Vai al contenuto

Qualche consiglio (improvvisato) per incoraggiare a tenere un o, ancor meglio, due gatti in appartamento

Cara …,

adesso ti do qualche dritta sulla gestione dei gatti.

Primo: devi coraggiosamente dirti che tipo di donna sei.
Se appartieni alla categoria di coloro che tengono alla pulizia e all’ordine, potresti avere qualche difficoltà. Il gatto è un essere vivente e come tale vive. Il vantaggio è che mediamente dorme circa 18 ore al giorno

Secondo: il grado di schizzinosità. 
La nostra casa è piccola e non ha sbocchi esterni. Ci comportiamo come se Miciù fosse un utente della casa alla nostra stregua, per cui la lettiera sta proprio vicino al nostro water, ed è interessante vedere come lei la usi anche su imitazione (se la facciamo noi, sovente anche lei dice “perchè no?”)

Terzo: il coinvolgimento emotivo (del gatto intendo). 
I gatti sono altezzosi al punto giusto da sentirsi loro i protagonisti. Tutt’al più se ne restano in disparte offesi se qualcuno li disturba. Ricordi che muso aveva Miciù quando Paolo ha osato andarla a prendere mentre dormiva sul divano per fartela vedere? In genere è il cane a soffrire di più di gelosia.

Quarto: dopo l’esperienza di Blue e Belle, consiglio vivamente di prendere due cuccioli.
Non dico che li puoi addestrare, compito praticamente impossibile, ma almeno da subito capiscono l’ambiente che diventerà presto “il loro” e potranno essere meno indotti a piccoli dispetti in caso di temporanea assenza, per esempio la cosiddetta vacanzina. A noi non è mai successo, ma alcuni amici dicono che il loro gatto, quando resta per un paio di giorni solo a casa, si vendica. Niente di trascendentale, ma seccante. Inoltre, come tu mi insegni, l’isolamento non è proficuo e anche se il gatto è un animale abbastanza solitario, non disprezza il contatto con il suo simile. Vederli crescere insieme è poi un vero spasso.

Quinto: il lavoro di cura richiede attenzione anche per la riproduzione.
Gatto maschio: molto più coccolone della femmina ma latin lover irrefrenabile. E poi marca il territorio, e quindi anche l’appartamento,, con spruzzi di urina dall’odore terrificante. Il problema si risolve con la sterilizzazione. Gatto femmina: come il genere femminile, è più raffinata del rude maschio e quindi non farebbe mai pipì per segnare la sua disponibilità. Se però ha un accesso all’esterno, conviene sterilizzare anche lei. Prima di tutto perchè fa tre – quattro cucciolate all’anno e non c’è possibilità di previsione. Al primo rialzo di temperatura, la frittata è fatta. Secondariamente, l’operazione la salva da molte malattie.

Se tutto questo non ti spaventa, allora anche tu entrerai nel fantastico mondo dei gattari.

Un salutone affettuoso e a presto

Ciao

Luciana

Categorie

Gatti

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: