Silvia Camporesi, La terza Venezia, edizioni Trolley

SPAZIOEVENTI della Libreria Toletta
presso la “Scoleta dei calegheri” a San Tomà

Giovedì 10 novembre – ore 17.30
Silvia Camporesi, La terza Venezia, edizioni Trolley
Inauguriamo un ciclo di presentazioni presso la Scoleta dei Calegheri – in collaborazione con la Municipalità di Venezia – partendo da un’immagine della città vista dall’esterno. Silvia Camporesi è un’artista che, da una breve residenza in città, ha tratto l’ispirazione per questo libro: un diario onirico, composto da suggestive vedute di Venezia e da brevi testi poetici.
A confrontarsi sull’immagine della città ci saranno, oltre all’autrice e al sottoscritto, Alessandro Martoni, storico dell’arte e Manfredo Manfroi, presidente del Circolo fotografico La Gondola
Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili
Giovanni Pelizzato

Libreria Toletta
spazioeventi@libreriatoletta.it
041 24 15 372
Si ringrazia per la collaborazione il Gruppo di lavoro della Biblioteca di San Tomà
Il libro – La serie di immagini, nata dopo una ricerca su storie reali e leggendarie ambientate in laguna, esplora i luoghi attraverso il filtro dell’immaginazione e del sogno. Le immagini sono divise in quattro serie tematiche: “Nautofoni” che offre immagini della città immerse nella nebbia; “Souvenirs” invece rappresenta tipici oggetti-ricordo veneziani ambientati in giro per la città; “Fantasmi”ispirato a leggende e storie surreali che hanno per soggetto Venezia; e infine “Quando comincia l’acqua”, storie di allagamenti, reali e immaginati, di palazzi e chiese.

L’autrice – “Silvia Camporesi ha evitato sia la riconoscibilità consunta della vecchia ‘regina del mare’, sia la fotografia artisticamente algida, architettonica, oggettivamente documentativa del pur straordinario repertorio di pietre ed edifici storici a pelo d’acqua più affascinante del mondo. La ‘terza Venezia’, così denominata dall’artista stessa, invece, è quella che evitando le due appena descritte, si rivela come invenzione dell’estro e dell’immaginario, perciò inedita.” (dalla postfazione di Bruno Corà)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.