Vai al contenuto

Intervista a Giorgio Cavalleri sul libro Dieci anni (1935-1945). Como, il lago, la montagna, NodoLibri 2014

 

presentazione del libro Dieci anni (1935-1945). Como, il lago, la montagna, scritto a quattro mani con Giorgio Cosmacini

 Ci potrebbe segnalare alcuni degli episodi salienti del quinquennio 1935-1940?
Nel primo quinquennio affrontato, due sono le cose che mi hanno maggiormente colpito. All’inizio degli anni ’30, sulla nuova rivista “Como”, l’allora direttore responsabile e vice podestà della città Paolo Porta, aveva scritto testualmente che: «Como che tutti amiamo con affetto e devozione filiale si è un poco addormentata sul suo golfo semilunare dalla punta di Geno a Villa Olmo…». Il fatto è che, proprio in quegli anni, il nostro capoluogo si avviava a diventare, secondo una nota definizione, la “città del Razionalismo italiano”. Ciò per i tanti edifici innovativi, progettati da Giuseppe Terragni, Pietro Lingeri e, successivamente, Cesare Cattaneo (oltre che di numerosi altri abili progettisti), che avrebbero destato un grande interesse nel mondo, sia pure elitario, dell’architettura nazionale ed estera. Mi ha fatto effetto che una persona, in un certo senso rappresentativa dei luoghi, non si fosse resa conto di quanto stesse avvenendo: è un fatto, questo, che non capita solo da noi, ma spesso accade in molti altri ambiti.

Il secondo episodio che vorrei sottolineare avvenne quando l’Italia fascista aveva già iniziato la corsa verso il baratro; mi riferisco all’incontro avvenuto durante un pranzo di gala a Villa d’Este, fra il ministro degli Esteri tedesco, l’arrogante von Ribbentrop, e l’omologo italiano Galeazzo Ciano. Nell’occasione i due erano stati omaggiati dal federale di Como Rino Parenti: ricordo che mio papà mi diceva che molte persone, giocando su una certa assonanza col nostro dialetto e interpretando un diffuso sentimento popolare, sintetizzarono l’incontro (non sembrano passati, purtroppo, quasi ottant’anni…) con questa emblematica frase: «Ruben tropp Ciano e parenti».

vai alla intera intervista:

Libri. Intervista a Giorgio Cavalleri.

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: