Cucciago, rifugiato accusato di sequestro di persona – Como – Il Giorno

Ha minacciato e trattenuto l’assistente sociale che si stava occupando di lui, pretendendo al consegna dei soldi corrisposti dalla Prefettura ai migranti. L’uomo, un nigeriano di 20 anni, arrivato in Italia a giugno dello scorso anno con la missione «Mare Nostrum» Sorgente: Cucciago, rifugiato accusato di sequestro di persona – Como – Il Giorno notizia riportata anche in: http://www.espansionetv.it/2016/02/19/cucciago-sequestra-lassistente-sociale-a-scopo-di-estorsione-arrestato/

Read More →

Entra in un appartamento, ma viene scoperto dai proprietari. Denunciato

… Dopo aver ottenuto una precisa descrizione, i poliziotti hanno iniziato le ricerche, rintracciando l’uomo – un 37enne rumeno – in via Bellinzona. Una volta perquisito, nello zaino hanno trovato oggetti che potevano essere utilizzati per forzare le serrature. … Entra in un appartamento, ma viene scoperto dai proprietari. Denunciato.

Read More →

Isis: blitz antiterrorismo, coinvolto anche un giovane di Como, 25 marzo 2015

Isis: blitz antiterrorismo, coinvolto anche un giovane comasco   http://www.ciaocomo.it/isis-blitz-antiterrorismo-coinvolto-anche-un-giovane-c… 8 ore fa – Anche un giovane italo-tunisino, residente in provincia di Como, tra le persone coinvolte in un blitz antiterrorismo contro l’Isis Isis, reclutavano terroristi: tre arresti in Italia e Albania. Su Fb: “Uccidi i pagani, il Jihad ti aspetta” Commenti La polizia ha arrestato tre persone nel torinese e in Albania. Indagine condotta dalla Digos di Brescia, cinque perquisizioni. Indagini scattate dalle informazioni trovate sul profilo Facebook di un foreign fighter partito da Vobarno e andato in Siria dopo un arresto nel 2013. Sobillato anche un giovanissimo di Como Un giovane italo-tunisino residente in provincia di Como, ’agganciato’ da alcuni degli uomini arrestati dalla Polizia nell’operazione coordinata dalla Procura di Brescia contro una cellula di estremisti islamici, è stato sottoposto al regime di sorveglianza speciale di Polizia, introdotto dal nuovo decreto antiterrorismo, e gli sono stati sospesi i documenti per l’espatrio. DA http://www.laprovinciadicomo.it/stories/Cronaca/lisis-arruola-anche-a-comocontatto-un-ragazzo-italo-tunisino_1112086_11/?src=newsletter&when=f00&now=201503261203&click=summary Corriere di Como Giovane comasco pronto a combattere per l’Isis. Sorvegliato speciale tra la Brianza e Como Corriere di Como I terroristi islamici cercano seguaci sul Lario. Un giovane comasco, un 19enne che frequenta una scuola superiore del capoluogo, è stato sottoposto … «Frà, ti volevo dire che per me l’hur (cioè il paradiso dei martiri, ndr) è tutto… Tu sei l’unico di cui mi posso fidare per questa cosa… Inshallah dopo settembre». È uno dei passaggi contenuti nelle carte dell’indagine che nei giorni scorsi aveva portato all’identificazione e all’arresto di due reclutatori dell’Isis, […]

Read More →

i carabinieri di Como hanno arrestato un rumeno ricercato in tutta Italia con l’accusa di aver ridotto in schiavitù dei ragazzi minorenni, costretti a chiedere le elemosine- Cronaca Como 10 marzo 2015

I carabinieri di Como hanno arrestato un rumeno ricercato in tutta Italia con l’accusa di aver ridotto in schiavitù dei ragazzi minorenni, costretti a chiedere le elemosine. L’uomo è stato arrestato ieri sera in piazza Cavour, nel corso di un servizio predisposto per il controllo dei mendicanti in città. da Racket delle elemosine Schiavista preso in centro – Cronaca Como.

Read More →

Turate, sotto la minaccia del machete per una settimana – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia

Turate (Como), 28 febbraio 2015 – Per una settimana, ha dovuto tenerselo in casa, sotto la minaccia di un machete e, in un’occasione, forse anche di una pistola. Ma alla fine è andato dai carabinieri a denunciare l’ospitalità a cui lo aveva obbligato Hamdi Mtiri, tunisino ventunenne senza dimora fissa, gravitante nella zona tra Saronno e Turate, Turate, sotto la minaccia del machete per una settimana – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →

Velo imposto a cinghiate alla figlia: condannato il padre marocchino – Como, 9 gennaio 2015

… condanna a tre mesi di carcere, con pena sospesa, per aver imposto alla figlia come vestirsi, chi frequentare, quando e perché uscire di casa. Condotte che la Procura di Como aveva configurato come “abuso dei mezzi di correzione o disciplina”, che ha portato ieri il giudice monocratico di Como, a stabilire l’effettiva responsabilità dell’uomo – un marocchino di 48 anni residente nella Bassa Comasca – nei confronti dell’unica figlia. Una ragazzina che all’epoca dei fatti, nel 2010, aveva quattordici anni, cresciuta in Italia, ma a cui era impedito di avere amicizie al di fuori della cerchia familiare, composta dai due genitori e da due fratelli maschi. Il padre, per impedirle di vestirsi come voleva, anche in casa dove le era imposto il velo, era arrivato più volte a picchiarla, anche con l’uso di una cinghia. … da Velo imposto a cinghiate alla figlia: condannato il padre – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

Read More →