l’ORTO NEI VASI, al 21 giugno 2017

POMODORI NEL LARGO DEL CILIEGIO

DSCN6156 (FILEminimizer)DSCN6157 (FILEminimizer)DSCN6158 (FILEminimizer)

ZUCCHINE NEL LARGO DEL CILIEGIO

DSCN6159 (FILEminimizer)DSCN6160 (FILEminimizer)DSCN6161 (FILEminimizer)DSCN6162 (FILEminimizer)

DSCN6163 (FILEminimizer)

ZUCCHE NEL LARGO  DEL CILIEGIO

DSCN6164 (FILEminimizer)DSCN6165 (FILEminimizer)

FAGIOLINI E ZUCCA NEL CORRIDOIO DEGLI ALBERI DA FRUTTO

DSCN6166 (FILEminimizer)DSCN6167 (FILEminimizer)

ZUCCHINE DI ALBENGA SUL CORRIDOIO DEL CACO

DSCN6168 (FILEminimizer)DSCN6169 (FILEminimizer)

POMODORO SUL  CORRIDOIO DEL CACO

DSCN6170 (FILEminimizer)

POMODORI SUL CORRIDOIO DEL CACO

DSCN6171 (FILEminimizer)

MIRTILLI SUL CORRIDOIO DEL CACO

DSCN6172 (FILEminimizer)DSCN6173 (FILEminimizer)DSCN6174 (FILEminimizer)

FAGIOLINI SUL CORRIDOIO DEL CACO

DSCN6175 (FILEminimizer)DSCN6176 (FILEminimizer)DSCN6177 (FILEminimizer)DSCN6178 (FILEminimizer)

PEPERONI SULL’ULTIMO PIANO

DSCN6179 (FILEminimizer)DSCN6180 (FILEminimizer)DSCN6181 (FILEminimizer)

ZUCCHINE LAGENARIE SULL’ULTIMO PIANO

DSCN6182 (FILEminimizer)DSCN6183 (FILEminimizer)DSCN6184 (FILEminimizer)DSCN6185 (FILEminimizer)

INSALATE NEL LARGO DELL’ORTO ZEN

DSCN6186 (FILEminimizer)DSCN6187 (FILEminimizer)

FRAGOLE NEL LARGO DELL’ORTO ZEN

DSCN6188 (FILEminimizer)DSCN6189 (FILEminimizer)DSCN6190 (FILEminimizer)

PATATE NEL LARGO DELL’ORTO ZEN

DSCN6191 (FILEminimizer)DSCN6192 (FILEminimizer)DSCN6193 (FILEminimizer)DSCN6194 (FILEminimizer)DSCN6195 (FILEminimizer)DSCN6196 (FILEminimizer)DSCN6197 (FILEminimizer)DSCN6198 (FILEminimizer)

 

Trachelospermum jasminoides (falso gelsomino)

BalconeFiorito

L’angolo del balcone mi sembrava spoglio e siccome ci gira molto vento (sono al quarto piano), ho cercato la pianta più resistente possibile per decorare questo spazio. Ho preso a Genova un vaso angolare in resina alto 60 cm, ideale per questa rampicante che richiede vasi profondi. Naturalmente ho scoperto, facendo ricerche, che questa pianta (che tutti chiamano gelsomino) è in realtà un rincospermo, che oltretutto rispetto al gelsomino è un sempreverde. Di seguito vi scrivo i consigli per le cure. Buona giornata, Francesco Diliddo

Il suo nome volgare è rincospermo e spesso viene scambiato col gelsomino. Si tratta di un arbusto rampicante che appartiene alla famiglia delle Apocynaceae, originario dell’estremo Oriente. Può essere coltivato sia in vaso su balconi e terrazzi, sia in piena terra nel giardino, addossato ad un graticcio. È noto comunemente come “falso gelsomino”: le due piante presentano caratteristiche molto diverse e non appartengono neppure alla…

View original post 453 altre parole

Gianfranco. Il ricordo di un vero”militante”, amico di una vita politica

Tracce e Sentieri

Ci sono persone indimenticabili.
L’ho conosciuto nel 1973. Alla federazione del Pci, impegnato nella commissione fabbriche.
Poi nei comitati federali negli anni ’70 e ’80.
Poi nella sua militanza associativa: sindacato e volontariato.
Poi, ancora, come animatore della Biblioteca di Nesso dove ha promosso una eccezionale collana di libri di storia.locale.
Ricordo infinite occasioni di incontro con lui.
In lui ho conosciuto il vero “militante”.
Mi mancheranno le costruttive “parlate” (“parlare”, non “chiacchierare”)
Molto affetto per Albertina e un ricordo indelebile di Gianfranco Garganigo.
Ed è il “ricordare” che rende eterna una vita:
19225197_1246896142103279_3871007169029568624_n

View original post

Congela le erbe aromatiche

Il benessere secondo Sara

Per poter utilizzare le nostre amate erbe aromatiche durante il periodo invernale, per insaporire le nostre ricette, dobbiamo conservare la loro freschezza, congelandole. Vediamo insieme i vari metodi:

Congelarle in singole foglie
Raccogli le foglie più belle al mattino, lavatele, asciugale, distribuiscile bene su un vassoio e coprile con della pellicola trasparenti e mettetile nel congelatore. Quando si sono congelate, toglile dal freezer e mettile in un contenitore ermetico (sarà così più facile usarle quando serviranno) e rimettile nel congelatore fino a quando ti seviranno.

Congelare nei cubetti di ghiaccio
Raccogli le foglie più belle al mattino, lavatele, asciugale, raggruppale in mucchietti formati da 2-3 foglie tagliuzzate o da un cucchiaio di foglie tritate e mettile nei comparti della vaschetta del ghiaccio. Riempi i cubetti a metà con acqua e mettili nel freezer. Quando sono congelati, togli dal congelatore, riempi la restante metà con acqua e rimettili nel freezer. In…

View original post 32 altre parole

“DELIRI DI…VERSI”, 9°, RASSEGNA DI TEATRO POETICO “NIVUL e SOGN”, dal 18 GIUGNO A OTTOBRE

a5 ESATTA deliri di versi

DOMENICA 18 GIUGNO ‘17 ore 21 Istituto Giosuè Carducci, V. Cavallotti CO   FAME DI SOGNO 

Un adattamento basato sul rapporto tra uomo e natura, sugli istinti e sull’irreale che c’è in ognuno di noi. Allievi adulti e allievi ragazzi uniti sul palco. Produzione Orizzonti inclinati. Testo regia di Miriana Ronchetti                          

SABATO 24 GIUGNO ’17 ore 21 Teatro di S. Orsola v.le Lecco – Como      MANIE MANIE MANIE

Il nostro interprete, Bob, rappresenta la vittoria della spontaneità e dell’immediatezza, su quando invece è artificioso e scontato. Quella “maschera” assunta nei ruoli sociali ne viene a tal punto stravolta che il protagonista finisce addirittura per conquistare ed affascinare la famiglia dello stesso psichiatra che lo ha in cura, imponendo i suoi tempi e ritmi di vita.  Interpreti: gli allievi del corso avanzato di teatro. Produzione Orizzonti inclinati. Testo regia di Miriana Ronchetti                          

SABATO 1 LUGLIO ’17 ore 20,30Centro Civico di Via Grandi, Como   LA MATERIA OSCURA

“Con un piede già su Marte” Presentazione del libro fantascientifico della scrittrice Olga Karasso. In questo nuovo affascinante racconto di Olga Karasso, dai contenuti così seri e profondi ma nel contempo così sottilmente ironico e attuale, il protagonista è un giovane ignoto scrittore di fantascienza che, per sbarcare il lunario, si trova a intervistare un famoso fisico nucleare, geniale nel suo campo ma in aperto contrasto con il mondo accademico e dal carattere molto scostante, che lo tratta con sufficienza sciorinandogli una serie di teorie e opinioni stravaganti sulle recenti clamorose scoperte sul mondo subatomico e sulla Materia Oscura. Sarebbe infatti un enorme peccato se questo bellissimo minuscolo pianeta mutasse i connotati per colpa della brulicante poco saggia creazione che si trova appiccicata addosso… Con il suo noto stile fluido e raffinato, ne La Materia Oscura l’autrice gioca con le sue personali allusioni sul senso dell’esistenza umana e sull’idea di Dio, sull’etica e sul sentimento di onnipotenza di molti uomini di scienza che stanno preparando il futuro dell’Umanità. Finale sorprendente. Con Olga Karasso e Miriana Ronchetti                      

 

SABATO 22 LUGLIO ’17 ore 10,30     Farmacia Piazzale Camerlata, 3- Como                          POETRY THERAPY                           

Incontro con letture e suoni – Aperitivo a base di fresche tisane.                                                 Voce recitante: Miriana Ronchetti- Suoni e musiche di Matteo Gazzolo  

La terapeuticità della poesia (Poetry Therapy) è una realtà consolidata in America già fin dalla metà del secolo scorso. Conosciamo il valore profondo della parola poetica per il suo equilibrio estetico, la capacità di suggerire fantastiche visioni che riconducono al personale mondo. In poesia regna un linguaggio illogico, non razionale ma metaforico e simbolico, lo stesso linguaggio della fantasia, lo stesso linguaggio dei sogni che contengono simboli densi di significati che vivono nel subconscio.             

SABATO 16 SETTEMBRE ’17  ore 20,30                 ELOGIO DELLA FOLLIA   Istituto Giosuè Carducci, Viale Cavallotti – Como

Improvvisazioni teatrali tratte da opere di filosofi e registi che hanno trattato il tema della follia, interpretate da Miriana Ronchetti- Al pianoforte il Maestro Teodoro Curcio con improvvisazioni musicali. La pazzia costruisce città, imperi, istituzioni ecclesiastiche, religioni, assemblee consultive e legislative: l’intera vita umana è solo un gioco; il “semplice gioco” della Follia. (Erasmo da Rotterdam, con l’Elogio della Follia, guarda e invita a guardare alla demenza del mondo con occhi nuovi: nella consapevolezza che la realtà è quella che è e, in fondo, si cono sempre delle ”ragioni” in quello che gli uomini fanno – come non tarderà a sottolineare il Machiavelli – per cui vale forse la pena di dar credito alla ”follia”.

SETTEMBRE da VEN. 22 a DOM. 24                   Ist. Giosuè Carducci, V. Cavallotti

STAGE “TEATRO e FOLLIA con Matteo Gazzolo–”La pazzia, signore, se ne va a passeggio per il mondo come il sole, e non c’è luogo in cui non risplenda.”  William Shakespeare . Contributo di partecipazione. Occorre prenotare

SABATO 7 OTTOBRE ’17 ore 20.30 Centro civico di Albate, Cascina Massee  UN CUORE ALL’INDICE

Il poeta Mauro Fogliaresie il fotografo Gin Angripresenteranno il loro libro. Nel libro il poeta e il fotografo non si incontrano su un tema, non raccontano la stessa storia, non usano lo stesso linguaggio, ma misteriosamente si muovono nello stesso paesaggio di emozioni, il territorio dell’inquietudine del vivere e della solidarietà verso le vite “storte” della moltitudine degli esclusi.Accompagnamento musicale di Paolo Fan.

LUNEDI 9 OTTOBRE ’17 ore 20,30 Agriturismo Shakei Monte Rosa 1 Grandate, CO “IL MIO PRIMO LAVORO DI PSICOLOGA”

Il Centro Studi Panta Rei presenta il libro di Maria Cristina Foglia Manzillo.Questo scritto parla del suo primo incarico da psicologa. Risale a molti anni fa, aveva conseguito la laurea da poco e si era ritrovata per caso nel progetto messo a punto dai Servizi Sociali di un Comune per il recupero di un quartiere disagiato e ai margini della società. 

OTTOBRE CINEMA                                                  Giovedì da definire con Arci                                     LA PAZZA GIOIA                             

Cinema Gloria Xanadù Via Varesina, Como Ne La pazza gioia di Virzì si parla di salute mentale: è nella relazione terapeutica tra le due protagoniste il vero ingrediente indispensabile per la cura. Con “La pazza gioia” il cinema di Virzì si libera – almeno in parte – dalla tirannia del senso e insegue un racconto che corre a briglia sciolta sul crinale della follia. Protagoniste sono due ospiti di “Villa Biondi”, Beatrice e Donatella, recluse tra le mura di una casa di recupero per donne affette da disturbi mentali.

 

Ideazione e direzione artistica-organizzazione: Miriana Ronchetti

Idee Scenografiche di Miriana Ronchetti

Audio- luci: Marco Duvia- Sergio Seregni- Pietro Introzzi- Davide Donghi

Siti web: Ilaria Leone – Grafica: Laura Catelli

Partner:

Comune di Como- Cultura                         http://www.comune.como.it/it/

Associazione Giosuè Carducci                   http://www.associazionecarducci.it/

Arci Como                                                   http://www.arcicomo.it/

Associazione Oltre il Giardino onlus         http://www.oltreilgiardinoonlus.it

Centro Studi Panta Rei                             www.pantarei2000.it                                    

Farmacia di Camerlata                             http://www.farmacia.como.it/

qui la locandina in formato pdf:

DELIRI DIVERSI NUOVO

Si fa presto a dire insalata…

Creando Idee

Asparagi, erbe spontanee, piselli, pomodori, zucchine, insalate, indivie, finocchi, carote, cipolle…in queste settimana c’è una presenza piuttosto variegata e abbondante di prodotti di stagione di buona qualità, spesso anche locali. Ma oltre a questi “grandi classici” possiamo curiosare tra le pieghe della biodiversità stagionale alla ricerca di qualche sapore più ricercato e meno banale. Bruscandoli, s-ciopeti, rosoline, tarassaco, barbe … le erbette e i germogli di primavera fanno bella mostra della loro freschezza sui banchi dei fruttivendoli e, per chi le sa vedere, anche in campagna. Molte di esse spuntano infatti spontaneamente  in quegli angoli di verde dove la Natura può ancora manifestarsi liberamente senza l’intervento domatore dell’uomo: come le siepi lungo i fossi, nei giardini,dove si possono trovare i bruscandoli; i prati lasciati a erba, dove si raccolgono tarassaco e s-ciopeti; i campi incolti in attesa di essere lavorati, dove crescono rigogliose le rosoline. Altre…

View original post 57 altre parole