2 risposte »

  1. Con qs articolo tocchi la mia zona.
    Io abito a s.Croce.
    Fino alla guerra questa zona di Como nn era conosciuta certo come via Tomaso Grossi,ma come Contrada de Santa Cruus.
    I nonni parlavano ancora in buon dialetto comando.
    E mio nonno così come suo padre fondatore dell’ attività era conosciuto in tutta Como come ul Pusterun.
    Il bisnonno nacque al Burghett di s.Vitale ora via Gio Andrea Perlasca e tesseva in casa col telaio a mano in affitto.
    L operaio nn possedeva certo l utensile.
    I nobili lo appaltavano ancora a fine 800.
    Il lavoratore veniva pagato a cottimo x i metri di tessuto che produceva.
    Ci mettesse 2 gg o 1 settimana…affari suoi.
    Lavorasse giorno e notte affari suoi.
    Ti affitto il telaio ti fornisco il filo di sera.
    Tu mi paghi l affitto del telaio mi consegni il tessuto al prezzo pattuito prima e qs è tutto.
    Come abbia fatto a uscire da qs girone infernale e ad acquistare il progetto della prima casa e bottega de Santa cruus resta un mistero.
    Si perché la testata d angolo e sempre la prima pietra che si pone.
    L angolo via t.grossi via Zezio e la prima casa costruita dell’ isolato via Dante Santa cruus San Giuliano in pomerio.chiesa concettuale delle monache agostiniane discese da Brunate a fine 400 fra le quali anche la Beata Maddalena Albricci di nobile famiglia decurionale comasca sepolta sotto l altare di s.Leonardo in Duomo primo a dx entrando dalla facciata porta laterale di dx e a cui è intitolato lo svincolo che scende a s.rocco dalla Regina che passa davanti al Monumentale.
    E S.Croce era il convento dei francescani detti Zoccolanti ora Casa Divin Prigioniero opera Don Folci di Colori a in Valtellina a dx salendo appena prima di svoltare a dx x iniziare la via x Brunate.
    Ho infarcito il solito sandwich multi strato mc Donald di notizie alla rinfusa.
    Sarà lo stile dei volumi che una volta editava come strenna la Famiglia Comasca ?
    Peccato che da decenni ormai nessuno pubblichi più nulla di similmente divulgativo.
    Stammi bene.
    Un frequentatore discontinuo nell’ intervento del tuo blog.
    Luca Noseda

  2. grazie Luca. prezioso come sempre con le tue tracce storiche. ti ricordo che questo blog è sepre pronto a pubblicare tuoi articoli di storia locale. basta che mi mandi un testo e io lo pubblico a tuo nome. saluti carissimi, sperando di vederti. magari questa estate a Coatesa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.