Blevio dividesi in sette gruppi di case, onde corre il proverbio delle sette città …, In Giovanni Battista GIOVIO, Como e il Lario (1795), Valentina edizioni, 1999, pag, 160

Blevio dividesi in sette gruppi di case, onde corre il proverbio delle sette città. Vi manca pianura, ma non vi mancan vigne. Guardano però il sol cadente, onde i vini son piccioli

In Giovanni Battista GIOVIO, Como e il Lario (1795), Valentina edizioni, 1999, pag, 160

vai alla scheda del libro:https://coatesa.com/2021/08/31/giovanni-battista-giovio-como-e-il-lario-1795-valentina-edizioni-1999-indice-del-libro/

Il “Crotto del Nino” a Torno: La locanda del lago che creò il turismo, articolo di Elena D’Ambrosio, in La Provincia/Stendhal 23 agosto 2021

Letto in edizione cartacea. Cerca in:  https://www.laprovinciadicomo.it/

VEDI ANCHE https://coatesa.com/2018/02/17/pietro-berra-dal-crotto-del-nino-a-villa-geno-passeggiando-con-august-strindberg-in-la-provincia-di-como-16-febbraio-2018/

Poi segue Blevio, anch’esso assurto alla fama grazie ai suoi vigneti…, In Paolo Giovio, La descrizione del Lario (1537), a cura di Franco Minonzio, editore Polyhistor, 2021 pag. 42

Poi segue Blevio, anch’esso assurto alla fama grazie ai suoi vigneti: fama legata ad un vino prestigioso per la sua gradevolezza, presso le persone deboli di stomaco, poiché i suoi vigneti non vedono mai il sorgere del sole; e questi vini, per una leggerezza che li rende innocui, grazie ad un tenue vigore naturale, sono preferiti ai vini tagliati e diluiti.

In Paolo Giovio, La descrizione del Lario (1537), a cura di Franco Minonzio, editore Polyhistor, 2021 pag. 42

ritorno in battello da Nesso: partenza alle 18 e 10 ed arrivo a Como alle 19 e 30 con il buio autunnale. Percorso: Nesso, Careno, Pognana, Urio, Torno, Moltrasio, Blevio, Cernobbio, Tavernola, Como. 1 ottobre 2020

clicca sulla prima immagine per vedere il percorso in sequenza

Esce per Ferragosto il libro di Mary Shelley “A zonzo sul lago di Como” (pp. 176, 12 euro), a cura del giornalista e poeta Pietro Berra e della docente Claudia Cantaluppi

Esce per Ferragosto il libro di Mary Shelley “A zonzo sul lago di Como” (pp. 176, 12 euro), a cura del giornalista e poeta Pietro Berra e della docente Claudia Cantaluppi, acquistabile in forma cartacea (da settembre anche in formato ebook) su Amazon. Una data insolita, quella scelta per l’uscita, ma assolutamente non casuale, che vuole in qualche modo celebrare l’arrivo della scrittrice britannica a Como, avvenuto proprio il 15 agosto di 180 anni fa durante il suo soggiorno di ben due mesi a Cadenabbia, per assistere ad un’opera lirica al Teatro Sociale. Il volume consiste nella prima traduzione in italiano del tomo numero uno dei tre che compongono il suo libro di viaggio “Rambles in Germany and Italy” pubblicato nel 1844 e segna l’esordio, in qualità di editore, dell’associazione Sentiero dei Sogni.

Il libro è illustrato con stampe d’epoca dei luoghi descritti da Mary Shelley:questa è l’immagine di copertina
Il libro è illustrato con stampe d’epoca dei luoghi descritti da Mary Shelley:questa è l’immagine di copertina

Le illustrazioni

«Un traguardo importante per noi – ha commentato il presidente dell’associazione Pietro Berra – che intende sviluppare un’altra delle attività previste dallo statuto, sempre con l’obiettivo di promuovere la conoscenza delle connessioni tra paesaggi naturali e creatività umana. Il libro è impreziosito dalla presenza di quindici illustrazioni, stampe dei luoghi descritti dalla Shelley e tratte da due opere dei coniugi tedeschi Friedrich e Caroline Lose, artisti e viaggiatori contemporanei dell’autrice».

Un libro ricco di storia, suggestioni e bellezza, ma profondamente radicato nel presente: nell’ultima pagina dell’opera, infatti, è stato inserito un codice QR che rimanda al sito di Sentiero dei Sogni, un’estensione multimediale che permetterà di accedere ai video realizzati durante il lockdown e ad altri materiali in fase di produzione, che segneranno la prosecuzione del progetto cui collaborano attivamente due scuole di Como, il liceo Statale Teresa Ciceri e l’Ites Caio Plinio Secondo. «In coda al libro si trova anche una mia guida di una ventina di pagine – ha proseguito Berra – ai luoghi visitati da Percy Bysshe e Mary Shelley sul Lario, alcuni dei quali sono anche citati nella terza edizione di “Frankenstein” e ne “L’ultimo uomo” di Mary, nonché in “Rosalind e Helen” e nelle lettere di Percy. L’obiettivo è che questo piccolo vademecum diventi uno strumento per permettere ai turisti di oggi, la cui permanenza media sul nostro territorio è di due giorni e mezzo, di trovare facilmente tante piccole e grandi suggestioni paesaggistiche e letterarie, in modo che venga loro voglia di trascorrervi più tempo senza annoiarsi, magari anche due mesi, proprio come fece Mary Shelley».

Le presentazioni

Nel mese di settembre saranno programmate due presentazioni: una al Grand Hotel di Cadenabbia, dove la Shelley fu ospite, e un’altra al Teatro Sociale di Como, davanti al quale (nei Giardini Maggiolini) verrà inaugurata la dodicesima ed ultima casetta dei libri della Lake Como Poetry Way, dedicata alla scrittrice inglese e offerta dalla Società Palchettisti. «Ci teniamo a ringraziare – ha concluso il giornalista -, oltre ai nostri volontari e agli studenti motivati ed entusiasti, anche la rete di associazioni che con noi ha partecipato lo scorso anno a un bando di Regione Lombardia con il progetto “Como futuribile”, perché ci ha permesso di trovare le risorse minime per realizzare il libro e l’estensione web collegata».


Dal libro di Mary Shelley “A zonzo sul lago di Como” (edizioni Sentiero dei Sogni, 2020), un brano in cui l’autrice racconta la figura della cantante Giuditta Pasta, che su quello stesso lago possedeva una villa a Blevio. Il video, gentilmente messo a disposizione dai proprietari, immortala l’attuale Villa Pasta, ovvero una delle due dependance della dimora originale, in gran parte demolita all’inizio del Novecento per fare spazio a Villa Roccabruna (oggi hotel Mandarin Oriental). Colonna sonora del video è l’aria “Ah, non giunge”, nell’interpretazione di Maria Callas, tratta dall’atto II scena 8 dell’opera “La Sonnambula”, che Vincenzo Bellini compose per Giuditta Pasta nel 1831, quando a sua volta si trovò a dimorare sul lago di Como, nel paese di Moltrasio. Altri crediti indicati nel video stesso. Qui potete trovare il libro: https://www.amazon.it/zonzo-sul-Lago-…

via (1715) Mary Shelley – A zonzo sul lago di Como – l’incontro (immaginario) con Giuditta Pasta – YouTube

Da Brunate a Torno lungo la Strada Regia – video YouTube

vai a

(115) Da Brunate a Torno lungo la Strada Regia – YouTube

Da Como a Torno: senz’auto nel Triangolo Lariano, di Ruggero Meles e Gabriele Zerbi (fotografie di Paolo Ortelli), in Orobie, edizioni Oros, pagg. 20-33, dicembre 2019

oro2590

oro2589

SENTIERO SOPRAVILLA DI BLEVIO, BARCH, SAN MAURIZIO

 

Utilizzato quotidianamente fino agli anni Cinquanta del secolo scorso da chi viveva al Barch, coltivando la terra e allevando capre e mucche, il sentiero che conduceva a Blevio era interrotto da tempo, di fatto era impraticabile.

L’associazione Borghi sul Lago, in collaborazione con il Gruppo Volontari per la Protezione Ambientale e con il contributo del Comune di Blevio, ha ripristinato il sentiero e ha posizionato lungo tutto il percorso una dozzina di cartelli segnaletici e una dozzina di segnavia. riattivando quindi un piccolo ma importante pezzo di “storia” bleviana.

Il sentiero Sopravilla – Barch – San Maurizio  permette di riaprire il collegamento, dopo quasi 70   anni, con le Colme partendo da Blevio. Finora chi    voleva raggiungere la Colme doveva andare   fino a Montepiatto, salire al Castel d’Ardona  e da lì raggiungere la meta.

Chi volesse saperne di più sul Barch e sui monti  bleviani, può trovare tutte le informazioni sul libro   Il Barch e altri insediamenti nel territorio di Blevio

(Elpo edizioni, 2016, a cura dell’associazione Borghi   sul Lago, in vendita negli esercizi pubblici bleviani e   presso l’associazione – www.borghisullago.it)

dal battello: sguardo sulla casa che , nel tempo passato, ospitava l’OSTERIA DEL MAIOCCH, a Blevio, 4 luglio 2019

le informazioni storico-biografiche su questa antica osteria sono in:

OSTERIE, BALERE, LOCANDE NELLA BLEVIO DI IERI E DI OGGI, Elpo edizioni a cura di Borghi sul lago, 2018

pagine 84-85

DSCN2339 (FILEminimizer)DSCN2340 (FILEminimizer)DSCN2341 (FILEminimizer)DSCN2342 (FILEminimizer)DSCN2343 (FILEminimizer)DSCN2344 (FILEminimizer)

 

 

 

ANIMALI SELVATICI, conferenza di Veronica Frigerio, sabato 6 luglio 2019 a BLEVIO, Parco comunale Capovico, ore 21

evento 6 luglio 2019

la piazza di BLEVIO, essenza del LARIO, articolo di Alessandro Verga in L’Ordine, 9 giugno 2019

blev1936blev1937

OSTERIE, BALERE, LOCANDE NELLA BLEVIO DI IERI E DI OGGI, Elpo edizioni a cura di Borghi sul lago, 2018 . www.borghisullago.it

BLEV1930BLEV1931

http://www.borghisullago.it/

BLEVIO SUMMER FESTIVAL,12, 13, 14 luglio 2019, a cura della Pro Loco di Blevio, sul LAGO DI COMO

ble1837ble1838ble1839ble1840

Villa PASTA e Villa ROCCABRUNA, a BLEVIO, sul Lago di Como

VILLA PASTA

2d7e7f556f9eba04ed21b67c725694beP1030220PASTA

VILLA ROCCABRUNA

(nel 2019 diventato “Mandarin Oriental”)

86660644e65239b8fbbd9da4ad4ec1e6--summer--trendsblevio-una-terrazza-panoramica-sul-lago-di-como-80_1842_1596x982-kFH--1170x507@IlSole24Ore-Webvilla-roccabruna-blevio-como

manda1945

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

e la guida

Ettore Maria Peron, Daviude Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Le ville viste dal lago, Itinelario editore


la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ROCCA1811

Villa BELVEDERE, a BLEVIO, sul Lago di Como

752_co250-00752d01NM-Villa-Belvedere_00NM-Villa-Belvedere_01

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

e la guida

Ettore Maria Peron, Daviude Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Le ville viste dal lago, Itinelario editore


la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

Villa BORLETTI, detta anche Villa BELGIOIOSO, a BLEVIO, sul Lago di Como

DSCN2234 (FILEminimizer)DSCN2235 (FILEminimizer)DSCN2236 (FILEminimizer)

Qui ha abitato fino agli anni ’80 Peppino Ravasi, figlio del geniale Guido Ravasi Seterie!

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

e la guida

Ettore Maria Peron, Daviude Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Le ville viste dal lago, Itinelario editore


la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

Villa USUELLI, detta anche “Villa MARIA” (perchè vi ha abitato la ballerina Maria Taglioni), a BLEVIO, sul Lago di Como

DSCN2238 (FILEminimizer)DSCN2239 (FILEminimizer)DSCN2240 (FILEminimizer)

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

e la guida

Ettore Maria Peron, Daviude Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Le ville viste dal lago, Itinelario editore

Villa RICORDI, a BLEVIO, sul Lago di Como

DSCN2245 (FILEminimizer)

DSCN2243 (FILEminimizer)DSCN2244 (FILEminimizer)

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

VILLA CALVI (poi VILLA TALBOT, e in precedenza villa Artaria) a Blevio, sul Lago di Como

pasted-file-13_med_hrimg_1670_med_hr

DSCN2246 (FILEminimizer)DSCN2247 (FILEminimizer)DSCN2248 (FILEminimizer)DSCN2249 (FILEminimizer)

talboticon_med_hr

Iniziata nel ‘700 dagli editori Artaria

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

VILLA CADEMARTORI, a Blevio, sul Lago di Como

ceb371d1dae408349a44778834dcb587--villas

Villa_cademartori_lago_di_como-1024x684

villa-cademartori

per una scheda su questa villa vedi l’articolo:

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

e la guida

Ettore Maria Peron, Davide Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Le ville viste dal lago, Itinelario editore


la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

VILLA TROUBETZKOY, a Blevio, sul Lago di Como

edificata a metà Ottocento, deve il suo nome al principe russo Alexander Troubetzkoy

Il principe ha demolito con dinamite un’estesa scogliera e per questo è stato chiamato dai bleviani il “turbascogli. La villa ha falde molto spioventi con caratteristici abbaini e l’ardito ascensore, che dalla strada lariana scende a lago, è un’importante testimonianza dell’architettura “jugendstil”  (in https://coatesa.com/2019/06/10/blevio-le-ville-sul-lago-percorso-guidato-da-tino-tajana-in-la-provincia-3-giugno-2019/)

Vedi anche la guida:

Ettore Maria Peron, Daviude Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Le ville viste dal lago, Itinelario editore

36_1q030-00036 (1)

1024x683_troubetzkoy

villa-troubetzkoy

la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

BLEVIO: le ville sul lago. Percorso guidato da TINO TAJANA. In La Provincia, 3 giugno 2019

blev taj1801blev taj1802blev taj1803blev taj1804

la costa e le ville di Blevio in una stampa del 1863 (pubblicata in Sognato Lario, lunate sponde, Nodo Libri 1994) :

ble1806

Apre a Blevio, sul lago di Como, il secondo hotel Mandarin Oriental in Lombardia – Corriere.it

Apre a Blevio, sul lago di Como, il secondo hotel Mandarin Oriental in Lombardia
Subentrerà nella gestione di CastaDiva Resort & Spa

vai a

Apre a Blevio, sul lago di Como, il secondo hotel Mandarin Oriental in Lombardia – Corriere.it

manda1945

da BRUNATE a BLEVIO, frazione Capovico, istruzioni per il percorso

Sono trascorsi più di cent’anni dalla costruzione della SS 583, purtroppo, nel frattempo, la Strada Regia, nel tratto tra Como e Blevio, è diventata irrecuperabile.
La scelta di Brunate, come punto di partenza alternativo, può sembrare solo di comodo ma è anche quanto, di più storicamente vicino all’antico tracciato, si possa trovare.
Comunque, non resta che adeguarsi ed utilizzare la funicolare (biglietto di sola andata). Naturalmente, si approfitta dei sette minuti di percorso per godere dello splendido panorama su Como.
Per i più preparati, nel caso preferissero salire a piedi, può essere utile la pagina Como – Brunate.

Alla stazione di Brunate, si scende la scala e poi, usciti dalla barriera girevole, ancora giù, sino alla strada asfaltata. Si prende, quindi, a destra, in direzione San Maurizio (Segnavia Strada Regia) ma dopo 50 metri, all’altezza della fontana pubblicitaria, si imbocca, a sinistra, via Nidrino, in discesa.

Si continua a scendere diritti, lasciando a destra via Monterosa, fino ad incontrare un campo di calcio. Appena dopo, a fianco del cancello carraio n. 18 (10′), si lascia l’asfalto per seguire un sentiero, in leggera discesa, tra boschi di castani.
Non fatevi subito scoraggiare dall’inizio del percorso che è un po’ disagevole, nonostante l’attenta manutenzione di generosi volontari.

Strada Regia, pietra miliare ottocentesca.

 

Dopo circa 30′, dalla funicolare, si incrocia la mulattiera che sale da Monti di Capovico, la si imbocca, in discesa, e dopo avere passato varie case rustiche, in una quindicina di minuti si raggiunge Capovico, frazione di Blevio (45′).

….

tratto da

https://digilander.libero.it/felice/Stradaregia.htm

2019-03-03_102639

PRESEPI natalizi nel percorso da TORNO alle FRAZIONI di BLEVIO, pomeriggio del 24 dicembre 2018, 13,15-16. Con la poesia: La notte santa di Gozzano 

Questo slideshow richiede JavaScript.

La notte santa di Gozzano 

– Consolati, Maria, del tuo pellegrinare!
Siam giunti. Ecco Betlemme ornata di trofei.
Presso quell’osteria potremo riposare,
ché troppo stanco sono e troppo stanca sei.

Il campanile scocca
lentamente le sei.

– Avete un po’ di posto, o voi del Caval Grigio?
Un po’ di posto per me e per Giuseppe?
– Signori, ce ne duole: è notte di prodigio;
son troppi i forestieri; le stanze ho piene zeppe

Il campanile scocca
lentamente le sette.

– Oste del Moro, avete un rifugio per noi?
Mia moglie più non regge ed io son così rotto!
– Tutto l’albergo ho pieno, soppalchi e ballatoi:
Tentate al Cervo Bianco, quell’osteria più sotto.

Il campanile scocca
lentamente le otto.

– O voi del Cervo Bianco, un sottoscala almeno
avete per dormire? Non ci mandate altrove!
– S’attende la cometa. Tutto l’albergo ho pieno
d’astronomi e di dotti, qui giunti d’ogni dove.

Il campanile scocca
lentamente le nove.

– Ostessa dei Tre Merli, pietà d’una sorella!
Pensate in quale stato e quanta strada feci!
– Ma fin sui tetti ho gente: attendono la stella.
Son negromanti, magi persiani, egizi, greci…

Il campanile scocca
lentamente le dieci.

– Oste di Cesarea… – Un vecchio falegname?
Albergarlo? Sua moglie? Albergarli per niente?
L’albergo è tutto pieno di cavalieri e dame
non amo la miscela dell’alta e bassa gente.

Il campanile scocca
le undici lentamente.

La neve! – ecco una stalla! – Avrà posto per due?
– Che freddo! – Siamo a sosta – Ma quanta neve, quanta!
Un po’ ci scalderanno quell’asino e quel bue…
Maria già trascolora, divinamente affranta…

Il campanile scocca
La Mezzanotte Santa.

LE API CUSTODI DELLA NATURA, incontro con MATTEO STRAFFI, apicoltore, a cura della associazione Borghi del lago. Alla biblioteca comunale di BLEVIO , sabato 24 novembre, ore 16 e 30

2018-11-22_105207


vedi anche:

http://www.comune.blevio.co.it/po/mostra_news.php?id=729&area=H

Camminata sui sentieri del Lago di Como: da TORNO a BLEVIO, passando per le 7 frazioni di Cazzanore, Meggianico, Mezzovico, Sorto, Sopravilla, Girola, Capovico, 13 gennaio 2018. Durata dell’intero percorso: due ore e mezzo

  • Battello da Como a TORNO: 13,45-14,14
  • risalita allo stradone fino a raggiungere il sentiero della antica Via Regia
  • brevissimo percorso sullo stradone fino a raggiungere, sulla sinistra e poco prima di Blevio, un ulteriore pezzo del sentiero della Via Regia (ci sono i cartelli segnaletici)
  • attraversamento delle frazioni di BLEVIO:  Cazzanore, Meggianico, Mezzovico, Sorto, Sopravilla, Girola, Capovico
  • discesa sullo stradone, al punto delle gallerie
  • discesa a Villa Geno, passando sotto le due gallerie, ore 16

 

 

BLEVIO VISTA DALLA SPONDA DI FRONTE:

TORNO BLEVIO2185

sentieri del Lago di Como: da TORNO a BLEVIO

TORNO BLEVIO2185

sentieri sul Lago di Como: BRUNATE, BLEVIO, TORNO

BRUNATE TORNO2186

da BRUNATE a BLEVIO. Mappe

TORNO BRUNATE1866

brunat neesoo1876

BRUNATE NESSO1879BRUNATE NESSO1878BRUNATE NESSO1877

LE CASETTE di BLEVIO Breva e Tivano, Via Caronti 70/76 Blevio (Lago di Como)

blevio1225blevio1226

Il viandante del Lario, Scuola Prandoni Torno Como viandantelario

viandantelario

mappe interattive digitali raccontano il patrimonio storico artistico naturale di Blevio, Torno, Faggeto Lario

Sorgente: Il viandante del Lario Scuola Prandoni Torno Como viandantelario

vianda875

IL RISVEGLIO DEL BOSCO una passeggiata botanica sui sentieri bleviani per riconoscere le specie vegetali e le loro origini, a cura della associazione BORGHI SUL LAGO, domenica 26 marzo 2017

IL RISVEGLIO DEL BOSCO
una passeggiata botanica sui sentieri bleviani per riconoscere le specie vegetali e le loro origini
 

blevio

GIUDITTA PASTA, un Dvd di ARMANDO CAIMI. articolo di Gianluigi Valsecchi in La Provincia di Como 24 luglio 2016

pasta3472

sorgenti e fenomeni carsici nella montagna bleviana: Pertüs, Prá Fundaa, Buco del Nasone, Buco del Campanello, Sorgente Regonda | a cura della Associazione Culturale Borghi sul Lago, Sabato 28 maggio 2016

Sabato 28 maggio 2016, l’Associazione Culturale Borghi sul Lago propone un incontro di approfondimento su sorgenti e fenomeni carsici nella montagna bleviana. L’escursione ed il dibattito avranno luogo nella parte alta del territorio comunale, in prossimità delle “Colme”, con la guida di Angelo Dal Sasso e Marco Noseda Pedraglio

pertus_med_hr

vai alla intera scheda sul sito:

Sorgente: Pertüs, Prá Fundaa, Buco del Nasone, Buco del Campanello, Sorgente Regonda | Borghi sul lago

Settefrazioni Blevio – Lago di Como

il bello STILE NELLA AMMINISTRAZIONE LOCALE:

Settefrazioni Blevio

Abbiamo sempre inteso il nostro impegno nell’amministrazione come un servizio di volontariato per il paese. Ci troviamo oggi a rappresentare in Consiglio Comunale i cittadini che ci hanno eletto e a sostenere le idee, i bisogni, i valori della nostra comunità nel rispetto del territorio che ci ospita. Il nostro ruolo è di stimolo costruttivo agli amministratori e di vigilanza sulla loro attività. La comunicazione ed il dialogo coi cittadini è uno dei nostri obbiettivi primari.

Questo sito è nato come strumento di lavoro, comunicazione e dialogo.

Lavoro:  su questo sito si confrontano i sostenitori attivi della Lista per Settefrazioni, elaborando i contenuti delle campagne elettorali 2009 e 2014 e approfondendo alcuni temi importanti per il paese.

Comunicazione: attraverso questo sito intendiamo comunicare ai Bleviani quello che pensiamo, come intepretiamo la vita in paese nei suoi aspetti di convivenza civile  e come intenderemmo procedere nell’ambito dell’amministrazione una volta eletti.

Informare significa evitare la confusione e l’equivoco, rispettare la gerarchia di importanza delle notizie, evitare il pettegolezzo e la calunnia. Dall’altra parte informarsi significa ascoltare e partecipare, impegnarsi a capire.

Ci stiamo impegnando su questo fronte, evitando inutili quanto pretestuosi conflitti ed è nostro intento progredire nella qualità di questo servizio, dato che molta strada si può ancora fare.

Dialogo: per quanto possibile stiamo cercando di accogliere anche il parere di chi non la pensa come noi per capire le ragioni di scelte che non condividiamo, per imparare, per migliorare.

Partecipazione: per noi la gestione del paese deve essere il risultato della collaborazione tra i cittadini. Il paese deve essere di tutti e per tutti.

Per noi amministrare il paese significa riconoscere i problemi ed affrontarli onestamente nella legalità e con competenza, anche se questo può togliere il consenso di chi pensa esclusivamente al proprio orticello. Le soluzioni ai problemi spesso non sono la media delle opinioni dei cittadini, ma il risultato di un serio lavoro di conoscenza. A questo lavoro ciascun cittadino può partecipare con il proprio prezioso contributo.

Sostengono attivamente il gruppo di Settefrazioni:

Alberto Bordoli, Mauro Cappi, Giorgio Gianatti, Angelo Dal Sasso, Sara Vago. Alberto Salemi, Antonia Bolognesi, Momi Dotti, Rina e Iginio Zamburlini, Sergio Ripamonti, Anna Bergna, Nadia e Chicco Bordoli, Sonia Zedda, Giovanna Galeazzi, Luciano Barelli, Fabio Roscio, Cornelia Heemkerk, Achille Pozzi, Giovanna Giudice, Giuliana Pozzi, Cristina Maricondi, Aude e Rodolphe Petit, Pino di Bello, Paola Butti, Manuel Mainieri, Irene Laura Zucchinelli, Antonio Proietto, Franco Palazzi, Valeria Castellani e Maurizio Orlandi, Dino Curiale, Fiammetta Lang, Massimo Limonta, Ferdinando Lucini, Maurizio Brera, Maria Angela Conti, Adele Vago, Daniela Burlon, Massimo Tosi e tanti altri.

Sorgente: Settefrazioni Blevio – Lago di Como

TRIBUTO A GIUDITTA PASTA Sala consiliare del municipio, via Caronti 54, Blevio, ore 15.30, DOMENICA 29 MARZO 2015

TRIBUTO A GIUDITTA PASTA

Sala consiliare del municipio, via Caronti 54, Blevio, ore 15.30, ingresso libero
https://i0.wp.com/s3.postimg.org/74asel8b7/pasta.jpg

Tributo a Giuditta Pasta in occasione del centocinquantesimo anniversario della morte. Nella prima parte della giornata, i membri dell’Associazione Giuditta Pasta di Saronno raggiungeranno Blevio per una commemorazione in forma privata, mentre durante l’evento pomeridiano, aperto al pubblico, consegneranno alle autorità del paese una targa commemorativa. Seguirà un ritratto di Giuditta Pasta presentato da Gianluigi Valsecchi, giornalista e autore bleviano, maggior esperto locale della vita del celebre soprano, di cui illustrerà gli aspetti più “domestici” e privati del periodo di residenza a Blevio. La commemorazione viene supportata dall’Associazione musicale organo Prestinari 1821 che ringrazia la commissione biblioteca di Blevio per la collaborazione a livello organizzativo.

da

DOMENICA 29 MARZO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

mappa di BLEVIO

blevio1629

la STRADA REGIA: mappe del tratto da BRUNATE a NESSO (passando per Blevio, Torno, Pognana). Il post va letto dal basso verso l’alto, come se fosse una cartina topografica

TUTTO

L’ITINERARIO:

brunat neesoo1876


DA POGNANA

A NESSO:

BRUNATE NESSO1889BRUNATE NESSO1888BRUNATE NESSO1887


DA TORNO

A POGNANA:

BRUNATE NESSO1886

2020-02-26_152713

2020-02-26_152736

BRUNATE NESSO1885BRUNATE NESSO1884BRUNATE NESSO1883BRUNATE NESSO1882


DA BRUNATE A TORNO,

PASSANDO PER BLEVIO:

BRUNATE NESSO1881

BRUNATE NESSO1880BRUNATE NESSO1879BRUNATE NESSO1878

BRUNATE NESSO1877

 

 

Lario: verso Torno e poi Coatesa

verso torno e poi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: