in morte, per auto umana, di Lillo: “lì, sul ciglio della strada, a ridosso del ponticino del fosso, all’inizio della strada sterrata, vicino alle spighe di mais alte…sembrava dormire …

Posted by

Ciao Paolo, quanto dolore! Ieri sera sono rientrata da un soggiorno romano di cinque giorni; quando parto sono sempre in ansia per i miei gatti, per quello che provano e vivono in mia assenza. Qua in campagna, la strada su cui si affaccia la casa non è trafficata moltissimo, ma viene percorsa ad una velocità infernale, quanti piccoli compagni se ne sono andati così..l’ultimo, bianco, la Gina, sorda poverina, è stato due estati fa; sempre al ritorno da un uscita…macchine maledette. Ieri sera siamo arrivate alle 20, ci hanno fatto tutti la festa ed anche il nostro amato Lillo, appena un anno a Giugno. In questi giorni, venivano mio padre e mia madre, per il cibo e lui stava sempre in casa. Ieri sera, verso le 21 ero al computer, ho sentito un clacson e il botto e mia zia, poverona a novant’anni ne ha visti oramai così tanti, ha cominciato a chiamarmi…sono uscita, con le lacrime congelate nell’anima, mi sono piegata, lì, sul ciglio della strada, a ridosso del ponticino del fosso, all’inizio della strada sterrata, vicino alle spighe di mais alte…sembrava dormire, povero tesoro, non un colpo che lo avesse deturpato. L’ho preso in braccio, la mia compagna era distrutta; mi sono incamminata per la sterrata e in lontananza vedevo ferma, immobile, l’altra gatta, l’anziana, Mimì, con cui giocava sempre..era impassibile, mi osservava ed ho portato il mio piccolino, tra gli animali di mio padre, su di una sedia, vicino al pozzo..ho aspettato che il suo corpo si raffreddasse, per essere sicura..gli volevo tanto bene…

cara …

ti sono vicinissimo in questo dolore provocato dal nostro amore per gli animali e in particolare  per i gatti.
infatti se non li amassimo così tanto non proveremmo dolore.

qui, dove vivo in estate, non ci sono pericoli automobilstici: la casa è lontana dalle strade
e tuttavia , ogni tanto ne sparisce qualcuno. Loro sono fatti così: ogni tanto se ne vanno.
per due giorni ero preoccupato per belle : è rientrata questa mattina e poi è di nuovo scomparsa.
ti confesso che spesso provo odio per la specie umana: con il suo dominio (emanuele severino parla opportunamente della cultura occidentale del “far diventeare altro”) ha reso invivibili l’habitat di molti viventi non umani. solo per la frenesia dell’aumento della popolazione: disseminare sulla terra tonnellate di preservativi sarebbe la più importante politica sociale. Il comandamento “crescete e moltiplicatevi”  è il più stupido fra quelli trasmessi dagli ipotetici dei monoteisti.
Che ragione c’è di andare forte in automobile se non una pulsione distruttiva?
mi spiace tantissimo per lillo, come se fosse mio
pensa a questo: che in vita tu gli hai voluto bene. e lui lo sapeva

e poi pensa che lillo è solo uscito dal “cerchio dell’apparire”. è fai il possibile per fare entarre nel tuo cerchio dell’apparire altri gatti.
tu sai che sono tanti.
loro hanno la prolificità come grande alleate che ne ha fatto animali che hanno attraversato tutta la storia dell’umanità. Solo che la loro prolificità non è distruttiva come la nostra

un caro saluto
paolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.