MUSICA · Villa del Grumello

VILLA DEL GRUMELLO JAZZ FESTIVAL, dal 15 al 18 giugno 2023

 VILLA DEL GRUMELLO JAZZ FESTIVAL Quattro concerti di altissimo livello artistico in arrivo sul lago di Como:
dal chitarrista e compositore Livio Gianola,
ad un omaggio al leggendario chitarrista jazz Wes Montgomery con Alessio Menconi Organ Trio, al sassofonista argentino Javier Girotto fino al jazz grintoso di Chico Freeman e Antonio Faraò 
Direzione Artistica di Flavio Minardo 
dal 15 al 18 giugno Villa del Grumello Via per Cernobbio 11 | Como  Como, 31 maggio 2023 –
Prosegue la rassegna “Cultura Grumello” con la terza edizione de “Villa del Grumello Jazz Festival” che porta a Como – dal 15 al 18 giugno – artisti di fama internazionale con una proposta che spazia dalla musica e danza flamenca di Livio Gianola, ad un omaggio al leggendario chitarrista jazz Wes Montgomery con Alessio Menconi Organ Trio, al tango del sassofonista compositore e flautista argentino Javier Girotto fino al jazz grintoso di Chico Freeman e Antonio Faraò.Quattro serate di altissimo livello artistico e originali nella proposta si fondono con le suggestioni uniche del paesaggio e con le essenze del parco storico naturalistico della Villa del Grumello di Como, luogo di sperimentazione e di intrecci creativi, tra generi artistici e discipline, tra generazioni e sguardi differenti, tra pratiche di cura e spontaneità.Il primo concerto, giovedì 15 giugno alle ore 21.00, è con Livio Gianola Flamenco Ensamble. Un viaggio nel magico mondo del Flamenco, con la presenza della danzatrice Lara Ribichini.Livio Gianola è considerato tra i massimi virtuosi della chitarra a otto corde e l’unico chitarrista non spagnolo ad aver composto musiche per il prestigioso Ballet Nacional de España e per grandi nomi del flamenco del calibro – tra gli altri – di Antonio Canales, Rafael Amargo e Lola Greco. L’esecuzione sarà un viaggio nel magico mondo del flamenco, accompagnato da un affiatato ensemble ritmico. Il sound del gruppo accompagnerà, inoltre, la performance di Lara Ribichini, danzatrice di flamenco di grande esperienza.Segue, venerdì 16 giugno alle ore 21.00“Menconi Organ Trio” con Alessio Menconi alla chitarra, Alberto Gurrisi all’organo Hammond e Alessandro Minetto alla Batteria. Menconi ha all’attivo migliaia di concerti nei teatri e jazz festival in oltre quaranta Paesi del mondo. Insieme al suo trio celebrerà i cento anni dalla nascita del suo idolo, il più grande chitarrista jazz di tutti i tempi Wes Montgomery (Indianapolis, 6 marzo 1923 – 15 giugno 1968).Il trio è la formazione resa nota proprio da Montgomery con i suoi quattro dischi registrati con questo organico ed esegue sue composizioni e altri brani caratteristici da lui suonati sia in piccoli gruppi sia in orchestra. I pezzi verranno arrangiati e suonati in maniera del tutto personale ma senza mai dimenticare il “sound” originale.La rassegna si concluderà domenica 18 giugno con due imperdibili concerti: alle 18.30 il Trio del grande sassofonista argentino Javier Girotto presenta il progetto “Tango Nuevo Revisited”, un concerto in bilico tra tango e jazz ispirato all’incontro artistico tra Astor Piazzolla e Gerry Mulligan.
Girotto, al sax baritono, sarà supportato da Gianni Iorio al bandoneon e da Alessandro Gwis al pianoforte ed elettronica.
Chico Freeman e Antonio Faraò chiudono il festival, alle ore 21.00, rendendo omaggio alla musica di una delle loro principali fonti di influenza e ispirazione con classici di John Coltrane da loro rivisitati assieme ad alcune loro composizioni. 
Chico Freeman, sassofonista, pluristrumentista, compositore e produttore, incarna l’intento di cercare nuove vie di espressione che abbraccino il patrimonio e la grande tradizione del jazz. Molti critici lo hanno paragonato ai grandi della storia del jazz e la prova sta nel fatto che egli ha suonato e registrato con alcuni dei musicisti più celebri ed innovativi al mondo: Elvin Jones, McCoy Tyner, Sun Ra, Dizzy Gillespie, Charles Mingus, Eddie Palmieri, Jack DeJohnette, Wynton Marsalis, Roy Haynes, per nominarne qualcuno.
Antonio Faraò percorre da sempre la strada maestra del jazz con tale convinzione e padronanza tecnica da non temere confronti con jazzmen provenienti da ogni dove. Non a caso ha avuto modo di collaborare con artisti del calibro di Joe Lovano, Didier Lockwood, Miroslav Vitous, Jack Dejohnette, Chris Potter, Benny Golson, del brasiliano Ivan Lins e altri ancora. 
Per informazioni e acquisto biglietti: www.villadelgrumello.it  
Livio Gianola Quartet
Chico Freeman e Antonio Faraò
Berra Pietro · CAMMINARE · Camminare in COMO città · Centro Storico di Como · Chiese in Como città · COMO città · Conosco Como? · Libri su Como e il Lario · STORIA LOCALE E SOCIETA' · Tajana Tino

TAJANA Clemente, PASSEGGIATE COMASCHE. In cammino per Como e dintorni tra storia e futuro. Testi a cura di Piero Berra, copertina di Mirna Ortiz, New Press edizioni, 2023. Indice del libro

Pinacoteca di Palazzo Volpi

“Mettici la faccia”: diventa testimonial della nuova campagna di comunicazione dei Musei Civici / sabato 6 maggio 2023, Pinacoteca Civica

Mostre · Pinacoteca di Palazzo Volpi

VISITA GUIDATA alla MOSTRA UNIVERSO PARISI. I VETRI E LE CERAMICHE DI ICO E LUISA,  Domenica 30 aprile – ore 11.30. Pinacoteca Civica di Como,   Via Diaz 84, Como

Architettura · BIOGRAFIA, biografie · Camminare in COMO città · COMO città · STORIA LOCALE E SOCIETA'

Giuseppe Terragni per i bambini: l’asilo sant’Elia, a cura di Roberta Lietti e Paolo Brambilla, Bellavite editore, 2018

VAI ALLE SCHEDE DEL LIBRO REPERIBILI IN RETE:

https://tinyurl.com/msu3cmwv

CONVEGNI, incontri, dibattiti, corsi, festival · Villa del Grumello

COLTIVIAMO L’ENERGIA. Nel parco di Villa del Grumello la rassegna dedicata alle discipline olistiche. Attività per adulti e bambini, esperti e neofiti con prenotazione, domenica 30 aprile e lunedì 1° maggio 2023, Via per Cernobbio 11 | Como

ARTE · Pinacoteca di Palazzo Volpi

La Pinacoteca civica di Como insieme a Google Arts & Culture porta online le sue collezioni

La Pinacoteca civica di Como insieme a Google Arts & Culture porta online le sue collezioni

Disponibili su Google Arts & Culture oltre 240 opere d’arte

La Pinacoteca civica di Como entra a far parte di Google Arts & Culture, la piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura online, con una Collezione digitale di 240 opere.

IL PROGETTO

La Pinacoteca civica di Como conserva e valorizza le opere d’arte patrimonio della città. La collezione, che dal Medioevo arriva sino ai giorni nostri, si è costituita attraverso lasciti, donazioni, acquisti e documenta l’arte del territorio a partire dagli edifici religiosi, passando per la ritrattistica, il paesaggio, la pittura di genere, sino alle ricerche novecentesche legate al Futurismo, al Razionalismo e al design. Fulcro delle collezioni, la cinquecentesca raccolta di ritratti di Uomini Illustri di Paolo Giovio, i disegni dell’architetto Antonio Sant’Elia e alcune delle opere più significative del gruppo degli Astrattisti comaschi del Novecento.

Grazie alla collaborazione con Google Arts & Culture oltre 240 opere d’arte sono ora fruibili anche on line. Un progetto di valorizzazione culturale, con l’obiettivo di mettere in luce questo importante patrimonio, dando l’opportunità al pubblico e agli studiosi di visionarlo e consultarlo online gratuitamente.

L’entrare a far parte della piattaforma Google Arts & Culture – dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Como Enrico Colombo – rientra tra gli obiettivi del Piano di Sviluppo dei Musei civici 2023 – 2025, che con “Musei digitali” intende migliorare e potenziare l’esperienza di fruizione del museo, anche in maniera virtuale, oltre che migliorare la capacità di attrazione per i diversi pubblici. Google Arts & Culture è una vetrina internazionale sul mondo dei Musei, che permette di visitare ed esplorare in maniera virtuale le collezioni d’arte di oltre 2000 musei in tutto il mondo.

ALCUNE INFORMAZIONI SULLA COLLEZIONE DIGITALE

  • Le oltre 240 opere della Pinacoteca digitalizzate, che verranno ulteriormente implementate nei prossimi mesi, contemplano dipinti che coprono un arco temporale di oltre 6 secoli, sculture e materiale lapideo provenienti da edifici religiosi del territorio, e un’ampia selezione di disegni di Antonio Sant’Elia della collezione civica.
  • Sono state create 4 storie, ovvero approfondimenti su alcune sezioni della collezione. Le storie presentano e raccontano opere o artisti punte di diamanti della collezione della Pinacoteca: i ritratti degli Uomini illustri di Paolo Giovio, Antonio Sant’Elia, Mario Radice e gli interventi pittorici per la casa del Fascio, I vetri e le ceramiche di Ico e Luisa Parisi.
  • Le opere sono accompagnate da testi di approfondimento a carattere storico – artistico, redatti da storici dell’arte come Elena Di Raddo, Bruno Fasola, Roberta Lietti, Alberto Longatti, Alberto Rovi, Paolo Vanoli.

Google Arts & Culture

Google Arts & Culture è la piattaforma di Google che permette agli utenti di esplorare le opere d’arte, i manufatti e molto altro tra oltre 2000 musei, archivi e organizzazioni da 80 paesi che hanno lavorato con il Google Cultural Institute per condividere online le loro collezioni e le loro storie. Disponibile sul Web da laptop e dispositivi mobili, o tramite l’app per iOS e Android, la piattaforma è pensata come un luogo in cui esplorare e assaporare l’arte e la cultura online. Google Arts & Culture è una creazione del Google Cultural Institute.

CONVEGNI, incontri, dibattiti, corsi, festival · Villa del Grumello

LIMITI – Humanities Festival, a cura della Associazione Villa del Grumello, 31 marzo – 2 aprile 2023

vai al sito:
vai alla pagina facebook:
Il Festival Limiti, con il contributo di Fondazione Cariplo, si articola tra riflessione teorica e pratiche, soprattutto artistiche, attorno ai temi del limite e dell’abitare la soglia, intrecciandoli alle urgenze socio-ambientali.
Lo sguardo è assieme territoriale e globale, le iniziative sia divulgative sia di approfondimento, per adulti e bambini: fotografia, danza, narrazione teatrale, storica e d’attualità, temi e pratiche ambientali, dinamiche migratorie esplorano e si confrontano sul limite.
PROGRAMMA
  • Venerdì 31 marzo 2023 ore 18:00
    OPHELIA annegamento di un ghiacciaio
    Inaugurazione mostra fotografica
  • Venerdì 31 marzo 2023 ore 19:00
    L’ombra prepara lo sguardo alla luce
    Performance di danza di e con Elisabetta Di Terlizzi
  • Sabato 1 aprile 2023 ore 17:30
    Limiti in movimento. Focus Migrazioni
    Incontro
  • Sabato 1 aprile 2023 ore 18:45
    Garò, una storia armena
    Spettacolo teatrale con Davide Panzeri
  • Domenica 2 aprile 2023 ore 10:00 – 11:30
    Abitare la biodiversità
    Laboratorio creativo di educazione ambientale per bambini
  • Domenica 2 aprile 2023 ore 11:30
    Questa non è una panchina. Storie vagabonde nel Parco del Grumello
    Teatralizzazione a cura di gruppo teatrale Aounithiè con cittadini con e senza dimora
  • Domenica 2 aprile 2023 ore 18:00
    Di acqua e di terra, un canto al nostro essere acqua e terra oltre ogni confine
    Reading teatrale di e con Lucilla Giagnoni
Ingresso alle attività con donazione facoltativa a favore della parrocchia di Rebbio (CO).
Biografie di persone · COMO città · GENIUS LOCI · LAGO DI COMO-LARIO: Luoghi · tentativi di esaurimento del luogo

C’era una volta a Como. Ricordi e immagini di qualche tempo fa, di Marco Guggiari e Carlo Pozzoni, Giovedì 23 marzo ore 16.30; Domenica 26 marzo ore 17

Castel Baradello · CONVEGNI, incontri, dibattiti, corsi, festival · Passeggiate

l’ associazione SlowLakeComo organizza 4 appuntamenti con i Cafè Philo

l’associazione SlowLakeComo ha inserito nel calendario della nuova stagione 4 appuntamenti con i Cafè Philo che si terranno in modalità itinerante: 
una piacevole passeggiata non impegnativa lungo i sentieri del Parco della Spina Verde intervallata da due tappe di riflessioni e con arrivo finale al Castello Baradello.
Le date sono le seguenti:
6 maggio,
3 giugno,
1 luglio
e 30 settembre.
 
In allegato il calendario completo degli appuntamenti con la descrizione dei Cafè Philo e delle altre iniziative organizzate al Castello e nel Parco.
Le prenotazioni verranno aperte sul sito www.castelbaradello.com.