Il Centro Studi per l’Arte Moderna e Contemporanea GamManzoni di Milano, dal 20 ottobre 2017 al 25 febbraio 2018 apre la stagione autunnale con una grande rassegna dedicata ai Macchiaioli

22 ottobre 2017, di Patrizia Maglioni

Il Centro Studi per l’Arte Moderna e Contemporanea GamManzoni di Milano, dal 20 ottobre 2017 al 25 febbraio 2018 apre la stagione autunnale con una grande rassegna dedicata ai Macchiaioli

Sorgente: Il Giornale dei Comuni

Le Pievi del Triangolo Lariano. Snodi di fede e di comunità. Incontro con l’architetto Alberto Novati, autore con Francesco Sala di “Tra i due rami del lago di Como. Paesaggi del Romanico Lombardo”. Venerdì 10 novembre ore 21.00 nella sede di Via de Benzi 17 a Torno

 

Venerdì 10 novembre ore 21.00 nella sede di Via de Benzi 17 a Torno:

Le Pievi del Triangolo Lariano. Snodi di fede e di comunità.

Incontro con l’architetto Alberto Novati, autore con Francesco Sala di “Tra i due rami del lago di Como. Paesaggi del Romanico Lombardo”

nel quale illustra e analizza le caratteristiche e la storia di questo particolare stile che a Torno ha un esempio nella chiesa di San Giovanni, e il fenomeno, non solo architettonico ma anche sociale ed economico, delle Pievi.

Luoghi e complessi di edifici che nel corso del Medio Evo, anche nel Triangolo Lariano, costituirono punti di riferimento non solo religioso, ma anche amministrativo dai quali è nata l’organizzazione del paesaggio del quale possiamo, ancora oggi riconoscere, i segni.

Alberto Novati, architetto, docente di Composizione Architettonica  al Politecnico di Milano ed esperto in tutela paesaggistica-ambientale. Ha pubblicato il primo dei suoi numerosi libri “Como. Gli anni del razionalismo” nel 1992. Vive e lavora a Cantù dov’è nato.

2017-10-23_1612192017-10-23_161240

 

Il centro storico di Como: Dai Romani all’Altomedioevo: la storia raccontata dalla mura, di Elena Gerolimetto; La lunga linea difensiva esterna da Castel al nuovo Baradello, di Mimosa Ravaglia. Serie di articoli pubblicati in Como terza età mensile della università della terza età “Alessandro Volta”, novembre e dicembre 2014, gennaio, febbraio, aprile, maggio 2015. Fonte: utevolta.com

2017-10-22_1841182017-10-22_1841482017-10-22_1842472017-10-22_1843022017-10-22_1844472017-10-22_1845082017-10-22_1845252017-10-22_1845402017-10-22_1847112017-10-22_1847232017-10-22_1847392017-10-22_184816

2017-10-22_1852512017-10-22_185304

2017-10-22_1902242017-10-22_190238

2017-10-22_1907562017-10-22_190809

2017-10-22_1910352017-10-22_191049

2017-10-22_191522

 

Gabriele Missaglia, Il Diario: un destino già scritto (romanzo di esordio)

Il Diario: Un destino già scritto

13 lug. 2017


Copertina flessibile

Disponibilità immediata
vai ad Amazon:
missaglia1237

un ricordo di GIANFRANCO GARGANIGO (-2017), alla presentazione del libro NESSO E DINTORNI di Ettore Maria Peron, Davide Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Itinelario editore. 26 Febbraio 2016

vedi i video e l’indice del libro:

https://coatesa.com/2016/02/27/video-della-presentazione-di-ettore-maria-peron-davide-dellacqua-patrizia-azimonti-nesso-e-dintorni-26-febbbraio-2016/

Frasi sui gatti di Helen Brown

SaettadicePensieriaquattrozampe

Gattopensatore

È il gatto che sceglie il suo padrone, non il contrario.

C’è un solo nome adatto per un gatto: Sua Maestà.

A differenza degli esseri umani, i gatti sono abituati alle perdite improvvise.

Un gatto non va dove è invitato. Appare dove c’è bisogno di lui.

Un gatto si trova sempre al posto giusto nel momento giusto.

Un gattino sa che la gioia è più importante dell’autocommiserazione.

Un gatto addomestica le persone solo quando sono pronte.

Un gatto ama con tutto il cuore, ma non tanto appassionatamente da non tenerne un po’ anche per sé.

Una gatta è una sacerdotessa in pelliccia.

I gatti sono disposti ad accettare il fatto che le persone apprendono lentamente.

Sebbene sia una creatura solitaria, un gatto è capace di gesti di grande gentilezza.

A differenza di molti esseri umani, i gatti preferiscono l’avventura.

La carezza di una zampa funziona meglio di un’aspirina.

Un gatto…

View original post 320 altre parole

Como Lake Jazz Club | BigBand al secondo set, nel nuovo spazio live della Scuola di Musica NOTAsuNOTA di Como, via Giulini, 14, lunedì 16 ottobre 2017 alle ore 21

Seconda prova aperta per la BigBand, orchestra comasca di solida preparazione che vuole essere un fiore all’occhiello per il COMOlake JazzClub.

Questo secondo appuntamento sarà ospitato nel nuovo spazio live della Scuola di Musica NOTAsuNOTA di Como, via Giulini, 14,  lunedì 16 ottobre alle ore 21.

L’ingresso è libero per chi, in qualità di auditore, vuole silenziosamente partecipare a questo progetto, che conta una ventina di musicisti, con arrangiamenti originali curati da Valentina Mazzoleni e la direzione artistica di Gianni Dolci e Roberto Quadroni

Sorgente: Como Lake Jazz Club | BigBand al secondo set

“Come farfalle…quando la vita diventa un volo” di Miriana Ronchetti, 21 ottobre 2017

Alle 21 di sabato 21 ottobre 2017, Teatroarte Orizzonti Inclinati al Teatro nuovo di Rebbio (via A. Lissi, 9, Como) lo spettacolo di Miriana Ronchetti Come farfalle… quando la vita diventa un volo

Locandina Come Farfalle Como DEF.jpg

 

Brochure.jpg

Alle 21 di sabato 21 ottobre, Teatroarte Orizzonti Inclinati al Teatro nuovo di Rebbio (via A. Lissi, 9) lo spettacolo di Miriana Ronchetti Come farfalle… quando la vita diventa un volo. Di seguito il comunicato stampa:

Come farfalle …quando la vita diventa un volo (60′)
Teatro Nuovo di Rebbio, sabato 21 ottobre, ore 21

Storia teatrale di Miriana Ronchetti che racconta le vicissitudini di una figlia alle prese con la cura quotidiana alla madre affetta da demenza. L’evento è finalizzato a sensibilizzare la cittadinanza sulle tematiche relative alla demenza senile e la malattia di Alzheimer, organizzato da Progetto Sociale onlus Cantù in collaborazione con Associazione Asylum Camerlata.

Il costo del biglietto è 10 euro.
Per informazioni : tel. Progetto Sociale  031 715310  oppure  teatroarte: cell 329.3817686

Qui un video di presentazione dello spettacolo.

La storia
Una donna, a un certo punto della sua esistenza, inizia a tralasciare tutte le sue abitudini, il…

View original post 811 altre parole

IL TESSUTO COME ARTE: ANTONIO RATTI IMPRENDITORE E MECENATE, a cura di Lorenzo Benedetti, Annie Ratti e Maddalena Terragni Palazzo Te, Mantova 01.10.2017-07.01.2018

Image

IL TESSUTO COME ARTE: ANTONIO RATTI

IMPRENDITORE E MECENATE

a cura di Lorenzo Benedetti, Annie Ratti e Maddalena Terragni

 

Palazzo Te, Mantova
01.10.2017-07.01.2018

 

Palazzo Te a Mantova, dal 1 ottobre 2017 al 7 gennaio 2018, ospita la mostra “Il tessuto come arte: Antonio Ratti imprenditore e mecenate”. L’esposizione è prodotta e realizzata dal Comune di Mantova, dal Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te, dal Museo Civico di Palazzo Te e dalla Fondazione Antonio Ratti.

 

La vita di Antonio Ratti è un intreccio tra impresa e arte, creatività e promozione culturale, pubblico e privato. Il suo pensiero nasce dall’idea che la cultura, la conoscenza e l’arte siano strumenti fondamentali per interpretare il proprio tempo.
Sperimentazione e innovazione sono le caratteristiche che distinguono l’operare di Antonio Ratti, raccontate trasversalmente in un percorso che prevede un dialogo con le sale monumentali per poi svilupparsi negli spazi espositivi delle Fruttiere. La mostra intende restituire il ritratto di un personaggio raffinato ed elegante, poliedrico ed eclettico, che, investendo nella formazione delle risorse umane e nella valorizzazione del tessuto come arte, ha saputo dare risalto alla qualità dei prodotti tessili.

Grazie al contributo dell’architetto Philippe Rahm, l’esposizione racconta il tessuto nelle sue varie forme: dalla ricca collezione di reperti antichi della Fondazione Antonio Ratti ai grandi archivi dell’azienda Ratti; sarà possibile fare un’esperienza tattile delle diverse stoffe messe a disposizione del visitatore su una pedana centrale che attraversa lo spazio delle Fruttiere, restituendo un’idea sinestetica del tessuto.

 

L’arte contemporanea è presente con opere di artisti coinvolti nelle numerose attività della FAR, tra questi alcuni artisti invitati a condurre e a partecipare alle ventitrè edizioni del workshop

CSAV-Artists Research Laboratory, tra cui: John Armleder, Julia Brown, Jimmie Durham, Mario Garcia Torres, Melanie Gilligan, Renée Green, Joan Jonas, Giulio Paolini, Diego Perrone, Yvonne Rainer e Gerhard Richter.  Negli spazi esterni di Palazzo Te sono presenti importanti installazioni di Yona Friedman, Hans Haacke, Richard Nonas, Matt Mullican e Liliana Moro.

Image
Image

Il tessuto come arte: Antonio Ratti imprenditore e mecenate
Palazzo Te, Mantova
01.10.2017-07.01.2018

 

ORARI
lunedì 13.00 – 19.30
da martedì a domenica
9.00 – 19.30
(ultimo ingresso 18.30)

A partire da domenica
29 ottobre 2017:
lunedì 13.00 – 18.30
da martedì a domenica
9.00 – 18.30
(ultimo ingresso 17.30)

 

BIGLIETTERIA
T +39 0376 323266

INFO

centropalazzote.it

Prevendita (link)

La mostra è realizzata con il patrocinio di Regione Lombardia, con il contributo di Ratti S.p.A, della Fondazione Banca Agricola Mantovana e di Unindustria Como, sponsorizzata da Banca Monte dei Paschi di Siena e da La Serenissima, con il supporto degli Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani, e dello sponsor tecnico Apam.

Sorgente: “Il tessuto come arte: Antonio Ratti imprenditore mecenate” | 1.10.2017 – 7.1.2018 | Palazzo Te, Mantova