Pittura e musica: ritratti di compositori, a cura di Rosa De Rosa, Como, lezione del 5 aprile 2017, a cura dell’Università Popolare

Tracce e Sentieri

INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Palazzo Natta, via Natta 14, ore 15.30, ingresso libero

Pittura e musica: ritratti di compositori è l’argomento del ciclo proposto da Rosa De Rosa. Strumentazione, armonia, melodia, ritmo sono elementi comuni al dipingere e al creare musica. L’incontro di questo pomeriggio sarà Dipingere la musica: l’interpretazione visiva della musica dal Medioevo al Novecento.

Sorgente: BiBazz | Mercoledì 5 aprile

View original post

Sul filo della storia, DAL FILO DI LANA AL FILO DI FERRO, AL FILO …, Ricerca sulla STORIA ECONOMICA DI TORNO dal 1900 a oggi, a cura di Silvana Beccarelli, Agop Manoukian, Vincenzo Marrano, Jacopo Pigoni e Giorgio Ratto, 7 e 21 Aprile 2017, in Via De Benzi 17, Torno, ore 21. APPUNTI a cura di Paolo Ferrario

2017-03-24_183523

Com’è cambiata Torno negli ultimi cento anni?

Che lavoro faceva la gente all’inizio del secolo scorso?

Che lavoro fa oggi?

E quali sono le prospettive per il futuro?

Queste sono alcune  domande alla base della ricerca sulla storia economica di Torno dal ‘900 a oggi, che verrà presentata in due serate (venerdì 7 e venerdì 21 aprile, alle ore 21.00) presso la sede dell’Associazione Culturale “Via de Benzi 17” in via de Benzi 17 a Torno.

Un gruppo di soci dell’Associazione costituito nel maggio del 2016  e composto da Silvana Beccarelli, Agop Manoukian, Vincenzo Marrano, Jacopo Pigoni e Giorgio Ratto si è impegnato nella raccolta e ricerca di racconti di famiglia, di pubblicazioni già esistenti, di documenti d’archivio e di immagini d’epoca al fine di ricomporre un quadro d’insieme  dell’evoluzione economica e sociale intervenuta a Torno nel corso del tempo e di individuare  i fattori che hanno favorito o rallentato i cambiamenti.

Ci auguriamo che questa iniziativa  possa suscitare interesse in chi abita a Torno e anche in chi si interroga sulle vicende di un piccolo comune lariano.

APPUNTI del 7 aprile 2017

torno storia 1562torno storia 1563torno storia 1564torno storia 1565torno storia 1566torno storia 1567torno storia 1568torno storia 1569torno storia 1570torno storia 1571torno storia 1572torno storia 1573torno storia 1574


2017-03-24_183552

2017-03-24_183523

DUCCIO DEMETRIO, INGRATITUDINE, La memoria breve della riconoscenza, Raffaello Cortina Editore, 2016. Presentazione con Paolo Ferrario e Luciana Quaia alla LIBRERIA UBIK, Como, 28 Marzo 2017. Tutto l’AUDIO dell’incontro

AUDIO dell’incontro del 28 Marzo 2017

 

  1. qui il
    file audio in formato mp3:

https://coatesa.files.wordpress.com/2017/03/demetrio-ubik-28mar17.mp3


  1.  Qui il link della
    lettura del libro da parte di Luciana Quaia:

https://tartarugosa.com/2017/03/27/tartarugosa-ha-letto-e-scritto-di-duccio-demetrio-2016-ingratitudine-la-memoria-breve-della-riconoscenza-raffaello-cortina-editore/

  1. Qui le
    schede della presentazione di Paolo Ferrario:

https://mappeser.com/2017/03/29/paolo-ferrario-schede-per-la-presentazione-del-libro-duccio-demetrio-ingratitudine-la-memoria-breve-della-riconoscenza-raffaello-cortina-editore-2016-libreria-ubik-como-28-3-2017/?preview_id=74740&preview_nonce=cc44f7ad8b


DUCCIO DEMETRIO, Ingratitudine, La memoria breve della riconoscenza, Raffaello Cortina Editore, 2016

2017-03-26_120355

17626593_1288738247882802_9066382739144490193_n

Paola Saporiti, OLTRESOFIA . L’umanità dietro le sbarre. Presentazione del libro: a Como, lunedì 27 marzo, ore 20.45 presso lo Spazio 12, via Sirtori 12. Coordinerà l’incontro il sociologo Alberto Terzi

MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

2017-03-21_135843


Presentazione del libro: a Como, lunedì 27 marzo, ore 20.45 presso lo Spazio 12, via Sirtori 12. Coordinerà l’incontro il sociologo Alberto Terzi e verrà trattato sia il tema del perdono che la possibilità di vivere la libertà all’interno di una struttura di detenzione.   Il libro illustra l’esperienza concreta dei Caffè Philo, incontri di filosofia pratica realizzati con alcuni detenuti del carcere di Bollate


Oltresofia L’umanità dietro le sbarre.  In copertina opera di Antonio Pizzolante Paola Saporiti – Oltresofia

Il libro si trova nelle migliori librerie della rete di distribuzione Unicopli, oppure può essere acquistato online su Amazon, Ibs, Feltrinelli. Sarà venduto nel corso dei dibattiti e delle presentazioni. Aggiornamenti continui su presentazioni e altro alla pagina Facebook Oltresofia.

Oltresofia è un piccolo libro che nelle sue pagine mescola pensieri filosofici e opere d’arte. È la narrazione di un’esperienza di vita e d’incontro compiuta lungo un’idea forte. L’idea, del…

View original post 595 altre parole

TESSUTO e COLORE: magico incontro. 2° lezione di GIORGIO MONDELLI, alla Università popolare, in Via Carducci, 14 marzo 2017. APPUNTI a cura di Paolo Ferrario

Secondo  appuntamento con il ciclo Tessuto e colore: magico incontro. La storia tessile è storia principalmente di colore. Giorgio Mondelli, tiene la relazione Dal colore ai coloranti illustrando il cammino compiuto dall’uomo dentro la natura e nell’essenza del colore per scoprire come riprodurlo e applicarlo alle creazioni tessili.

 

TESUTO COLORE111

APPUNTI

colori297colori298colori299colori300colori301colori302colori303

ciclo TESSUTO e COLORE: magico incontro. 1° lezione di Giorgio Mondelli: dal colore ai coloranti, INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30 7.3.2017. APPUNTI

INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero

Primo appuntamento con il ciclo Tessuto e colore: magico incontro. La storia tessile è storia principalmente di colore. Questo pomeriggio il relatore, Giorgio Mondelli, terrà la relazione Dal colore ai coloranti illustrando il cammino compiuto dall’uomo dentro la natura e nell’essenza del colore per scoprire come riprodurlo e applicarlo alle creazioni tessili.

Sorgente: BiBazz | Martedì 7 marzo

TESUTO COLORE111

COLOIRI 1113COLOIRI 1114COLOIRI 1115COLOIRI 1116COLOIRI 1117COLOIRI 1118COLOIRI 1119COLOIRI 1120COLOIRI 1121

https://coatesa.files.wordpress.com/2017/03/20375-le-tinte-naturali-per-i-tessuti.jpg?w=685

Centro di Didattica Ambientale PROTEUS, Darsena di Villa Geno Viale Geno 14, Como

PROTEUS
Darsena di Villa Geno
Viale Geno 14
22100 Como
Telefono: +39 347 980 5053
Mail: info@assoproteus.it

Centro di Didattica Ambientale Proteus nasce nel 1999 a Como con l’intento di proporsi come punto di riferimento in ambito locale per progetti di studio e di comunicazione nel campo del Turismo sostenibile, dell’Educazione ambientale, della Divulgazione naturalistica e scientifica.

Benché le sue radici siano strettamente radicate al territorio insubrico, il Centro sviluppa progetti e attività didattiche in ambito nazionale ed internazionale incentivando lo studio, la conoscenza e la tutela dell’ambiente inteso come ricchezza da conservare e risorsa da promuovere. Il team è formato da professionisti che hanno maturato una pluriennale esperienza nell’ambito dell’educazione ambientale, dell’insegnamento, della ricerca scientifica, della divulgazione e della comunicazione ambientale.

Collaborano naturalisti, biologi, geologi, guide ambientali, laureati in scienze della formazione e dell’educazione, docenti universitari, fotografi naturalistici, illustratori ed esperti multimediali che apportano la propria esperienza professionale nella progettazione e nella realizzazione dei percorsi didattici.

La caratteristica principale di Proteus è quella di associare ai contenuti rigorosamente scientifici un linguaggio divulgativo lineare e accessibile a tutti. Proteus infatti si rivolge ad ogni fascia d’età, in diversi contesti quali quello scolastico, quello delle università, delle associazioni culturali, della formazione e dell’ecoturismo, promuovendo attività che incentivano la conoscenza degli aspetti naturali e culturali, in particolare del territorio lariano, insubrico e lombardo.

vai a:

Sorgente: Chi siamo | Proteus

a Erba cento ragazzi da tutta Europa sul tema: “Socializzazione giovanile” – da ilgiorno.it

Un’idea che ha messo radici quella del sindaco tedesco Christoph Palm che quattro anni fa propose agli amici erbesi di creare un Simposio rivolto ai giovani. La prima edizione della manifestazione si svolse in Germania nell’aprile del 2015, a due anni di distanza a raccogliere il testimone ci ha pensato Erba, pronta dal 22 al 26 febbraio a ospitare i ragazzi e le ragazze che arriveranno in città da Tain l’Hermitage e Tournon sur Rhone, Meissen e Pécs.

Protagonisti cento ragazzi di età compresa tra i 17 e i 18 anni provenienti da Francia, Germania e Ungheria, oltre naturalmente agli studenti erbesi ai quali si aggiungeranno quelli di Finale Emilia. Ospiti in città gli studenti si confronteranno sul tema della “Socializzazione giovanile”,

Sorgente: Riuniti a Erba cento ragazzi da tutta Europa – Cronaca – ilgiorno.it

Appunti dell’incontro su “Il PAESAGGIO e le vocazioni del TERRITORIO”, a cura dell’Ance, 23 febbraio 2017

incontro su “Il paesaggio e le vocazioni del territorio” che si terrà giovedì 23 febbraio prossimo presso la sede di ANCE Como.

Si tratta del secondo di un breve ciclo di incontri pubblici che l’Associazione dei Costruttori Edili della Provincia di Como organizza, in vista delle prossime elezioni comunali, su temi diversi, accomunati, però, dalla finalità dell’interesse pubblico per il territorio comasco

per dare conferma della partecipazione scrivere a: info@ancecomo.it

2017-02-14_103546

paesaggio5076paesaggio5077paesaggio5078paesaggio5079paesaggio5080paesaggio5081paesaggio5082

LA SCELTA FINALE RIFLESSIONI ATTORNO AL TESTAMENTO BIOLOGICO. Un incontro pubblico con Giuseppe Remuzzi, Silvia Salardi e Giangiacomo Schiavi. organizzato dalla Associazione Accanto Onlus, Venerdì 17 febbraio 2017, ore 21, Biblioteca comunale di Como P.zza V. Lucati 17

MAPPE nelle POLITICHE SOCIALI e nei SERVIZI

incontro pubblico con

Giuseppe Remuzzi, Silvia Salardi e Giangiacomo Schiavi

organizzato dalla Associazione Accanto Onlus

Venerdì 17 febbraio, ore 21

Biblioteca comunale di Como

P.zza V. Lucati 1

Poter scegliere di morire senza soffrire e con dignità. Un tema eticamente sensibile e sempre più d’attualità quello che riguarda le decisioni sul fine vita, tanto che il dibattito è al centro dell’attenzione anche in Italia, dove è in discussione al Parlamento il provvedimento sul testamento biologico.

Per questo – per far conoscere l’idea del testamento biologico, dei suoi possibili contenuti, delle sue motivazioni soggettive – l’Associazione Accanto Onlus–Amici dell’Hospice San Martino di Como organizza, con il patrocinio del Comune di Como, l’incontro aperto al pubblico “La scelta finale – Riflessioni attorno al testamento biologico“, che si terrà venerdì 17 febbraio alle 21 presso la Biblioteca Comunale di Como.

Interverranno il professor Giuseppe Remuzzi,  direttore…

View original post 982 altre parole

COME INNAMORARSI DI SE STESSI CON I PUNTI G. Conduce i tre incontri Alberto Terzi, sociologo e life e love coach. Prima serata 13 febbraio 2017, a cura di STRINGHE COLORATE e SPAZIO 12, Via Sirtori, 12, COMO.

COMUNICATO STAMPA AMOREVOLE
LUNEDI’ 13 febbraio ALLE ORE 20.45 presso Spazio 12 via Sirtori 12 
 
Come passare la serata che precede S. Valentino? 
STRINGHE COLORATE assieme a SPAZIO 12 propone una preparazione originale.
Imparare ad innamorarsi, ma prima di tutto di sé stessi.
Stimoli, riflessioni, giochi, lavoro di coppia e di gruppo, meditazioni, ecc. per prendersi cura della persona più importante della propria vita.
E poi, se si supera l’illusione, ci si può innamorare anche di qualcun altro.
Invertire le due cose può essere molto rischioso, o addirittura pericoloso.
E non ci sono esperti in questo campo.
Conduce i tre incontri Alberto Terzi, sociologo e life e love coach, senza la pretesa di definirsi un esperto, semplicemente un facilitatore di riflessioni, le più provocatorie possibile.
Il 13 febbraio si inizia alle 20.45 e così sarà anche per  due lunedì successivi di febbraio 2017.
A chi sono rivolti gli incontri?
A tutti coloro che  vogliono svoltare davvero nella loro vita e intraprendere la via dell’amore di sé stessi, l’atto più altruistico che si possa fare.
Stringhe colorate Como

copia-di-innamorarsi-di-se-stessi-page-001copia-di-innamorarsi-di-se-stessi-page-002

PRESENTAZIONE DI POESIA E ARTE, Sala consiliare del Museo diffuso Dolores Puthod, piazza IV novembre 4, Lomazzo (Como), ore 20.45, 13 gennaio 2017

PRESENTAZIONE DI POESIA E ARTE
Sala consiliare del Museo diffuso Dolores Puthod, piazza IV novembre 4, Lomazzo, ore 20.45, ingresso libero

La Casa della Poesia di Como è lieta di invitarvi a due serate di presentazione dell’antologia Poesia e arte, contenente i testi dei poeti che hanno partecipato all’edizione 2016 del Festival e del Premio Europa in versi.

L’antologia, curata da Laura Garavaglia, è edita per I Quaderni del bardo edizioni di Stefano Donno.

Dall’Italia alla Svizzera, dalla Slovacchia all’Iran, dagli Stati Uniti alla Nuova Zelanda e oltre, un incontro per vivere o rivivere insieme tante emozioni “viaggiando” con i versi dei poeti.

Alla presentazione sarranno presenti l’editore e alcuni poeti

LA NOTTE DEL LICEO CLASSICO, al Liceo Alessandro Volta, via Cesare Cantù 57, dalle 18.30, 13 gennaio 2017

LA NOTTE DEL LICEO CLASSICO
Liceo Alessandro Volta, via Cesare Cantù 57, dalle 18.30, ingresso libero

Programma:

18.30 apertura: esposizione libri antichi, Biblioteca (I E con C. Gandini); mirabilia scientifici, corridoio laboratori (R. Iseppato);

visite all’istituto con alunni ciceroni

19 opere perdute: il II libro della Poetica di Aristotele, Aula Benzi (A. Pizzotti)

19.20 Coro Liceo Volta, Grand’ Aula (Dir. M. Boggia)

19.45 La realtà non è come appare: brani tra filosofia e scienza, Aula Benzi (D. Zucchello)

20.15 Mini concerto: Sonata op.1 di Prokofiev, Grand’ Aula (I. Gatti III C)

20.30 Spitteler: un Nobel svizzero rilegge i miti classici, Aula Benzi (A. Dell’Orto)

21 Gruppo Danza Teatro Sociale: La Grecia di Theodorakis, Palestra chiostro (Coreografia di S. Manara Schiavetti)

21.30 Filoxenìa: l’ospitalità degli antichi, Aula Benzi (L. Bianchi)

21.50 Mini concerto: Ballata op. 23 n.1 di Chopin, Grand’ Aula (A. Bottani)

22,10 Plazer ed enueg (Lettura di testi scritti da alunni della I D), Aula Benzi (R. Nava)

22,30 Scene da Il testamento di Pericle di G. Albonico, corridoio primo piano (studenti ed ex del Volta con C. Arcidiaco)

parte la nona stagione dei corsi di scrittura creativa organizzati da PAROLARIO in collaborazione con COMOCUORE  e tenuti da ANDREA DI GREGORIO, COMO, 2017

PAROLARIO

Al via i nuovi corsi di scrittura creativa

 

TERMINE PER LE ISCRIZIONI: 17 GENNAIO 2017

 

Il 21 gennaio 2017 parte la nona stagione dei corsi di scrittura creativa organizzati da Parolario in collaborazione con Comocuore e tenuti da Andrea Di Gregorio.

I corsi, articolati in 8 incontri di due ore e mezza ciascuno, per un totale di 20 ore, si terranno presso la sede di Comocuore in via Rovelli, 8 a partire dal 21 gennaio.

È dal 2013 che Parolario e Comocuore propongono i corsi di scrittura tenuti da Andrea Di Gregorio, segno della continuità di un progetto culturale che ha un obiettivo molto chiaro: offrire a chi scrive l’opportunità di concentrarsi e confrontarsi, conoscere tecniche, acquisire competenze, sentire crescere la scrittura dentro di sé e vederla realizzarsi sulla pagin

Nella stagione gennaio-maggio 2017, verranno attivati 4 corsi: un corso sul racconto; un corso sul romanzo, un corso di lettura creativa, un corso sulla grammatica e la sintassi.

Di seguito il calendario aggiornato (in giallo gli aggiornamenti sulle date delle lezioni)

  1. Il racconto 

Calendario classe del martedì

Martedì 31 gennaio ore 18.30-21.00

Martedì 7 febbraio ore 18.30-21.00

Martedì 21 febbraio ore 18.30-21.00

Martedì 7 marzo ore 18.30-21.00

Martedì 21 marzo ore 18.30-21.00

Martedì 4 aprile ore 18.30-21.00

Martedì 18 aprile ore 18.30-21.00

Martedì 2 maggio ore 18.30-21.00

Calendario classe del sabato

  1. Sabato 21 gennaio ore 17.30-20.00
  2. Sabato 4 febbraio ore 17.30-20.00
  3. Sabato 18 febbraio ore 17.30-20.00
  4. Sabato 11 marzo ore 17.30-20.00
  5. Sabato 25 marzo ore 17.30-20.00
  6. Sabato 8 aprile ore 17.30-20.00
  7. Sabato 22 aprile ore 17.30-20.00
  8. Sabato 6 maggio ore 17.30-20.00

 

 2.       Il romanzo

Calendario:

  1. Mercoledì 1 febbraio ore 18.30-21.00
  2. Mercoledì 8 febbraio ore 18.30-21.00
  3. Mercoledì 22 febbraio ore 18.30-21.00
  4. Mercoledì 8 marzo ore 18.30-21.00
  5. Mercoledì 22 marzo ore 18.30-21.00
  6. Mercoledì 5 aprile ore 18.30-21.00
  7. Mercoledì 19 aprile ore 18.30-21.00
  8. Mercoledì 3 maggio ore 18.30-21.00

 

  1. Corso di ortografia, grammatica e sintassi

Calendario:

Giovedì 2 febbraio ore 18.30-21.00
Giovedì 9 febbraio ore 18.30-21.00
Giovedì 23 febbraio ore 18.30-21.00
Giovedì 9 marzo ore 18.30-21.00
Giovedì 23 marzo ore 18.30-21.00
Giovedì 6 aprile ore 18.30-21.00
Giovedì 20 aprile ore 18.30-21.00
Giovedì 4 maggio ore 18.30-21.00

 

  1. Leggere per scrivere

Calendario:

Classe del mattino (10.00-12.30)

Classe del pomeriggio (14.30-17.00)

  1. Sabato 21 gennaio
  2. Sabato 4 febbraio
  3. Sabato 18 febbraio
  4. Sabato 11 marzo
  5. Sabato 25 marzo
  6. Sabato 8 aprile
  7. Sabato 22 aprile
  8. Sabato 6 maggio

 

Struttura dei corsi

  1. Ogni corso propone letture commentate, analisi tecniche ed esercizi di scrittura da fare a casa e da inviare al docente per la correzione e di cui si discute tra i partecipanti.
  2. L’obiettivo principale dei corsi è affinare le tecniche di scrittura individuali prendendo spunto dalla pratica di autori classici e contemporanei, italiani e stranieri. Altri obiettivi sono: sviluppare una capacità di lettura più critica e attenta alle strutture e alle dinamiche letterarie e fornire un’informazione di base per orientarsi nel mondo dell’editoria.
  3. Gli incontri, di due ore e mezzo ciascuno, prevedono un intervallo di 20 minuti circa in cui c’è spazio per la socializzazione e per una merenda (autogestita) ricca e varia.
  4. Durante il corso ogni partecipante produce un buon numero di testi che vengono letti, discussi, corretti, commentati e da cui potrà trarre spunto per ulteriori scritture.
  5. Alla fine del corso viene rilasciato un attestato di partecipazione.

 

Informazioni utili

  • I corsi sono a numero chiuso (massimo 14 partecipanti) con quota di partecipazione di 275 euro.
  • Per chi ha partecipato a uno dei corsi precedenti, la quota è di 220 euro.
  • Per chi è in possesso della Card “Amici di Parolario”, la quota è di 240 euro.
  • Le iscrizioni si chiudono il 17 gennaio  2017.
  • Gli sconti non sono cumulabili.

Per informazioni e iscrizioni: tel. 031.301037, info@parolario.it

 

Ulteriori informazioni:http://parolario.it/News/Da-gennaio-2017-i-nuovi-corsi-di-scrittura-creativa

 

Per informazioni:

Segreteria organizzativa c/o Ellecistudio

Piazza del Popolo 14, Como

info@parolario.it

Tel. +39.031.301037

www.parolario.it

Facebook: facebook.com/Parolario

Twitter: @Parolario

EL ME’ INDIRIZZ, idea scenica da una idea di Gianni Giolo, con le MUSICHE di Fo, Jannacci, Della Mea, Carpi, Strehler e i TESTI di Pietro Collina, Riccardo Borzatta e Federico Piadeni, Fondazione CA’ D’INDUSTRIA, Via Brambilla, 61, COMO. Organizzazione: Pierangela Torresani, Marco Bonacina, Omar Dodaro, 22 DICEMBRE 2016. VIDEO postato su youtube da O. Dodaro, 1 ore e 8 minuti

elmeindirizz

VINCENZO GUARRACINO, LAGO D’ARTE E DI POESIA. In gita sul Lario in compagnia di artisti e scrittori, Carlo Pozzoni editore. Presentazione il 15 dicembre 2016 allo Spazio Pozzoni – Via Maurizio Monti, 41 Como

guarracino4540guarracino4541guarracino4542

vai al sito di Carlo Pozzoni fotoreporter ed editore

http://www.carlopozzoni.it/

GUARRACINO: UN CAMPIONARIO DI BELLEZZE PAESAGGISTICHE E MONUMENTALI

Giovedì 15 dicembre – ore 18.00
Spazio Pozzoni – Via Maurizio Monti, 41 Como

dsc_7434
Presentazione del libro:

LAGO D’ARTE E DI POESIA – In gita sul Lario in compagnia di artisti e scrittori
L’autore dialogherà con la giornalista Elisabetta Broli

Sorgente: Libri. Gita sul Lario con artisti e scrittori
Presentazione del libro Lago d’arte e di poesia. In gita sul Lario in compagnia di artisti e scrittori. L’autore, Vincenzo Guarracino, dialogherà con la giornalista Elisabetta Broli
È un periplo di Como e del suo lago, tra antiche e nuove meraviglie, questo Lago d’arte e di poesia, che viene disegnato da Guarracino: un campionario di bellezze, paesaggistiche e monumentali, attraverso lo sguardo di artisti e poeti, grandi e meno grandi (qualcuno grandissimo, qualche altro noto, altri infine vere e autentiche scommesse), tutti comunque appassionatamente legati per consuetudine o per incontro fortuito al Lario, autentico paese dell’anima. Questo, a testimonianza di un amore e di un’attenzione riservata ad un’area geografica, privilegiata dagli dèi e dagli uomini, che da sempre, dall’antichità fino ai nostri giorni, non ha mai cessato di sollecitare stupori e fantasie, più ancora che dei suoi abitanti, di quanti avventuratamente l’hanno visitata o attraversata, in particolare artisti e letterati. Il risultato è una guida al Lario, tra Como e Lecco, sul modello di un archetipo, la Descriptio Larii laci dell’umanista Paolo Giovio, che si trasforma in esperienza culturale oltre che emozionale ed estetica nella scena dell’oggi: un itinerarium capace di sedurre il lettore anche più prevenuto e di farsi leggere di un fiato, per scelte testuali, oltre che per intrinseca virtù di stile espositivo del curatore, seguendone il filo di suggestioni memoriali e paesaggistiche strettamente collegate alla bellezza dei suoi monumenti e al profilo di monti e coste, in un territorio da cui emergono accanto a luoghi di universale rinomanza anche altri mai prima celebrati o assurti agli onori dell’araldica poetica, a dispetto dei loro sconosciuti ma non meno fascinosi incanti.


Clicca sulla prima immagine per vederle in sequenza

 

VAI ALLA Bibliografia di VINCENZ GUARRACINO

https://coatesa.com/2017/01/10/bibliografia-di-vincenzo-guarracino/

ANTER, associazione nazionale tutela energie rinnovabili, promuove A COMO UNA SERATA DEDICATA ALLE ENERGIE RINNOVABILI, LUNEDI 12 DICEMBRE ALLE ORE 19.30, presso MYWAY, piazza Giovanni Paolo II n. 16 (zona Borgovico nuova)

ANTER, associazione nazionale tutela energie rinnovabili, promuove A COMO UNA SERATA DEDICATA ALLE ENERGIE RINNOVABILI.
Ti aspettiamo LUNEDI 12 DICEMBRE ALLE ORE 19.30 per iniziare puntualissimi alle 20 presso MYWAY, piazza Giovanni Paolo II n. 16 (zona Borgovico nuova)

L’incontro è gratuito, ma occorre assolutamente prenotarsi scrivendo a

terzi.alberto@gmail.com

oppure telefonando al 3484765852.

energie-1energie-2

SILVIO RAFFO, VEGLIA D’AUTUNNO, New Press edizioni, nella collana Il Cappellaio Matto, diretta da Vincenzo Guarracino, 2016. Salotto letterario e reading con Silvio Raffo, poeta, romanziere, saggista e docente universitario di letterature comparate, Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 18, 29 novembre 2016. Presentazione di Vera Fisogni

VEGLIA D’AUTUNNO
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 18, ingresso libero
https://i2.wp.com/www.italian-poetry.org/immagini/raffo_silvio/silvio_raffo.jpg
Salotto letterario e reading con Silvio Raffo, poeta, romanziere, saggista e docente universitario di letterature comparate.
http://www.associazionecarducci.it/

raffo3818


introduzione di Vera Fisogni


Silvio Raffo legge alcune poesie sull’autunno e presenta il suo libro:


VINCENZO CARDARELLI

Autunno.

Già lo sentimmo venire

nel vento d’agosto,

nelle piogge di settembre

torrenziali e piangenti,

e un brivido percorse la terra

che ora, nuda e triste,

accoglie un sole smarrito.

Ora passa e declina,

in quest’autunno che incede

con lentezza indicibile,

il miglior tempo della nostra vita

e lungamente ci dice addio.

SETTEMBRE A VENEZIA

DI V. CARDARELLI

 

Già di settembre imbrunano

a Venezia i crepuscoli precoci

e di gramaglie vestono le pietre.

Dardeggia il sole l’ultimo suo raggio

sugli ori dei mosaici ed accende

fuochi di paglia, effimera bellezza.

E cheta, dietro le Procuratìe,

sorge intanto la luna.

Luci festive ed argentate ridono,

van discorrendo trepide e lontane

nell’aria fredda e bruna.

Io le guardo ammaliato.

Forse più tardi mi ricorderò

di queste grandi sere

che son leste a venire,

e più belle, più vive le lor luci,

che ora un po’ mi disperano

(sempre da me così fuori e distanti!)

torneranno a brillare

nella mia fantasia.

E sarà vera e calma

felicità la mia.

Autunno veneziano

L’alito freddo e umido m’assale
di Venezia autunnale,
Adesso che l’estate,
sudaticcia e sciroccosa,
d’incanto se n’è andata,
una rigida luna settembrina
risplende, piena di funesti presagi,
sulla città d’acque e di pietre
che rivela il suo volto di medusa
contagiosa e malefica.
Morto è il silenzio dei canali fetidi,
sotto la luna acquosa,
in ciascuno dei quali
par che dorma il cadavere d’Ofelia:
tombe sparse di fiori
marci e d’altre immondizie vegetali,
dove passa sciacquando
il fantasma del gondoliere.
O notti veneziane,
senza canto di galli,
senza voci di fontane,
tetre notti lagunari
cui nessun tenero bisbiglio anima,
case torve, gelose,
a picco sui canali,
dormenti senza respiro,
io v’ho sul cuore adesso più che mai.
Qui non i venti impetuosi e funebri
del settembre montanino,
non odor di vendemmia, non lavacri
di piogge lacrimose,
non fragore di foglie che cadono.
Un ciuffo d’erba che ingiallisce e muore
su un davanzale
è tutto l’autunno veneziano.Così a Venezia le stagioni delirano.

Pei suoi campi di marmo e i suoi canali
non son che luci smarrite,
luci che sognano la buona terra
odorosa e fruttifera.
Solo il naufragio invernale conviene
a questa città che non vive,
che non fiorisce,
se non quale una nave in fondo al mare.


ANTONIA POZZI
MORTE DI UNA STAGIONE

Piovve tutta la notte
sulle memorie dell’estate.
Al buio uscimmo
entro un tuonare lugubre di pietre,
fermi sull’argine reggemmo lanterne
a esplorare il pericolo dei ponti.
All’alba pallidi vedemmo le rondini
sui fili fradice immote
spiare cenni arcani di partenza
e le specchiavano sulla terra
le fontane dai volti disfatti.


VERLAINE

Chanson d’automne

Les sanglots longs
Des violons
De l’automne
Blessent mon coeur
D’une langueur
Monotone.Tout suffocant
Et blême, quand
Sonne l’heure,
Je me souviens
Des jours anciens
Et je pleureEt je m’en vais
Au vent mauvais
Qui m’emporte
Deçà, delà,
Pareil à la
Feuille morte.

Un grand sommeil noir

Un grand sommeil noir
Tombe sur ma vie :
Dormez, tout espoir,
Dormez, toute envie !

Je ne vois plus rien,
Je perds la mémoire
Du mal et du bien…
O la triste histoire !

Je suis un berceau
Qu’une main balance
Au creux d’un caveau :
Silence, silence !


BAUDELAIRE

Presto c’immergeremo nelle fredde tenebre;
addio, vivida luce di estati troppo corte!
Sento già cadere con un battito funebre
la legna che rintrona sul selciato delle corti.

Tutto l’inverno in me s’appresta a rientrare;
ira, odio, brividi, orrore duro e forzato
lavoro e, come il sole nel suo inferno polare
il cuore non sarà più che un blocco rosso e ghiacciato.

Rabbrividendo ascolto ogni ceppo che crolla;
non ha echi più sordi l’alzarsi di un patibolo.
Il mio spirito è simile alla torre che barcolla
ai colpi dell’ariete instancabile e massiccio.

Mi pare, cos’ cullato da questo tonfo monotono,
che una bara qui accanto si stia inchiodando d’urgenza.
Per chi? – E’ autunno: soltanto ieri era estate!
Questo suono misterioso sa di partenza.


EMILY DICKINSON

Autunno

Sono più miti le mattine
E più scure diventano le noci
E le bacche hanno un viso più rotondo,
La rosa non è più nella città.

L’acero indossa una sciarpa più gaia,
E la campagna una gonna scarlatta.
Ed anch’io, per non essere antiquata,
Mi metterò un gioiello.

da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/poesie/poesie-d-autore/poesia-18164>


GIOVANNI PASCOLI

Gemmea l’aria, il sole così chiaro
che tu ricerchi gli albicocchi in fiore,
e del prunalbo l’odorino amaro
senti nel cuore…


Ma secco è il pruno, e le stecchite piante
di nere trame segnano il sereno,
e vuoto il cielo, e cavo al piè sonante
sembra il terreno.


Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
odi lontano, da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile. E’ l’estate
fredda, dei morti.


GUIDO GOZZANO

da La signorina Felicita, ovvero la felicità

Pensa i bei giorni d’un autunno addietro,
Vill’Amarena a sommo dell’ascesa
coi suoi ciliegi e con la sua Marchesa
dannata, e l’orto dal profumo tetro
di busso e i cocci innumeri di vetro
sulla cinta vetusta, alla difesa…

Vill’Amarena! Dolce la tua casa
in quella grande pace settembrina!
La tua casa che veste una cortina
di granoturco fino alla cimasa:
come una dama secentista, invasa
dal Tempo, che vestì da contadina.

Bell’edificio triste inabitato!
Grate panciute, logore, contorte!
Silenzio! Fuga dalle stanze morte!
Odore d’ombra! Odore di passato!
Odore d’abbandono desolato!
Fiabe defunte delle sovrapporte!


MARIA LUISA SPAZIANI

RICORDO DI UNA STAGIONE

Ricordo una stagione in mezzo a colli
immensi, affaticata dal soffiare
della notturna tramontana. Un gelso
gemeva negli strappi, così alto
che talora il suo grido mi svegliava.
Ieri nel ritornarvi non sembrava
passato altro che un giorno.
La tramontana ci infuriava intorno.
Contro il cancello, intatta, era restata
una mia antica rosa morsicata.

presentazione del libro: COME LE SCARPE NEL FRIGORIFERO. Storie di una vera cooperativa sociale comasca, edito dall’Officina della narrazione, a Lomazzo , SABATO 3 DICEMBRE ALLE ORE 16.30

COMUNICATO STAMPA COOP ALFA DI LOMAZZO OFFICINA DELLA NARRAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE STRINGHE COLORATE con il Patrocinio del Comune di Lomazzo

invitano alla presentazione del libro

COME LE SCARPE NEL FRIGORIFERO Storie di una vera cooperativa sociale comasca edito dall’Officina della narrazione

SABATO 3 DICEMBRE ALLE ORE 16.30

PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE DI LOMAZZO via Brolo S. Vito 4

Seguirà un dibattito sui 30 anni della Cooperativa sociale Alfa e sulla collaborazione con l’azienda LU-VE.

Partecipano alla tavola rotonda: Rampoldi Venanzia Maria, presidente in carica Antonio Gervasio, vice presidente Laura Benzoni, già presidente di Coop Affa Marco Citterio, già presidente della Camera di Commercio di Como Giacomo Castglioni, presidente della Fondazione della comunità comasca

Coordina Alberto Terzi, curatore del libro

Seguirà rinfresco e brindisi del trentennale Per festeggiare una cooperativa che non ha mai avuto una grande risonanza pubblica, ma che, nel silenzio, ha attivato progetti innovativi come ad esempio l’inserimento in un’azienda multinazionale di una ventina di soggetti disagiati, con disturbo psichiatrico o altre disabilità.

L’azienda si chiama LU-VE e produce scambiatori di calore e anch’essa compie 30, viva la sincronia. COME LE SCARPE NEL FRIGORIFERO è un libro di storie vere, un piccolo mazzo di storie, tuttavia pochissime tra tutte quelle capitate in 30 anni alla Cooperativa sociale Alfa di Lomazzo. I protagonisti sono i soci lavoratori e alcuni dei soci che, nel corso degli anni, hanno amministrato concretamente questa impresa sociale, che ha ben poco dell’impresa, ma ha piuttosto dovuto fare i conti con le vite di molte persone e comunque con il bilancio economico fatto di entrate ed uscite. A queste persone abbiamo aggiunto anche due interviste: una al titolare della ditta LU-VE che ha dato il via a una sperimentazione interessante di integrazione lavorativa con la coop Alfa e uno dei dirigenti-cuore, quello che ha seguito più da vicino questa avventura, perché di avventura si è trattato senza averla nemmeno prevista.

Gli autori dei testi sono scrittori della nostra piccola casa editrice, Officina della narrazione, persone che hanno accettato volontariamente di intervistare chi ha dato la sua disponibilità a raccontare la sua storia. Tutto ciò è stato fatto con grande entusiasmo e, senza neanche farci caso, tutti si sono trovati coinvolti in un condominio di umanità 10.0, la nuova realtà che farà incontrare le persone dal vivo, e non attraverso i social, che prenderà in carico i problemi veri con uno spirito di accoglienza che prescinde obblighi, leggi, e nemmeno soldi.