 10-13. Con le fotografie

4Passi tra gli Orti: un appuntamento e una giornata a Montepiatto, il “balcone” sul lago sopra Torno.

Dopo il successo della serata tenutasi lo scorso 9 marzo, dedicata all’Agroecologia, un’esperienza sul campo. 

Il 23 giugno Daniel Coret della Facoltà di Agraria dell’Università di Milano
4Passi tra gli Orti a Montepiatto
ci condurrà alla scoperta degli orti e dei frutteti di Montepiatto dove si applicano i principi di una coltura attenta al rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente.

La salita a piedi da Torno Montepiatto, lungo una facile stradina, è accessibile a tutti, si effettua in poco più di mezzora e conduce a una località che nel fresco dei suoi 600 metri di altitudine con il suo borgo e i suoi spazi nella natura è davvero una continua sorpresa.

Non mancate il 23 giugno a 4Passi tra gli Orti a Montepiatto

Il programma
Per salire a Montepiatto in compagnia: Ore 10.00 ritrovo a Torno, Piazzale degli Alpini.
Ore 11.00 Ritrovo a Montepiatto, davanti al Crotto e inizio di 4Passi tra gli Orti.
Ore 13.00 fine di 4Passi tra gli Orti
Per partecipare: abbigliamento e calzature comode.
4Passi tra gli Orti si svolgerà solo in caso di bel tempo
per adesioni: viadebenzi17@gmail.com
La partecipazione a 4Passi tra gli Orti a Montepiatto è gratuita

Per colazioni e ristoro: Crotto di Montepiatto tel. 031 419446

23 giugno _ 4Passi tra gli Orti a Montepiatto-p1

GRUPPO MUSICA POPOLARE D’ALTRO CANTO, sabato 9 giugno 2018, in Via De Benzi 17, TORNO (lago di Como)

9 giugno, ore 21, in Via de Benzi 17 a Torno

Concerto del Gruppo Musica Popolare d’Altrocanto di Como 

Il  confine tra musica di tradizione popolare e musica d’autore. Questa la proposta del concerto del Gruppo Musica Popolare d’Altrocanto che ha iniziato circa 30 anni fa a costruire un repertorio di canti e brani musicali provenienti da diverse tradizioni e territori: Nord, Centro e Sud Italia, ma anche Cantone Ticino e Francia.

Il concerto prevede l’esecuzione di una serie di brani di tradizione intercalati da brani che sono certamente d’autore (De André, Branduardi, De Gregori, Jannacci …) ma che hanno con ogni evidenza un’ispirazione popolare (pensiamo soltanto a Bocca di rosa o Sfiorisci bel fiore). Lo spettacolo ha lo stesso titolo del CD  del Gruppo d’Altrocanto “Terra di confine – Tra musica popolare e d’autore” e gioca anche sul fatto che viviamo in un territorio sul confine tra Italia e Svizzera: la prima oramai dominata dalla canzonetta di pronto consumo, la seconda in effetti più capace di valorizzare le tradizioni locali.

Un appuntamento da non perdere.

— Via de Benzi 17 – Associazione Culturale Via de Benzi 17 22020 Torno CO I viadebenzi17@gmail.com

9 giugno-Concerto del Gruppo dAltrocanto-p1

concerto di EDWIN DE NICOLO’, per la rassegna NoteGiovani, domenica 20 maggio in Via De Benzi 17, a Torno, ore 11 e 30

2018-05-15_194551

Cari Soci e Amici,

Un appuntamento da non perdere. Domenica 20 maggio alle 11.30 presso le sede dell’Associazione in Via De Benzi 17, a Torno, prende il via la rassegna NoteGiovani che vuole portare a Torno, con una serie di concerti domenicali, giovani musicisti. E proprio per permettere ai giovani, e soprattutto ai più giovani con le loro famiglie di assistere e partecipare ai concerti di loro coetanei, si è scelta la tarda mattinata della domenica per gli appuntamenti di NoteGiovani.

Domenica 20 maggioapre la rassegna Edwin De Nicolò, classe 2005, che ha cominciato a 5 anni con la chitarra classica per poi aggiungere lo studio del pianoforte e delviolino. Come pianista ha esordito in un concerto pubblico a 8 anni e l’anno scorso, a 12 anni, ha vinto, tra l’altro, i concorsi internazionali di Treviso, Salisburgo, in Austria, e quello dedicato a Mozart di Brno, in Repubblica Ceca.

Il programma del concerto al pianoforte di Edwin De Nicolò prevede l’esecuzione di opere di Mozart, Chopin, Schubert, Beethoven, Debussy, Mendelssohn, Babagianian e Khaciaturian.

Il concerto di Edwin De Nicolò inizia alle 11.30. Non mancate

LE PIEVI del TRIANGOLO LARIANO, venerdì 10 novembre 2017, ore 21, In Via De Benzi, a Torno

2017-11-06_1847262017-11-06_184801

Laura Susana (voce) e Lorenzo Condoleo (pianforte) propongono: “RI-TORNO. Dal 1945 al 2015: 70 anni di musica italiana reinterpretata jazzando di jazz in jazz”, in Via de Benzi 17 a Torno, 7 ottobre 2017 alle ore 21.00

Nella sede in Via de Benzi 17 a Torno, alle ore 21.00, Laura Susana (voce) e Lorenzo Condoleo (pianforte) propongono: “RI-TORNO. Dal 1945 al 2015: 70 anni di musica italiana reinterpretata jazzando di jazz in jazz”.

22090116_969907283147797_806358859745081258_n

“Sono solo canzonette ?” Alcune delle più belle canzoni italiane e straniere di ogni tempo, eseguite “a cappella” dal Gruppo Vocale Contrattempo di Valeria Auteri, Elena Mauri, Davide Cattaneo, Marco Della Torre, Massimo Mazzola e Marco Duvia, Venerdì  23 giugno alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi 17 a Torno

:

2017-06-20_082137

Ali (pennute) sul Lario. Incontro con Cesare Della Pietà ornitologo – Torno, Via De Benzi 17, 9 giugno 2017

Venerdì 9 giugno alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi 17 a Torno, l’incontro intitolato:

Ali (pennute) sul Lario. Le specie che vivono (e vivevano) sulle sponde e sulle montagne del lago. Come riconoscerle e osservarle.

Cesare Della Pietà appassionato ornitologo e autore di numerosi testi tra cui “Quelli della notte – Gufi e civette” e “Il giardino con le ali” ci farà scoprire, grazie a una ricca serie di immagini, che, anche in un territorio come il nostro, dove l’uomo ha profondamente modificato l’ambiente naturale, sono ancora molte le specie di uccelli che lo popolano

9 giugno-Ali - pennute - sul Lario

 

TORNO, SABATO 29 OTTOBRE alle ORE 21.00 presso la sede dell’Associazione Culturale Via de Benzi 17, Laura Susana e Lorenzo Condoleo presentano “RE-COVER. NUOVI RITMI PER GRANDI CANZONI”, un percorso non solo musicale su alcune grandi composizioni del repertorio internazionale

dall’invito della Associazione Via de Benzi:

“Sabato sera vi proporremo, raccontandovi anche come sono nate e le loro storie. spesso curiose, una serie di cover di canzoni famose, sia italiane sia inglesi, con arrangiamenti originali che abbiamo pensato e realizzato noi stessi e che tendono verso il jazz”.

Così Laura Susana e Lorenzo Condoleo, che da un anno hanno deciso di unire le loro esperienze e musicalità, presentano “Re-Cover” lo spettacolo che terranno sabato 29 ottobre con inizio alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi a Torno dell’Associazione Culturale “Via de Benzi 17”.

Laura Susana ha cominciato a prendere lezioni di pianoforte e sei anni presso la scuola privata Music Time di Milano. Dopo la musica classica, cinque anni fa è passata al jazz e alla musica moderna. Laura ha sempre amato il canto ed è stato per lei naturale, da circa quattro anni, cominciare a studiarlo in maniera professionale con una maestra. In questi anni Laura si è esibita in vari locali di Milano sia con una band sia da sola, con piano e voce. Ha inoltre sostenuto, presso il London College of Music, conservatorio di Londra fondato nel 1887 e dal 1991 annesso all’University of West London, gli esami di pianoforte e canto, per entrambi l’ottavo livello.

Lorenzo Condoleo suona il pianoforte da più di dieci anni e anche lui ha avuto un inizio nella musica classica, per poi darsi al jazz, la sua vera passione. In questi anni pure Lorenzo ha dato esami presso il London College of Music, ottenendo il diploma in pianoforte jazz. Ha suonato in vari locali di Milano con diversi gruppi. Inoltre ha anche studiato presso l’Accademia Vivaldi- Istituto Musicale Città di Bollate.

14708313_781448191993708_818035895640612732_n

Laura Susana e Lorenzo Condoleo presentano “Re-Cover” lo spettacolo che terranno sabato 29 ottobre con inizio alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi a Torno dell’Associazione Culturale “Via de Benzi 17”

Sabato 29 ottobre, in Via de Benzi 17 a Torno un appuntamento da non perdere.

 

“Sabato sera vi proporremo, raccontandovi anche come sono nate e le loro storie. spesso curiose, una serie di cover di canzoni famose, sia italiane sia inglesi, con arrangiamenti originali che abbiamo pensato e realizzato noi stessi e che tendono verso il jazz”.

Così Laura Susana e Lorenzo Condoleo, che da un anno hanno deciso di unire le loro esperienze e musicalità, presentano “Re-Cover” lo spettacolo che terranno sabato 29 ottobre con inizio alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi a Torno dell’Associazione Culturale “Via de Benzi 17”.

Laura Susana ha cominciato a prendere lezioni di pianoforte e sei anni presso la scuola privata Music Time di Milano. Dopo la musica classica, cinque anni fa è passata al jazz e alla musica moderna. Laura ha sempre amato il canto ed è stato per lei naturale, da circa quattro anni, cominciare a studiarlo in maniera professionale con una maestra. In questi anni Laura si è esibita in vari locali di Milano sia con una band sia da sola, con piano e voce. Ha inoltre sostenuto, presso il London College of Music, conservatorio di Londra fondato nel 1887 e dal 1991 annesso all’University of West London, gli esami di pianoforte e canto, per entrambi l’ottavo livello.

Lorenzo Condoleo suona il pianoforte da più di dieci anni e anche lui ha avuto un inizio nella musica classica, per poi darsi al jazz, la sua vera passione. In questi anni pure Lorenzo ha dato esami presso il London College of Music, ottenendo il diploma in pianoforte jazz. Ha suonato in vari locali di Milano con diversi gruppi. Inoltre ha anche studiato presso l’Accademia Vivaldi- Istituto Musicale Città di Bollate.

Un appuntamento quello con Laura Susana e Lorenzo Condoleo da non perdere per ascoltare due giovani musicisti.

Sabato 29 ottobre alle ore 21.00 in via de Benzi 17 a Torno

programma maggio-dicembre 2015 dello Spazio Via De’ Benzi di Torno

Torno, 4  maggio 2015                                                                                                                                                                         

Gentile Signora, egregio Signore, caro Socio                                           

Un breve riassunto della riunione del consiglio direttivo che si è tenuta mercoledì scorso 29 aprile. Nel corso della riunione sono state esaminate le proposte fatte da vari soci nella serata del 19 aprile ”Spazio alle Idee” ed è stato stilato un calendario di massima dei prossimi appuntamenti che sono i seguenti:

          16 maggio (evento già in programma) presentazione del libro I “I simbolo non è neutro” di Roberto Borghi.

         30 maggio (da confermare). Cucina, design e tendenze. Incontro con gli studenti del team Young Bloods costituito da 27 studenti dell’ Istituto Alberghiero “Gianni Brera” del Centro Studi Casnati capitanato da Nigel Joyce della New Age e in gara per il Foodies Challenge 2015.

       12 giugno. Pesca sul lago di Como. Storia, lavoro e testimonianze su un’attività che fa parte della cultura del nostro territorio. Responsabili Claudio Casartelli-Emilio Martinelli.

          28 giugno. Da Torno a Monte Piatto e ritorno camminando, parlando (anche in inglese) scoprendo luoghi, storie e cibi. Responsabile Andrea Beccarelli.

          18-19 luglio. Spazio aperto in concomitanza con la 37 mostra artistica di Via de Benzi del Gruppo Artistico Tornasco

          26 settembre100 anni dall’eccidio dei popolo Armeno. Responsabile Agop Manoukian.

          11 ottobre. Apertura per Giornata delle Bandiere Arancioni.

          14 ottobreTorno e la Grande Guerra. Primo evento dedicato alla Prima Guerra Mondiale.

          21 ottobre e 28 ottobre. Due film sulla Grande Guerra vista per quella che è veramente stata.

          4 novembrePer ogni cuore che sente coscienza. Il Gruppo Musica Popolare D’Altrocanto propone testi e musiche per riflettere sulla “Grande Guerra”.

          25 novembre. Iniziative varie in occasione della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne. Responsabile Irma Cancellieri.

 

Sono inoltre stati affrontati i temi di altre possibili iniziative.

          Laboratorio fotografico destinato ai ragazzi ad autunno (Marcella Vasconi-Andrea Beccarelli)

          Incontro (prima della fine delle scuole) con gli studenti della scuola media che hanno realizzato un Blog (Vincenzo Marrano).

          Incontro con il prof. Paolo Grillo e presentazione del suo libro su Torno nel ‘400 (Franca Posca – Vincenzo Marrano)

          Laboratorio per ragazzi dedicato al miele e apicoltura di Luciano Mazzola, una domenica pomeriggio (Irma Cancellieri)

          Serate invernali dedicate ai Paesi di provenienza di “nuovi” Tornaschi: Polonia, Norvegia ecc. (Renata Zychlinska, Ole JO Norbye)

          Apertura della sede con “Musica per la Strada” nei fine settimana di luglio e agosto approfittando dell’installazione nella sede di un pianoforte.

Progetti in divenire

         

        Nel corso della serata “Spazio alle Idee” Luigi Rigamonti ha presentato il suo progetto di una ricerca su Torno dal titolo “Torno, dal micro al macro cosmo. Radiografia di una paese all’interno della storia dell’ultimo secolo”. Il progetto prevede la costituzione di un gruppo di lavoro e ha come finalità la pubblicazione di un testo sull’argomento. Chi fosse interessato si può rivolgere direttamente a Luigi Rigamonti.

           

          Sempre nel corso di “Spazio alle Idee” Franca Posca in accordo con Vincenzo Marrano ha proposto la costituzione di un gruppo di lavoro per una ricerca storica su Torno (prendendo anche spunto dall’ipotesi della presentazione del libro di Paolo Grillo) che si dedichi anche alla ricerca dei documenti conservati negli archivi. Anche in questo caso chi fosse interessato può rivolgersi direttamente a Franca Posca e Vincenzo Marrano

Torno, associazione Via de Benzi 17, mercoledì 22 aprile, alle ore 21.00 17 si terrà l’incontro Spazio alle Idee

Torno, 16 aprile 2015

 

Gentile Signora, egregio Signore, caro Socio

come annunciato mercoledì 22 aprile, alle ore 21.00 nella sede di Via de Benzi 17 si terrà

Spazio alle Idee

incontro/brainstorming/confronto, ma soprattutto occasione per conoscerci, scambiare esperienze e “fare gruppo” durante il quale ogni Socio (o ilsimpatizzante che volesse cogliere l’occasione per iscriversi all’Associazione e diventare appunto Socio) potrà illustrare l’idea, il progetto che vorrebbe realizzare in prima persona (meglio) o veder realizzato dall’Associazione.

Per farlo avrà a disposizione 5 minuti (ripetibili quando  tutti gli “oratori” iscritti a parlare avranno esposto il proprio progetto) durante i quali potrà esporre la propria iniziativa e, nel caso, rispondere alle domande e alle richieste di chiarimento da parte degli intervenuti.

Chi volesse potrà distribuire materiale illustrativo della propria idea/progetto/iniziativa.

 

L’ordine di iscrizione a parlare sarà quello della ricezione all’indirizzo

viadebenzi17@gmail.com

di una mail avente come oggetto: 22 aprile 2015: Spazio alle Idee

Gaya “ATTENZIONE FRAGILE” Testo e regia Giuseppe Di Bello Con Naya Dedemailan Rosas Alvarez Scene e costumiEster Castelnuovo Organizzazione Michele Ciarla Produzione ANFITEATRO, a Torno in via de Benzi 17

Giovedì 9 aprile, nella sede dell’associazione Via de Benzi 17 a Torno, alle ore 21.00, andrà in scena

Gaya

“ATTENZIONE FRAGILE”

Testo e regia Giuseppe Di Bello Con Naya Dedemailan Rosas Alvarez Scene e costumiEster Castelnuovo Organizzazione Michele Ciarla Produzione ANFITEATRO

———————————-

La Scheda

Gaya è una ragazza, all’apparenza fragile, che narra in prima persona la scoperta dei suoi sentimenti; a partire da un’infanzia tenera e buffa fino al momento in cui questa si trasforma in un’adolescenza goffa e turbata all’interno di una famiglia incapace di comprendere la sua realtà, e poi ancora fino alla consapevolezza di sé e della propria omosessualità.

Gaya può  certamente essere considerato un contributo emozionale contro l’omofobia, ma il nostro desiderio è anche  quello di riuscire ad attivare, soprattutto con i giovani, una riflessione su come la diversità, per nostra fortuna, riguardi ogni più piccolo elemento della nostra vita.

 

 

L’ingresso allo Spazio Via de Benzi 17 è aperto, oltre che ai Soci, anche mediante la tessera/invito che vi sarà consegnata all’ingresso e che vi invitiamo a trasformare in iscrizione all’associazione Via de Benzi 17 al termine della serata. La quota associativa 2015 è di 10,00 € (è ovviamente possibile sostenere Via de Benzi 17 con versamenti maggiori, che sono i benvenuti).

———————————-

 

Nell’ambito della serata verrà inoltre presentata l’iniziativa di maggio di Via de Benzi 17 dedicata alla presentazione del libro di Roberto Borghi Il simbolo non è neutro”.

L’evento si terrà sabato 17 maggio e si svilupperà in due momenti. Alle ore 17.00 un primo incontro con l’autore nello studio/atelier dell’artista Alberto Colombo in Via Plinio in Riva a TornoAlle  18.00, nella sede di Via De Benzi 17, la presentazione del libro incentrata e illustrata con una serie di immagini sui simboli e le simbologie presenti nelle due chiese di Torno: Santa Tecla e San Giovanni. Con Roberto Borghi parteciperà all’incontro Clemente Tajana, che è stato direttore dell’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como e oggi è docente presso lo stesso Istituto.

 

Via de Benzi 17

Per info : viadebenzi17@gmail.com

TORNO, lo Spazio Via De benzi 17 (ex farmacia): serata delle idee, sabato 13 dicembre 2014, ore 18

DSCN0732[1]ricci1715 ricci1716 ricci1717

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

prova generale di 1914 TREGUA DI NATALE, opera teatrale scritta e diretta da Giuseppe Di Bello, interpretata dall’attore Marco Continanza e con la scenografia di Laura Clerici, giovedì 30 ottobre, alle ore 21.00, all’apertura dello spazio di Via de’ Benzi 17, a Torno, per la conclusione della prima fase del restauro dei locali dell’ex-Farmacia.

                                          siamo lieti di invitarvi, giovedì 30 ottobre, alle ore 21.00,
all’apertura dello spazio di Via de’ Benzi 17, a Torno, per la conclusione della prima fase del restauro dei locali dell’ex-Farmacia. 
Nell’occasione potrete assistere alla prova generale di 
1914 Tregua di Natale,
opera teatrale scritta e diretta da Giuseppe Di Bello, interpretata dall’attore Marco Continanza e con la scenografia di Laura Clerici, che hanno qui preparato lo spettacolo
che porteranno in scena in prima nazionale il 4 novembre, a Cantù, nell’ambito della Giornata della Pace.

LA TREGUA DI NATALE

Basilica di San Vincenzo in Galliano, Cantù, ore 21, ingresso libero

https://i0.wp.com/s29.postimg.org/fcipmr187/tregua.jpg

La tregua di Natale. Testo e regia di Giuseppe di Bello. Con Marco Continanza. Scenografia di Laura Clerici. Organizzazione di Michele Ciarla. Una produzione dell’associazione culturale Anfiteatro
Durante l’inverno del 1914, al confine tra la Francia e il Belgio, inglesi e tedeschi erano impantanati in una logorante guerra di posizione combattuta nella disumana condizione delle trincee, con assalti quotidiani nei quali molti soldati perdevano la vita nel tentativo di strappare qualche metro al nemico.

Queste terribili condizioni accomunavano i due schieramenti e forse proprio la sensazione del male comune portò i soldati a scambiarsi qualche favore che rendesse la vita meno impossibile e così, sfidando l’accusa di tradimento cominciarono, ad esempio, a non aprire il fuoco durante i pasti ma nessuno poteva immaginare quello che sarebbe accaduto da lì a poco.

Era la vigilia di Natale e per entrambi gli schieramenti, assieme agli ordini che dicevano che i combattimenti non avrebbero dovuto essere interrotti per nessun motivo, erano arrivati anche i pacchi dono che contenevano dolci, liquori, tabacco, alberelli natalizi e candele.

Quella sera i tedeschi addobbarono le loro trincee e mentre si scambiavano gli auguri un soldato intonò la canzone Stille nacht. Prima si fece silenzio poi a uno ad uno tutti i soldati cominciarono a cantare e a quelli si aggiunsero i soldati inglesi intonando la stessa canzone. Da quel momento i soldati dei due eserciti non smisero più di cantare, ognuno nella propria lingua e ognuno al riparo della propria postazione. Poi questa “fiaba” continua in un crescendo di fatti che se non fossero stati documentati da entrambe le parti, sembrerebbero davvero incredibili: i soldati uscirono dalle trincee, e si salutarono, e si scambiarono dei doni, e mostrarono le foto delle loro fidanzate, mogli, figli e madri, e seppellirono i morti, e per loro si suonarono le cornamuse, mangiarono insieme scambi di doni e di cibo, e poi musica e balli fino a una affollatissima partita di calcio giocata sulla terra di nessuno tra gli inglesi del reggimento Scottish Seaforth Highlanders e i soldati tedeschi del Reggimento Sassone.

Il pallone fu messo insieme con stracci legati con lo spago, mentre le porte furono delimitate da pile di cappotti. (Si racconta che i giocatori di ogni squadra fossero una sessantina e che la partita finì con la vittoria dei tedeschi per 3 reti a 2). La notizia della tregua intanto si diffuse e nei giorni successivi dalle trincee partirono innumerevoli lettere per raccontare alle famiglie quello che stava accadendo e alcune di quelle lettere, assieme a qualche foto, finirono sui quotidiani che titolarono commossi che inglesi e tedeschi si stringevano la mano sui campi di battaglia. Allora intervennero gli alti comandi e la tregua fu interrotta ma i soldati fecero un patto solenne, che nel caso li avessero costretti a riprendere i combattimenti nessuno avrebbe mirato ad altezza uomo, ma reso inoffensive le munizioni… “sparando alle stelle in cielo”.

L’Amministrazione canturina, vuole ricordare questo episodio storico e regalare lo spettacolo, in prima nazionale, alla città.

(da una scheda di Alessio Brunialti, La Provincia di Como


Appunti audio della serata:

CARI AGOPIK E FRANCA
vi siamo molto grati per l’invito al monologo 1914 Tregua di Natale
Questa serata resterà incisa nella nostra memoria sia per la bravura del giovane attore , sia per la bellezza di luogo della ex farmacia
mi sapete cultore del “genius loci” che occorre ritrovare in certi spazi (e allora vi allego un mio saggio su questo tema)
questo simbolo si riattiva quando ci sono persone che lo sanno custodire. e voi lo avete saputo fare
ho molto apprezzato anche la davvero bellissima introduzione di agopik, con quel riferimento all'”arte del mescolare” ingredienti benefici
torno è collegata a como con così tanti battelli che (di fatto) sono come una metropolitana lacuale
quel grande locale si presta a tantissime operazioni culturali: mostre, presentazioni di libri, discussione su temi di valore
è davvero corrispondente a quello che chiamo: il fare cose grandi da luoghi piccoli
è così che dovrebbe agire la nostra generazione: trasferire (nei limiti del possibile) pezzi di passato utili per il futuro
saluti cari , grazie ancora e arrivederci
paolo e luciana

vedi anche

LONDRA – E’ la notte di Natale del 1914. Sul fronte della prima guerra mondiale, gli eserciti di due paesi si guardano dalle rispettive trincee, a poche centinaia di metri di distanza l’una dall’altra. Poi un soldato tedesco comincia a cantare “Stille Nacht”, la più famosa canzone natalizia, dalla trincea opposta un soldato inglese risponde cantando “Silent night” e poco per volta i nemici escono all’aperto, con le mani alzate, e si abbracciano. E’ un momento passato alla storia: il breve armistizio di Natale, che interruppe per qualche ora il conflitto segue qui http://www.repubblica.it/esteri/2014/11/14/news/natale_festa_della_condivisione_lo_short_movie_pubblicitario_un_capolavoro-100510013/
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: