COATESA: frazione del Comune di Nesso

Il nome “Ponte della Civera”

Nel libro Nesso, i nomi dei luoghi di Fabio Cani, Nodo Libri si trova una ipotetica traccia delle origini della denominazione Ponte della Civera:

potrebbe forse essere messo in relazione alla ciodera che sorgeva nelle vicinanze, sulla sponda di Cuatesa

Dunque l’origine del nome è incerta.

Segnalo qui una  interpretazione  della poetessa comasca e lariana Luciana Bianchi Cavalleri (che ringrazio per l’intuizione):

La “CIVERA” è una sorta di gerla di vimini intrecciati, utilizzata in passato (talvolta, ancora adesso in alcuni borghi!) per il trasporto sulla schiena di pesi di vario tipo, dal raccolto, alla legna…al letame.

Perchè poi il ponte di Nesso si chiami proprio così, posso provare ad immaginarlo… …  Forse, al ponte vi era una sorta di dazio, da pagare per le merci trasportate al lago, e quindi proprio in quel punto, presumo ci si togliesse la gerla dalle spalle, per procedere al peso ed al relativo pagamento … chissà….

luciana bianchi cavalleri – www.comoinpoesia.com http://www.larioinpoesia.blogspot.com/

Se poi qualcuno fra i 5 passanti su Coatesa su Lario avesse altre informazioni più precise vorrei tanto che lasciasse qui sotto un suo pensiero

Grazie

4 risposte »

  1. Ci spero anch’io, Paolo… grazie per la fiducia dimostrata nelle mie pseudocapacità storico-interpretative… del tutto fantasiosamente coniate, giacchè non avevo trovato traccia alcuna in merito…
    L’importante è pervenire al raggiungimento dello scopo: soddisfare la nostra curiosità nel merito…sempre più dedicata ai lariani luoghi amati!
    Chissà, se qualche lettore potrà esserci d’aiuto?
    Un saluto…dal lungolago comasco, verso il ponte!
    ; ))
    luciana bianchi cavalleri

  2. non vorrei risultare pedante o troppo invadente…
    però, ripensandoci, ora mi è venuta in mente un’altra ipotesi…
    e parto allora con la mia “seconda opzione inventiva”:
    e se le CIVERE in questione fossero state utilizzate per trasportare a/dal lago… i panni del bucato?!? (Ti risulta per caso che nei pressi ci fosse un lavatoio… o magari le classiche “lavandere” lariane che inzuppavano e sciacquavano i loro panni direttamente alle rive del lago?)

    luciana

  3. lungo la via coatesa ci sono state nel corso del primo novecento due cartiere, una filanda e vicino al ponte un frantoio
    lavanderie non mi risulta
    ma controllerò sui libri di fabio cani
    non preoccuparti: nessuno sa dirmi da dove derivi il nome
    nè gli abitanti, nè i ricercatori
    dunque tutte le ipotesi sono valide
    nessuno sa neppure quando e da chi sia stato costruito quel ponte di pietra
    tutto sfuma nel mistero e in quella presenza così bella e di valore per il Luogo
    proverò a verificare le tue ipotesi sui libri che ho qui
    sto infati scrivenda a coatesa , a due passi dal ponte
    ciao
    paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.