Vai al contenuto

progetto “Como un Quadro” sviluppato e curato da Pietro Berra da un’idea di Mirna Ortiz. Dodici doppie pagine tematiche su “La Provincia”, 2019

vai a Como un Quadro

Il giro del Lario in cento quadri: un modo per riscoprire sotto angolature diverse il lago più bello del mondo, coinvolgendo tanto i comaschi quanto i turisti.

La “caccia fotografica al punto di vista del pittore” è il primo passo del progetto “Como un Quadro” – sviluppato e curato da Pietro Berra da un’idea di Mirna Ortiz – che ci accompagnerà per tutto il 2019, con dodici doppie pagine tematiche su “La Provincia”, in cui esploreremo artisticamente le sponde lariane a partire da Como, ogni ultimo lunedì del mese, corredate di una serie di iniziative sul territorio (passeggiate creative, incontri) sotto il coordinamento dall’associazione Sentiero dei Sogni.

Numerosi dipinti conservati nella locale Pinacoteca, così come tante altre vedute di Como e del lago sparse in alcuni tra i più importanti musei del mondo (il Louvre a Parigi, la Tate Modern di Londra, il British Museum, il Metropolitan di New York, il Puskin di Mosca…), possono fornire infiniti spunti per (ri)scoprire un po’ della bellezza e della storia del territorio comasco.

Punto di partenza del nostro viaggio lungo le sponde del Lario, nonché attraverso cinque secoli di vedute e visioni, è l’ex porto di Como, di cui nel 2019 ricorre il 150° dell’interramento che ha dato origine a piazza Cavour. Un grande cambiamento paesaggistico (che a sua volta ne ha innescati altri di ordine sociale ed economico), di cui la testimonianza più celebre è l’acquerello “Lake Como: Sunset” di William Turner (1843), ultima di una serie di elaborazioni dello stesso soggetto, che già si trova nel primo taccuino di viaggio di Turner in Italia, datato 1819, ovvero prossimo al bicentenario.

La “caccia fotografica” consiste nel proporvi ogni mese quattro opere e invitare tutti i fotoamatori ad andare a trovare e immortalare il punto di vista del pittore.

Le foto, da voi postate su questo stesso gruppo Facebook, che si avvicineranno di più all’inquadratura dell’artista (considerando, ovviamente, la rielaborazione creativa, che si aggiunge agli importanti cambiamenti paesaggistici intercorsi) saranno pubblicate su “La Provincia” il mese successivo.

“Como un Quadro” è un progetto aperto, che si fonda sulla partecipazione attiva del territorio. Le iniziative collaterali o successive alle puntate sul giornale (passeggiate, mostre, catalogo…) si fonderanno sulle sinergie che nasceranno cammin facendo.

Chiunque fosse interessato a collaborare può inviare una mail a info@sentierodeisogni.it.

vai alle FOTO

https://www.facebook.com/groups/206687643575549/photos/

48391762_2228607787399142_8338973094479659008_o

Paolo Ferrario Mostra tutti

https://mappeser.com/paolo-ferrario-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: