Como e il suo lago tra storie e Storia, di Graziella Molinari e Adriano Giudici, La Famiglia Comasca, 2021. Recensione di Pietro Berra

Lorenzo Marazzi, Como: le mura della città, La Famiglia Comasca, 2021. Recensione di Pietro Berra

ewntro

GRAND TOUR LAKE COMO, Tra bellezza ed eccellenza: “il nuovo marchio che nasce sul Lago di Como all’insegna della bellezza e dell’eccellenza” (tratto da Lake Como Tourism)

la gatta Nina saluta felice nella sua nuova condizione esistenziale, 23.1.2022

Camminare in Como città: i PASSI sulla DIGA FORANEA / Piero Caldirola: 830 (465 + 465). Percorso rifatto il 23.1.2022

Camminare e CONTARE I PASSI in Como città e nei paesi del Lago di Como

vai a:

https://coatesa.com/category/camminare/contare-i-passi/

Camminare fra Como e Cernobbio (e ritorno): 11.480 passi

Viale Varese/Tempio Voltiano: 800 passi

Tempio Voltiano/Hangar: 480 passi

Hangar/Villa Olmo: 930 passi

Villa Olmo/Tavernola: 1830 passi

Tavernola Cernobbio: 1700 passi

Parco di Villa Olmo, Lago di Como – video YouTube

Jane Goodall Rilascia scimpanzé

biografia di Jane Goodall

https://it.wikipedia.org/wiki/Jane_Goodall

Como 2030: viabilità, musei e altre sfide , di Clemente Tajana in La Provincia / L’Ordine 16 gen 2022

vai a:

i punti / chiave  individuati da Clemente Tajana:

  • le LINEE FERROVIARIE:
    • la Canton Ticino-San Giovanni-Milano
    • la Como Lago – Milano
    • la Como – Lecco
    • l’interconnessione dalla Stazione unica di Via Scalabrini
    • la ferrovia Como – Varese riattivata attraverso il collegamento italo – svizzero  Como/Stabio/Varese
  • ALBERGHI: rafforzare quelli a Tre Stelle a costo conenuto
  • I PARCHEGGI:
    • potenziare i parcheggi di interscambio  tra gomma e ferro:
      • parcheggio di Lazzago presso la stazione di Grandate
      • parcheggi presso la stazione unica di Camerlata
      • posti auto presso la Stazione di San Giovanni
    • i due parcheggi di Via Castelnuovo: recinto dell’ex OPP; autosilo tra Via Valleggio e Palestro
    • autosili di Via Auguadri e Viale Lecco
    • progettare il parcheggio ex Stecav presso il comando dei Vigili
    • adeguato parcheggio per PULLMAN turistici
  • RETE STRADALE:
    • secondo lotto della tangenziale di Como
    • revisione  della zona Ponte dei Lavatoi, Via Oltrecolle
    • riprendere la tangenziale del Borgo impostato dalla amministrazione Gelpi negli anni ’60
  • PISTE CICLABILI:
    • sul lungo lago da Villa Geno a Villa Olmo
  • progettare una linea di BATTELLI (sul modello veneziano) che faccia da “circolare” e  colleghi Piazza Cavour, Villa Geno, Tavernola
  • valorizzare i SENTIERI DELLE COLME: in particolare l’accesso a Brunate tramite Funicolare  e la salita San Donato/Sentiero Merini
  • valorizzare:
    • l’ UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DELL’INSUBRIA
    • il Conservatorio Giuseppe Verdi
    • l’Accademia Belle Arti Aldo Galli
    • i Collegi Universitari
    • la Fondazione Alessandro Volta
    • il Chilometro della Conoscenza da Villa Olmo alla Sucota
    • i Musei:
      • Punto di forza è il MUSEO VOLTIANO
      • Piazza Medaglie d’Oro
      • Via Diaz
      • Museo della Seta
    • le Associazioni culturali
    • Convegni scientifici della Fondazione Volta

Mino Petazzini, La poesia degli animali. Un’antologia di testi su cane, cavallo, gatto e altri animali domestici, Luca Sossella editore, 2021

vai alla scheda dell’editore:

Lu a Villa Geno, pomeriggio di sabato 15 gen 2022

Camminare attorno al centro storico di COMO: il giro delle MURA. 2965 passi, mezz’ora di tempo

Viale Varese/Torre Grattoni: 750 passi

Viale Cattaneo/Viale Battisti: 650 passi

Viale Sauro/Piazza Roma: 950 passi

Piazza Roma/Piazza Cacciatori delle Alpi: 715 passi

Muller Pietro, Grasselli Virgilio (a cura di), La Famiglia Prandoni e la Casa di Riposo Cesare ed Emilia Prandoni, nel cinquantenario della fondazione dell’ente (1954-2004), Grafica Marelli, Como, 2004. Indice del libro

Pettirosso

lescritteriate

Trillo armonioso

nel rarefatto silenzio

dove sprofondo.

Agenda dei pensieri, dono di Anna e Carla, 2022

View original post

Sguardo sul lago, camminando lungo il sentiero che porta all’imbarcadero di Coatesa, in un pomeriggio del 7 gennaio 2022

TORNO (borgo autentico sul lago di Como), video accessibile dal sito del Comune di Torno, 8 gen 22

vai a:

http://www.comune.torno.co.it/c013223/po/mostra_news.php?id=393&area=H

vai al video:

video girato nel 2021.

Emily Dickinson, Natura. La più dolce delle madri, a cura di Silvio Raffo, con testo a fronte, Elliot editore, 2021. Indice del libro

Coatesa sul Lario e dintorni

vai alla scheda dell’editore

Emily Dickinson – Natura, la più dolce delle madri

Il regno della Natura è per Emily Dickinson lo scenario teatrale che l’Invisibile ha scelto per celarsi e a tratti rivelarsi, in modo sibillino e insieme imperativo, tramite quelli che la poetessa chiama i «Bollettini dell’Immortalità». Dunque Dickinson altro non è che un radar, o meglio una creatura in grado di dare forma poetica ai messaggi che le provengono con «toccante maestà» dalla «più dolce delle Madri» e vengono affidati da Emily a «mani che non vede» nell’assoluta certezza che saranno raccolti e diffusi; questi segreti messaggi, che hanno attraversato nella loro intatta bellezza la storia della poesia, sono stati selezionati, raccolti e tradotti dal poeta Silvio Raffo, che li accompagna con una sua ricca introduzione.

View original post

MondoGatto. Il Dono/Disegno di L. e Z., 10 gen 22

Grandi Callisto, Mompiatto sopra Torno e i sui morti. Monografia descrittiva e storica (1507). Ristampa della Grafica Marelli di Como per la associazione Pro Loco di Torno, 2007

MERZARIO Giuseppe, a cura di Innocente Sormani, I Maestri Comacini. Breve storia artistica di mille anni, Manzoni editore, 2021. Indice del libro

Profumo d’inverno

lescritteriate

C elebri

A udace

L

I nverno

C reando

A llegria

N onché

T itillando

O lfatto

View original post

il PETTIROSSO. Dipinto a mano donato a L. da C. e A. il 6 gen 22

Camminare in Como città: i PASSI da Viale Varese a Via Ambrosoli, passando per il cinema Astra, 6 gen 22

dall’incrocio di Viale Varese con Via 5 Giornate a:

  • fine di Viale Varese: 700 PASSI
  • Albero (Platano) dell’adolescenza all’inizio di Via Cadorna (dove c’era il cortile dell’Albergo Lobietta): 900 PASSI
  • Cinema Astra: 1400 PASSI
  • Via Ambrosoli/incrocio con Via Mentana: 1850 PASSI

Costantino GHIONI, in Emilio Magni, Vite da ricordare, Fondazione Giuseppina Prina, Erba (Como), 2021

vai alla scheda del libro

Emilio Magni, Vite da ricordare, Fondazione Giuseppina Prina, Erba, 2021

ROSElline in Inverno

CANI della Associazione LE VELE, Pioltello (Milano)

ASINI, CAVALLI, CAPRE della Associazione LE VELE, Pioltello (Milano)

sito: http://www.levele.org/

messaggio di S. T., un vecchio amico dell’epoca dei blog di Splinder (anni ’90)

Caro Paolo,

E’ un piacere ritrovarti, anche se leggo spesso i tuoi interventi – a parte quelli strettamente professionali per i quali non sono all’altezza.
Come ti avevo già accennato su FB sono a spiegarti le mie errate convinzioni sulla disposizione dei magnifici borghi sul tuo lago.
Lo scorso ottobre ho pianificato, con mia moglie, alcuni giorni sul lago di Garda. Dopo averlo esplorato e avendo ancora un paio di giorni a disposizione
abbiamo deciso di spostarci sul lago di Como. Abbiamo trovato un agriturismo carino a Bellagio e ci siamo dedicati ad esplorare i dintorni. Ovviamente
mi sei venuto in mente tu e il tuo buen retiro estivo.
Premetto che il nome Coatesa non mi era nuovo frequentando il tuo blog fin dai tempi di Splinder, ma in realtà non avevo idea di come collocarlo sulla
cartina del lago – anche perché la deviazione sul tuo lago non era prevista e tutto è stato molto improvvisato. Ricordavo però una tua foto, di spalle, intento
a contemplare la sponda opposta del lago e così, nella mia mente, ha preso forma la convinzione che Coatesa si affacciasse su uno dei rami, dove le sponde
opposte non sono troppo lontane. Sulla mappa non ho trovato quel nome e mi sono convinto che Coatesa dovesse trovarsi sulla costa occidentale, in un tratto
imprecisato tra Como e Menaggio.
Non chiedermi il motivo di questa convinzione: non lo so.
Ovviamente l’esplorazione ha dato esito negativo e la sera, tornando a Bellagio poco prima del tramonto, abbiamo notato un cartello turistico che indicava “Orrido di Nesso.
Illuminato anche di notte.” Perché no? Dopo aver lasciato l’auto nel piccolo parcheggio abbiamo preso il sentiero che porta giù al lago per fare le foto al ponticello (inconfondibile) e all’orrido. E’ solo sulla via del ritorno che, risalendo il sentiero sulla destra, ho notato un cancellino in metallo con una elegante targhetta che recava la scritta
“Amaltea”.
Come puoi capire ho subito fatto due più due e ho collegato il nome a te.
Avevo cercato il tuo piccolo regno nel posto sbagliato quando invece era lì a
due passi dall’agriturismo di Bellagio.
la mia risposta:
ciao ***
ma come è bello ritrovarti
subito come stiamo: niente covid, ma problemi per curare le “normali” malattie (nel 2014 ho avuto un infarto, con varie conseguenze successive)
sono felice che hai visto il piccolo borgo di Coatesa. La scalinata che avete percorso è uno dei principali simboli di quel luogo (che descrivo qui: https://coatesa.com/il-blog-di-coatesa-e-dintorni/)
noi abitiamo a Como e ci trasferiamo lì in giugno/agosto. Ma ci andiamo spesso anche negli altri mesi dell’anno
è davvero straordinario il modo in cui avete potuto conoscere Coatesa. Proprio a metà strada fra Como e Bellagio in cui avete soggiornato
la tua lettera è così importante per la memoria (SONO UN CULTORE DEI RICORDI, ecco perchè organizzo vari blog) che la fisso qui (salvaguardando la tua privacy):
ti e vi saluto molto caramente
sperando che in futuro ci sia ancora una occasione di incontrarci di persona
(che fantastici sono stati i TEMPI DI SPLINDER)
ciao !!!

COMO, città dismessa, di Anna Campaniello, in Corriere della Sera /Lombardia, 3 gen 22

letto in edizione cartacea

cerca in: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_gennaio_03/como-dall-ex-carcere-antiche-fabbriche-piano-rigenerazione-caccia-investimenti-privati-fa99df82-6c8b-11ec-b2f5-59ed4f180ff5.shtml

… l’ex carcere, un convento in disuso, una chiesa con annesso l’antico ospizio per i lebbrosi, una vecchia scuola. Ma anche diverse fabbriche che hanno rappresentato il cuore del distretto tessile di Como e ora sono in stato di abbandono, chiuse in alcuni casi da decenni e mai rinate. Il capoluogo lariano appare come la città delle aree dismesse nella mappa approvata dal Comune nel tentativo di far decollare un piano di rigenerazione urbana che permetta di dare una nuova vita ai 48 edifici decadenti censiti, tra i quali 16 immobili storici. …

sul lago

lescritteriate

Qui

parla Dio

e mi racconta

la magnificenza di ogni

dettaglio.

View original post

Saibene Alberto, Milano fine Novecento. Storia, luoghi e personaggi di una città che non c’è più, Edizione Casagrande, Bellinzona, 2021. Fotografie di Carla Cerati

TRACCE e SENTIERI: biografie fra Tempo, Luogo, Eros, Polis e Destino

vai a una scheda:

https://www.illibraio.it/libri/saibene-alberto-milano-fine-novecento-storie-luoghi-e-personaggi-di-una-citta-che-non-ce-piu-9788877139221/

A partire da una passeggiata tra le strade di Milano nel giorno di Pasqua del 2020, Alberto Saibene, storico della cultura ed editore, ripercorre, alla luce di quello che sembra ormai un congedo definitivo dal Novecento, la stagione culturale della “Milano moderna” nei tre decenni che seguirono la fine della Seconda guerra mondiale. Sono gli anni in cui sono cresciuti i suoi genitori, figli a loro volta di genitori milanesi, e che, nell’ultima parte, corrispondono alla sua infanzia e adolescenza. Un libro dedicato a Milano, alle storie e ai personaggi che l’hanno resa grande.

View original post

LEONARDO DA VINCI, di Andrea Dusio, La Gazzetta dello Sport/Corriere della Sera, 2021

vai a

LEONARDO DA VINCI, di Andrea Dusio, La Gazzetta dello Sport/Corriere della Sera, 2021 – Antologia del TEMPO che resta

Touch me

lescritteriate

Triste

la vita

se nessuno abbracci.

Anche solo spulciarsi è

godurioso!

Parco zoologico di Parigi , Agosto1990

View original post

Emily Dickinson, Natura. La più dolce delle madri, a cura di Silvio Raffo, con testo a fronte, Elliot editore, 2021. Indice del libro

vai alla scheda dell’editore

Emily Dickinson – Natura, la più dolce delle madri

Il regno della Natura è per Emily Dickinson lo scenario teatrale che l’Invisibile ha scelto per celarsi e a tratti rivelarsi, in modo sibillino e insieme imperativo, tramite quelli che la poetessa chiama i «Bollettini dell’Immortalità». Dunque Dickinson altro non è che un radar, o meglio una creatura in grado di dare forma poetica ai messaggi che le provengono con «toccante maestà» dalla «più dolce delle Madri» e vengono affidati da Emily a «mani che non vede» nell’assoluta certezza che saranno raccolti e diffusi; questi segreti messaggi, che hanno attraversato nella loro intatta bellezza la storia della poesia, sono stati selezionati, raccolti e tradotti dal poeta Silvio Raffo, che li accompagna con una sua ricca introduzione.

Marta McDowell, traduzione di Claudia Valeria Letizia, con poesie tradotte da Silvia Bre, EMILY DICKINSON E I SUOI GIARDINI. L’universo verde della poetessa, L’Ippocampo editore, 2019. Indice del libro

vai alla scheda:

https://www.ippocampoedizioni.it/libro/9788867225750

Emily Dickinson era un’attenta osservatrice del mondo naturale. Meno noto è il fatto che era anche un’appassionata giardiniera, che inviava mazzi di fiori freschi agli amici e nelle sue lettere fiori pressati. Nella casa famigliare di Amherst, Massachussetts, curava un piccolo giardino d’inverno insieme al grande giardino intorno alla dimora. In “Emily Dickinson e i suoi giardini”, Marta McDowell scandaglia la profonda passione che la poetessa nutrì per le piante e il modo in cui ispirarono e caratterizzarono le sue opere. Seguendo lo scorrere di un anno nel giardino, il libro rivela particolari poco conosciuti della sua vita e ci aiuta a capire meglio la sua anima. Giardiniera emerita presso l’Emily Dickinson Museum, in questo volume Marta McDowell alterna i testi con poesie e brani tratti dalle lettere di Emily Dickinson, affiancando vecchie e nuove fotografie a illustrazioni botaniche per inquadrare da una prospettiva inedita una delle figure letterarie americane più celebri ed enigmatiche.

dick3671

“Per fare un prato …” Emily Dickinson

„Per fare un prato bastano

un trifoglio, un’ape,

un trifoglio, un’ape

e un sogno.

Può bastare il sogno

se le api sono poche.“

Fonte: https://le-citazioni.it/frasi/157592-emily-dickinson-per-fare-un-prato-bastano-un-trifoglio-unape/

la ROSA che avrebbe voluto fiorire anche se in INVERNO, 20 dic 21

ristorante ACQUADOLCE, Carate Urio

vai al sito : https://www.ristoranteacquadolce.it/la-provincia-24-dicembre-2021/

come arrivare al ristorante: https://www.ristoranteacquadolce.it/raggiungere-il-ristorante-lago-di-como/

Il ristorante Acquadolce, adagiato sulla riva occidentale del Lago di Como, immerso in un giardino romantico con accesso dal pontile privato direttamente dal lago,
Vi aspetta in un ambiente accogliente e riservato.

Il nostro Chef ed i suoi giovani cuochi saranno lieti di farVi conoscere la loro Cucina curata con passione e con prodotti di primissima scelta.

Abbiamo a disposizione seggioloni per i nostri ospiti più piccoli (0-3 anni);

è previsto su richiesta un menù per bambini

Siamo felice di dare il benvenuto anche ai nostri amici a quattro zampe, purché siano educati e restino vicino al tavolo per tutta la durata del pasto

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: