La Provincia, i legaioli, i rapinesi, subitalioti delle LORO libertà, i peones oppositori (dentro e fuori maggioranza) contro la Giunta Mario Lucini

Posted by

oggi il quotidiano La Provincia di Como si scaglia (assieme ai legaioli, ai rapinesi, ai subitalioti delle LORO libertà e agli altri peones oppositori da consiglio comunale trasformato in bar) contro la Giunta Mario Lucini. con questo titolo IRPEF, NOTTE DI LITI. POI LA STANGATA (e poi un fondo vagamente minaccioso: tasse su tasse, ora serve una svolta)
Visto che non fa informazione, la faccio io:
1 a togliere l’imposizione locale che dava autonomia finanziaria ai comuni è stata la promessa di Berlusconi di togliere l’ICI alle elezioni politiche del 2008. La stangata arriva da lì : ma allora legaili, forzaitalioti, provincioti gioivano
2 dal 2009 lo stato centrale assorbe la stragrande parte della tassazione e trasferisce sempre meno risorse ai bilanci comunali
3 i comuni diventano esattori di tasse , devono trasferire gran parte dei fondi allo stato centrale (soprattutto per la proprietà della casa) e ricevono di ritorno meno di quanto serve a garantire a un livello decente i servizi esistenti
4 i comuni possono agire in autonomia solo sulle tariffe, sui costi per lo smaltimento dei rifiuti (pagare un costo di un servizio non è “tassa”: provate a distinguere fra TIPI di prelievo, ammesso che vogliate fare informazione), e su una minima addizionale irpef
5 la giunta Lucini ha innalzato (per lo zero virgola …) questa addizionale esentando le fasce dei contribuenti a reddito minore
IL CRITERIO E’ DEL TUTTO GIUSTO ED EQUO: remunerare i costi pubblici in modo corrispondente alla capacità di reddito
La insistente politica (da bar e da stadio) sull’abbassare le tasse porterebbe (e NON spero porterà) a dare un colpo definitivo alla spesa sanitaria che è TUTTA A CARICO FISCALE
i giornalisti della Provincia (in particolare la inorridita cronista da salotto chic che si chiama Gisella Roncoroni ) dovrebbero osservare e fotografare gli utenti carichi di certificati per le medicine, per le visite specialistiche e spiegare che in quei voucher c’è quello che TORNA dal prelievo fiscale.
Poi, se sanno leggere li inviterei a studiare questo libro AMERICANO (non della ex unione sovietica comunista:
Stephen Holmes, Cass R. Sunstein, IL COSTO DEI DIRITTI, perchè la libertà dipende dalla tasse, pubblicato nel 1999 e tradotto da Il Mulino nel 2000
http://mappeser.com/2000/07/24/stephen-holmes-cass-r-sunstein-il-costo-dei-diritti-perche-la-liberta-dipende-dalle-tasse-il-mulino-2000/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.