Italia fragile. La diga nella paura. Incombe su Dervio, nel Lago di Como: è l’invaso Enel vecchio di un secolo, articolo di Fabrizio Gatti in L’Espresso 15 agosto 2021

letto in edizione cartacea

cerca in

Italia fragile. Dervio e la paura della diga in prima pagina su ‘L’Espresso’

“Un territorio fragile. A rischio i paesi in riva”, intervista di Paolo Moretti a Mario Lucini, geologo e ex Sindaco di Como, in La Provincia 29 luglio 2021

letto in edizione cartacea

cerca in:

https://www.laprovinciadicomo.it/?src=logo_up

Paolo Moretti su twitter https://twitter.com/PaoloMoretti

Il ponte della CIVERA e L’ Orrido di NESSO dopo le alluvioni dei primi di agosto 2021

sguardo dal battello sull’Orrido di Nesso e il Ponte della Civera, dopo le alluvioni di fine luglio e primi agosto 2021

accumulo di legname nel porticciolo di Nesso, dopo le alluvioni di fine luglio/primi di agosto 2021

la cura della raccolta e smaltimento è stata di Dario, Paolo, Nicolò …

Lago di Como, già rimosse 600 tonnellate di legname. Ne mancano 1.800 – Cronaca, Aprica

Lago, già rimosse 600 tonnellate Ne mancano 1.800

Lago, già rimosse 600 tonnellate Ne mancano 1.800 – Cronaca, Aprica

Orrido e cascata di Nesso, nel tempo della alluvione di fine luglio 2021

Como, sospesi i servizi di navigazione di linea sul lago, informazione in QuiComo

Como, sospesi i servizi di navigazione di linea sul lago

Il legname che si è riversato nel primo bacino rende impossibile la navigazione

vai a QuiComo Como, sospensione servizi

tronchi scaricati nel lago , dopo le alluvioni di fine luglio 2021

detriti di LEGNO dopo le piogge torrenziali e le alluvioni di fine luglio 2021

Un altro lockdown per noi laghee – di Davide Van De Sfroos, in La Provincia 27 lug 21

Un altro lockdown per noi laghee Questa parte del lago, nel corso degli anni, è stata più volte colpita da sconvolgimenti climatici, ma, a mia memoria, non era mai successo che entrambe le sponde, per così tanti chilometri subissero una tale distruzione …. segue

di Davide Van De Sfroos

per l’intero articolo vai a

Un altro lockdown per noi laghee – Editoriali, Argegno

alluvioni e frane sul Lago di Como, in particolare a: Blevio, Brienno, Lezzeno, Cernobbio, articoli vari in La Provincia, 28 luglio 2021

La statale Regina chiusa due giorni fra Laglio e Colonno, articolo di Marco Palumbo

In una notte è caduto un terzo della pioggia di Luglio

Tracima il Greggio e travolge tutto (Cernobbio)

Laglio: il torrente Caradello si è riversato dalla montagna fino al lago

Evacuazione a Brienno e Carate

Frana fra Nesso e Lezzeno

Blevio, le ruspe dopo la paura

In Valle Intelvi tanti smottamenti

Schignano: ottanta centimetri di puro terrore

Vai alla Provincia del 28 luglio 2021

https://www.laprovinciadicomo.it/stories/premium/Cronaca/viene-giu-tutto-il-lago-isolato_1403102_11/

VIENE GIÙ TUTTOIL LAGO ISOLATO

La Statale Regina chiusa due giorni tra Laglio e Colonno.Nessun ferito, ma milioni di euro di danni. Sono cadute almeno 9 frane. Situazione difficile anche ad Argegno e Sala Comacina: guarda il video

Cento e più millimetri di pioggia caduti nel breve volgere di 12 ore hanno messo in ginocchio un’ampia fascia di Comuni della sponda occidentale del lago, colpendo anche Schignano e, sulla sponda orientale, Nesso e Lezzeno oltre all’Olgiatese.Marco Palumbo

Sponsorizzato da Fisher Investments Italia


 Tags#Argegno#Brienno#Cernobbio#Colonno#Laglio#Schignano#Disastri, Incidenti#Disastri (generico)#Frane, Valanghe#Economia, affari e finanza#Trasporti#Trasporti stradali#Tempo libero#Spostamenti, Trasporti quotidiani#traffico Altri articoliMercoledì 28 Luglio 2021Un altro lockdown per noi lagheeQuesta parte del lago, nel corso degli anni, è stata più volte colpita da sconvolgimenti climatici, ma, a mia memoria, non era mai successo che …Martedì 27 Luglio 2021MALTEMPO SUL LAGO REGINA CHIUSA 2 GIORNIMartedì 27 Luglio 2021Frana a Laglio, spazzata via la riva A Lezzeno tre smottamenti Cernobbio: auto portata via dall’acqua (VIDEO) GUARDA IL VIDEOMartedì 27 Luglio 2021Maltempo: la Regina chiusa in quattro punti Isolati i paesi del lago GUARDA IL VIDEOLunedì 26 Luglio 2021Maltempo: la Lariana resta ancora chiusaDomenica 25 Luglio 2021Variante della Tremezzina, la novità A Natale semaforo con senso alternato Articoli più letti

Allagamenti, frane e danni ingenti. Il Comasco in ginocchio

Laglio salvataggio anziana
statale regina
Valle intelvi

Smottamento tra Nesso e Lezzeno. Camion travolto, salvo il conducente – Corriere di Como

Smottamente tra Nesso e Lezzeno. Il maltempo sta flagellando ogni angolo del territorio. Sempre questa mattina un fiume di detriti tra cui anche tornchi i alcuni alberi hanno travolto un camion

Smottamento tra Nesso e Lezzeno. Camion travolto, salvo il conducente – Corriere di Como

Frana a Laglio, spazzata via la riva. a Lezzeno tre smottamenti. Cernobbio: auto portata via dall’acqua

Frana a Laglio, spazzata via la riva A Lezzeno tre smottamenti Cernobbio: auto portata via dall’acqua

Frana a Laglio, spazzata via la riva A Lezzeno tre smottamenti Cernobbio: auto portata via dall’acqua (VIDEO) GUARDA IL VIDEO – Cronaca, Carate Urio

Maltempo, la Lariana resta chiusa. La conta dei danni nel territorio Comasco – EspansioneTv

Maltempo nel Comasco, dopo il violento nubifragio che nella giornata di ieri si è abbattuto sull’intera provincia provocando numerosi danni, continuano le operazioni di messa in sicurezza dei vigili del fuoco. Allagamenti, grandinate e violenti temporali. La situazione più drammatica si registra a Blevio, sulla sponda orientale del lago di Como, nella parte alta del comune, dove una frana ha travolto le auto in sosta e raggiunto le abitazioni. Fortunatamente non si sono registrati feriti.

Maltempo, la Lariana resta chiusa. La conta dei danni nel territorio Comasco – EspansioneTv

Frana a Blevio, Lariana chiusa fino a mercoledì sera – Corriere di Como

L’ondata di maltempo che domenica ha flagellato il Comasco ha lasciato dietro di se pesanti strascichi. A Blevio, paese più colpito, la paura è stata tanta. Auto travolte dalla furia dell’acqua, fiumi di fango, sassi, rami e violente grandinate hanno reso impraticabili gran parte delle strade e causato numerosi problemi

Frana a Blevio, Lariana chiusa fino a mercoledì sera – Corriere di Como

Maltempo: la Regina chiusa in quattro punti Isolati i paesi del lago per frane e allagamenti

Continua l’ondata di maltempo sulla sponda occidentale del lago di Como. Da oltre due ore un violentissimo temporale ha provocato un’altra serie di problemi dopo quelli di domenica. La Statale Regina, in particolare, è bloccata in quattro punti. A Moltrasio all’uscita della galleria di Cernobbio in direzione Moltrasio; a Brienno cento metri prima dell’imbocco della galleria e subito prima della stessa; ad Argegno subito prima della stazione della funivia e a Colonno sulla strada che porta al cimitero

Maltempo: la Regina chiusa in quattro punti Isolati i paesi del lago per frane e allagamenti – Cronaca, Argegno

Il clima lacustre, di L. Franceschetti, O. Visentini, in Mare, monti, laghi.Indicazioni per una scelta, Università degli studi di Milano, 1970

I VENTI DEL LAGO DI COMO

vai a

 VENTI DEL LAGO DI COMO – Windsurf Club Valmadrera – WCV

l’ORTO NEI VASI, nonostante la GRANDINATA di giugno 2020

DSCN3458 (FILEminimizer)DSCN3459 (FILEminimizer)DSCN3460 (FILEminimizer)DSCN3461 (FILEminimizer)DSCN3462 (FILEminimizer)DSCN3463 (FILEminimizer)

Allagamenti, frane e smottamenti. Il maltempo in Nord Italia è tornato a fare danni, 8 giu 2020

Allagamenti, frane e smottamenti. Ieri il maltempo in Nord Italia è tornato a fare danni. In Veneto sono piovuti chicchi di grandine grandi come noci. Gran parte delle coltivazioni di ciliegie sono andate perse. In Val Brembana sono straripati alcuni torrenti. Nel Varesotto una frana ha invaso la strada provinciale 69 nel comune di Laveno Mombello. Una consistente massa di fango si è riversata nel Lago Maggiore dai fiumi Tresa e Margorabbia. A Marchirolo, sempre in provincia di Veresa, alcune famiglie sono state costrette a lasciare le loro case. In Piemonte, in pochi minuti, sono piovuti 80 centimetri d’acqua e grandine. Un acquazzone che ha allagato le strade. Oggi la perturbazione si sposta verso il centro. Previsti piogge, grandinate, fulmini e forti raffiche di vento su Umbria, Lazio, Marche, Campania, Abruzzo e Molise.
Dal 1° giugno, in Italia, si sono contate 25 grandinate, il 127% in più rispetto allo scorso anno. Sbalzi termici significativi ed eventi estremi che – stando a Coldiretti – «compromettono le coltivazioni nei campi con costi per oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra perdite della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne. Un allarme confermato anche quest’anno dalla perdita lungo la Penisola di più di un frutto su tre con il crollo dei raccolti dovuto all’andamento climatico, dalle pesche alle nettarine (-28%) fino alle albicocche (-56%), ed un rincaro dei prezzi al consumo».

Maltempo, grandine grossa come palline da tennis. Espansione TV, 2 giu 2020

vai a

Maltempo, grandine grossa come palline da tennis. Auto segnate, alberi abbattuti: la conta dei danni – Espansione TV

Il gennaio più caldo di sempre, 6 feb 2020

Quello che s’è appena concluso è stato il gennaio più caldo di sempre a livello globale e ha battuto il primato del gennaio 2016 (+0,03 gradi medi). Lo rileva il Copernicus Climate Change Service, precisando che in Europa l’incremento è stato di 3,1 gradi sul periodo di riferimento 1981-2010. In alcune parti del continente le medie sono state anche di 6 gradi oltre il limite. Il clima è stato particolarmente anomalo a Mosca e a San Pietroburgo. «Per la prima volta, la temperatura media è sopra lo zero. Gennaio 2020 non è stato un mese invernale», scrive il Moscow Times. A Londra sono fiorite le rose

ARCOBALENO SUL LAGO IN UNA MATTINA, dopo la pioggia, del mese di settembre 2019, dalla frazione di Coatesa, nel comune di Nesso, sul lago di Como

DSCN2936DSCN2937DSCN2938DSCN2939DSCN2940IMG_8883IMG_8884IMG_8885

LUGLIO 2019, il mese più caldo mai registrato, in La Provincia 6 agosto 2019

lug2057

Maltempo sul Lario, strade come torrenti. A Cantù scoperchiati i tetti di due palazzine, 2 AGOSTO 2019

Maltempo sul Lario, strade come torrenti. A Cantù scoperchiati i tetti di due palazzine

Nubifragio sul Lario, frane e allagamenti in diversi paesi della sponda occidentale del lago e del Triangolo lariano – Corriere di Como, 31 luglio 2019

Frane, smottamenti, alberi caduti e così tanta grandine che per rimuoverla è stato necessario l’intervento degli spazzaneve.
Un violentissimo temporale si è abbattuto alla mattina (attorno alle ore 7) su una fetta della provincia di Como, colpendo in particolare diversi paesi della sponda occidentale del lago e del Triangolo lariano.
Situazioni critiche tra Laglio, Brienno, Argegno e Colonno

vai a

Nubifragio sul Lario, frane e allagamenti – Corriere di Como

vai su google

https://tinyurl.com/y5zkp3b7

Un’ondata di caldo torrido sta investendo tutta l’Europa. Sono stati battuti i record storici … 26 luglio 2019

Un’ondata di caldo torrido sta investendo tutta l’Europa. Sono stati battuti i record storici per le massime temperature registrate in Belgio con 40,6 °C, in Olanda con 40,4 e in Germania con 41,5. In Olanda il calore ha fatto dilatare il metallo di alcuni ponti mobili sui canali di Amsterdam e Haarlem rendendo difficili le manovre. A Parigi sono stati raggiunti 42,6 gradi. Dall’inizio dei rilievi meteo nel 1873, la capitale francese aveva superato la soglia dei 40 gradi solo una volta, il 28 luglio 1947, quando si arrivò a 40,4. In Austria è morto per disidratazione un bambino di tre anni che era rimasto chiuso in un’auto al sole. In Italia ieri erano 13 le città da bollino rosso, oggi saliranno a 14 secondo il ministero della Salute.

Caldo record a Como, 27-28 giugno 2019

Caldo e afa, non si ferma l’impennata della colonnina di mercurio che ieri è stata inarrestabile. Como e l’intero territorio lariano boccheggiano. Da giorni infatti la canicola opprime il lago. Ieri la giornata più calda, le temperature hanno raggiunto picchi da record: 39 gradi a Como, 39 gradi a Erba, 38 a Cantù. Oggi si replica. I meteorologi fanno sapere che il caldo sarà in lieve smorzamento al Nord, ma rimarrà comunque molto intenso con punte di 36-38°C e soprattutto afoso a causa delle umide correnti orientali.

Caldo record a Como, lieve calo delle temperature ma resta l’allarme ozono – Espansione TV

cronologie delle esondazioni a COMO: 1431-2010. In Corriere di Como, 14 giugno 2019

ESO1826

A maggio mai tanta pioggia da 30 anni. Il lago risale, agricoltori in difficoltà – in La Provincia di Como, 20 maggio 2019

vai a

A maggio mai tanta pioggia da 30 anni Il lago risale, agricoltori in difficoltà – Cronaca Como

Coldiretti parla di «una primavera maledetta» che sta facendo «milioni e milioni di danni» in tutto il Paese, 13 maggio 2019

Maltempo, la primavera maledetta che semina morti e danni
Due pescatori nel bresciano sono morti schiacciati nella loro auto da un albero, coltivazioni distrutte in Lombardia e in Puglia. Strade allagate a Reggio Emilia e a Roma. Questo il bilancio del maltempo che s’è riversato sull’Italia nel weekend.

Nel milanese, la grandine ha tritato campi di orzo, frumento, mais e ortaggi.

In Puglia si teme per oliveti, vigneti e ciliegi.

Coldiretti parla di «una primavera maledetta» che sta facendo «milioni e milioni di danni» in tutto il Paese.

conversazione mail fra L. e S. sulla TEMPESTA DI VENTO di sabato notte e domenica 5-6 maggio 2019


ciao cara ***,

Siamo appena tornati da nesso dopo la tempesta di vento che questa volta ha fatto danni anche da noi.
A parte le tegole del tetto, il lucernario rotto
e due alberi dimezzati, sono andati in terra i frutticini di tutti gli alberi da frutto. Mi sembrava di raccogliere palate di aborti. Una gran tristezza. I kiwi, che stavano mettendo foglie nuovi e fiori sono rimasti scheletrici.
Idem le viti. Quest’anno niente marmellate!
Anche i vicini di casa hanno avuto tetti danneggiati e nella villa sottostante è caduta la testa di un cedro del libano che ha spezzato i fili dell’elettricità.
La natura si ribella.
Ti comunico che su tartarugosa ho postato la vecchia recensione di accabadora e la nuova di romagnoli.
Sulla scorta degli insegnamenti di quest’ultimo, direi che la leggerezza fa bene, Speriamo che serva soprattutto agli alberi per riposarsi un po’.
Aspetto tue nuove e ti abbraccio
L.

Ciao cara Lu, scusa il ritardo nel rispondere, oggi volevo chiamarti ma ho fatto tardi e ti lascio tranquilla. Mi dispiace moltissimo per i danni provocati dal maltempo, poi quel luogo sembra talmente irreale nella sua splendida vitalità e realtà, che lo penso immune a qualsiasi evento negativo, come invece purtroppo è avvenuto. Mi spiace per le marmellate mancate e per il tuo lavoro certosino già in programma, con i profumi che immagino diffondersi nella casa, ma  a questo punto ci incontreremo di più e passeremo più tempo a gironzolare e respirare forte camminando tra gli alberi.

. Meno male che domani sera vado a fare meditazione. Un forte abbraccio carissima e un forte abbraccio anche a Paolo. Un bacio ***

Ingenti i danni causati dal vento, che a Como ha raggiunto gli 85 chilometri orari. Servizio Navigazione sospeso, molo spazzato via – 5 maggio 2019

Ingenti i danni causati dal vento, che a Como ha raggiunto gli 85 chilometri orari e a Brunate ha toccato addirittura i 111 alle 7.43 di questa mattina.

Nella zona dell’hangar, il molo è stato spazzato via dalle raffiche di vento, mentre l’acqua è invasa dai detriti. La Navigazione ha sospeso tutte le corse fino a nuovo avviso.

Raccolta informativa

vai a

VIDEO – Servizio Navigazione sospeso, molo spazzato via, albero su un’auto a Muggiò – Espansione TV

Maltempo nel Comasco, bufera di vento: piante cadute e tetti pericolanti Danni in centro: caduti tavolini e piante. La Navigazione ha sospeso tutte le corse e chiusi tutti i ponti

 

 

Stefano Mancuso: L’incredibile viaggio delle piante

Indice


     Prologo p.8


01 _ Pionieri, reduci e combattenti P. 14

     a. I pionieri dell'isola di Surtsey p. 17
     b. I combattenti di Černobyl' p. 21
     c. Gli Hibakujumoku ovvero i reduci della bomba atomica p. 25


02 _ Fuggitive e conquistatrici p.36

     a. Da isola a isola p. 39
     b. Bell'abissina p. 46
     c. Ippopotami in Louisiana p. 5ó


03 _ Capitani coraggiosi p. 60

     a. Cocco, frutto divino p.67
     b. La palma callipigia p. 74


04 _ Viaggiatori del tempo p. 82

     a. I semi di Jan Teerlink p. 86
     b. La palma di Masada p. 91
     c. Il seme venuto dal freddo p. 97


05 _ Alberi solitari p.102

     a.L'abete di Campbell Island p. 105
     b. L'acacia del Ténéré p. 113
     c. L'albero della vita del Bahrein p.119


06 _ Anacronistici come un'enciclopedia p.124

     a. Mi manca tanto un mastodonte p. 131
     b. Il dodo e il tambalacoque p. 137

vai a

TecaLibri: Stefano Mancuso: L’incredibile viaggio delle piante

iL LAGO TORNA SOPRA LO ZERO, MA NON BASTA, articolo di Marco Palumbo in La Provincia, 7 aprile 2019

cerca in rete

https://www.laprovinciadicomo.it/publisher/lago-e-valli/section/

http://addaconsorzio.it/

mutamenti climatici: la siccità della primavera 2019. Articoli vari in Corriere della Sera, 3 aprile 2019

È arrivato finalmente il momento della pioggia: una perturbazione ha iniziato da ieri sera a interrompere la siccità che ha accompagnato l’intera stagione invernale su tutta l’Italia e in particolare al Nord (nella foto Ansa, una barca in secca sul Po a Mezzana Bigli, nel Pavese).

Gli stessi bollettini meteo avvertono però che le precipitazioni non riporteranno in pareggio il «deficit idrico» stagionale (qui il videoreportage di Sandro Orlando sul Po in secca): il pericolo di un’estate con carenza d’acqua per l’agricoltura, gli usi domestici e la produzione energetica resta dunque alle porte.

E, al contrario del solito, saranno le regioni settentrionali a soffrirne di più, rispetto al Mezzogiorno.

In ogni caso, secondo le previsioni di Edoardo Ferrara, meteorologo di 3bmeteo.com, da oggi a venerdì «buona parte del Nord, da tempo a secco, verrà bagnato da piogge e rovesci, con accumuli comunque più importanti a ridosso di Alpi, Prealpi, pedemontane e sulla Liguria». Le temperature saranno in diminuzione anche di oltre 6-8 gradi al Nord rispetto ai giorni scorsi, fatto che – spiega Ferrara – favorirà il ritorno della neve sulle Alpi, inizialmente oltre 1.500-1.800 metri, ma in calo a tratti sin sotto i 1.000-1.200 metri entro domani.

SPELEOLOGIA: dal greco spélaion=caverna e lògos=discorso- da Wikipedia

dal greco spélaion=caverna e lògos=discorso

vai a

Speleologia – Wikipedia

Temporale, vento e onde alte sul battello, fra Carate Urio e Faggeto, 12 settembre 2018

DSCN0847 (FILEminimizer)DSCN0848 (FILEminimizer)DSCN0849 (FILEminimizer)DSCN0850 (FILEminimizer)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: