Vai al contenuto

PRIMO WEEK END CON NOTTE A COATESA. E PRIMO GIORNO DEI BATTELLI

Arriviamo sabato pomeriggio e constatiamo che tutto il corridoio di uscita è occupato dai piastroni sotto tetto del vicino di casa.

Questo episodio rovinerà  il clima psicologico di queste ore: litigo con l’altra abitatrice del luogo e devo adattarmi alla conseguenza che, con tutta probabilità, questa occupazione del mio spazio privato durerà tutta la primavera e forse l’estate. Purtroppo questo è il costo di provarsi ad essere gentile: come dice il proverbio, “gli dai un dito e si prende tutta la mano”. Ho bisogno di tempo per far sedimentare l’arrabbiatura, davvero forte.

Domenica ho lavorato molto, nel tentativo di riprendermi dalla brutto clima psicologico. Ma con scarsi risultati.

Questa la lista dei lavori:

  • trapiantato 6 piantine aromatiche della Liguria (rosmarino, cipollina, timo, santoreggia)

  • vuotato la cenere dal bruciatore della legna e trasportata nelle compostiere vicine (almeno 6 viaggi)
  • fatta l’aiuola di sassi nell’orto verde , davanti al nespolo germanico
  • potato il tiglio per evitare una eccessiva crescita in altezza
  • cambiata la cinghia della tapparella che dà sulla via Coatesa
  • eliminati i due ricci di cemento spaccati dal gelo e spostato provvisoriamente il gatto e il coniglio di cotto
  • l’altra abitatrice ha: pulito i vasi nella zona pergola e i tre vasi all’inizio dell’orto grande (dedicati alle surfinie). E sabato ha avvistato la tartaruga grande, che si era eclissata nei giorni precedenti (qui sotto, però è ritratta la tartaruga piccola)
Bello vedere i battelli delle (ore 11, forse 13, e 18): anche quest’anno approdano a Coatesa, nonostante la crisi economica. I battelli ed il modo in cui scandiscono il tempo delle giornate, sono un elemento essenziale di questo luogo.
Ho fatto la prima doccia dell’anno e andando mestamente (e silenziosamente, perchè il dissidio è stato forte e faticoso da superare) il giardino offriva, fra l’altro, queste immagine entrate nel cerchi dell’apparire:

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: