CONVEGNI, incontri, dibattiti, corsi, festival · de Benzi 17 - Torno · Torno

OFELIA, ANNEGAMENTO DI UN GHIACCIAIO,  Una mostra di Luca Brunelli, a cura di Milly Pozzi e dell’associazione culturale Via De Benzi 17. Inaugurazione sabato 10 settembre 2022 alle 17.00, Via De Benzi 17, Torno (CO)

OFELIA, ANNEGAMENTO DI UN GHIACCIAIO,  Una mostra di Luca Brunelli
a cura di Milly Pozzi e dell’associazione culturale Via De Benzi 17.

Inaugurazione sabato 10 settembre 2022 alle 17.00, Via De Benzi 17, Torno (CO)
La mostra potrà essere visitata fino al 25 settembre con apertura giovedì
e venerdì dalle 15.30 alle 19.00, sabato e domenica dalle 10.30 alle
12.30 e dalle 15.00 alle 19.00.

“Come una sirena cantava spunti di antiche canzoni, come incosciente della sua sciagura, o come creatura d’altro regno e familiare con quell’elemento. Ma non per molto …”
William Shakespeare, Amleto
Fotografo sensibile al richiamo del teatro, Luca Brunelli ha realizzato 18 scatti dedicati a una personale interpretazione della figura di Ofelia, il principale personaggio femminile dell’Amleto. Le immagini si avvicendano secondo una precisa logica narrativa che rilegge alcuni passi del testo shakespeariano in un’ottica allegorica: il racconto dell’annegamento di Ofelia si carica di valenze ambientali grazie a una suggestiva identificazione tra il personaggio e il contesto in cui agisce. Pervase da un intenso lirismo e connotate da un marcato chiaroscuro, le foto conducono progressivamente nel cuore di una tragedia che, a differenza di quella di Shakespeare, ha un finale ancora sospeso.
“Nell’opera di Shakespeare – scrive Brunelli – Ofelia è una giovane ragazza aristocratica che sperimenta la delusione dell’abbandono e il ripudio dell’amore da parte di Amleto, che credeva puro e disinteressato. Spinta dal tradimento sull’orlo della pazzia, sprofonda tra le acque di uno specchio d’acqua poco dopo aver raccolto dei fiori.
Nelle intenzioni di questo progetto fotografico Ofelia impersonifica il ghiacciaio e, più in generale, la Natura abbandonata da Amleto, emblema dell’uomo che con le sue azioni forsennate provoca il surriscaldamento della Terra. Viene così simbolicamente rappresentato il consumarsi del ghiaccio che, una volta trasformato in una massa d’acqua, tracima inesorabilmente a valle e confluisce nel lago in cui Ofelia muore ‘per annegamento’.
Il progetto si sviluppa in tre atti che corrispondono ad altrettanti scenari: ghiacciaio, fiume e lago. Nel primo atto si assiste all’agonia del ghiaccio sotto la pioggia, nel secondo al tentativo di trattenere l’acqua, nell’ultimo alla tragedia dell’annegamento… O forse no: nella foto c’è traccia solo del vestito che galleggia sulle acque del lago…”

Le foto – “interpretate” da Sonia Cucco – sono state scattate tra settembre e dicembre 2019 sulle pendici del ghiacciaio del Ventina in Valmalenco, nei pressi del torrente Lanza a Valmorea, in provincia di Como, e sulle sponde del Lago di Como presso Domaso.
Luca Brunelli (Como, 1972) si è formato inizialmente come fotografo con Karen Berestovoy e ha poi approfondito la sua tecnica e il suo linguaggio frequentando i corsi dell’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. Attualmente sta sperimentando tecniche di stampa diretta quali la cianotipia, con relativi viraggi, e la stampa con coloranti uv partendo da negativi digitali, nell’ambito di un percorso di ricerca sul versante materico della creazione fotografica.
Oltre che la sede dell’omonima associazione culturale, Via De Benzi 17 è uno spazio
espositivo situato nel centro storico di Torno, un paese affacciato sul Lago di Como. In quella che era l’antica farmacia del paese oggi si tengono concerti, spettacoli teatrali, mostre e incontri tesi a rileggere e recuperare in nuove prospettive storie, culture e conoscenze del territorio.
Nell’ambito della mostra si terranno una serie di eventi dedicati alle tematiche affrontate dalle opere di Luca Brunelli.
Sabato 10 settembre alle 17.00 interverrà Roberto Borghi, critico d’arte.
Sabato 17 settembre alle 17.00 sarà la volta di Pino Di Bello, regista teatrale.
Sabato 24 settembre alle 17.00 sarà presente Giovanni Bataloni, compositore. Le sue
musiche, ispirate alle opere esposte, saranno interpretate dalla pianista Sonia Iaconis
Via De Benzi 17 – Associazione culturale, via De Benzi 17, 22020 Torno (CO),
viadebenzi17@gmail.co

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.