Ancora una passeggiata lungo la “VIA VERDE”: da Urio a Moltrasio, passando per la frazione di Tosnacco, 2 Gennaio 2018. Durata totale: meno di 3 ore

Percorso:

  • battello da Como a Urio: 13,45-14,21
  • gira a destra e cammina lungo la vecchia strada Regina
  • cartello “Centro civico” e risalita sulla sinistra
  • passare sotto la nuova strada Regina
  • cimitero e chiesa di santa Marta
  • cammina lungo la VIA VERDE
  • si arriva alla frazione di Tosnacco
  • scendere all’imbarcadero e al pontile
  • battello da Moltrasio a Como: 16, 14 – 16,38

MOLTRASIO CARATE

Visto da Luciana: il Percorso fra MOLTRASIO, CARATE, URIO e LAGLIO, lungo la “VIA VERDE”. Tempo complessivo di percorrenza: 4 ore, comprese le corse dei BATTELLI. Video fotografico, a cura di Paolo Ferrario. Pomeriggio del 24 dicembre 2017

clicca sulla prima immagine per vedere le fotografie in sequenza

  • Battello COMO/MOLTRASIO: 13,45-14,09
  • risalita a piedi fino al Municipio di MOLTRASIO
  • Scalinata di Via G. Bianchi fino alla frazione di Tosnacco
  • Sentiero panoramico detto la “VIA VERDE” (tutto segnalato con cerchi verdi dipinti sulle pietre)
  • Frazione Cavadino, via Corridoni, cimitero e chiesa di santa Marta
  • discesa lungo la via santa Marta, passando sotto lo stradone della Nuova Regia
  • frazione Olzavino del Comune di CARATE
  • Via San Rocco e Via Vittorio Veneto
  • Frazione Soldino e discesa a lago
  • porticciolo e centro di LAGLIO (piazza Salterio)
  • ritorno lungo la strada Vecchia Regia
  • passaggio allo scalo dei battelli di URIO
  • Battello da MOLTRASIO/COMO: 17,14-17,38

La descrizione analitica di questo percorso è in:

Alberto Marcarini, Il sentiero della Regina. Dieci passeggiate da Como a Chiavenna, Lyasis edizioni, 2000


 

ancora una volta (pomeriggio del 24 dicembre 2017): Percorso fra MOLTRASIO, CARATE, URIO e LAGLIO, lungo la “VIA VERDE”. Tempo complessivo di percorrenza: 4 ore, comprese le corse dei BATTELLI. Video fotografico, a cura di Paolo Ferrario, della durata di 30 minuti.

  • Battello COMO/MOLTRASIO: 13,45-14,09
  • risalita a piedi fino al Municipio di MOLTRASIO
  • Scalinata di Via G. Bianchi fino alla frazione di Tosnacco
  • Sentiero panoramico detto la “VIA VERDE” (tutto segnalato con cerchi verdi dipinti sulle pietre)
  • Frazione Cavadino, via Corridoni, cimitero e chiesa di santa Marta
  • discesa lungo la via santa Marta, passando sotto lo stradone della Nuova Regia
  • frazione Olzavino del Comune di CARATE
  • Via San Rocco e Via Vittorio Veneto
  • Frazione Soldino e discesa a lago
  • porticciolo e centro di LAGLIO (piazza Salterio)
  • ritorno lungo la strada Vecchia Regia
  • passaggio allo scalo dei battelli di URIO
  • Battello da MOLTRASIO/COMO: 17,14-17,38

clicca sulla prima immagine per vedere le fotografie in sequenza

VIA VERDE2457VIA VERDE2458


La descrizione analitica di questo percorso è in:

Alberto Marcarini, Il sentiero della Regina. Dieci passeggiate da Como a Chiavenna, Lyasis edizioni, 2000

 

Percorso fra MOLTRASIO, CARATE, URIO e LAGLIO, lungo la “VIA VERDE”. Tempo complessivo di percorrenza: 4 ore, comprese le corse dei BATTELLI. Video fotografico, a cura di Paolo Ferrario, della durata di 30 minuti. 21 dicembre 2017

  • Battello COMO/MOLTRASIO: 13,45-14,09
  • risalita a piedi fino al Municipio di MOLTRASIO
  • Scalinata di Via G. Bianchi fino alla frazione di Tosnacco
  • Sentiero panoramico detto la “VIA VERDE” (tutto segnalato con cerchi verdi dipinti sulle pietre)
  • Frazione Cavadino, via Corridoni, cimitero e chiesa di santa Marta
  • discesa lungo la via santa Marta, passando sotto lo stradone della Nuova Regia
  • frazione Olzavino del Comune di CARATE
  • Via San Rocco e Via Vittorio Veneto
  • Frazione Soldino e discesa a lago
  • porticciolo e centro di LAGLIO (piazza Salterio)
  • ritorno lungo la strada Vecchia Regia
  • passaggio allo scalo dei battelli di URIO
  • Battello da MOLTRASIO/COMO: 17,14-17,38

La descrizione analitica di questo percorso è in:

Alberto Marcarini, Il sentiero della Regina. Dieci passeggiate da Como a Chiavenna, Lyasis edizioni, 2000


 

MOLTRASIO1992


 

VIDEO DEL PERCORSO


VIA VERDE2457VIA VERDE2458

articolo di MAURIZIO CASAROLA in La Provincia 11 settembre 2017

moltrqsio carate2139moltrqsio carate2140

 


VEDI ANCHE:

Visto da Luciana: il Percorso fra MOLTRASIO, CARATE, URIO e LAGLIO, lungo la “VIA VERDE”. Tempo complessivo di percorrenza: 4 ore, comprese le corse dei BATTELLI. Video fotografico, a cura di Paolo Ferrario. Pomeriggio del 24 dicembre 2017

ancora una volta (pomeriggio del 24 dicembre 2017): Percorso fra MOLTRASIO, CARATE, URIO e LAGLIO, lungo la “VIA VERDE”. Tempo complessivo di percorrenza: 4 ore, comprese le corse dei BATTELLI. Video fotografico, a cura di Paolo Ferrario, della durata di 30 minuti.

Percorso da Como a Urio in BATTELLO e ritorno a piedi, passando per MOLTRASIO, fino a CERNOBBIO. Ritorno in BATTELLO. Tempo: 13,45-16,40. Con un video di Giancarlo Boggia sulla “VIA VERDE”

  • BATTELLO, con scalo a URIO (13,45-14,21)
  • risalita (passando sotto lo stradone della Nuova Regia) fino alla chiesa di santa Marta e Cimitero
  • sentiero panoramico fino alla frazione Tosnacco di MOLTRASIO
  • discesa alla via Besana (frazione Vergonzano)
  • Infine strada a lago della Vecchia Regia fino a Cernobbio
  • da qui in battello fino a Como (16,25-16,38)

 

MAPPE sul percorso

Video sulla “VIA VERDE” ( a cura di Giancarlo Boggia)

 

Fotografie lungo il percorso:

VIA VERDE2457VIA VERDE2458

Giorgio mi suggerisce una camminata fra CERNOBBIO e MOLTRASIO

Mi fa piacere il tuo andare navigando sul lago quando sei libero.  Hai sempre fatto le vacanze in agosto sul Lario, e non mi sorprendi.
Ti segnalo il mio paese dell’infanzia, Cernobbio, dove ho vissuto sino ai 12 anni ma dove poi ritornavamo d’estate ad abitare *** : ancora nel settembre dei miei 19 anni ricordo di essere partito di lì per il Sant’Anna, dove facevo un po’ di internato volontario a Medicina B col dr ***  …
Se scendi alla riva di Cernobbio puo i andare in fondo dopo le barche e l’Harris Bar e girare a destra, sino alla bella chiesa con facciata in cotto che era l’antica parrocchiale.
Da lì sali a sinistra fino ad un bivio : andrai a destra salendo lievemente verso nord sino ad incontrare la vecchia Regina nella zona del semaforo.
Attraversi e di fronte c’è una chiesetta sempre chiusa (Santa Maria delle Grazie) e lì sali in su per una stradina.
Dopo circa 200 metri incroci quella che era la antichissima via Regina , pedonale, che a destra ti fa salire verso il Bisbino per gradini ed una mulattiera, sino a Mezzera.
Allora non c’era la strada automobilistica che passa accanto a Villa d’Este e poi sotto il suo ponte e poi arriva a Villa Pizzo e sale verso Moltrasio.
L’antica Regina saliva in alto e poi scendeva verso Moltrasio nella zona della Villa Lucini Passalacqua, del fine ‘700 , ma che sul lato verso Como ingloba un’antica chiesetta romanica di Sant’Agata che faceva parte dell’antico monastero. Il parroco di Moltrasio conserva ancora il diritto delle chiavi; ma è quasi sempre chiusa.
Ora talora la utilizzano per matrimoni in villa.
Nel 1829 vi arrvò ospite Bellini.  Nei nostri anni ’70 fu acquistata da un eccentrico inglese, anche esploratore e un po’ antropologo, che per lavoro come medicolegale ho conosciuto poi, un po’ matterello ; era divenuto ahimè famoso per il rapimento di sua figlia Kiss Maerth , che però si innamorò poi di uno dei suoi rapitori, un pregiudicato valtellinese..   Forse ricordi anche tu la vicenda degli anni ’80.
Ora è diventata un centro residenziale
Se hai camminato sino a qui (e non è poco) puoi visitare anche Moltrasio, e ritornare in battello.
A presto, caro amico Paolo !
13 dicembre 2017

il SENTEE DI SORT che collega la parte alta di MOLTRASIO e raggiunge Rovenna, sopra CERNOBBIO, dal sito di Comune di Moltrasio

Per poter percorrere il Sentee di Sort bisogna prima di tutto raggiungere la frazione di Casarico (che si trova nella parte più alta del paese). A lato della piccola Cappellina troverete le indicazioni per proseguire sul sentiero. Durante il percorso potrete ammirare le Cave del Niasc di pietra moltrasina e una vecchia cascina chiamata Boc de la Tugna, all’interno della quale si trova una grotta naturale. In prossimità delle cave è presente una piccola area di sosta dove potersi fermare ad ammirare il panorama.
Da qui, camminando per circa 45 min. è possibile raggiungere Rovenna (frazione di Cernobbio).

Sorgente: Comune di Moltrasio

altra documentazione sul “Sentee di Sort”

https://www.google.it/search?q=%22Sentee+di+Sort%22&rlz=1C1KAFB_enIT581IT582&oq=%22Sentee+di+Sort%22&aqs=chrome..69i57j0.1561j0j4&sourceid=chrome&ie=UTF-8

COSA si può fare in una mattina di settembre con i BATTELLI: un giro nello splendido borgo di MOLTRASIO, sul Lago di Como, 7 settembre 2016

… si arriva a MOLTRASIO alle 10 e 23 con il BATTELLO che parte da Como alle 10:

dscn5195-fileminimizerdscn5196-fileminimizerdscn5197-fileminimizerdscn5198-fileminimizerdscn5199-fileminimizerdscn5200-fileminimizerdscn5201-fileminimizerdscn5202-fileminimizer

si sale con la non faticosa scalinata di pietra (sapienti quei costruttori !!!):

dscn5203-fileminimizerdscn5204-fileminimizerdscn5205-fileminimizerdscn5206-fileminimizerdscn5207-fileminimizerdscn5208-fileminimizerdscn5209-fileminimizer

si dà uno SGUARDO ATTENTO (guardare può essere un’arte) allo sviluppo del paese nella valle sottostante e soprattutto alla cura che gli abitatori dedicano alle loro case, orti, giardini:

dscn5210-fileminimizerdscn5224-fileminimizerdscn5223-fileminimizerdscn5222-fileminimizerdscn5221-fileminimizerdscn5220-fileminimizerdscn5219-fileminimizerdscn5218-fileminimizerdscn5217-fileminimizerdscn5216-fileminimizerdscn5215-fileminimizerdscn5214-fileminimizerdscn5213-fileminimizerdscn5212-fileminimizerdscn5211-fileminimizer

 

 si sale la scalinata (questa volta più impegnativa) che porta allo stradone a monte di Moltrasio:

dscn5225-fileminimizerdscn5226-fileminimizerdscn5227-fileminimizerdscn5228-fileminimizerdscn5229-fileminimizerdscn5230-fileminimizer

si arriva … dove si doveva arrivare:

dscn5231-fileminimizerdscn5232-fileminimizer

si scende passando per il gruppo di case, orti e giardini che sono nella “valle” di Moltrasio:

dscn5230-fileminimizerdscn5233-fileminimizerdscn5234-fileminimizerdscn5235-fileminimizerdscn5236-fileminimizerdscn5237-fileminimizerdscn5238-fileminimizerdscn5239-fileminimizerdscn5240-fileminimizerdscn5241-fileminimizerdscn5242-fileminimizerdscn5243-fileminimizerdscn5244-fileminimizerdscn5245-fileminimizerdscn5246-fileminimizer

si arriva al pontile del BATTELLI, alle 11 e 11 si sale sull’ALCYONE e alle 11 e 39 si arriva a Como

dscn5247-fileminimizerdscn5248-fileminimizerdscn5249-fileminimizerdscn5250-fileminimizerdscn5251-fileminimizerdscn5252-fileminimizerdscn5253-fileminimizerdscn5254-fileminimizerdscn5255-fileminimizer

Tutto questo si può fare in una mattinata di settembre con i BATTELLI

Da Tremezzo a Sala Comacina lungo la “Greenway del lago di Como”, arricchito dalle note bibliografiche a cura della NodoLibri edizioni, pubblicato su SistemaComo2015 , http://www.jsc15.it/

Immagine News NodoDa Tremezzo a Sala Comacina lungo la ”Greenway”
(di Paolo Ferrario)

 
Sebbene ormai anche gli ultimi miti scampoli tardoautunnali ci abbiano abbandonato, proponiamo un interessante “diario di viaggio” scritto da Paolo Ferrario in occasione dell’itinerario guidato di ottobre lungo la cosiddetta “Greenway del lago di Como”, organizzata da Associazione Territori e NodoLibri.L’itinerario contempla anche alcune proposte di lettura da abbinare, selezionate dal catalogo NodoLibri e in promozione speciale, per l’occasione, per i lettori di JSC15.Un modo per riscoprire luoghi e paesaggi così vicini a noi ma spesso poco conosciuti nei loro aspetti storico-artistici e naturali.
In attesa delle terse giornate invernali.

VAI A

Davide Van De Sfroos, “Terra&Acqua”, la nuova guida edita da Dmedia Group. Tra locande e leggende, come piace al cantautore laghée

terracqua410A piedi o con la bici poco importa. E’ lo spirito quello che conta. Lo spirito dell’avventura, della scoperta, dell’esigenza di semplicità e dell’essenzialità. Però ci sono anche poesia e musica, quelle che il Lago di Como ispira e che 

Davide Van De Sfross è stato in grado di mettere nero su bianco nelle pagine dei suoi libri e sugli spartiti delle sue canzoni.

“Terra&Acqua”, la nuova guida edita da Dmedia Group e che ha come ispiratore il cantautore laghée, è tutto questo e ancora di più.

Tra un’osteria di Bellagio, una locanda di Argegno e un crotto sopra Torno, emerge l’anima folk di questo volume che è molto più di un semplice vademecum che presenta cosa di bello propone il Lario: è il modo di vivere di chi è profondamente legato al suo territorio, alle sue bellezze, alla sua gastronomia e alle sue tradizioni e ci propone di condividerle.

segue qui:

Como:Sulle orme di Van De Sfroos Tra locande e leggende, come piace al cantautore laghée

IL LAGO CI PARLA, Torno e Moltrasio, convegno 9 giugno 2013 ((Grand Hotel Imperiale di Moltrasio) da Newsletter NodoLibri 05/06

 

9 GIUGNO: III edizione ”1522” Il Lago ci parla
A Torno e Moltrasio

Programma del Convegno
(Grand Hotel Imperiale di Moltrasio)
ore 9,00 Caffè di benvenuto
ore 9,30 Apertura del convegno
Ferdinando Cetti Serbelloni di San Gabrio
Presidente Associazione Pro Moltrasio
ore 9,35 Saluto ai Partecipanti
Franco Iseppi Presidente del Touring Club Italiano
ore 9,45
Claudio Castoldi Associazione Pro Moltrasio
“Il terzo anno della manifestazione 1522”
ore 9,50
Mario Lucini Geologo, Sindaco di Como
“I problemi del territorio montano
visti dal Geologo e dall’Amministratore”
ore 10,10
Flavio Lucchesi Università degli Studi di Milano
“Il Lago di Como e i suoi monti: una lettura antropo-fisica”
ore 10,30
Cesare Pellegrini Politecnico di Milano
“Una cartografia per la dimensione spaziale del paesaggio”
ore 10,50
Alessandro Verga Politecnico di Milano
“Analisi delle trasformazioni del paesaggio”
ore 11,10
Silvano Cavalleri Ordine degli Architetti di Como
“La montagna era abitata”
ore 11,30
Filmato: “Noi ci siamo… e tu?”
“Torno e Moltrasio, volontariato all’opera sui monti”
ore 11,40 Interventi liberi
ore 12,00 Chiusura del convegno
Luigi Rigamonti Presidente Pro Loco Torno

 

Immagine

Cooperativa Moltrasina venerdì 12 aprile 2013, ore 21:00 – OLTRE LO SGUARDO Proiezione del film L’ONDA Diretto da DENNIS GANSEL

Cooperativa Moltrasina

venerdì 12 aprile 2013, ore 21:00 – OLTRE LO SGUARDO

Proiezione del film L’ONDA
Diretto da DENNIS GANSEL
L’esperimento di un professore: trasformare la propria classe in una dittatura funzionante.
Presso:
COOPERATIVA MOLTRASINA
Via Francesco Raschi 9 – MOLTRASIO
La visione del film richiede il tesseramento in sede al costo di 3 €.
La tessera sarà valida per tutte le proiezioni a Moltrasio e nei cinecircoli Oltre Lo Sguardo in provincia di Como per tutta la stagione 2012/2013.
Per i minori di 16 anni il tesseramento è gratuito.
 
PER INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI:
Oppure scrivete a ols.moltrasio@gmail.com

Noi ci siamo! Riflessioni e confronti sulla partecipazione (con Franca Olivetti Manoukian) | amolamiacittà

Noi ci siamo! Riflessioni e confronti sulla partecipazione (con Franca Olivetti Manoukian)

Martedì 26 Marzo, presso la Cooperativa Moltrasina alle 20.45
grazie a un’idea e all’organizzazione di Martino Villani e Mauro Oricchio

AMO LA MIA CITTA’ ha il piacere di invitarvi all’incontro con
FRANCA OLIVETTI MANOUKIAN

La partecipazione è uno dei temi maggiormente evocati nel dibattito pubblico locale e nazionale, ma è al contempo un concetto largamente sconosciuto. L’Associazione d’Azione Civica AMO LA MIA CITTA’ ne parlerà con una persona che da molti anni fa della partecipazione il fulcro della propria azione pubblica e professionale, Franca Olivetti Manoukian.

Cooperativa Moltrasina, via Raschi, 9 – Moltrasio

da Noi ci siamo! Riflessioni e confronti sulla partecipazione (con Franca Manoukian) | amolamiacittà.