Giovedì 9 dicembre 2021 ore 15.30, presso la Biblioteca comunale Paolo Borsellino (Como, piazzetta Venosto Lucati 1) Gerardo Monizza condurrà l’incontro “Tavole per una Commedia”. Giuliano Collina, artista conosciuto a livello internazionale, presenterà in anteprima le sue 112 tavole

[Tavole per una Commedia / La Commedia raccontata con le immagini di Giuliano Collina]

Como, 9 dicembre: incontro in Biblioteca
[Tavole per una Commedia / La Commedia raccontata con le immagini di Giuliano Collina]

Giovedì 9 dicembre ore 15.30, presso la Biblioteca comunale Paolo Borsellino (Como, piazzetta Venosto Lucati 1) Gerardo Monizza condurrà l’incontro “Tavole per una Commedia”. Giuliano Collina, artista conosciuto a livello internazionale, presenterà in anteprima le sue 112 tavole, realizzate (con varie tecniche pittoriche) per La Divina Commedia illustrata, in corso di pubblicazione per NodoLibri. Parteciperà al dialogo anche il professor Paolo Filippo Galli, che ha curato la nota introduttiva all’opera.

Giuliano Collina ha saputo narrare i cento canti della Commedia partendo da personaggi, luoghi, percorsi – che Dante Alighieri incontra e segue nel suo viaggio – con attimi di movimento e invenzioni di colori. Sono impressioni che l’Artista ha ottenuto a partire dalla lettura del poema, ricavandone immagini originali che hanno assorbito e fatto propria l’esperienza del Protagonista nel viaggio attraverso un mondo immaginario, irreale, magari antico eppure capace di dare – ai lettori del terzo millennio – nuove ed emozionanti suggestioni.

L’evento, a cura di Università Popolare di Como, si svolge in collaborazione con gli Assessorati Cultura, Partecipazione, Politiche sociali del Comune di Como. Per l’accesso alla sala sarà richiesta Certificazione verde COVID-19.
La partecipazione avviene attraverso prenotazione: [https://www.eventbrite.it/e/biglietti-dante-tavole-per-la-commedia-con-giuliano-collina-e-gerardo-monizza-192402620417].

Tremezzina. Il Sacro Monte del Soccorso, di Gerardo Monizza, NodoLibri

Tremezzina. Il Sacro Monte del Soccorso
di Gerardo Monizza
NodoLibri
Il viaggio a piedi fino al Santuario della Madonna del Soccorso di Ossuccio, in comune di Tremezzina, è un’avventura stimolante. Si scoprono antiche storie tratte dai Vangeli, partendo dalla prima Cappella (l’Annunciazione dell’Angelo a Maria) fino alla salita al Santuario. Ogni personale esperienza sarà ricca di suggestioni e di piacere estetico.

Sabrina SIGON intervista Gerardo MONIZZA, a Radio Ciao Como, sul libro: CARLO FERRARIO, un comasco irregolare, a cura di Fabio Cani e Gerardo Monizza, NodoLibri edizioni, 2020

VEDI ANCHE

https://coatesa.com/2020/11/06/carlo-ferrario-un-comasco-irregolare-a-cura-di-gerardo-monizza-e-fabio-cani-nodolibri-editore-2020-la-video-presentazione-del-nuovo-libro/

Davide Fent , recensione del libro : Carlo Ferrario, un comasco irregolare, a cura di Fabio Cani e Gerardo Monizza, NodoLibri edizioni, in La Provincia di Como, 9 nov 2020

Como: Via Vittorio Emanuele II – in NodoLibri inVideo, 29 mag 2020

via (12) NodoLibri inVideo – Via Vittorio Emanuele II – YouTube

GL’INFINITI. SEMPRE CARO MI FU, variazioni su un tema di LEOPARDI, a cura di Gerardo Monizza, Nodo Libri, 2019

Dieci anni (1935-1945) di Cavalleri e Cosmacini letto da Gerardo Monizza – NodoLibri – YouTube

via (614) Dieci anni (1935-1945) di Cavalleri e Cosmacini letto da Gerardo Monizza – NodoLibri – – YouTube

Storia. Il Medeghino sul Lario – NodoLibri inVideo

vai a  (338) NodoLibri inVideo – Storia. Il Medeghino sul Lario – YouTube

Como e il viaggio dei Re Magi – di Gerardo Monizza – NodoLibri – Storia, mito e leggenda

via (173) Como e il viaggio dei Re Magi – di Gerardo Monizza – NodoLibri – Storia, mito e leggenda – YouTube

Un ramo del Lago – Gerardo Monizza racconta Favole di lago e di monti – NodoLibri – Un ramo del lago – YouTube

in  (157) Un ramo del Lago – Gerardo Monizza racconta Favole di lago e di monti – NodoLibri – Un ramo del lago – YouTube

CANI FABIO, MONIZZA GERARDO, iCOMOGRAFIE. 365 storie per immagini da Como, Lario e Brianza, NodoLibri, 2018, p. 400

icomografie513icomografie514icomografie515icomografie516icomografie517icomografie518icomografie519

iCOMOgrafie
365 storie per immagini da Como, Lario e Brianza

Scritto da Fabio Cani e Gerardo Monizza 

> 400 pagine a colori

> 375 immagini (tra fotografie, cartoline, stampe d’epoca, riproduzioni di dipinti, immagini di cronaca…)

> formato 15 x 24 cm

> elegante confezione (rilegatura “filo refe” e sovraccoperta)

> 25 euro (anziché 29) per chi acquista presso la nostra sede di Como (via Borsieri 16)

365 immagini: bastano? Sono sufficienti per “illustrare” e per scrivere la storia di un territorio, delle persone che lo vivono, di quelle che vi lavorano, che lo hanno amato, magari combattuto? Bastano per dire quante cose brutte e belle sono capitate nei secoli? No, certo. Tuttavia, ad ogni immagine di questo libro corrisponde una sollecitazione e questa narrazione ci riporta (attraverso la mediazione delle figure) al passato e al presente.

Non è detto che ci sia storia nelle intenzioni originali di chi produce un’immagine. Il risultato è segno o colore o luce su una lastra o pixel in un “jpg”: pura chimica, fisica o forma digitale. Tutto diventa storia solo nella lettura consapevole. Non c’è ormai nessuno che si intestardisca a negare il valore documentario delle immagini. Certo: bisogna applicarsi a “leggerle”, come si fa con le parole, senza limitarsi a guardarle con la coda dell’occhio. Alcune foto sono in primo luogo arte, ma quindi anche comunicazione e storia (quantomeno del soggetto, dello stile, del realizzatore). Anche pitture, cinema, televisione possono servire a ricostruire un ambiente, un orizzonte, un contesto culturale. In maniera “leggera”, a volte. Ma questo non ci pare un difetto.

Si sono scelte 365 immagini perché così vuole l’anno: persone, ricordi, situazioni, tradizioni, fantasie, progetti, luoghi, percorsi, lavori, prodotti… migliaia di occasioni di vita sono riassunte nelle poche righe di ciascuna scheda di questo libro. Ovviamente è stata necessaria una sintesi. Tuttavia, ogni immagine può essere utile ai lettori, affinché si possano riprendere quel che appartiene loro, ma che – magari – hanno dimenticato da qualche parte o addirittura perduto.

iCOMOgrafie, repertorio di storie ricavate dalle immagini, segue idealmente XXCO. L’architettura del XX secolo in provincia di Como pubblicato in due tomi (2017 e 2018). Entrambe le edizioni nascono dal collegamento tra web, editoria digitale e tradizionale, portando storie, notizie e immagini da internet alla carta, passando dai sistemi di lettura informatici più contemporanei.

365 tessere della loro memoria personale e collettiva.
Duemila anni di storia della città e del territorio.

La BOTTEGA NUOVA, di testa e di mano, Un piccolo saggio di GERARDO MONIZZA pubblicato in occasione della Festa del Legno di Cantù, NodoLibri edizioni – collana Calepini, Como 2016

Caro Gerardo

ieri ho letto il tuo libretto che mi è davvero piaciuto moltissimo.

E’ scritto bene (e questo è nel tuo stile) ma è anche un interessante saggio di sociologia economica.

Hai selezionato alcuni passaggi cruciali (l’idea, lo spazio, l’identità, il progetto, la materia,  gli strumenti, il mercato) facendo capire cosa era il lavoro artigianale di bottega. Quello che gli “apprendisti” imparavano per imitazione.

Il mondo delle merci è sempre quello (domanda e offerta) ma la qualità del lavoro manuale applicata direttamente agli oggetti un po’ si è perduta. Di certo il mondo umano  è molto più capace di accedere ai variegatissimi cataloghi che elencano prodotti che ci servono.

Ma non c’è più quella sequenza di luoghi e gesti che era la “bottega”, con il bancone, l’artigiano con il grembiale, ed il laboratorio del retrobottega.

Però tu concludi con una visione ottimista (“pessimismo della ragione e ottimismo della volontà” come diceva Gramsci, citando Romain Rolland):

I giovani disertano i controlli, le occasioni di riflessione, i progetti teorici. Però FANNO e si lanciano in mille nuove esperienze … sono giovani artigiani vivaci che nessuno riuscirà a bloccare e che stanno cercando un senso nuovo a un mestiere antico.

Insomma: c’è sempre futuro anche a partire  da un presente problematico

Paolo Ferrario

in treno, da ritorno da Milano, il 22 ottobre 2016

La Bottega nuova
Un piccolo saggio di Gerardo Monizza pubblicato in occasione della Festa del Legno di Cantù

€ 5,00Le riflessioni contenute nel piccolo libro La Bottega nuova sono dedicate ai giovani che devono affrontare – oggi – importanti scelte nella vita. Sono considerazioni offerte a coloro che stanno valutando una tra le strade che percorreranno nel futuro e si basano sull’esperienza di quelli che hanno già lungamente camminato per quei percorsi.… Entrare nel mondo artigiano, nella bottega nuova e tecnologicamente avanzata, non è dunque difficile, ma restarvi con la dovuta competenza richiede attenzione e anche umiltà. La sfida non è al mercato, ma ai retaggi di una cultura conservatrice che impedisce di vedere oltre i limiti del proprio territorio e che crea malessere e incertezza. La bottega nuova non si deve aprire solo sulla vecchia strada, sul cortile, sul paese, ma deve spalancarsi al mondo utilizzando tutti gli strumenti che l’artigiano possiede; la capacità della mano ma soprattutto la sua vivace intelligenza.  … http://www.jsc15.it/lavoro/imprese/2052-mestieri-monizza-la-bottega-nuova

Sorgente: Newsletter NodoLibri 11/10

Gerardo Monizza ricorda ALFREDO VANOTTI

vai a:

Como. Alfredo Vanotti: improvvisa scomparsa.

MEMORIA DUOMO (NodoLibri, 1993) Video suite in dodici parti, scritta da Fabio Cani e Gerardo Monizza (realizzazione e regia Paolo Lipari)

 

Immagine News Nodo

MEMORIA DUOMO (NodoLibri, 1993)
Video suite in dodici parti, scritta da Fabio Cani e Gerardo Monizza (realizzazione e regia Paolo Lipari)

Nella storia della città di Como, il Duomo appare quale centro fisico e simbolico: somma della storia religiosa, della vita civile, delle passioni e dell’arte comacina. Un capolavoro che si può guardare con occhi sempre nuovi.
Questo video, che avvicina immagini e musica, esplora la Cattedrale comasca, presentandone prospettive sconosciute e cogliendone le atmosfere più suggestive.

Philppe DAVERIO. QUEL CHE NON (SI) SA DI EXPO di Gerardo Monizza, 11 febbraio 2015

Immagine DAVERIO. QUEL CHE NON (SI) SA DI EXPO
di Gerardo Monizza

RISPOSTA ALLE CRITICHE DI PHILIPPE DAVERIO VERSO IL TERRITORIO COMASCO: “NON SAPETE PROMUOVERVI!”
 
La critica è sempre costruttiva anche quando è inutile. Non è un paradosso bensì una constatazione che deriva dalla lettura di alcune dichiarazioni di Philippe Daverio. L’illustre critico non risparmia nulla;  neanche le parole.
Sostiene infatti che il territorio comasco stia avviandosi  all’Expo in modo disordinato, senza preparazione,  privo di progettualità. Dichiarazione non solo imprecisa, ma anche falsa, dunque maligna, sicuramente poco fruttuosa.
L’illustre Critico evidentemente non s’è informato. E s’è lasciato sfuggire un minuto di silenzio: per riflettere ovviamente e per magari cercar di ricordare la complessità di un territorio “baciato dalla bellezza e favorito dall’arte” (parole Sue). Non bellezza tutta grande o immensa, ma certo interessante (parole nostre).
Il Critico coglie nel barile del catalogo artistico comense solo due momenti: il fin troppo celebrato Razionalismo e il consueto – per Lui  – sant’Abbondio. Dell’uno ignorando l’impegno di MAARC (Museo Virtuale Astrattismo Architettura Razionalista Como), di Archivio Cattaneo, dell’Ordine degli Architetti e dell’altro andando a dire cose davvero stravaganti (come quella dei due campanili uno del vescovo e uno delle monache… ed era un monastero maschile).
Cosa non sa l’Ineffabile Critico: che il territorio >>>

ottimo, gerardo. ci sono quelli che lavorano (esiste anche il LAVORO CULTURALE) e quelli che criticano. c’è qualcosa che non funziona nella critica dei “critici”: forse  il LAVORO CULTURALE

6 gennaio 2015, alle ore 16, presso l’Hotel Borgo Antico di Como (via Borgovico 47), Associazione Amici dei Musei, Università Popolare e NodoLibri invitano all’incontro “Incantati dalla Stella. Viaggio immaginario e storico dei Re Magi dall’Oriente all’Europa”

Immagine News Nodo6 GENNAIO: ”Incantati dalla Stella” all’Hotel Borgo Antico
Il giorno dell’Epifania presentazione di ”Como e il viaggio dei Re Magi”

Martedì 6 gennaio 2015, alle ore 16, presso l’Hotel Borgo Antico di Como (via Borgovico 47),
Associazione Amici dei Musei, Università Popolare e NodoLibri invitano all’incontro
Incantati dalla Stella. Viaggio immaginario e storico dei Re Magi dall’Oriente all’Europa“,
presentazione del libro Como e il viaggio dei Re Magi (edito da NodoLibri), con gli interventi di Gerardo Monizza (“Re Magi. Andata e ritorno”) e Fabio Cani (“Re Magi. A Milano e Como?”).
In San Fedele a Como vi sono quattro affreschi seicenteschi: Sposalizio della Vergine, Natività, Adorazione dei pastori. Nell’Adorazione dei Magi la scena è occupata dai Magi e dal loro seguito. Maria, Giuseppe e il bambino stanno in una casa in costruzione. Dietro c’è un ragazzo che spinge il braccio verso un buco, nella parete di fondo. Perché il ragazzo sta compiendo quel gesto? Intorno a queste immagini si ricostruisce il lungo viaggio dei Re Magi, dall’Oriente a Betlemme, ma anche (forse) a Milano, Como e Colonia. Un’occasione per indagare antichi racconti e miti.
 
Ringraziamo per la gentile ospitalità l’Hotel Borgo Antico.
Info:
0313380150 e 345136761

Gerardo Monizza Nove giorni alla Notte Tradizioni natalizie e verbi irregolari , NodoLibri

Nove giorni alla Notte
Gerardo Monizza
Nove giorni alla Notte
Tradizioni natalizie e verbi irregolari 

Il Natale è una sanguisuga: asciuga le economie e le energie di intere famiglie. Pero è bello. Quasi necessario. Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo.

In duemila anni s’è molto trasformato e, da evento pastorale, è arrivato al supermercato; dal buio della notte (santa?) all’esagerazione dell’illuminotecnica; dalla povertà (o meglio: dall’essenzialità) allo spreco.

Come tutti i riti di passaggio (le lancette del tempo girano inesorabili, ma ripassano sul quadrante) anche il Natale è una festa che coinvolge tutta una comunità che attende non si sa bene cosa…

Questo è il senso di Nove giorni alla Notte: nove storie più una (o nove pensieri, come più vi piace) che raccontano perché bisogna Illuminare, poi Spegnere, che siam nati per Sprecare, ma che dobbiamoAttendere, che ci tocca Regalare, che non possiamo non Augurare, che qualcuno deve Cucinare e altri Preparare, che bisogna Riunire e infine – purtroppo – Smontare.

Nove storie più una da leggere senza fretta, da aprire con curiosità, come un calendario dell’Avvento, ma che dura di meno. Nove immagini più una, declinate all’infinito, per riflettere sulla festività più amata e detestata dell’anno.

Un libro che dura solo dieci giorni

NodoLibri.

Appunti Video su: Gli AFFRESCHI DI SANT’ABBONDIO a Como: – Cronaca illustrata del dramma (Gerardo Monizza); – Storia della basilica e degli affreschi (Fabio Cani), dal sito della Nodolibri

Immagine News Nodo”Gli affreschi di Sant’Abbondio a Como”
Resoconto filmato

Resoconto video, a cura del professor Paolo Ferrario, del pomeriggio di giovedì 11 dicembre presso l’Università dell’Insubria e la Basilica di Sant’Abbondio (via Regina):

– Cronaca illustrata del dramma (Gerardo Monizza);

– Storia della basilica e degli affreschi (Fabio Cani).

GLI AFFRESCHI DI SANT’ABBONDIO: Gerardo Monizza: cronaca illustrata del dramma; Fabio Cani: storia della basilica e degli affreschi, Università dell’Insubria e Basilica di Sant’Abbondio, Como, 11 dicembre 2014

GLI AFFRESCHI DI SANT’ABBONDIO

Università dell’Insubria e Basilica di Sant’Abbondio, via Regina, ore 17.30

https://i0.wp.com/lightstorage.laprovinciadicomo.it/media/2011/09/271968_4413986__AND3436_15378293_medium.jpg

Gli Amici dei Musei organizzano, in collaborazione con la basilica di Sant’Abbondio, l’Università dell’Insubria e l’Università popolare di Como, un appuntamento dedicato agli affreschi di Sant’Abbondio a Como: Cronaca per immagini. Gli affreschi di Sant’Abbondio a ComoGerardo Monizza: cronaca illustrata del dramma; Fabio Cani: storia della basilica e degli affreschi.

Gli affreschi del presbiterio, nella Basilica di Sant’Abbondio, costituiscono uno dei cicli pittorici più integri del primo Trecento in Lombardia: furono realizzati da un artista anonimo. Il programma iconografico inizia nell’arco trionfale affrescato con la rappresentazione dell’Annunciazione e figure di santi, nel sottarco. La volta della prima campata (recentemente restaurata) reca tracce di un cielo stellato e di quattro troni con i Dottori della Chiesa. Nell’arco che precede il catino absidale vi è un Cristo benedicente affiancato da due Arcangeli e, racchiusi in otto tondi, figure di Patriarchi, Profeti e altri santi. Il catino absidale presenta una raffigurazione della Deesis (Cristo benedicente tra la Madonna e Giovanni Battista) con ai lati San Pietro e San Paolo. Nell’abside, divisa in cinque parti verticali, sono affrescati venti episodi della vita di Gesù (Natività di Gesù, Predicazione, Passione). Nella fascia inferiore vi sono figure di Apostoli. L’insieme si connota per un linguaggio che unisce il ritmo del racconto con l’attenzione ai dettagli degli abbigliamenti offrendo uno spaccato della vita e dei costumi del tempo. Numerose immagini sulle lesene e sulle semicolonne, che separano gli episodi della vita di Gesù, rendono alquanto complessa l’interpretazione del programma decorativo. Ignoto è l’autore del ciclo di affreschi; è convenzionalmente chiamato “Maestro di Sant’Abbondio”. La critica colloca la realizzazione del ciclo tra il 1330 e il 1340 durante l’episcopato del vescovo francescano Leone Lambertenghi, committente dell’opera.

 

Andando là dalla Via Regina:

IMG_6594 IMG_6595

 

Verso il giorno di Natale con Fabio Cani, Gerardo Monizza Como e il viaggio dei Re Magi Storia, mito e leggenda , NodoLibri

Como e il viaggio dei Re Magi
Fabio CaniGerardo Monizza
Como e il viaggio dei Re Magi
Storia, mito e leggenda  

Nella basilica di San Fedele in Como sono conservati – tra altre bellezze – quattro affreschi seicenteschi raffiguranti lo Sposalizio della Vergine, la Natività, l’Adorazione dei pastori, l’Adorazione dei Magi.

Nel quarto dipinto la scena è occupata dai Magi, personaggi protagonisti, riccamente vestiti, e dal loro seguito. Maria, Giuseppe e il bambino stanno in una casa che sembrerebbe in costruzione. Dietro c’è un ragazzo che spinge il braccio sinistro verso un buco che sta nella parete di fondo. Perché quel ragazzo sta compiendo quel gesto? Chi è?

Intorno a queste domande si ricostruisce il lungo viaggio dei Re Magi, dall’Oriente a Betlemme, ma anche (forse) a Milano, Colonia e… Como, fino in San Fedele. Un’occasione per indagare antichi racconti, ma anche il processo attraverso cui questi diventano opere d’arte e, quindi, il contesto culturale in cui hanno avuto origine

vai alla scheda di

NodoLibri.

Libri di Gerardo Monizza – NodoLibri

vai a   Libri di Gerardo Monizza – libri NodoLibri.

Como e il viaggio dei Re Magi Storia, mito e leggenda, Newsletter NodoLibri

 

News Nodo

Como e il viaggio dei Re Magi
Storia, mito e leggenda

Nella basilica di San Fedele in Como sono conservati – tra altre bellezze – quattro affreschi seicenteschi raffiguranti lo Sposalizio della Vergine, la Natività, l’Adorazione dei pastori, l’Adorazione dei Magi.
Nel quarto dipinto la scena è occupata dai Magi, personaggi protagonisti, riccamente vestiti, e dal loro seguito. Maria, Giuseppe e il bambino stanno in una casa che sembrerebbe in costruzione. Dietro c’è un ragazzo che spinge il braccio sinistro verso un buco che sta nella parete di fondo. Perché quel ragazzo sta compiendo quel gesto? Chi è?
Intorno a queste domande si ricostruisce il lungo viaggio dei Re Magi, dall’Oriente a Betlemme, ma anche (forse) a Milano, Colonia e… Como, fino in San Fedele. Un’occasione per indagare antichi racconti, ma anche il processo attraverso cui questi diventano opere d’arte e, quindi, il contesto culturale in cui hanno avuto origine.
Nel libro è riportato anche il testo della cantata Il racconto dei pastori musicata da Federico Bonetti Amendola.
Indice
Premessa
Introduzione
Racconto e immagine (Gerardo Monizza)
Storia e arte (Fabio Cani)
Il racconto dei pastori (Gerardo Monizza)
Immagine

Gerardo Monizza Nove giorni alla Notte Tradizioni natalizie e verbi irregolari, NodoLibri

E-Libro Logo

Gerardo Monizza
Nove giorni alla Notte
Tradizioni natalizie e verbi irregolari 

Il Natale è una sanguisuga: asciuga le economie e le energie di intere famiglie. Pero è bello. Quasi necessario. Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo.

In duemila anni s’è molto trasformato e, da evento pastorale, è arrivato al supermercato; dal buio della notte (santa?) all’esagerazione dell’illuminotecnica; dalla povertà (o meglio: dall’essenzialità) allo spreco.

Come tutti i riti di passaggio (le lancette del tempo girano inesorabili, ma ripassano sul quadrante) anche il Natale è una festa che coinvolge tutta una comunità che attende non si sa bene cosa…

Questo è il senso di Nove giorni alla Notte: nove storie più una (o nove pensieri, come più vi piace) che raccontano perché bisogna Illuminare, poi Spegnere, che siam nati per Sprecare, ma che dobbiamoAttendere, che ci tocca Regalare, che non possiamo non Augurare, che qualcuno deve Cucinare e altri Preparare, che bisogna Riunire e infine – purtroppo – Smontare.

Nove storie più una da leggere senza fretta, da aprire con curiosità, come un calendario dell’Avvento, ma che dura di meno. Nove immagini più una, declinate all’infinito, per riflettere sulla festività più amata e detestata dell’anno.

Un libro che dura solo dieci giorni…

 

...

Como, 2012
Edizione: NodoLibri
Pp. 48, Illustrazioni: 10, F.to cm. 11×16,5
Confezione: E-libro
Codice Editore: 225
ISBN: 978-88-7185-225-6

Euro: 5.00

Disponibilità libro: Disponibile
Acquista
Richiedi Informazioni 

...
PDF

Per visualizzare sul monitor il libro desiderato (o scaricarlo gratuitamente sul proprio PC) è sufficiente cliccare sul titolo o sui relativi capitoli. Nel caso esistesse la necessità di concatenare i diversi files pdf in un unico file, è possibile farlo utilizzando questo programma del tutto gratuito (per il quale ringraziamo sentitamente l’autore).

Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte (pdf, 11.37 MB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 01_9 ILLUMINARE (pdf, 1.34 MB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 02_9 SPEGNERE (pdf, 1.04 MB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 03_9 SPRECARE (pdf, 772.85 kB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 04_9 ATTENDERE (pdf, 1.74 MB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 05_9 REGALARE (pdf, 268.75 kB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 06_9 AUGURARE (pdf, 1.74 MB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 07_9 CUCINARE (pdf, 1.16 MB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 08_9 PREPARARE (pdf, 266.43 kB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 09_9 RIUNIRE (pdf, 1006.75 kB)
Gerardo Monizza, Nove giorni alla Notte 10_9 SMONTARE (pdf, 719.65 kB)

...
LIBRI DI QUESTO AUTORE
InForme (Lux Bradanini, Giorgio De Giorgi, Gerardo Monizza)
Colpi di remo (Gerardo Monizza)
Di grano antico (Gerardo Monizza)
Madonna de la sanitate (Saveria Masa, Gerardo Monizza, Battista Rinaldi)
Como e la sua storia I (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia II (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia III (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia IV (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia (2a Ed) (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Grytzko Mascioni. Scrittori a confronto (Gerardo Monizza)
Guida di Teglio (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
InFormeArmoniche (Lux Bradanini, Carlotta Ferrari Valcepina, Gerardo Monizza, Paolo Valcepina)
Enrico Romanò (Gerardo Monizza)
Pace scaduta (Gerardo Monizza)
Doppia spirale (Diego Coletti, Gerardo Monizza)
Como e il viaggio dei Re Magi (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Nove giorni alla Notte (Gerardo Monizza)
In principio era il kaos (Gerardo Monizza)

...
PERCORSI COLLEGATI

...
VERSIONE STAMPABILE
SEGNALA ARTICOLO

...
Parole chiave: 
Natale Tradizioni Festività Novena Como natalizia

 

Nove giorni alla Notte

 

10 DICEMBRE 2013: Presentazione libraria ”Como si racconta. 41 storie dalla città”, Ibis edizioni

 

10 DICEMBRE: Presentazione libraria
”Como si racconta. 41 storie dalla città”

MARTEDÌ 10 DICEMBRE
ore 21 – Salone Musa dell’Istituto Carducci – viale Cavallotti – Como
PRESENTAZIONE DEL VOLUME
Como si racconta. 41 storie dalla città
Interverranno: Mario Lucini, Marco Guggiari, Tiziana Nava, Francesco Corbetta, Gerardo Monizza, Paolo Veronesi.
Gli autori del libroGiuseppe Battarino, Davide Bordogna, Franco Brenna, Graziano Brenna, Daniele Brunati, Giuliano Collina, Luigi Corbetta, Pierluigi Della Vigna, Abele Dell’Orto, Enrico Ferioli,Carlo Ferrario, Mauro Fogliaresi, Maurizio Galimberti, Vincenzo Guarracino, Giuseppe Guin, Gisella Introzzi, Gerardo Larghi, Giambattista Levi (don Titino), Enrico Levrini, Alberto Longatti, Ilaria Marelli, Bruna Masciadri Lai, Chiara Milani, Barbara Minghetti, Olivia Molteni Piro, Angelo Monti, Patrizia Mossi Tenti, Fabrizio Musa, Vittorio Nessi, Darko Pandakovic, Renato Papa, Roberta Peverelli, Pia Pullici De Nicolais, Lucia Ronchetti,Federico Roncoroni, Enzo Santambrogio, Andrea Silva, Donatella Simonetti, Clemente Tajana, Attilio Terragni, Francesco Verga.
Oltre 50 immagini, 272 pp., 18,00 euro
Dopo la presentazione ci sarà un brindisi
Info:
Ibis s.a.s. di Veronesi & C.
tel. 0382.320.21
Via Crispi 8, COMO
Immagine

 

intervista a GERARDO MONIZZA sulla FIERA DEL LIBRO, Como, settembre 2003

Gerardo Monizza, Colpi di remo. Storia, cultura e tradizioni di lago e di atleti, Nodo Libri

Gerardo Monizza, Colpi di remo. Storia, cultura e tradizioni di lago e di atleti[http://www.nodolibri.it/libro.php?lid=37]

Non una storia del canottaggio a Como, ma la narrazione dei pensieri, il ricordo della tradizione e delle fatiche quotidiane di uno sport che tanta parte ha avuto – e continua ad avere – nella storia di una città di lago. È il modo di trasmettere ai lettori «i semplici entusiasmi, le fatiche e le grandi emozioni che si possono vivere su una barca che sfida l’acqua, che s’infila nell’aria, che viaggia dentro la terra con la sola forza di uno spirito nervoso, giovane e consapevole».

Diviso in cinque parti (acqua, aria, terra, forza con l’aggiunta del suono legato in­­dissolubilmente al percorso dei canottieri sul lago), è dedicato a tutti coloro – soprattutto ai giovani – che intraprendono questo sport ma anche agli appassionati che lo seguono senza essere mai saliti su una barca.
Al volume è allegato un CD in cui Davide Van De Sfroos, affermato cantore delle storie e dei miti del Lario, interpreta un nuovo inno per il canotaggio (su testo del poeta Vito Trombetta) e reinventa due suoi successi, sempre dedicati al Lago di Como, “Breva e Tivan” e “El mustru”.

Il volume è edito per iniziativa della Società “Canottieri Lario” di Como, dell’Assessorato Cultura della Provincia di Como e dell’Istituto Comense per il Dialetto e le Tradizioni.

È disponibile anche nella versione di lingua inglese Oarstrokes.

Traduzione di Jon-Michael Stavenhagen.

In allegato il CD con testo (letto da Vito Trombetta) e brano Singul de punta di Davide Bernasconi Van De Sfroos.

NodoLibri, 2003

Gerardo Monizza, In principio era il kaos. Creazione Innovazione Conoscenza , NodoLibri 2013

In principio era il kaos

E-Libro Logo

Gerardo Monizza
In principio era il kaos
Creazione Innovazione Conoscenza “Il racconto è stato scritto seguendo la traccia dei primi tre capitoli della Bibbia (Genesi 1; 2; 3) molto liberamente interpretati e unendo diverse traduzioni. Il lettore attento si accorgerà che il finale – soprattutto – è molto differente dalla Vulgata e dunque mi assumo tutta la responsabilità d’aver mutato il presunto desiderio del Grande Architetto Giardiniere e la narrazione fattane – in modo non lineare – dagli Scrittori. Del resto, nei Testi si parla di “un indirizzo obbligato” mentre in questo racconto si narra di creatività, innovazione e conoscenza. Non poteva che finire così”

...

Como, 2013
Edizione: NodoLibri
Pp. 48, Illustrazioni: 9, F.to cm. 11×16
Confezione: E-libro
ISBN: 978-88-7185-231-7

Euro: 5.00

Disponibilità libro: Disponibile
Acquista
Richiedi Informazioni 

...
PDF

Per visualizzare sul monitor il libro desiderato (o scaricarlo gratuitamente sul proprio PC) è sufficiente cliccare sul titolo o sui relativi capitoli. Nel caso esistesse la necessità di concatenare i diversi files pdf in un unico file, è possibile farlo utilizzando questo programma del tutto gratuito (per il quale ringraziamo sentitamente l’autore).

In principio era il kaos (pdf, 1.14 MB)

...
LIBRI DI QUESTO AUTORE
InForme (Lux Bradanini, Giorgio De Giorgi, Gerardo Monizza)
Colpi di remo (Gerardo Monizza)
Di grano antico (Gerardo Monizza)
Madonna de la sanitate (Saveria Masa, Gerardo Monizza, Battista Rinaldi)
Como e la sua storia I (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia II (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia III (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia IV (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Como e la sua storia (2a Ed) (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Grytzko Mascioni. Scrittori a confronto (Gerardo Monizza)
Guida di Teglio (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
InFormeArmoniche (Lux Bradanini, Carlotta Ferrari Valcepina, Gerardo Monizza, Paolo Valcepina)
Enrico Romanò (Gerardo Monizza)
Pace scaduta (Gerardo Monizza)
Doppia spirale (Diego Coletti, Gerardo Monizza)
Como e il viaggio dei Re Magi (Fabio Cani, Gerardo Monizza)
Nove giorni alla Notte (Gerardo Monizza)
In principio era il kaos (Gerardo Monizza)

...
PERCORSI COLLEGATI

...
VERSIONE STAMPABILE
SEGNALA ARTICOLO

...
Parole chiave:
Creazione Innovazione Conoscenza

NodoLibri.

inaugurazione del CHILOMETRO DELLA CONOSCENZA, Como,16 giugno 2013

Il chilometro della conoscenza è – in primo luogo – un percorso in grado di connettere tre realtà (le tre ville Olmo, Grumello e Sucota, con quanto è in esse presente: spazi per mostre, Centro Volta, Sviluppo Como, scuola di cinema Dreamers, Fondazione Antonio Ratti, Museo Studio del Tessuto, School of Advanced Studies) che godono di un’indubbia posizione privilegiata nel contesto paesaggistico e urbano del primo bacino del Lario e che proprio per questo possono svolgere un ruolo di primo piano come “motore si sviluppo” culturale.

Riconnettere queste tre realtà tra di loro e alla città ha significato in primo luogo ricucire il parco di Villa Olmo che dagli anni Venti è stato diviso in due pezzi dall’inserimento del nuovo tracciato della strada per Cernobbio. Sopra la strada è stato posato il “ponte del chilometro” ideato nel 2010 dagli architetti Paolo Brambilla, Renato Conti, Corrado Tagliabue con l’ingegnere G. Michele Colombo; grazie ad esso si può oggi passare direttamente dal parco all’inglese di Villa Olmo allo spazio delle serre “viscontee” realizzate alla fine dell’Ottocento

vai a tutto l’articolo di fabio cani qui Passeggiare (un chilometro) per conoscere |

Immagine News NodoIl racconto del chilometro
A cura di Gerardo Monizza

Il Chilometro della conoscenza è un tratto della sponda occidentale del lago di Como – lungo un chilometro – che da Villa Olmo, attraversando con il Ponte del chilometro la strada per Cernobbio e passando per le Serre comunali e Villa del Grumello, arriva fino a Villa Sucota.
L’opuscoletto illustrato, di 32 pagine a colori, è scaricabile gratuitamente in formato elettronico, e verrà allegato in omaggio ai clienti NodoLibri che acquistino un volume del catalogo.
Per un resoconto fotografico dell’open day di ieri,
si rimanda all’articolo di Fabio Cani
su Ecoinformazioni:
https://ecoinformazioni.wordpress.com/2013/06/16/passeggiare-un-chilometro-per-conoscere/.

Gerardo Monizza, NOVE GIORNI ALLA NOTTE, Nodo Libri

News Nodo

Nove giorni alla Notte
Tradizioni natalizie e verbi irregolari – 1/9

Buio. Poi, improvvisamente nella notte scura
di un anno malinconico e quasi infelice, si accendono
le luci.
L’insieme baracconesco – di solito altalenante
tra il luna park e la festa del santo patrono
con punte di musical d’oratorio – s’adatta bene
all’epoca mal mescolata nella quale viviamo. Età
mischiata, ma non confusa; greve, ma non oppressiva.
Televisiva. ()

[Edizione in PDF disponibile anche in libreria]

 

 

Immagine

l libro Como e il viaggio dei Re Magi (NodoLibri, 25 €) è da oggi disponibile con il cd contenente la cantata per voce recitante e piccola orchestra “Il racconto dei pastori”, musicata da Federico Bonetti Amendola con testi di Gerardo Monizza ed eseguita dall’Orchestra Sinfonica del Lario diretta da Pierangelo Gelmini

 

Immagine

News Nodo

Il racconto dei pastori
Storia di un tempo sospeso

Nella basilica di San Fedele a Como sono conservati – tra altre bellezze – quattro affreschi seicenteschi raffiguranti lo Sposalizio della Vergine, la Natività, l’Adorazione dei pastori, l’Adorazione dei Magi. Nel quarto dipinto la scena è occupata dai Magi, personaggi protagonisti, riccamente vestiti, e dal loro seguito. Maria, Giuseppe e il bambino stanno in una casa che sembrerebbe in costruzione. Dietro c’è un ragazzo che spinge il braccio sinistro verso un buco che sta nella parete di fondo. Perché quel ragazzo sta compiendo quel gesto? Chi è?Intorno a queste domande si ricostruisce il lungo viaggio dei Re Magi, dall’Oriente a Betlemme, ma anche (forse) a Milano, Colonia e… Como, fino in San Fedele. Un’occasione per indagare antichi racconti, ma anche il processo attraverso cui questi diventano opere d’arte e, quindi, il contesto culturale in cui hanno avuto origine.

Il libro Como e il viaggio dei Re Magi (NodoLibri, 25 €) è da oggi disponibile con il cd contenente la cantata per voce recitante e piccola orchestra “Il racconto dei pastori”, musicata da Federico Bonetti Amendola con testi di Gerardo Monizza ed eseguita dall’Orchestra Sinfonica del Lario diretta da Pierangelo Gelmini.

Voce recitante: Gianfranco Scotti. Violini: Giacomo Bianchi, Andrea Bonavita, Lucia Lago, Mariateresa Lietti, Carol Bergamini. Viole: Federica Andreoli, Maria Bocelli. Violoncelli: Paola Colombo, Veronica Marelli. Contrabbasso: Matteo Pallavera. Oboe: Germano Cortesi. Flauto: Silvia Tuja

 

L’Adorazione dei Magi: Gerardo Monizza e Fabio Cani ci offriranno lo spunto per un viaggio “fin dentro il mito e la leggenda… oltre l’apparenza delle immagini, alla ricerca di una spiegazione. Che forse non c’è.” , sabato 17 dicembre alle ore 11.00 sul sagrato della chiesa di San Fedele, da CHIAVE DI VOLTA

CHIAVE DI VOLTA
associazione culturale
**************************
LUOGHI ARTE VITA

NEWSLETTER del 5 dicembre 2011

I NOSTRI AUGURI DI NATALE

L’Adorazione dei Magi è uno dei quattro affreschi seicenteschi dedicati alla Natività conservati nella Basilica di San Fedele in Como.
Nasconde un segreto.

Gerardo Monizza e Fabio Cani ci offriranno lo spunto per un viaggio “fin dentro il mito e la leggenda… oltre l’apparenza delle immagini, alla ricerca di una spiegazione. Che forse non c’è.”
Vi invitiamo ad una “pausa culturale” durante le spese natalizie
dell’ultimo sabato prima della Vigilia.
L’appuntamento è per

sabato 17 dicembre alle ore 11.00
sul sagrato della chiesa di San Fedele
con
 Gerardo Monizza e Fabio Cani

Vi saremo grati per una conferma della presenza a prenotazioni@chiavedivolta.org

**************************************************************************************
INFO
L’Associazione CHIAVE DI VOLTA sostiene l’ideale di bellezza del paesaggio e dell’arte dal passato al presente.
Promuove ricerche, studi, iniziative culturali e formative riferite alla natura e al paesaggio, al patrimonio storico
artistico ed architettonico, alle forme espressive dell’arte contemporanea. L’ambito di intervento e’ il territorio
comasco, lecchese e valtellinese, con particolare riferimento al Lario ed all’Insubria.
CHIAVE DI VOLTA e’ su internet all’indirizzo www.chiavedivolta.org e cura questa newsletter per comunicare e
promuovere tra gli interessati tutte le iniziative promosse.

Il racconto dei pastori, scritta da Gerardo Monizza, Con la voce recitante di Gianfranco Scotti e le musiche eseguite dall’Orchestra Sinfonica del Lario diretta da Pierangelo Gelmini. Sabato 3 dicembre – Cermenate, Newsletter NodoLibri 30/11

Immagine Il racconto dei pastori
Sabato 3 dicembre – Cermenate

Dopo l’appuntamento dello scorso 1 maggio con La leggenda della Vera Croce, un’altra azione musicale del compositore Federico Bonetti Amendola fa tappa sabato 3 dicembre alle 21.00 presso la chiesa dei Frati minori di Cermenate in via Montebello.

Questa volta l’incontro tra parola e musica scaturisce dalla “cantata per voce recitante e piccola orchestra” scritta da Gerardo Monizza e ispirata da quattro affreschi con scene della Natività esistenti presso la chiesa comasca di San Fedele. Il testo della cantata attinge al patrimonio letterario dei vangeli canonici, di quelli apocrifi e di testi antichi, compresi alcuni libri del Vecchio Testamento. Attraverso il racconto della nascita di Gesù affidato alla testimonianza di un pastore, prendono corpo reale i numerosi personaggi immaginari tramandati dalla tradizione.

Con la voce recitante di Gianfranco Scotti e le musiche eseguite dall’Orchestra Sinfonica del Lario diretta da Pierangelo Gelmini.

Il testo della cantata è riportato nel libro Como e il viaggio dei Re Magi, che a partire dagli affreschi di San Fedele cerca di ricostruire il lungo viaggio dei Re Magi per indagare il processo attraverso il quale gli antichi racconti diventano opere d’arte.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: