Como Città Dei Balocchi 2018

CHEWBECCA WITH IDRO&LITINA JONES

como_citta_dei_balocchi.jpg

Dal 24 novembre al 6 gennaio 2019 a Como si terrà la XXV edizione di Como Città dei Balocchi, con eventi come Como Magic Light Festival che nel 2017 ha visto migliaia di visitatori, la mostra di presepi, il mercatino di Natale, il Concerto in Duomo, l’arrivo di BabboNatale e della Befana e la festa di Capodanno sul lago.

Ormai da 25 anni il Natale a Como è la Città dei Balocchi, una festa per la città e per il territorio, organizzata da Consorzio Como Turistica che vede l’associazione Amici di Como main sponsor, per bambini e famiglie che possono trascorrere momenti di svago e gioco grazie a un’ampia proposta d’iniziative per accontentare i gusti e le attese di un gran numero di partecipanti, come il Mercatino di Natale dei prodotti artigianali ed enogastronomici tipici e le numerose attività ludiche in programma per i bambini.

Da fine novembre fino ai…

View original post 199 altre parole

“Foliage. Vagabondare in autunno”- Duccio Demetrio

Amante di Libri- Recensioni

Titolo: Foliage. Vagabondare in autunno
Autore: Duccio Demetrio 
Pagine: 260
Anno: 2018
Editore: Raffaello Cortina 

IMG_20181026_094001.jpgHo iniziato questo libro con qualche perplessità, forse perché l’autunno è una stagione che mi mette particolarmente malinconia o forse perchè in maniera pregiudizievole non comprendevo cosa potesse donare un libro su questa stagione. Non potevo che sbagliarmi. Foliage è un libro che non parla solo dell’autunno, parla di filosofia, di vita e di scoperta. Un libro che non pensavo potesse lasciarmi così tante belle sensazioni.

Gli otto saggi contenuti nel libro di Demetrio si concentrano sul far scoprire/riscoprire l’autunno al lettore, il quale si troverà catapultato in un mondo apparentemente nuovo. Attraverso un linguaggio filosofico/metaforico, l’autore dona un’elogio dell’autunno arricchito da poesie e citazioni di autori conosciuti, il tutto servirà per arrivare all’intento finale del libro, ossia mostrare al lettore davvero l’AUTUNNO. L’autunno è uno stile di vita, è più di una stagione, è…

View original post 498 altre parole

Video della serata: MEMORIE DEI SOLDATI DI NESSO NELLA GRANDE GUERRA. Canti e voci dal fronte della guerra 1915-1918, con le immagini del fotografo LUIGI MARZOCCHI e il CORO ALPINO MONTE COLMENACCO. Nesso, 3 novembre 2018


vai alla documentazione della intera serata:

MEMORIE DEI SOLDATI DI NESSO NELLA GRANDE GUERRA. Canti e voci dal fronte della guerra 1915-1918, con le immagini del fotografo LUIGI MARZOCCHI e il CORO ALPINO MONTE COLMENACCO. Schede biografiche e documentazione storica a cura di CESARE SCOTTI, Nesso, 3 novembre 2018, ore 21, nel salone dell’oratorio. VIDEO e AUDIO della serata

Gerardo Monizza e Fabio Cani, incontro sul tema “La città che cambia”, con spunti dal territorio comasco e proposte di lettura, alla Osteria del Gallo (Como, via Vitani 16), 14 novembre, alle ore 17.30

Domani, 14 novembre, alle ore 17.30, presso l’Osteria del Gallo (Como, via Vitani 16), nell’ambito dei consueti incontri conviviali del mercoledì, Gerardo Monizza e Fabio Cani animeranno un incontro sul tema “La città che cambia”, con spunti dal territorio comasco e proposte di lettura ad ampio raggio. Siete tutti invitati.

VEDERE E SENTIRE, Festival A Due Voci : Cinema a due voci; Cafè Philo; Festival, 3-18 novembre 2018. Dal sito www.aduevoci.org

Programma

CINEMA A DUE VOCI
a cura di  Alberto Cano  in collaborazione con il Lake Como Film Festival

3 novembre 2018
BIBLIOTECA COMUNALE  – ore 17:00

Blue

di Derek Jarman – Inghilterra / 1993 / 70’
Blue è un film del 1993, l’ultimo diretto dal regista britannico Derek Jarman (1942-1994), e rappresenta il suo testamento filmico. Al momento di girarlo, il regista era divenuto cieco a causa delle complicazioni dovute all’Aids. Il film consiste in un unico fotogramma di colore blu (la tonalità di blu oltremare “International Klein Blue”, creata dall’artista francese Yves Klein) che fa da sfondo alla traccia sonora, composta da Simon Fisher Turner, comprendente Coil e altri artisti, ed alla voce di Jarman che parla della sua vita e della sua filosofia artistica.

10 novembre 2018
BIBLIOTECA COMUNALE –  ore 17:00

Blancanieves

di Pablo Berger – Spagna / 2012 / 104
Blancanieves è un film muto del 2012 diretto da Pablo Berger che ha reinventato la famosa favola dei fratelli Grimm in un contesto tipico alla españoladas, vale a dire a un modo e a un’idea “canonici” e “romantici” di rappresentare la Spagna (come un Paese di toreri, zingari, ballerine di flamenco, ecc.) che risale al XIV secolo. Ne risulta una fantasia dark che mescola humour grottesco e accenti epici e tragici.


CAFE’ PHILO
a cura di  Katia Trinca Colonel

OSTELLO BELLO
6, 8, 12, 14 novembre

ore 18:30 – Caffè filosofici che saranno imperniati su alcune tematiche scelte tra le tante proposte dai relatori del festival. La formula sarà quella ideata dal filosofo francese Marc Sautet, ideatore dei caffè filosofici. “Né circolo per iniziati, né gruppo di terapia selvaggia”. Un modo piacevole ma profondo di stare insieme.  Non ci sono target, skills, obiettivi prefissati, traguardi da tagliare per forza, ma una sfida c’è. E’ quella di usare la filosofia per “innalzarci sopra i pregiudizi piuttosto che accontentarsi delle opinioni dominanti”.

 

FESTIVAL A DUE VOCI: 15 – 18 novembre


Giovedì 15 novembre
SALA DELLO ZODIACO – Teatro Sociale – ore 18:00
Serata di inaugurazione

Sarà l’occasione per presentare il programma del Festival, per raccontare le tante iniziative svolte in questi primi cinque anni, di attività, per parlare di musica ed ascoltarne, per riflettere di filosofia.

       


Venerdì 16 Novembre
PINACOTECA CIVICA
ore 9:30 / 10:45
Laboratorio di filosofia per bambini
Vedere e sentire le opere d’arte

a cura di Francesca Giani
filosofa, insegna come sviluppare il pensiero filosofico nell’età evolutiva

Il progetto è rivolto ai bambini delle scuole elementari – durata di circa un’ora e mezza. Gli insegnanti che intendono partecipare con le loro classi devono scrivere a: info@aduevoci.org 


Sabato 17 Novembre
PINACOTECA CIVICA
ore 10:00 (nuovo orario)
Voir ou entendre, entre la Grèce et la Chine / Vedere e sentire tra la Grecia e la Cina
François Jullien
considerato uno dei più importanti filosofi francesi contemporanei, è sinologo e grecista, docente all’ Universitè Paris Diderot

ore 11:30 (nuovo orario)
Incontro / concerto
Una Voce – il gesto vocale nel repertorio contemporaneo
Ljuba Bergamelli
soprano, esperta di musica contemporanea e di teatrodanza

ore 15:30
L’oeil n’écoute pas / L’occhio non ascolta
Santiago Espinosa
filosofo della musica e allievo del celebre filosofo Clément Rosset, insegna all’IPC di Parigi

NEROLIDIO MUSIC FACTORY
ore 20:30
Rocksofia – filosofia del rock
Andrea Colamedici e Maura Gancitanofilosofi
fondatori della scuola filosofica, libreria-teatro e casa editrice Tlön di Roma, curano la rubrica Rocksofia su RadioRock

ore 22:30
Concerto
Lucia Comnes, voce e violino
con Luca Ghielmetti, chitarra e Max Malavasi, percussioni
cantautrice, violinista e chitarrista di San Francisco, è interprete eclettica del folklore musicale europeo ed americano, si è esibita in più di 20 paesi nel mondo


Domenica 18 Novembre
MUSEO GIOVIO
ore 11:00
La sovranità e lo sguardo degli altri
Timon Böhm
filosofo e fisico, ricercatore all’ ETH di Zurigo

CHIOSTRINO ARTIFICIO
ore 14:00
I will never forget / digital video 19’45”
Luisa Eugeni
multimedia artist laureata in Inter-media Photography, studia e lavora nel dipartimento di Fotografia concettuale all’Università d’Arte di Brema

MUSEO GIOVIO
ore 16:00
Flebili echi di psicopatologia contemporanea
Erika Minazzi
psicologa e psicoanalista lacaniana, presidente del Centro di Clinica psicanalitica Jonas Onlus di Varese

ore 17:30
Suoni che evocano immagini
Quartetto Echos
quartetto vincitore del Premio “Piero Farulli” della Critica Musicale “Franco Abbiati” 2017

Andrea Maffoliniviolino 
Ida Di Vitaviolino
Giorgia Lenzoviola
Martino Mainavioloncello 

musiche di Schubert e Webern

via Festival A due voci 2018 – Programma – A due voci | Dialoghi di musica e filosofia

Dal sito http://www.aduevoci.org

rassomiglianze di luogo: RASIGLIA ( frazione montana del comune di Foligno, PG)

Rasiglia da sempre è sinonimo di acqua. Acqua intesa come risorsa utilizzata dall’uomo, attraverso tecniche e tecnologie sostenibili in piena armonia con gli ecosistemi ed i cicli naturali, per la propria sopravvivenza, per creare benessere e sviluppo.

Per Arpa Umbria Rasiglia rappresenta un laboratorio di diversità e complessità, un paradigma della “comunità sostenibile”, dove gli elementi dell’ecosistema e dell’ambiente fisico contribuiscono in maniera sincretica alle funzioni sociali e ai processi naturali.


Rasiglia sul web

http://www.rasigliaelesuesorgenti.com/index.php?option=com_content&view=article&id=26&Itemid=35


Video YouTube su Rasiglia

Curiosando sul web si possono trovare diverse notizie, immagini, video e racconti  su Rasiglia; in questa pagina abbiamo raccolto alcuni video per i più curiosi.

 

Racconti in video ed immagini del nostro piccolo e suggestivo paese.

vai a

http://www.rasigliaelesuesorgenti.com/index.php?option=com_content&view=article&id=27&Itemid=34

il Ponte della Civera (nel Comune di Nesso, frazione Coatesa) , con la sua immagine, contribuisce alle analisi di: TEDxLakeComo 2018: il PONTE, come realtà socio-economica e come simbolo culturale, a Cernobbio (COMO), 10 novembre 2018

tedxlake3784


per una scheda sull’incontro di TedxLakeComo vai a:

TEDxLakeComo 2018: il PONTE, come realtà socio-economica e come simbolo culturale, a Cernobbio (COMO), 10 novembre 2018


TRIBUTO ALLA MUSICA GITANA Un pomeriggio di musica e parole organizzato dall’associazione ACCANTO Onlus in occasione della ricorrenza di San Martino con il Duo jazz ALIFFI – MINARDO, presenta Jacopo Boschini, 11 novembre, ore 16.30, Associazione Carducci di Como, sala Musa Via Cavallotti, 7

2018-11-09_102037

Anche quest’anno ACCANTO onlus – Amici dell’Hospice San Martino di Como – associazione di volontariato che opera nell’ambito delle cure palliative – celebrerà la ricorrenza di san Martino con un incontro-spettacolo aperto a tutti che si terrà domenica 11 novembre alle ore 16.30 presso la sala Musa dell’Associazione Carducci di Como, in via Cavallotti 7 con il duo composto dai chitarristi Maurizio Aliffi e Flavio Minardo, che proporranno un repertorio ispirato al gipsy jazz di Django Reinhardt. Condurrà la serata Jacopo Boschini, letture a cura di Valentina Romano.

La data scelta non è casuale: San Martino, che si festeggia proprio l’11 novembre, è il patrono delle Cure palliative e come tale viene ricordato in tutta Italia da quanti operano in questo ambito. È il suo mantello (in latino pallium), offerto per proteggere un mendicante dal rigore dell’inverno, che dà il nome alle cure palliative; cure che intervengono – quando la medicina non può più guarire – per farsi carico dei bisogni fisici, psicologici, umani, del malato e dei suoi cari affinché la vita possa essere autonoma il più a lungo possibile e sempre dignitosa.

Gisella Introzzi, Presidente di Accanto, afferma: “è necessario continuare a parlare di cure palliative e di come accedere ai trattamenti. A oltre otto anni dalla approvazione della Legge 38, che ne ha sancito il diritto per tutti i cittadini, e nonostante siano inserite nei Livelli Essenziali di Assistenza, ancora oggi le cure palliative non sono conosciute dalla grande maggioranza della popolazione, che non sa a chi rivolgersi e non sa di avere diritto a un’assistenza gratuita”.

Lo spettacolo è aperto a tutti; chi vorrà potrà fare una offerta libera per sostenere le attività della Associazione.

Per informazioni:

Accanto Onlus – Amici dell’Hospice San Martino

Tel: 031 309135 (ore 9.00 – 13.00) – contatto@accanto-onlus.itwww.accanto-onlus.it

NOTIZIE SUI MUSICISTI

Maurizio Aliffi

Maurizio Aliffi è nato a Como dove, accanto agli studi universitari, ha studiato composizione e direzione di coro al Conservatorio G. Verdi.

Si è dedicato alla chitarra jazz e all’improvvisazione. Ha composto musiche per progetti originali insieme a Francesco D’Auria e ha partecipato a diversi festival, accanto a P. Fresu e L. Agudo.

Ha collaborato con diverse compagnie teatrali con musiche originali per diversi spettacoli, gli ultimi dei quali sono ‘In capo al mondo’ e ‘Macbeth’ per il teatro Invito di Lecco.

È insegnante di chitarra, armonia e musica d’insieme.

Flavio Minardo

Inizia a suonare la chitarra da autodidatta conseguendo poi il master in chitarra jazz.

Spinto dal desiderio di conoscere altri linguaggi musicali e altri approcci all’improvvisazione, nel 1991 inizia lo studio della musica indiana a Kathmandu (Nepal) con il Maestro di sarod Sunder Sherestra.

Alla fine degli anni ‘90 dà vita a un innovativo duo, i “Sangeeta project” (progetto musica), in cui suona il sitar e la chitarra 12 corde affiancato da Simone Mauri al clarinetto basso. Nel 1999 inizia una lunga collaborazione con il pianista Arrigo Cappelletti con cui suona in vari progetti musicali assieme ai massimi esponenti della musica contemporanea portoghese.

Contemporaneamente continua a suonare sia la chitarra elettrica che acustica in vari progetti e contesti musicali, dal freejazz alla musica sud americana alla musica etnica e word music collaborando con numerosi musicisti.

Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice San Martino

“Dalla cura al prendersi cura”

Accanto è un’associazione di volontariato che opera nell’ambito delle Cure Palliative, al fianco delle persone affette da malattie inguaribili. È nata a Como nel dicembre 2005 – in concomitanza con l’apertura dell’Hospice San Martino – con lo scopo primario di formare volontari qualificati che affiancano l’équipe multidisciplinare che opera presso l’Hospice stesso, con una presenza attiva a sostegno dei ricoverati e delle loro famiglie.
Accanto inoltre, dal giugno 2010, ha esteso la propria azione ed eroga, quale Unità d’Offerta di Cure Palliative accreditata dal Servizio Sanitario Regionale, servizi di Cure Palliative Domiciliari in tutti i comuni dell’ASST Lariana e dell’ASST Valtellina e Alto Lario, per aiutare i familiari nel difficile compito di assistere il proprio caro nella fase avanzata della malattia.

Accanto offre inoltre, presso la propria sede di Albate, un servizio di sostegno psicologico per l’elaborazione del lutto, con incontri rivolti a persone che abbiano perduto un loro caro.

Hospice San Martino

L’Hospice San Martino nasce nel 2004 per iniziativa dell’allora ASL di Como. È una struttura residenziale accreditata dal Servizio Sanitario della Regione Lombardia e attualmente gestita dal Gruppo Paxme – Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali. Ospita persone non assistibili presso il domicilio, in fase avanzata e/o terminale di una malattia non più suscettibile a trattamenti specifici per la guarigione o per il contenimento della sua progressione. All’interno dell’Hospice opera un’équipe composta da diverse figure professionali – medici, psicologi, operatori socio sanitari, assistenti sociali, assistenti spirituali e volontari – in modo da poter rispondere ai bisogni clinici, psicologici, sociali e spirituali di persone affette da malattie non più guaribili che vivono l’ultima fase della loro vita.

Per informazioni:

Accanto Onlus – Amici dell’Hospice San Martino

Tel: 031 309135 (ore 9.00 – 13.00) – contatto@accanto-onlus.itwww.accanto-onlus.it

Ufficio stampa

Ellecistudio

Tel. + 39.031.301037 – ellecistudio@ellecistudio.ithttp://www.ellecistudio.it

2018-11-09_102048

Duccio Demetrio presenta FOLIAGE. Vagabondare in autunno, Raffaello Cortina editore, 2018. Video e rimando all’indice del libro

Inseguire i #FOLIAGE, frugarne tra gli alberi le manifestazioni, attenua i timori dell’inverno che incombe. Girovagare in autunno nei boschi, in pianura, in montagna, sulle colline, offre momenti di grande bellezza e consolazione.
Il termine FOLIAGE invita a vagabondare alla ricerca del trascolorare delle foglie in sfumature pregne di solarità, ad ammirarle concedendosi tempo. Il mutamento della natura diventa stile di vita, arte della contemplazione e dell’attesa; il tema della fugacità è inteso non come fonte di tristezza ma come rinnovato desiderio di vita.
Un viaggio alla scoperta della luce che anche i bagliori autunnali emanano, illustrato dai dipinti dedicati all’autunno dai grandi pittori, da Monet a Gauguin, da Van Gogh a Schiele.
«Autunno. Stagione della malinconia o perfino della depressione? Macché. Fase di bellezza e rinascita, dice il filosofo Duccio Demetrio, che le ha dedicato un saggio. Apologetico» – Il Venerdì di Repubblica ______________________________ #DuccioDemetrio
DUCCIO DEMETRIO, filosofo dell’educazione all’Università degli studi di Milano-Bicocca, è da sempre attento osservatore della condizione adulta e dei suoi problemi esistenziali. Ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia e l’Accademia del Silenzio ad Anghiari.
Tra le sue ultime pubblicazioni: Filosofia del camminare (2005), La vita schiva (2007), La scrittura clinica (2008), L’educazione non è finita (2009), Ascetismo metropolitano. L’inquieta religiosità dei non credenti (2009), L’interiorità maschile. La solitudine degli uomini (2010), Perché amiamo scrivere (2011), La religiosità della terra (2013), Ingratitudine (2016), Foliage (2018).