Guardie armate nelle stazioni, il progetto parte da Erba – da ilgiorno.it

… progetto che prevede l’utilizzo di guardie di una società privata a presidio delle ferrovie.  Sono stati l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilita’, Alessandro Sorte e il sottosegretario alla Presidenza con delega all’Attuazione del programma, ai Rapporti istituzionali nazionali e alle Relazioni internazionali, Alessandro Fermi, … Sorgente: Guardie armate nelle stazioni, il progetto parte da Erba – Cronaca – ilgiorno.it

Read More →

TRE COLPI ALLA ‘NDRANGHETA: incontri per conoscere la presenza delle mafie tra l’erbese e il triangolo lariano Sala consigliare, via Roma 23, Ponte Lambro, ore 21, ingresso libero

TRE COLPI ALLA ‘NDRANGHETA: incontri per conoscere la presenza delle mafie tra l’erbese e il triangolo lariano Sala consigliare, via Roma 23, Ponte Lambro, ore 21, ingresso liberoTRE COLPI ALLA ‘NDRANGHETA: incontri per conoscere la presenza delle mafie tra l’erbese e il triangolo lariano Sala consigliare, via Roma 23, Ponte Lambro, ore 21, ingresso libero La ‘ndrangheta in Lombardia e […]

Read More →

Entra in un appartamento, ma viene scoperto dai proprietari. Denunciato

… Dopo aver ottenuto una precisa descrizione, i poliziotti hanno iniziato le ricerche, rintracciando l’uomo – un 37enne rumeno – in via Bellinzona. Una volta perquisito, nello zaino hanno trovato oggetti che potevano essere utilizzati per forzare le serrature. … Entra in un appartamento, ma viene scoperto dai proprietari. Denunciato.

Read More →

Torno, la casa sull’albero era un abuso: definitiva la condanna per Marcello Dell’Utri – Como – Il Giorno

La casetta sull’albero nella Villa di Torno, sul lago di Como,appartenuta a Marcello Dell’Utri era sovradimensionata rispetto al piano iniziale, che aveva ricevuto l’ok preliminare dalla Sovrintendenza. Era dunque un abuso perché costruita senza autorizzazione. Lo ha stabilito la Cassazione, respingendo il ricorso dell’ex senatore e rendendo così definitiva la sua condanna a 8 mesi emessa dalla Corte d’Appello di Milano a gennaio 2014. da Torno, la casa sull’albero era un abuso: definitiva la condanna per Dell’Utri – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →

Como, tenta di entrare in tribunale con un coltello a serramanico – 9 maggio 2015

Ha tentato di entrare in Tribunale a Como con un coltello a serramanicoda dieci centimetri di lunghezza. L’uomo, 58 anni di Cantù, era stato chiamato per un processo, ma le guardie giurate all’ingresso si sono accorte che aveva con sé l’arma. da Como, tenta di entrare in tribunale con un coltello a serramanico – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →

l’etica pubblica del poliziotto trasferito perché minacciato da suoi anonimi colleghi: «Rifarei tutto» – Cronaca Como, 8 aprile 2015

Ispettore oggetto di minacce dopo aver indagato sui colleghi coinvolti nello scandalo sulla cancellazione delle multe «Grazie a coloro che condividono il lavoro svolto dalla Squadra di Polizia Giudiziaria della Polstrada di Como che ho avuto l’onore di comandare per diversi anni. Credo fermamente nella giustizia e nella Magistratura che mi ha assegnato questa indagine così delicata e non facile. Sarei pronto a rifare tutto e certamente non sono le minacce a fermare il nostro onesto lavoro. Un ringraziamento particolare va alla mia famiglia che mi sostiene da sempre e che ora deve pagare anche il prezzo del mio trasferimento». da Il poliziotto trasferito perché minacciato: «Rifarei tutto» – Cronaca Como.

Read More →

i carabinieri di Como hanno arrestato un rumeno ricercato in tutta Italia con l’accusa di aver ridotto in schiavitù dei ragazzi minorenni, costretti a chiedere le elemosine- Cronaca Como 10 marzo 2015

I carabinieri di Como hanno arrestato un rumeno ricercato in tutta Italia con l’accusa di aver ridotto in schiavitù dei ragazzi minorenni, costretti a chiedere le elemosine. L’uomo è stato arrestato ieri sera in piazza Cavour, nel corso di un servizio predisposto per il controllo dei mendicanti in città. da Racket delle elemosine Schiavista preso in centro – Cronaca Como.

Read More →

Violenza sessuale di gruppo su minore Cinque processi ancora non bastano – Cronaca Colico

Violenza sessuale di gruppo su minore Cinque processi ancora non bastano Ieri la Corte di Cassazione ha nuovamente annullato la sentenza di secondo grado Disposta la rinnovazione dell’Appello: era già accaduto una prima volta nel 2012 VAI ALLA NOTIZIA Violenza sessuale di gruppo su minore Cinque processi ancora non bastano – Cronaca Colico.

Read More →

Turate, sotto la minaccia del machete per una settimana – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia

Turate (Como), 28 febbraio 2015 – Per una settimana, ha dovuto tenerselo in casa, sotto la minaccia di un machete e, in un’occasione, forse anche di una pistola. Ma alla fine è andato dai carabinieri a denunciare l’ospitalità a cui lo aveva obbligato Hamdi Mtiri, tunisino ventunenne senza dimora fissa, gravitante nella zona tra Saronno e Turate, Turate, sotto la minaccia del machete per una settimana – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →

Sette feriti in via Napoleona a causa del pirata della Porsche nera – Cronaca Como

… L’auto che ha provocato l’incidente è stata identificata alcune ore dopo dalla polizia locale. Il conducente si è tradito entrando nella Ztl del centro storico (presidiata dalle telecamere). Si tratta di una Porsche nera, come riferito da diversi testimoni, di targa straniera, tedesca. …. Sette feriti in via Napoleona Trovato il pirata della Porsche nera – Cronaca Como.

Read More →

Gomme tagliate al vicesindaco E a Sorico torna la paura attentati – Cronaca Sorico

… Quattro gomme tagliate all’auto del vicesindaco, Mira Rossi, insegnante di scuola superiore. E il paese di Sorico, ancora una volta, si trova al centro della cronaca. Lasciando dubbi e perplessità su un clima evidentemente poco sereno. … Se si fa la conta delle azioni vandaliche mirate, gran parte della quali nei confronti degli amministratori locali, a Sorico appare del tutto comprensibile l’inquietudine che serpeggia. Negli anni scorsi era stata dapprima bruciata l’auto del sindaco allora in carica, Ivano Polledrotti, anche in quel caso parcheggiata sotto casa, poi addirittura l’officina meccanica del suo successore, Alessio Copes (che in seguito aveva rassegnato le dimissioni dalla carica. Con la nuova amministrazione non è affatto cambiata la musica: da Gomme tagliate al vicesindaco E a Sorico torna la paura attentati – Cronaca Sorico.

Read More →

Velo imposto a cinghiate alla figlia: condannato il padre marocchino – Como, 9 gennaio 2015

… condanna a tre mesi di carcere, con pena sospesa, per aver imposto alla figlia come vestirsi, chi frequentare, quando e perché uscire di casa. Condotte che la Procura di Como aveva configurato come “abuso dei mezzi di correzione o disciplina”, che ha portato ieri il giudice monocratico di Como, a stabilire l’effettiva responsabilità dell’uomo – un marocchino di 48 anni residente nella Bassa Comasca – nei confronti dell’unica figlia. Una ragazzina che all’epoca dei fatti, nel 2010, aveva quattordici anni, cresciuta in Italia, ma a cui era impedito di avere amicizie al di fuori della cerchia familiare, composta dai due genitori e da due fratelli maschi. Il padre, per impedirle di vestirsi come voleva, anche in casa dove le era imposto il velo, era arrivato più volte a picchiarla, anche con l’uso di una cinghia. … da Velo imposto a cinghiate alla figlia: condannato il padre – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →

«Volevano fare una rapina al Capolinea» Presi dai carabinieri, rumeni a processo – Cronaca Cantù

È iniziato ieri mattina, in Tribunale a Como, il processo a carico di due cittadini rumeni accusati di tentata rapina ai danni dei proprietari della pizzeria “Al Capolinea”. Un colpo pianificato nella primavera del 2007 e sventato grazie all’intervento dei militari, che hanno finto un controllo casuale degli aspiranti rapinatori, così da far fallire l’assalto. Era il 19 maggio 2007 da «Volevano fare una rapina al Capolinea» Presi dai carabinieri, rumeni a processo – Cronaca Cantù.

Read More →

Insicurezza. Como, contromano sul Girone. Tre ventenni di nazionalità pachistana sono stati denunciati

Tre ventenni di nazionalità pachistana sono stati denunciati perché privi di permesso i soggiorno, il conducente è stato denunciato anche per guida senza patente. Sua l’iniziativa di fuggire contromano lungo il girone e di percorrere a tutta velocità viale Varese Como, contromano sul Girone Tre denunciati dopo la fuga – Cronaca Como.

Read More →

la STRAGE DI ERBA: inchiesta di Roberta Petrelluzzi a Rai3 Un giorno in pretura, 27 dicembre 2014 e 3 gennaio 2015

  Scrivevo nel 2007 (http://paolodel1948.com/2007/01/11/la-strage-di-erba/) I fatti Omicidio plurimo premeditato: è il reato contestato ai coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi per la strage di Erba. Gli inquirenti ritengono che la famiglia di Raffaella Castagna sarebbe stata spiata nei giorni precedenti al quadruplice omicidio. Ad uccidere il piccolo Youssef sarebbe stata Rosa Bazzi, la prima a confessare. Le armi usate,un […]

Read More →

Nuovi tentativi di furti in casa sono stati segnalati tra venerdì e sabato a Trecallo La polizia ferma 5 stranieri di nazionalità rumena – Cronaca Como, 22 dicembre 2014

… Nuovi tentativi di furti in casa sono stati segnalati tra venerdì e sabato a Trecallo, un altro dei quartieri periferici dove la guardia resta alta. La polizia ha fermato cinque giovani, tutti di nazionalità rumena, sequestrando loro un coltello utilizzato per forzare finestre e porte finestre nella zona …. DA Como, porte finestre forzate La polizia ferma 5 stranieri – Cronaca Como.

Read More →

Patteggia il legaiolo ex candidato sindaco di Mariano Comense: 40mila euro, soldi che Pozzi avrebbe sottratto durante gli anni in cui è stato il tutore della donna, 19 dicembre 2014

il legaiolo che rubava: Secondo il giudice merita una pena (sospesa) di un anno e dieci mesi di reclusione quella che il numero uno del Carroccio Matteo Salvini aveva liquidato come una «denigrazione mediatica». L’ex candidato a primo cittadino per la Lega a Mariano Comense, Cesare Pozzi (difeso dall’avvocato Ferruccio Felice) ieri mattina ha patteggiato in udienza preliminare l’accusa di peculato mossa a suo carico dalla Procura. Patteggiamento sul quale il pubblico ministero Massimo Astori – titolare dell’inchiesta – ha dato il parere favorevole, ma a due condizioni: la restituzione dei soldi di cui l’ex assessore era accusato di essersi appropriato e l’affidamento in prova ai servizi sociali, per certi versi quasi una beffa per chi ha ricoperto la carica di assessore proprio ai servizi sociali. La vicenda riguarda il destino di 40mila euro, soldi che Pozzi avrebbe sottratto durante gli anni in cui è stato il tutore della donna da Mariano, via i soldi dell’anziana Patteggia l’ex candidato sindaco – Cronaca italia.

Read More →

Fino Mornasco, Luca Cairoli si dimette dopo le intercettazioni – da Cronaca Fino Mornasco

Luca Cairoli non è più un membro del consiglio comunale di Fino Mornasco, all’interno del quale ricopriva la carica di presidente. …………… In un colloquio Luca Cairoli discorre di come procacciare voti all’ex consigliere del Pirellone Gianluca Rinaldin, durante le elezioni regionali del 2010, insieme a Luciano Nocera, in carcere con un’accusa di omicidio premeditato. tutto l’articolo qui: Fino, Cairoli si dimette dopo le intercettazioni – Cronaca Fino Mornasco Chi è Gianluca Rinaldin Tangenti, gup di Milano rinvia a giudizio consigliere … www1.adnkronos.com/…/Lombardia/Tangenti-gup-di-Milano-rinvia-a-g… Milano, 16 apr. (Adnkronos) – Gianluca Rinaldin, consigliere regionale lombardo del Pdl e’ stato rinviato a giudizio con le accuse di corruzione, truffa aggravata, … Corruzione, procura Milano chiede sei anni per consigliere … http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/06/04/&#8230;lombardia–rinaldin/251836/ 04 giu 2012 – La regione Lombardia non si è costituita parte civile … di reclusione per il consigliere regionale lombardo del Pdl Gianluca Rinaldin, votato alle … Truffa, consigliere Rinaldin condannato a due anni e mezzo … http://www.ilgiorno.it › Milano Milano, 8 ottobre 2012 – Il Consigliere regionale della Lombardia, Gianluca Rinaldin, del Pdl, è stato condannato dal Tribunale di Milano a 2 anni e mezzo di … Lago di Como (Gravedona ed Uniti) – Gianluca Rinaldin … ► 8:47► 8:47 http://www.youtube.com/watch?v=AztJJE_4Sg8 24 set 2012 – Caricato da Visit Como Lake Lago di Como (Gravedona ed Uniti) – Gianluca Rinaldin(Consigliere Regionale Lombardia). <a href … Lombardia, consigliere regionale Rinaldin condannato a 2 … notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/12/10/08/rinaldin-condannato.html 08 ott 2012 – Il consigliere regionale lombardo del Pdl Gianluca Rinaldin è stato condannato a due anni e mezzo di reclusione nell’ambito di un … «Rinaldin colpevole» Due anni e nove mesi Verso i […]

Read More →

Mafia, il prefetto chiede lo scioglimento della giunta di Fino Mornasco, 14 dicembre 2014

 Dopo Sedriano potrebbe toccare a Fino Mornasco la sorte di essere il secondo Comune della Lombardia sciolto per mafia. A chiederlo sarebbe stato il prefetto di Como, Bruno Corda da Mafia, il prefetto chiede lo scioglimento della giunta di Fino Mornasco – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →

Rapinatore solitario terrorizza i market tra Rebbio e Prestino – Cronaca Como

Quattro rapine in una decina di giorni, le ultime tre messe a segno una dietro l’altra, tra martedì e venerdì in altrettanti supermercati. Nei quartieri di Breccia e Prestino si aggira un rapinatore solitario che sta mietendo colpi su colpi. … aveva il volto coperto da un passamontagna e che parlava italiano con uno spiccato accento dell’Est Europa, da Rapinatore solitario terrorizza i market tra Rebbio e Prestino – Cronaca Como.

Read More →

Cantù: marocchino ubriaco e con coltello bacia la dottoressa. Arrestato per violenza sessuale – Cronaca Cantù

Arrestato per violenza sessuale dopo aver baciato sulla guancia la dottoressa della guardia medica. In realtà l’uomo – 34 anni, di nazionalità marocchina – era anche armato di coltello e, oltretutto, ubriaco fradicio. Non proprio un gesto innocente, insomma. Si era presentato all’ambulatorio sostenendo di avere un malore. In realtà erano solo le conseguenze dei fumi dell’alcool. La dottoressa ha cercato di farlo uscire dallo studio ma, per tutta risposta, nelle mani dell’uomo è comparso un coltello. Alle insistenze del medico, il marocchino ha addirittura cercato un approccio sessuale, respinto senza conseguenze. Anzi, la dottoressa è riuscita a far scattare il pulsante d’allarme. Prima di darsi alla fuga, l’uomo è comunque riuscito a baciare sulla guancia la donna.  Cantù: bacia la dottoressa Arrestato per violenza sessuale – Cronaca Cantù. Ubriaco va dalla guardia medica, minaccia con coltello dottoressa di turno e poi la bacia: marocchino nei guai[Continua]

Read More →

Como (nel profondo nord dei LEGAIOLI): Gli imprenditori locali che chiedevano alla ’ndrangheta – Cronaca Cermenate

«A noi non ci mancano né i modi, né cuore, né maniere». Potrebbe essere lo slogan pubblicitario di un’agenzia di recupero crediti e, forse, lo è. Un’agenzia chiamata ’ndrangheta, alla quale imprenditori e artigiani comaschi si rivolgono quando un debitore non paga, ma anche quando, vittime di minacce o furti, preferiscono rivolgersi all’amico malavitoso piuttosto che ai carabinieri. Due di questi imprenditori, uno con con domicilio a Solbiate, l’altro di Olgiate Comasco, sono finiti agli arresti domiciliari per i loro rapporti con i presunti boss delle locali di Fino Mornasco e Cermenate. Altri non sono neppure indagati, pur protagonisti di un capitolo non secondario degli atti dell’antimafia relativi all’operazione Insubria, che ha portato all’arresto di 40 persone accusate a vario titolo associazione a delinquere di stampo mafioso, detenzione di armi, estorsione. «Figure di imprenditori che entrano in rapporti con la ’ndrangheta» è il capitoletto nel quale il pm della Dda, Paolo Storari, elenca gli episodi scoperti in due anni di inchiesta in cui gli insospettabili si rivolgono a persone di cui conoscono i trascorsi malavitosi. da Gli imprenditori locali che chiedevano alla ’ndrangheta – Cronaca Cermenate.

Read More →