LIVIO GIANOLA, Solo Guitar Concert “Flamenco World Music”, a cura di Let It Jazz, allo Yacht Club Como, Viale Puecher, 8

23659197_10159483335820648_3033826780831689062_n

scrive ALESSIO BRUNIALTI:

È un appuntamento davvero imperdibile quello che si prepara stasera per Let it jazz, la rassegna curata e diretta da Donato Matola. Allo Yacht Club di viale Puecher 8, infatti, è atteso, per un concerto in solo ispirato alla Flamenco world musicLivio Gianola, il maestro della chitarra otto corde. Bergamasco di nascita, Gianola è l’unico musicista non spagnolo ad aver composto musiche per il prestigioso Ballet Nacional de España e aver suonato nei più importanti teatri e nelle maggiori sale da concerto del mondo, da Amsterdam a Buenos Aires, da Parigi a Tokio, da Colonia a Shangai. Oltre a molteplici collaborazioni, il chitarrista ha partecipato a diverse trasmissioni per la televisione italiana, svizzera, olandese e spagnola, ha scritto brani per il cinema e composto opere classiche.

Dopo il successo ottenuto dall’album OtroSitio, è uscito quest’anno Solo a Poniente, in cui si può ritrovare una grande varietà di stili latini provenienti dall’Europa e dal Sud e Centro America. «È un disco nel quale mi sono cimentato in molti generi musicali – ha dichiarato Gianola in un’intervista – c’è una soleá flamenca tanto per non tradire il mio grande amore, ma poi suono altri brani dalla struttura più libera. Mi sono un po’ allontanato dall’orbita del flamenco, qui ho voluto sentirmi libero di scrivere qualunque cosa mi venisse in mente, senza preoccuparmi troppo. Non è stata una scelta premeditata, ma è stato questo nuovo strumento a farmi trovare altre strade, perché le possibilità armoniche che offre una otto corde alle volte stanno un po’ strette in un contesto musicale come quello del flamenco. Anche il modo di registrare è stato particolare: tutto in un pomeriggio, quasi come se fosse un disco live in studio».

Solo concerto a 10 euro ore 21.30 (prima consumazione inclusa). Cena e concerto a 25 euro, dalle 19 (menu fisso e prima consumazione inclusa).

JAZZ, INTRODUZIONE ALL’ASCOLTO, lezioni di ANDREA VAROLO – Corso a cura di Nota su Nota – scuola di musica, Via Giulini 14, Como, incontri da novembre 2017 ad aprile 2018

Un percorso di 10 incontri dalle origini della musica afroamericano alla genesi dei linguaggi moderni, attraverso i protagonisti e i dischi che hanno fatto la storia di questo genere.

Da Scott Joplin a John Coltrane passando da Louis Armstrong, Jelly Roll Morton, Count Basie, Duke Ellington, Dizzie Gillespie, Charlie Parker, Miles Davis e tanti altri.

per informazioni vai:

Sorgente: JAZZ, INTRODUZIONE ALL’ASCOLTO – Nota su Nota scuola di musica

Laura Susana (voce) e Lorenzo Condoleo (pianforte) propongono: “RI-TORNO. Dal 1945 al 2015: 70 anni di musica italiana reinterpretata jazzando di jazz in jazz”, in Via de Benzi 17 a Torno, 7 ottobre 2017 alle ore 21.00

Nella sede in Via de Benzi 17 a Torno, alle ore 21.00, Laura Susana (voce) e Lorenzo Condoleo (pianforte) propongono: “RI-TORNO. Dal 1945 al 2015: 70 anni di musica italiana reinterpretata jazzando di jazz in jazz”.

22090116_969907283147797_806358859745081258_n

COMO LAKE JAZZ CLUB COMO. La rinascita del Jazz Club Como. E un ricordo di Guido Ferrario (1917-1988), da BiBazz, 25 maggio 2017

Una buona notizia per gli appassionati di jazz, sempre più numerosi sul territorio lariano. Lo dimostra il successo inatteso e indiscutibile di una manifestazione come Comin’ jazz che, due mesi fa, ha totalizzato un “tutto esaurito” dopo l’altro valorizzando la scena locale, ma anche portando a esibirsi in città nomi di rilevanza nazionale e internazionale.

Lo stesso spirito che, per tanti anni, ha animato il Jazz Club Como. Ebbene, quell’associazione rinasce, oggi, proprio forte dell’esperienza di questo ultimo mini festival che ha convinto Edmondo Canonico, presidente, e Gianni Dolci, suo vice, ha riprendere ufficialmente le fila di quel discorso. Un discorso iniziato nel 1980, su impulso di Guido Ferrario, proprietario di un negozio di dischi rimpianto dai collezionisti, l’Angolo del disco, e grandissimo appassionato e conoscitore, e interrottosi nel 2002, quando il club ha chiuso la sede di Casate.

VAI A TUTTA LA SCHEDA

Sorgente: BiBazz | Como Lake Jazz Club: la rinascita

La prima azione ufficiale del Como Lake Jazz Club è, naturalmente, un concerto. Giovedì 25 maggio alle 21 da Nerolidio in via Sant’Abbondio la “data zero” con una piccola storia del jazz. La tradizione del Dixieland Quartet di Giancarlo Mariani (tromba), Marcello Noia (clarinetto e sax), Fiorenzo Gualandris (tuba) e Alberto Guareschi (banjo), la contaminazione con il jazz manouche del Larghi – Pietrucci – Semeraro Trio, e l’avanguardia con il Vocal Project di Boris Savoldelli

prov 25 apr822

Davide Van De Sfroos allo stadio di SAN SIRO, Milano 9 giugno 2017 – App Android su Google Play

Nato a Monza, classe 1965, Davide Bernasconi è cresciuto a Mezzegra, nel “cuore” del lago di Como. Quasi tutte le sue canzoni (e i suoi libri) fanno capo al Lario e al suo spirito profondo. La maggior parte dei testi è pensata, scritta e cantata in dialetto tremezzino (o laghée): una lingua più che un vernacolo, resa ancora più realistica da storie e personaggi assolutamente poetici. Il primo cd è “Manicomi” nel 1995, a cui fanno seguito, dal 1999, “Breva & Tivan”, Premio Tenco come “Miglior autore emergente”; “…e semm partii” nel 2001, disco d’oro con oltre 50mila copie vendute e Targa Tenco 2002 come “Miglior album in dialetto”; nel 2005 “Akuaduulza”, il cui omonimo tour fa tappa nei più importanti festival da “Folkest” a “La Notte della Taranta” e tocca diverse città estere da Madrid a Bruxelles, da Berlino fino a New Orleans per il “French Quarter Festival”. Esce nel 2008 l’album di inediti “PICA!”, “picchia” in dialetto laghée, invocazione dei minatori dell’Alta Valtellina al lavoro. “PICA!” conquista uno storico 4° posto nella classifica Fimi / Nielsen degli album più venduti in Italia e la Targa Tenco 2008 come “miglior album in dialetto”. Per presentarlo DVDS è in concerto, per la prima volta, nella prestigiosa arena del Forum di Assago (Milano), registrando un clamoroso sold out con 12mila spettatori. A febbraio 2011 Davide Van De Sfroos partecipa alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, un brano sul celebre personaggio salgariano Yanez De Gomera, posizionandosi, a un passo dal podio, quarto nella classifica finale. Il 15 marzo esce il nuovo album di inediti intitolato, a sua volta, “Yanez”. Il 15 aprile 2014, a tre anni dal successo sanremese di Yanez, Davide consegna ai fan il suo nuovo disco di inediti, “Goga e Magoga”, pubblicato dalla Bat Records e distribuito da Universal Music. Il nuovo lavoro debutta al secondo posto nella classifica di vendita di Fimi (www.fimi.it).

Sorgente: Davide Van De Sfroos – App Android su Google Play

unnamed

GIANNI DEL SAVIO presenta il suo libro: NINA SIMONE, il piano, la voce e l’orgoglio nero, VoloLibero edizioni, l’1 Marzo 2017 (ore 19 e 30) alla Librosteria Via C. Cesariano, 7, MILANO

L'immagine può contenere: 1 persona, sMS
MERCOLEDI 1 MARZO 2017
LIBROSTERIA VIA C. CESARIANO 7 MILANO
ORE 19.30

Presentazione del Libro “Nina Simone – Il piano, la voce e l’orgoglio nero” di Gianni Del Savio.
L’arte di Eunice “Nina Simone” Waymon, sfugge a ogni classificazione di genere.
In pochi anni, a partire dalla seconda metà dei ’50, quella timida, talentuosa ragazzina, pianista e poi anche cantante, nata nel ’33 a Tryon, North Carolina, diviene una delle figure più importanti e carismatiche della storia della black music, ma non solo. Dato il suo impegno per i diritti civili e razziali, per alcuni anni è anche la “voce del Movimento”, poco propensa a porgere l’altra guancia (“non sono non violenta” dirà a Martin Luther King), più vicina alle idee di Malcolm X e Stokeley Carmichael.
Grande talento e passione per la musica classica, messi al servizio di un’arte che tocca temi quali amore, solitudine, spiritualità, dignità, diritti, fino alla reincarnazione. Compone molto anche in proprio, e rielabora con grande inventiva alcune scritture di autori di diverso rango e stile, piegate alle sue esigenze espressive.
Passa dall’esaltazione e sicurezza di sé, allo sconforto, al senso di solitudine, costretta a difendersi dagli attacchi di paranoia e del frenetico e famelico mondo dello showbiz. Lascia una lunga scia di gioielli e qualche capolavoro, all’insegna dell’inimitabilità: eredità di una grande artista, scomparsa nel 2003.

Gianni Del Savio

Scopre la musica nera negli anni ’50.
Prima recensione nel ’58, sul ciclostilato di classe. Catturato poi da soul e r&b, e loro radici gospel, blues, doo wop, e dai fermenti rock. Nel ’67 scrive il suo primo articolo professionale (Musica & Dischi) in omaggio a Otis Redding. Continua a diffondere quella passione: fanzine, schede enciclopediche per vari editori, collaborazioni giornalistiche (redattore del Buscadero), anche di festival (Porretta, Sestri Levante, Pesaro), titolare di trasmissioni radio (Radio Popolare, Milano), presentazioni e letture in materia.
Non pensa di fermarsi.

DEB & ROSE in Dialoghi sonori, al Teatro Sociale di Canzo Via Alessandro Volta, 2, Canzo (CO), 21 gennaio 2017

 

Non potevamo che lasciarci stregare da queste due meravigliose musiciste: Deborah Falanga (voce) e Rosella Cazzaniga (chitarra/contrabbasso) entrano a far parte di diritto della famiglia della P-Nuts. Entrambe con un solido percorso artistico individuale alle spalle, le due ragazze si sono decise a unire le loro forze in questo progetto che hanno chiamato “Dialoghi sonori”.

Un dialogo non solo tra i loro strumenti (la voce e lo strumento a corde), ma anche con il pubblico, grazie a un itinerario musicale fatto di canzoni appartenenti a culture, epoche, geografie differenti.

Deborah e Rosella sollecitano la curiosità degli ascoltatori proponendo piccole meraviglie musicali: brani sconosciuti ai più nella loro formula originaria, parentele inaspettate, contrasti che si risolvono grazie ai loro personalissimi arrangiamenti, riletture di classici in chiave bossanova.

Deb & Rose sono la prova evidente che la musica è una materia mutevole e cangiante nel colore, nell’aspetto e nel sapore, ma la vera sorpresa è l’intesa, la complicità, il feeling che questo combo femminile riesce a creare in scena.
per info e prenotazioni: NonSoloTurismo – 3339363281 – 3319939826 acquisto on-line : www.nonsoloturismo.net

Sorgente: (51) Deb & Rose in Dialoghi sonori

16002936_10208107398230248_1460011589866560925_n

EL ME’ INDIRIZZ, idea scenica da una idea di Gianni Giolo, con le MUSICHE di Fo, Jannacci, Della Mea, Carpi, Strehler e i TESTI di Pietro Collina, Riccardo Borzatta e Federico Piadeni, Fondazione CA’ D’INDUSTRIA, Via Brambilla, 61, COMO. Organizzazione: Pierangela Torresani, Marco Bonacina, Omar Dodaro, 22 DICEMBRE 2016. VIDEO postato su youtube da O. Dodaro, 1 ore e 8 minuti

elmeindirizz

CHERYL PORTER sarà in concerto Live al Cine Teatro Excelsior di Erba, con band e coro dei Gospel Singers provenienti direttamente dagli USA, 29 dicembre 2016

unnamed

Dal Palco dell’Arena di Verona dove ha cantato unitamente a ZUCCHERO, CHERYL PORTER sarà in concerto Live al Cine Teatro Excelsior di Erba, con band e coro dei Gospel Singers provenienti direttamente dagli USA

Artista e cantante americana tra le più citate in ambito internazionale, autentica regina del palcoscenico dotata di una accattivante e carismatica personalità, capace di catturare e coinvolgere il pubblico, Cheryl Porter presenta anche per quest’anno i suoi indimenticabili e riuscitissimi Show , divertenti e raffinati al tempo stesso.

Ogni concerto di Cheryl Porter risulta un evento di sicuro successo, sia in termini di affluenza che di gradimento; negli ultimi quindici anni, Cheryl ha riempito teatri, piazze e chiese in più di venti paesi, per un pubblico di fans sempre più numeroso.

 

Prevendita biglietti, Idea in Più – Piazza Padania,12 – Erba per  info : 3339363281 – 3339363251

Tutti i posti sono numerati possibilità di acquisto on line sul sito www.ideainpiu.it  ( senza cosi di prevendita) costo biglietto €.22 platea unico €.18 galleria unico.

 

 

L’autunno del libraio annuvolato: narrazione in musica per famiglie, a cura di MAURO FOGLIARESI  e PAOLO FAN, associazione Oltre il Giardino, alla Serretta di Villa del GRUMELLO, 1 Novembre 2016, 14.30 – 15.30

nel quadro di questa iniziativa culturale:

Sfogliando il Chilometro della Conoscenza a Villa del GRUMELLO e Villa SUCOTA: tre giorni dedicati al paesaggio e all’autunno, Como, 30 ottobre-1 novembre 2016

“Suta el ventru de ogni barca. Dialogo sulle profondità”, con DAVIDE VAN DE SFROOS, intervista-dialogo a cura di MAURO GRIMOLDI sulla poetica dei testi del cantautore, tra le profondità delle acque del lago e gli abissi della psiche umana, interventi di CHIARA MARABELLI e LUCA MINGARELLI, introduzione di RICCARDO BETTIGA, a cura dell’Ordine degli psicologi, Como 28 ottobre 2016

Laura Susana e Lorenzo Condoleo presentano “Re-Cover” lo spettacolo che terranno sabato 29 ottobre con inizio alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi a Torno dell’Associazione Culturale “Via de Benzi 17”

Sabato 29 ottobre, in Via de Benzi 17 a Torno un appuntamento da non perdere.

 

“Sabato sera vi proporremo, raccontandovi anche come sono nate e le loro storie. spesso curiose, una serie di cover di canzoni famose, sia italiane sia inglesi, con arrangiamenti originali che abbiamo pensato e realizzato noi stessi e che tendono verso il jazz”.

Così Laura Susana e Lorenzo Condoleo, che da un anno hanno deciso di unire le loro esperienze e musicalità, presentano “Re-Cover” lo spettacolo che terranno sabato 29 ottobre con inizio alle ore 21.00 presso la sede di Via de Benzi a Torno dell’Associazione Culturale “Via de Benzi 17”.

Laura Susana ha cominciato a prendere lezioni di pianoforte e sei anni presso la scuola privata Music Time di Milano. Dopo la musica classica, cinque anni fa è passata al jazz e alla musica moderna. Laura ha sempre amato il canto ed è stato per lei naturale, da circa quattro anni, cominciare a studiarlo in maniera professionale con una maestra. In questi anni Laura si è esibita in vari locali di Milano sia con una band sia da sola, con piano e voce. Ha inoltre sostenuto, presso il London College of Music, conservatorio di Londra fondato nel 1887 e dal 1991 annesso all’University of West London, gli esami di pianoforte e canto, per entrambi l’ottavo livello.

Lorenzo Condoleo suona il pianoforte da più di dieci anni e anche lui ha avuto un inizio nella musica classica, per poi darsi al jazz, la sua vera passione. In questi anni pure Lorenzo ha dato esami presso il London College of Music, ottenendo il diploma in pianoforte jazz. Ha suonato in vari locali di Milano con diversi gruppi. Inoltre ha anche studiato presso l’Accademia Vivaldi- Istituto Musicale Città di Bollate.

Un appuntamento quello con Laura Susana e Lorenzo Condoleo da non perdere per ascoltare due giovani musicisti.

Sabato 29 ottobre alle ore 21.00 in via de Benzi 17 a Torno

LakeComo Festival, organizzato dall’associazione Amadeus Arte, offre una serie di concerti negli spazi raccolti e intimi di ville e giardini affacciati sul lago di Como, nel centro storico di Como e in alcune ville e teatri della Brianza, programma 2016

Dal 2006 il LakeComo Festival, organizzato dall’associazione Amadeus Arte, offre una serie di concerti negli spazi raccolti e intimi di ville e giardini affacciati sul lago di Como, nel centro storico di Como e in alcune ville e teatri della Brianza.
Il Festival ha sempre dato spazio sia al repertorio classico che alla nuova musica sviluppandosi sul filo della tradizione e dell’innovazione. Da sempre manifestazione bilingue (italiano e inglese) ha ospitato noti artisti italiani e internazionali.

L’acustica ottima delle sale in cui si svolgono i concerti permette di godere al massimo della musica, le attività culturali che spesso accompagnano i concerti (cene o visite guidate) e il contatto diretto con gli artisti permettono un rapporto diretto e vivo con l’arte e la bellezza.

 

Il programma 2016:

24/04/2016 – 15:30
Stadler Trio (clarinetto, oboe, fagotto)
Villa del Balbianello, Lenno, Lenno Como

29/04/2016 – 20:30
Alexander Hülshoff (violoncello) Andreas Frölich (pianoforte)
Villa Vigoni, Loveno di Menaggio, Menaggio CO

08/05/2016 – 16:00
Luciano Pompilio (chitarra)
Villa Fogazzaro Roi, Valsolda, Oria di Valsolda CO

13/05/2016 – 20:30
Ratimir Martinović (pianoforte)
Villa Vigoni, Loveno di Menaggio, Menaggio CO

18/05/2016 – 20:30
Michael Süssmann (Violin) Mai Goto (piano)
Salone Enrico Musa – Associazione Carducci, Como CO

21/05/2016 – 21:00
Maurizio Baglini (pianoforte) Giuseppe Andrea L’Abbate (video)
Teatro San Teodoro, Cantù

22/05/2016 – 15:30
Aighetta Guitar Quartett
Pinacoteca Civica – Palazzo Volpi, Como, Como CO

22/05/2016 – 21:00
Carles & Sofia (Piano Duo), Amadeus Arte (video)
Teatro San Teodoro, Cantù

25/05/2016 – 20:30
Oliver Lakota (tromba) Robert Lehrbaumer (organo)
Salone Enrico Musa – Associazione Carducci, Como CO

09/06/2016 – 21:00
Yury Revich (violino) Floraleda Sacchi (arpa)
Sala Bianca, Como

Si segnala l’ingresso gratuito ai concerti del 21-22 maggio 2016 alle ore 21 presso il Teatro San Teodoro di Cantù. Prima dei concerti, alle 20, è previsto un incontro con gli artisti condotto da Alessio Brunialti nel foyer del teatro.

Scarica il programma

BIGLIETTI
– 10€ intero
– 7,50€ ridotto/convenzioni

Ingresso GRATUITO:
– tutte le persone fino a 14 anni
– tutte le persone non vedenti o portatrici di handicap e i loro accompagnatori
– Ingresso gratuito per i Soci e tesserati Amici di Amadeus Arte
RICHIEDI LA TESSERA 2016 >>>

BIGLIETTERIA
I biglietti sono in vendita presso la sede del concerto.
La biglietteria apre un’ora prima dell’inizio del concerto.

PREVENDITA
Tutti i biglietti per i nostri concerti sono acquistabili in prevendita su:
www.vivaticket.it
www.biglietteria.ch

Maggiori informazioni sul sito di LakeComo Festival

Sorgente: LakeComo Festival

El Teemp, di Davide van de Sfroos

Dai, Maria, porta qui il mandolino

Che il tempo passa…

Voglio suonare, voglio suonare la mia canzone

Come una volta.

Dai, Maria, mettiti a ballare

Che il tempo salta…

Voglio suonare, voglio suonare solo per te

Come una volta…

Perché il tempo passa … perchè il tempo passa …

Perché il tempo ruba…

È come un matto

Con le sue canzoni d’amore

È come un matto che canta…

E quanti anni, Maria, quanti anni…

Non me ne sono accorto…

È perché il tempo non si fermerà

In nessun posto…

Ma la canzone è sempre una canzone

E io la so a memoria.

Dai, Maria, vieni qui con me

intanto che il tempo dorme…

Perché il tempo passa …  Perché il tempo passa …

Perché il tempo ruba…

È come il matto

Con le sue canzoni d’amore,

E’ come un matto che canta …

Le parole belle scrivile sulle foglie

quelle non ancora sbocciate

Le parole belle scrivile sulle foglie

quelle già volate via

PAROLE DI JAZZ di Marco Ballerini, Cos’è il Jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai. Louis Armstrong . Clarinetto – Alfredo Ferrario Contrabbasso – Roberto Piccolo Chitarra – Sandro Gibellini Batteria – Massimo Caracca Voce recitante – Marco Ballerini al Teatro di CANZO, 13 Febbraio 2016

Parole di Jazz di Marco Ballerini

Cos’è il Jazz?

“Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai”,  Louis Armstrong

Clarinetto – Alfredo Ferrario 

Contrabbasso – Roberto Piccolo Chitarra – Sandro Gibellini 

Batteria – Massimo Caracca 

Voce recitante – Marco Ballerini

Prendendo spunto da una serie di articoli di Jack Kerouac sul Jazz e discutendone con Alfredo Ferraio, ci siamo chiesti: “Perché non costruiamo una serata dove oltre alla musica mettiamo le parole che spiegano un po la storia del Jazz? Non tutta la storia, che sarebbe impossibile, ma possiamo partire da New Orleans, poi Chicago ed infine New York. Prendiamo uno o due pezzi per decennio fino ad arrivare agli anni 50’. Spieghiamo i vari sviluppi musicali, come vivevano, i protagonisti, insomma un’infarinatura di questo beneddetto Jazz. Ci mettiamo anche la poesia, che viaggia di pari passo con il Jazz, testi di canzoni, la difficoltà del vivere quotidiano dei jazzisti…” Ecco, parlando e bevendo, bevendo e parlando, ecco la serata.

durata 70 minuti – per info e prenotazioni NoSoloTurismo 3319939726 – mail: info@nonsoloturismo.net

Sorgente: 13 Febbraio “PAROLE DI JAZZ”

Venerdì, 24 luglio 2015 – ore 21:15 Piazza Martinelli – Como Bearzatti Pareti Ottolini Paoli “The Roar At The Door 4et” Francesco Bearzatti, sax ten e clarinetto Mauro Ottolini, trombone Raffaello Pareti, contrabbasso Walter Paoli, batteria

Venerdì, 24 luglio 2015 – ore 21:15

Piazza Martinelli – Como

Bearzatti Pareti Ottolini Paoli 
“The Roar At The Door 4et”

 

Francesco Bearzattisax ten e clarinetto
Mauro Ottolini, trombone
Raffaello Pareticontrabbasso
Walter Paolibatteria

Primo concerto di ComoJazz 2015 con un gruppo d’eccezione: quattro musicisti tra i più interessanti e audaci della scena europea si cimentano in un repertorio semplice e diretto, dando vita a un caleidoscopio di suoni e soluzioni timbriche, a un’anarchia ordinata di riffs e colori che affascina e trascina l’ascoltatore in un continuo gioco di allusioni e di rimandi, con melodie ora suadenti e cinematiche, ora frammentate e urbane.. Energia pura che dà vita a un lavoro dal filo narrativo coerente in cui i musicisti sanno osare, giocare e divertirsi.

Vi aspettiamo numerosi!

In caso di pioggia i concerti si terranno presso l’Auditorium dell’Associazione Carducci (via Cavallotti 7, Como) che ringraziamo per la collaborazione

Programma del Festival

Venerdì 24 luglio 
Bearzatti Pareti Ottolini Paoli “The Roar At The Door 4et”
Francesco Bearzatti, sax ten e clarinetto   
Mauro Ottolini, trombone               
Raffaello Pareti, contrabbasso   
Walter Paoli, batteria             

Sabato 25 luglio
Visibelli – Emmanuele quartett
Giulio Visibelli, saxofoni flauto
Giuseppe Emmanuele, pianoforte
Yuri Goloubev, contrabbasso
Marco Castiglioni, batteria

Sabato 1 agosto
Concerto organizzato in collaborazione con il 
Conservatorio “G. Verdi” di Como

X-Press trio
Adriano Mondini, oboe, corno Inglese, percussioni
Gianni Serino, 6 strings bass
Sergio Pescara, drums

Venerdì 7 agosto
Laura Fedele in
I’ll see you on the dark side of the moon
Rilettura per piano, mallet e voce dell’album capolavoro dei Pink Floyd

Sabato 8 agosto
Metamorfosi
di Alberto Mandarini
Conduction in nove tempi liberamente ispirata a 
“Le avventure di Pinocchio” di C. Collodi.
Gruppo strumentale formato per l’occasione da musicisti del territorio

S

“Piano City Milano”: 350 concerti di pianoforte gratuiti, sparpagliati in giro per la città, 22-24 maggio 2015

Dal 22 al 24 maggio si terrà a Milano la quarta edizione di Piano City, un evento che ha in programma circa 350 concerti di pianoforte gratuiti, sparpagliati in giro per la città, divisi in tre giornate e in tanti luoghi diversi. Quest’anno è uno degli eventi più importanti di Expoincittà, l’iniziativa creata dal Comune per coinvolgere il centro di Milano con Expo 2015

da Cos’è “Piano City Milano” – Il Post.

Francesca Gamba – “La musica protagonista invisibile dell’immagine Il riscatto dell’eroe a tempo di musica. L’emozione sonora”, alla Casa della musica, Como, Via Collegio dei Dottori, il 20 maggio 2015

Testata

Seminario

Musica e cinema

Docente: Francesca Gamba

Argomento del seminario: “La musica protagonista invisibile dell’immagine Il riscatto dell’eroe a tempo di musica. L’emozione sonora”


Data: mercoledì 20 maggio 2015
Orario: 18 – 20
Luogo: Casa della musica


Dopo Crialese, regista cantore della mediterraneità esplorato nel precedente appuntamento,  l’indagine si sposta sulla poetica audiovisiva di Quentin Tarantino per riflettere sul ruolo fondamentale che la musica svolge nell’attivare e sciogliere l’emozione spettatoriale, un’emozione legata alla verità,  al lato segreto del mondo.

Nelle sequenze filmiche di Tarantino che verranno visionate, l
a colonna sonora riscrive il cinema classico, codificato nei suoi generi, aprendolo a nuovi immaginari. E nel decostruire la mitologia americana, abilita eroi inediti, riscattando un’umanità incompresa.

I SEMINARI DI UPDIM
Casa della musica, via Collegio dei dottori 9, ore 18.30, ingresso libero

https://i2.wp.com/o.aolcdn.com/hss/storage/adam/6fb300eb427bcf4d9b2b0375e2be2e1b/MCDKIBI_EC028_H.JPG

Musica e cinema con Francesca Gamba. La musica protagonista invisibile dell’immagine: Il riscatto dell’eroe a tempo di musica. L’emozione  sonora. Dopo Crialese, regista cantore della mediterraneità esplorato nel precedente appuntamento, l’indagine si sposta sulla poetica audiovisiva di Quentin Tarantino per riflettere sul ruolo fondamentale che la musica svolge nell’attivare e sciogliere l’emozione spettatoriale, un’emozione legata alla verità,  al lato segreto del mondo. Nelle sequenze filmiche di Tarantino che verranno visionate, la colonna sonora riscrive il cinema classico, codificato nei suoi generi, aprendolo a nuovi immaginari. E nel decostruire la mitologia americana, abilita eroi inediti, riscattando un’umanità incompresa.
http://www.updim.org

La musica protagonista invisibile dell’immagine Il riscatto dell’eroe a tempo di musica. L’emozione sonora, lezione di FRANCESCA GAMBA mercoledì 20 maggio 2015, alla Casa della musica in Via Collegio dei Dottori, Como

La musica protagonista invisibile dell’immagine
Il riscatto dell’eroe a tempo di musica. L’emozione  sonora”

 


Dopo Crialese, regista cantore della mediterraneità affrontato nel precedente appuntamento,  l’indagine si sposta sulla poetica audiovisiva di Quentin Tarantino per riflettere sul ruolo fondamentale che la musica svolge nell’attivare e sciogliere l’emozione spettatoriale legata alla verità,  al lato segreto del mondo.
L
a colonna sonora che interviene nella riscrittura  dei generi fondativi del cinema hollywoodiano e nella decostruzione della mitologia americana, abilita un nuovo eroe

Orchestra Sinfonica del Conservatorio “G. Verdi” di Como Direttore: Bruno Dal Bon Programma: Ludwig van Beethoven – Coriolano Overture op. 62 Erik Satie – Gymnopédies (orchestrazione C. Debussy, C. Ballarini) Aleksandr Skrjabin – Rêverie op.24 Jean Sibelius – Vårsång op. 16 (Canzone di primavera) Franz Schubert – Sinfonia in si minore N. 8, D. 759 “Incompiuta”, Università Popolare di Musica

CONCERTO

Orchestra Sinfonica del Conservatorio “G. Verdi” di Como

Direttore: Bruno Dal Bon

Siamo lieti di segnalare questo importante concerto sinfonico organizzato dal Conservatorio “G. Verdi” di Como all’Auditorium di San Fermo della Battaglia. Un spazio per la musica, ulteriormente adeguato per questa serata, che ci auguriamo possa presto diventare un nuovo polo della vita musicale della provincia di Como. 

 

Domenica 10 maggio 2015 – ore 20:30
Auditorium – San Fermo della Battaglia, COMO

Orchestra Sinfonica

del Conservatorio “G. Verdi” di Como

Direttore: Bruno Dal Bon

Programma:

Ludwig van Beethoven – Coriolano Overture op. 62
Erik Satie – Gymnopédies (orchestrazione C. Debussy, C. Ballarini)
Aleksandr Skrjabin – Rêverie op.24
Jean Sibelius – Vårsång op. 16 (Canzone di primavera)
Franz Schubert – Sinfonia in si minore N. 8, D. 759 “Incompiuta”

Ingresso libero 

Vi aspettiamo!

Bruno Dal Bon | Università Popolare di Musica.

Antropologia della musica nelle società contemporanee Docente: Valeria Squillante Date: sabato 18 aprile 2015 Orario: 10:30 – 12:30 Luogo: Casa della musica, Via Collegio dei Dottori, Como

Testata

Seminario

Musica e cinema

Docente: Francesca Gamba

---

Seminario

Antropologia della musica 
nelle società contemporanee

Docente: Valeria Squillante

Musica e cinema

Docente: Francesca Gamba

Argomento del seminario: “La musica protagonista invisibile dell’immagine”
Date: venerdì 17 e 24 aprile 2015
Orario: 18 – 20
Luogo: Casa della musica


Al cinema la magia nasce dall’incontro tra lo spettatore e schermo; qui si gioca la verità e scaturisce l’emozione. La musica, protagonista invisibile del film, svolge un ruolo cruciale. Queste lezioni animate dalla volontà di condividere un pensiero sulla musica nel cinema, intendono evidenziare nelle sequenze filmiche prescelte la potenza semantica ed emotiva della colonna sonora nella partitura visiva di un film. Nell’esplorare il paesaggio sonoro al cinema che coinvolgerà brani rock, classici, di etno music, una particolare attenzione sarà dedicata al silenzio, a questo spazio dell’attesa, “vuoto” denso di significato, terreno vitale di confronto tra lo spettatore e il film

Antropologia della musica 
nelle società contemporanee

Docente: Valeria Squillante

Date: sabato 18 aprile 2015
Orario: 10:30 – 12:30
Luogo: Casa della musica

Argomenti che saranno trattati:
– Etnomusicologia e società contemporanee.
– I percorsi della ricerca.
– La trasformazione dell’oggetto di studio nelle società contemporanee.
– Mondo popolare e musiche tradizionali in Lombardia: Como e il suo territorio.
– Dalle ricerche di Roberto Leydi ai giorni nostri.

Vi aspettiamo!

Tutti gli incontri UPDIM sono gratuiti e aperti a tutti!

Casa della musica – via Collegio dei Dottori 9, Como

Musica e cinema, Docente: Francesca Gamba, venerdì 17 Aprile 2015, Casa della musica – via Collegio dei Dottori 9, Como

audio della lezione di Francesca Gamba:

Testata

Musica e cinema

Docente: Francesca Gamba

Argomento del seminario: “La musica protagonista invisibile dell’immagine”
Date: venerdì 17 2015
Orario: 18 – 20
Luogo: Casa della musica


Al cinema la magia nasce dall’incontro tra lo spettatore e schermo; qui si gioca la verità e scaturisce l’emozione. La musica, protagonista invisibile del film, svolge un ruolo cruciale. Queste lezioni animate dalla volontà di condividere un pensiero sulla musica nel cinema, intendono evidenziare nelle sequenze filmiche prescelte la potenza semantica ed emotiva della colonna sonora nella partitura visiva di un film. Nell’esplorare il paesaggio sonoro al cinema che coinvolgerà brani rock, classici, di etno music, una particolare attenzione sarà dedicata al silenzio, a questo spazio dell’attesa, “vuoto” denso di significato, terreno vitale di confronto tra lo spettatore e il film

Vi aspettiamo!

Tutti gli incontri UPDIM sono gratuiti e aperti a tutti!

Casa della musica – via Collegio dei Dottori 9, Como

Improvvisazione e teoria dei giochi. Docente Maurizio Aliffi, I SEMINARI DI UPDIM Casa della musica – via Collegio dei dottori 9, ore 18, 14 aprile 2015

I SEMINARI DI UPDIM

Casa della musica – via Collegio dei dottori 9, ore 18, ingresso libero
https://c1.staticflickr.com/9/8163/7598059754_1e45b5c325_z.jpg
Improvvisazione e teoria dei giochi. Docente Maurizio Aliffi. La teoria dei giochi è una branca della matematica applicata, usata per studiare fenomeni molto diversi, dall’economia alla biologia. Ci sono diversi interessanti studi sulla sua applicazione nell’improvvisazione musicale. Incontro introduttivo sugli stimoli che ci può offrire questa disciplina.

http://www.updim.org

MARTEDÌ 14 APRILE – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.