I 25 anni del CINEFORUM di Como, colloquio con Giuseppe Fossati a cura di Fausto Colombo e Daniela Giunco, in CIAO, COMO !, a cura di Piero Collina, Natale 1979, edizioni La Famiglia Comasca, pagine 95-119

in

la rassegna cinematografica di LAKE COMO FILM NIGHT, a Cernobbio, in Villa Erba (Como), 26/27 luglio 2019

LA DONNA NELLA SOCIETÀ MULTICULTURALE. Questioni di genere nel dialogo fra le culture, rassegna cinematografica a cura della Università degli Studi dell’Insubria, Como 24 ottobre 2018-22 maggio 2019

IL CINEMA ITALIANO, 13° Festival a COMO, dal 3 all’ 11 febbraio 2018 al cinema ASTRA

IL CINEMA ITALIANO, 13° Festival di Como al CINEMA ASTRA, conferenza stampa per la presentazione della rassegna giovedì 25 gennaio ore 12 presso la sala della giunta comunale di Como

conferenza stampa

ERA D’ESTATE (Italia, 2015, 100 minuti) di Fiorella Infascelli con Massimo Popolizio, Beppe Fiorello, Valeria Solarino, Claudia Potenza e Elisabetta Piccolomini, FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al CINEMA ASTRA di Como

Il Cinema Racconta ...

Una immersione nella vita privata e intima di due italiani intrisi di etica pubblica. I loro caratteri , i loro affetti, il loro senso dell’umorismo (“come stai'” … “seduto”), la loro amicizia. Ci si affeziona a questi due. E ci si commuove. E si pensa: la polis è basata sulla responsabilità delle singole persone


Estate 1985. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino vengono trasferiti d’urgenza all’Asinara insieme alle loro famiglie in seguito a una minaccia più allarmante del solito. I giudici stanno lavorando al maxiprocesso penale che, la storia insegna, porterà in carcere molti dei protagonisti della criminalità organizzata. Dunque entrambi sono entrati nel mirino di Cosa Nostra, ma anche di quella parte della politica che preferisce il “vivi e lascia vivere”, quando si tratta di mafia.

Sorgente: FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al CINEMA ASTRA di Como. Le trame di tutti i film a cura di BiBazz, 28 gennaio-4 febbraio…

View original post 6 altre parole

UN BACIO (Italia, 2016, 101 minuti) di Ivan Cotroneo con Rimau Grillo Ritzberger, Valentina Romani, Leonardo Pazzaglie Thomas Trabacchi, al FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al CINEMA ASTRA di Como

Il Cinema Racconta ...

Il tema è la violenza del bullismo nel tempo attuale. Tre adolescenti di scuola media superiore: ognuno “difficile” a suo modo. Il film racconta anche che “le cose potrebbero andare in modo diverso”, come si immaginava Lorenzo. Ma non è andata così. Gli adulti hanno la responsabilità di favorire una biografia diversa a questi giovani. E nel film alcuni ci provano. Ma la loro fatica ed il loro impegno non sono bastati.


Lorenzo è un adolescente che arriva a Udine perché adottato da una famiglia dopo che aveva vissuto precedente esperienza negativa di adozione. Lorenzo è dichiaratamente gay. Blu è figlia del proprietario di un’azienda e di un’aspirante scrittrice. Ha un carattere reattivo anche perché a scuola, e sui muri, viene definita ‘una troia’. Antonio è figlio di una guardia giurata e pesa su di lui la presenza del fratello maggiore morto in un incidente. E’ un abile cestista ma…

View original post 47 altre parole

DUE EURO ALL’ORA (Italia, 2015, 80 minuti) di Andrea D’Ambrosio con Peppe Servillo, Chiara Baffi, Paolo Gasparini, Alessandra Mascarucci e Alyona Osmanova, al FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, CINEMA ASTRA di Como

Il Cinema Racconta ...


In un piccolo paese nella provincia del Sud Italia vivono Rosa, diciassettenne abbandonata dalla madre e in conflitto col padre, e Gladys, emigrata di ritorno, nubile, impiegata in nero presso un laboratorio clandestino in cui confeziona tessuti. Quando la prima decide di trascurare gli studi per essere assunta nella sartoria abusiva, tra le due donne nasce una relazione fatta di fiducia e compensazione che le vede fianco a fianco per affermare i propri diritti.

Sorgente: FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al CINEMA ASTRA di Como. Le trame di tutti i film a cura di BiBazz, 28 gennaio-4 febbraio 2017 | Il Cinema Racconta …

View original post

LA RAGAZZA DEL MONDO (Italia, 2016, 101 minuti), di Marco Danieli, con Sara Serraiocco, Michele Riondino, Giorgio Careccia, Pippo Delbono e Marco Leonardi, FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al Cinema Astra di Como. Le trame di tutti i film a cura di BiBazz, 28 gennaio-4 febbraio 2017

Il Cinema Racconta ...

Lei (Giulia) esce dalle regole di una oppressiva fede religiosa.

E’ l’amore a “farla andare nel mondo”. E sarà un percorso duro

Ma alla fine è una “non-famiglia” (la “balia preferita”) ad aiutarla a continuare a vivere


Quello di Giulia è un mondo antico e sospeso, fatto di rigore e testi sacri, che esclude con ferocia chi non vi appartiene. Quello di Libero è il mondo di tutti gli altri, di chi sbaglia, di chi si arrangia cercando un’altra possibilità e di chi ama senza condizioni. Quando Giulia incontra Libero scopre di poter avere un altro destino, tutto da scegliere. La loro è una storia d’amore purissima e inevitabile e per i due ragazzi inizia un intenso periodo di vita insieme, scelta che comporterà a Giulia una totale esclusione dal mondo dei Testimoni di Geova al quale appartiene. Libero farà a Giulia il dono d’amore più grande di tutti: la…

View original post 43 altre parole

LA PELLE DELL’ORSO (Italia, 2016, 92 minuti) di Marco Segato con Marco Paolini, Leonardo Mason, Lucia Mascino, Paolo Pierobon e Maria Paiato, FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al Cinema Astra di Como. Le trame di tutti i film a cura di BiBazz, 28 gennaio-4 febbraio 2017

Il Cinema Racconta ...


Anni Cinquanta. Domenico ha 14 anni e vive da solo con il padre Pietro da quando la madre è morta in circostanze misteriose. Pietro, uscito di galera, è il bersaglio della piccola comunità montana che lo considera “una bestia”. Quando in paese si ripresenta el Diàol, il diavolo, un orso che ha già mietuto vittime in passato, Pietro intuisce la possibilità del suo riscatto: dunque scommette con il padrone della cava di pietra locale, Crepaz, che ucciderà l’orso. Se riuscirà nell’impresa guadagnerà una somma enorme per l’epoca e la zona. Se invece fallirà, regalerà un anno del suo lavoro di spaccapietre a Crepaz. Anche per Domenico la caccia all’orso è un’occasione: per riavvicinarsi al padre, mettere alla prova la propria abilità con il fucile, e dimostrare che non è un bocia, ma un giovane uomo pronto ad affacciarsi alla vita adulta.

Sorgente: FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al Cinema Astra…

View original post 21 altre parole

CAFFE’ (Cina / Belgio / Italia, 2016, 110 minuti) di Cristiano Bortone con Ennio Fantastichini, Dario Aita, Miriam Dalmazio, Michael Schermi e Hichem, AL FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, al Cinema Astra di Como. Le trame di tutti i film a cura di BiBazz, 28 gennaio-4 febbraio 2017

Il Cinema Racconta ...


In Belgio l’iracheno Ahmed ha un piccolo negozio in cui conserva una preziosa caffettiera d’argento. Durante una manifestazione dei teppisti fanno irruzione nell’esercizio e la rubano. Uno di loro però perde i documenti e Ahmed lo rintraccia con il desiderio di farsi restituire il maltolto. A Roma Renzo, un barista appassionato di aromi di caffè, viene licenziato e va a cercare lavoro a Trieste presso un’importante industria che importa il prezioso prodotto e in cui spera che le sue competenze vengano valorizzate. Ciò però non accade e il giovane, la cui compagna attende un figlio, è tentato dall’idea di compiere un furto. In Cina Fei è un manager di successo che sta per sposare la figlia del proprietario di una grande industria del settore chimico. Un giorno viene incaricato di far ripartire una fabbrica che è stata bloccata da un guasto nello Yunnan che è la sua regione di origine…

View original post 60 altre parole

ASINO VOLA (Italia, 2015, 80 minuti) di Marcello Fonte e Paolo Tripodi con Francesco Tramontana, Luigi Lo Cascio, Maria Grazia Cucinotta e Lino Banfi, da BiBazz | al Festival del cinema italiano, cinema ASTRA, Como

Maurizio è un bambinetto caparbio, cresciuto tra mille avventure solitarie nella fiumara, un piccolo ruscello quasi sempre asciutto dove la gente butta quello che non gli serve più. Maurizio ha fatto di quella discarica il suo magico parco giochi, ed è lì, tra carcasse di automobili trasformate in rifugi e piccoli e grandi tesori trovati là intorno, che matura il sogno di far parte della banda musicale del paese.

Sorgente: ASINO VOLA (Italia, 2015, 80 minuti) di Marcello Fonte e Paolo Tripodi con Francesco Tramontana, Luigi Lo Cascio, Maria Grazia Cucinotta e Lino Banfi, da BiBazz | Il cinema italiano all’Astra | Il Cinema Racconta …

FIORE (Italia / Francia, 2016, 110 minuti) di Claudio Giovannesi con Daphne Scoccia, Josciua Algeri, Laura Vasiliu, Aniello Arena, Gessica Giulianelli e Valerio Mastandrea. Al Festival del cinema italiano, Como 2017

Dafne si trova in riformatorio per aver cercato di rubare un telefonino nella stazione in cui dormiva, sdraiata sopra una panchina. La ragazza è un gatto selvatico con alcuni precedenti alle spalle, una madre assente e un padre amorevole ma inadeguato che ha conosciuto da vicino la galera. Dafne vive alla giornata, e anche in riformatorio afferma la sua indole ribelle. Ma è anche una creatura profondamente sensibile, capace di profonda compassione e di quella solidarietà umana che nei suoi confronti è quasi sempre mancata. Quando incontra Josh, detenuto nell’ala maschile del riformatorio, individua in lui un’anima gemella e comincia a sperare in un happy ending opposto a quel destino che le è sempre apparso segnato

Sorgente:

https://cinrac.com/2017/01/28/festival-del-cinema-italiano-2017-al-cinema-astra-di-como-tutti-i-film-a-cura-di-bibazz/

Sorgente: FIORE (Italia / Francia, 2016, 110 minuti) di Claudio Giovannesi con Daphne Scoccia, Josciua Algeri, Laura Vasiliu, Aniello Arena, Gessica Giulianelli e Valerio Mastandrea. Al Festival del cinema italiano, Como 2017 | Il Cinema Racconta …

7 MINUTI (Italia / Francia / Svizzera, 2016, 92 minuti) di Michele Placido, con Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Violante Placido e Ottavia Piccolo. Al Festival del cinema italiano, Como 29 gennaio 2017

Il Cinema Racconta ...

L’azienda tessile Varazzi è in procinto di siglare l’accordo che la salverà dalla chiusura immediata. I partner francesi sono pronti a concludere, ma all’ultimo momento consegnano alle undici componenti del consiglio di fabbrica una lettera che chiede loro di sacrificare sette minuti di intervallo al giorno. Il consiglio è composto da nove operaie e un’impiegata, più una rappresentante sindacale, Bianca, dipendente della Varazzi da decenni.

View original post

IL FIUME HA SEMPRE RAGIONE (Italia / Svizzera, 2016, 72 minuti) di Silvio Soldini. Presenti il regista con Alberto Casiraghy e Josef Weiss al FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO 2017, CINEMA ASTRA di Como

Il Cinema Racconta ...


Casiraghy e Weiss non sono due artisti nel senso che comunemente intendiamo. La loro arte è quella della tipografia. Arte che a dispetto dei tempi continuano a intendere e a esercitare come pratica della manualità, come lavoro artigianale. Casiraghy è un uomo di poesia, aneddoti e aforismi (uno dei quali ha dato proprio il titolo al film). La sua casa dice molto di lui: è piena di foto, disegni, memorabilia, statuette, cimeli vari, ma soprattutto tanti tanti libri e lettere manoscritte. Oggetti carichi di significato, ognuno con una propria storia. Molti artisti, disegnatori e poeti si fermano nella sua bottega a Osnago e insieme a lui stampano le loro opere per mezzo del suo gioiellino, la sua reliquia sacra: una stampante meccanica a caratteri mobili. Josef è grafico e restauratore di libri. Il suo atelier a Mendrisio in Svizzera nel Canton Ticino viene definito da Casiraghy, con l’acume che lo…

View original post 63 altre parole

SILVIO SOLDINI, IL FIUME HA SEMPRE RAGIONE. Parolario partner dell’incontro inaugurale della dodicesima edizione de Il cinema italiano – Festival a Como Sabato 28 gennaio 2017, ore 17 Cinema Astra, Como

programma de IL CINEMA ITALIANO – 12. Festival a Como, conferenza stampa che si terrà giovedì 19 gennaio 2017, alle ore 11.00, presso la Provincia di Como, nel salone di Villa Gallia (via Borgovico n. 148).

Il Cinema Racconta ...

è pronto il programma de IL CINEMA ITALIANO – 12. Festival a Como.
Siamo lieti di invitare chi volesse conoscerlo in anteprima alla conferenza stampa che si terrà domani giovedì 19 gennaio, alle ore 11.00, presso la Provincia di Como, nel salone di Villa Gallia (via Borgovico n. 148).
Sarà l’occasione per brindare insieme a questa nuova edizione del festival.

Chiediamo gentilmente di comunicare la presenza rispondendo a questa mail.
Grazie.
A prestissimo!
 

Ass. Culturale SGUARDI

sguardi.como@hotmail.it

www.cinemaitalianocomo.com

12-manifesto-b_orig

View original post

Terapia di Gruppo – MAG TEAM – Lezzeno – Lake Como Film Festival, 2016 – FILMLAKERS

film Il concerto, di Radu Mihaileanu, Venerdì 27 febbraio, alle ore 21 presso la scuola primaria di via Montelungo a Como, a cura di TeatroGruppo Popolare

TeatroGruppo Popolare

info@teatrogruppopopolare.it
Via Castellini 7, Como
tel. 339.1965074
CF 95096490131 – P. IVA 03147280139

Venerdì 27 febbraio, alle ore 21

presso  la scuola primaria di via Montelungo a Como,

nell’ambito della rassegna “Oltre lo sguardo” TeatroGruppo Popolare con la Squolachevola all’interno del progetto Radici e Ali

propongono il film Il concerto, di Radu Mihaileanu.

Il film narra le vicende di un’orchestra costretta a sospendere la propria opera durante il periodo brezneviano per via dell’ebraicità dei suoi componenti, mal digeriti dal sistema sovietico e costretti a vivere di stenti e improvvisazioni; componenti che saranno segretamente riconvocati dall’ex direttore con lo scopo di rimettere in scena a Parigi spacciandosi per il Bolshoi il Concerto di Cajkovskij, lo stesso che era stato interrotto bruscamente dal regime. La storia del primo violino e del passato del direttore si intrecceranno tra passato e presente fino ad arrivare alla perigliosa e travagliatissima esecuzione del concerto davanti al pubblico parigino, in una sorta di rivincita personale e collettiva della comunità ebraica.

Con l’intento di far compartecipare la comunità agli eventi narrati cinematograficamente, teatro Gruppo Popolare sospenderà per alcuni brevi momenti la proiezione e inviterà gli spettatori che lo desidereranno a ricreare teatralmente le situazioni sceniche a venire, a immaginarle e commentarle, sostituirle, a giocare insomma con il cinema facendone uno strumento di partecipazione attiva. L’adesione al momento ricreativo sarà ovviamente volontaria; non è richiesta alcuna abilità interpretativa, ma solo volontà e desiderio di mettersi in gioco.

Tessera della rassegna 3 euro per partecipare a tutti gli eventi

Claudia Fontana

Ass. TeatroGruppo Popolare

via Castellini 7

22100 Como CO

339/1965074

www.teatrogruppopopolare.it

La buca (Italia, 2014, 90 minuti) di Daniele Ciprì con Sergio Castellitto, Rocco Papaleo, Valeria Bruni Tedeschi, Jacopo Cullin e Ivan Franek, al cinema Astra, Como 7 febbraio 2015

SE CHIUDO GLI OCCHI NON SONO PIU’ QUI (Italia, 2013, 100 minuti) di Vittorio Moroni con Giorgio Colangeli, Beppe Fiorello, Mark Manaloto, Hazel Morillo e Vladimir Doda – OLTRE IL GUADO (Italia, 2014) di Lorenzo Bianchini con Marco Marchese, Renzo Gariup e Lidia Zabrieszach, al Cinema Astra di Como, 6 febbraio 2015

IL CINEMA ITALIANO – 10. FESTIVAL A COMO

Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ingresso con tessera annuale dell’associazione Sguardi a 20 sacchi, valida per tutte le 22 proiezioni della manifestazione

Programma di oggi:

– ore 10 e ore 21 Se chiudo gli occhi non sono più qui (Italia, 2013, 100 minuti) diVittorio Moroni con Giorgio ColangeliBeppe FiorelloMark ManalotoHazel Morillo e Vladimir Doda

https://i0.wp.com/static.rbcasting.com/Giorgio-Colangeli-Mark-Manaloto-Se-chiudo-gli-occhi-non-sono-piu-qui-47747.jpg

Sedicenne con una forte passione per l’astronomia, trasmessagli dal padre, morto in un incidente stradale, Kiko vive con la madre filippina, Marilou, e il suo nuovo compagno, Ennio, un caporale che gestisce cantieri edili, sfruttando manodopera clandestina. A scuola rischia di essere bocciato per il secondo anno consecutivo e il rapporto con il patrigno, che lo forza a lavorare come manovale, è quantomai teso anche per via dei suoi modi violenti. Un giorno, Kiko incontra Ettore, un insegnante in pensione sulla sessantina, che gli dice di essere un vecchio amico del padre e di volerlo aiutare nello studio.

https://i0.wp.com/www.cinematascabile.com/wp-content/uploads/2014/11/oltre_il_guado_500_00.jpg

– ore 18 Oltre il guado (Italia, 2014) di Lorenzo Bianchini con Marco MarcheseRenzo Gariup e Lidia Zabrieszach
Marco Contrada è un etologo che lavora nella profondità dei boschi, dove piazza delle telecamere con l’obiettivo di fotografare gli animali e monitorare a distanza il loro comportamento. Le registrazioni lo portano in un remoto villaggio, sito di un’antica maledizione, in cui viene intrappolato a causa della pioggia che ha innalzato il livello del fiume ed inondato l’unico accesso.

NdA: saranno presenti Marco Piccarreda (al mattino), Vittorio Moroni e Massimo Schiavon (la sera)…

http://www.cinemaitalianocomo.com

DA VENERDÌ 6 FEBBRAIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

IL CINEMA ITALIANO. 10° festival a Como, 31 gennaio 8 febbraio 2015, al Cinema Astra

Cinema italiano como 20151913Cinema italiano como 20151914Cinema italiano como 2015191510346598_10153084831094887_5726608559883560959_n

2015-01-22_173652

FESTIVAL CINEMA DI COMO, intervista a Paolo Lipari, 31 gennaio-8 febbraio 2015

festival cine como1905

IL CINEMA ITALIANO. 10° festival a Como, 31 gennaio 8 febbraio 2015, al Cinema Astra

sabato 11 ottobre alle ore 21.00, presso il Cinema Astra di Como. In collaborazione con Il Cinecircolo, il centro formativo Starting Work, la scuola cinevideo Dreamers di Como e l’Hotel Terminus, sarà proposta una serata con un ospite d’eccezione: l’attore Gianni Cavina

In avvicinamento all’importante traguardo del decennale, il Festival del Cinema Italiano di Como festeggia l’evento offrendo al pubblico comasco una serie di appuntamenti speciali dedicati al cinema di qualità con INGRESSO GRATUITO.
Il prossimo è in programma sabato 11 ottobre alle ore 21.00, presso il Cinema Astra di Como. In collaborazione con Il Cinecircolo, il centro formativo Starting Work, la scuola cinevideo Dreamers di Como e l’Hotel Terminus, sarà proposta una serata con un ospite d’eccezione: l’attore Gianni Cavina.  Dal 1970 volto centrale nella filmgrafia di Pupi Avati, Cavina è attualmente impegnato sul set di “Una grande famiglia”, serie televisiva ambientata nel nostro territorio.  Per l’occasione sarà proiettato il film che lo impose all’attenzione del pubblico e della critica: “Atsalut pader” di Paolo Cavara, un intenso ritratto di frate Padre Lino da Parma, figura storica di stretta attualità (http://cinema.ilsole24ore.com/film/atsalut-pader/).
Nel corso della serata sarà inoltre 
presentato il volume “Paolo Cavara. Gli occhi che raccontano il mondo” di Fabrizio Fogliato prima pubblicazione su un autore meritevole di attento recupero.

Gianni Cavina

Nella speranza di vederci all’Astra, un carissimo saluto
 
 
Francesca Lipari
Ass. Culturale SGUARDI

Ombra del silenzio (Italia, 2014) di Matteo Malavasi, venerdì prossimo 10 ottobre alle ore 21.00, presso la Piccola Accademia di via Castellini 7 a Como

Cari amici,
vi segnaliamo con molto piacere che venerdì prossimo 10 ottobre alle ore 21.00, presso la Piccola Accademia di via Castellini 7 a Como, avrà luogo la proiezione dell’
Ombra del silenzio (Italia, 2014), il primo lungometraggio del regista comasco Matteo Malavasi.
Matteo viene da una formazione musicale ed è approdato prima al video, poi al cinema, anche grazie alla frequentazione assidua della Libreria del cinema, dove abbiamo avuto il piacere di conoscerlo e di seguire da vicino la messa a punto del suo discorso estetico, che non temeva di confrontarsi con i modelli più alti del cinema d’autore (da Bergman a Béla Tarr, da Rossellini a Bresson).
L’ingresso alla proiezione è di € 5.00, con prenotazione. Per prenotazioni telefoniche rivolgersi al 339/1965074 o via e-mail all’indirizzo info@teatrogruppopopolare.it.
Andrea

Il punto più alto – Kinoglaz – Brunate, LCFF 2014 – FILMLAKERS

L’ORRIDO – FeelMgood – Nesso, LCFF 2014 – FILMLAKERS, 2014

LCFF 2014 – FILMLAKERS – L’Orrido – FeelMgood – Nesso

Per una notte il teatro POLITEAMA è ritornato in vita nelle immagini di un video documentario, 25 luglio 2014

Per una notte il teatro POLITEAMA

è ritornato in vita nelle immagini del video documentario

Cinema Teatro Politeama:un secolo di storia

realizzato per l’occasione da Olo creative Farm e Lake Como Film Festival

LAKE COMO FILM FESTIVAL, FilmLakers – Proiezione e Premiazione dei cortometraggi, SABATO 26 LUGLIO 2014

LAKE COMO FILM FESTIVAL

Hangar Aero Club, viale Masia 44, ore 21, ingresso libero

http://lcffprova.files.wordpress.com/2014/07/10556407_10152554471954326_1962774936666552577_n.jpg

FilmLakers – Proiezione e Premiazione dei cortometraggi

Il Lake Como Film Festival, grazie al sostegno di Nemo leader nell’illuminazione di design, presenta quest’anno il concorso FilmLakers, dedicato ai giovani autori: 7 troupe, scelte dalla giuria del festival, sono ospitate in 7 comuni del territorio lariano per scrivere, girare e montare un cortometraggio di 7 minuti che valorizzi il territorio e le qualità del paese ospitante. I 7 comuni partecipanti, anch’essi selezionati dalla commissione Lcff, sono Brunate, Cernobbio, Carate Urio, Faggeto Lario, Nesso, Tremezzina, Zelbio: in qualità di partner dell’iniziativa, ospitano per cinque giorni una troupe cinematografica, fornendo loro ogni tipologia di facility sul territorio (vitto, alloggio, permessi, contatti etc.). Le troupe, composte da tre elementi di età inferiore ai trenta anni, si vedono assegnato per sorteggio un genere cinematografico di riferimento, di cui devono seguire le linee guida nel realizzare il loro prodotto di fiction. I filmmakers hanno la possibilità di coinvolgere gli abitanti nella fase realizzativa dei cortometraggi: dalla recitazione alla fornitura di oggetti di scena, sino a un vero e proprio supporto tecnico, qualora fosse possibile. Nella serata conclusiva del Lake Como Film Festival, saranno proiettati i 7 cortometraggi: i cortometraggi vincitori non saranno scelti solo in base al valore artistico, ma anche per la capacità di ritrarre il territorio e le peculiarità del paese ospitante e di diffondere l’arte cinematografica tramite il coinvolgimento attivo delle comunità locali.

Tempio Voltiano, viale Manzoni 1, ore 22.30, gratuito

Festa di chiusura del Lake Como film festival con Peregrines | Emanuele Bardin, Massimo Colombo e Brian Burgan | Barbarella

http://lakecomofilmfestival.com/

da SABATO 26 LUGLIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

Cinema Teatro Politeama: un secolo di storia, Venerdì 25 luglio 2014, ore 21.30 – Como, Cinema Teatro Politeama

Per una notte il teatro ritorna in vita nelle immagini del video documentario “Cinema Teatro Politeama: un secolo di storia” realizzato per l’occasione da Olo Creative Farm e Lake Como Film Festival.
La serata continuerà con una festa fino a tarda notte con DJ-set dal vivo.
Piazza Cacciatori delle Alpi diventerà per una notte un lounge bar grazie allo stand dello staff di Pura Vida.

La proiezione sul Cinema Teatro Politeama, struttura risalente al 1910, attualmente in disuso ricostruirà con immagini e musiche la storia artistica del Politeama: i volti degli attori del teatro italiano che vi hanno recitato, le note dei musicisti che vi hanno suonato, le sequenze dei film di una programmazione cinematografica lunga quasi un secolo.

__________________________________________________

Guerrilla Cinema 
Venerdì 25 luglio, ore 21.30 – Como, Cinema Teatro Politeama
In collaborazione con l’Associazione Luminanda e il Progetto Artificio.

21.30: Proiezione del documentario “Cinema Teatro Politeama: un secolo di storia

23.00: Dj set dal vivo e open bar a cura di Pura Vida – Temple Bar.

da Guerrilla Cinema al Politeama: 100 anni di storia in una notte | Lake Como Film Festival.

dal sito di Alessio Brunialti:

LAKE COMO FILM FESTIVAL 2014

Piazza Cacciatori delle Alpi, ore 21.30

https://i0.wp.com/gallery.mailchimp.com/5a6630b488c75f67f89ac7a84/images/297963a2-7652-4d16-943c-b8eb5effc740.png

Per una notte il teatro ritorna in vita nelle immagini del video documentario Cinema Teatro Politeama: un secolo di storia, realizzato per l’occasione da Olo Creative Farm e Lake Como Film Festival. La serata continuerà con una festa fino a tarda notte con Sj-set dal vivo. La piazza diventerà un lounge bar sotto le stelle. Sarà una grande festa anche per concludere questo primo anno di rassegne Artificio. La proiezione sul Cinema Teatro Politeama, struttura risalente al 1910, attualmente in disuso, ricostruirà con immagini e musiche la storia artistica del Politeama: i volti degli attori del teatro italiano che vi hanno recitato, le note dei musicisti che vi hanno suonato, le sequenze dei film di una programmazione cinematografica lunga quasi un secolo.

NdA: il ricordo più divertente che ho del Politeama risale al 1992. Faceva freddissimo ed ero al cinema con un amico a vedere Ombre e nebbia di Woody Allen. In platea solo noi due e un paio di vecchiette. Quando le luci si sono accese per la “fine primo tempo” una delle due si è alzata, ha percorso a piccoli passi la strada tra loro e noi per venire a chiederci “vi spiacerebbe sedervi vicino a noi? Magari così ci facciamo un po’ di caldo”…
http://lakecomofilmfestival.com

ICO PARISI. Lake Como film festival: Oggi pomeriggio alle 17 in biblioteca comunale Alberto Cano e Andrea Mariani presenteranno alcuni film inediti, recuperati e digitalizzati, martedì 22 luglio 2014

Dopo il bell’omaggio a Marcello Piccardo, il “Lake Como film festival” porta oggi all’attenzione del suo pubblico un altro importante pioniere comasco dell’arte cinematografica, Ico Parisi, prima di ospitare un maestro della scena italiana contemporanea come Edoardo Winspeare.

Oggi pomeriggio alle 17 in biblioteca comunale Alberto Cano e Andrea Mariani presenteranno alcuni film inediti, recuperati e digitalizzati, girati da Ico Parisi. Interverranno il critico e giornalista e conoscitore dell’arte di Parisi Alberto Longatti, il professor Flaminio Gualdoni, curatore della mostra “Ritratti di città” in corso a Villa Olmo dove sono esposte anche due immaginifiche opere di Parisi, Lucia Tenconi e Giovanna D’Amia, curatrici del prezioso volume “Ico Parisi. Architettura, fotografia e design.

da Lake Como film festival Da Ico Parisi a Winspeare – Cultura e Spettacoli Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

dal sito di alessio brunialti

https://i0.wp.com/s2.stliq.com/c/l/0/0d/21994465_ico-parisi-in-biblioteca-7.jpg

Ico Parisi, artista artigiano. Ico Parisi, fotografo d’arte, cineasta, disegnatore, pittore, designer, architetto postrazionalista e in seguito interprete del degrado dell’architettura, arredatore di interni, ma anche vignettista, polemista, opinionista, umorista, critico e ancora, ancora. Uno sperimentatore curioso di tutte le innovazioni, fantasista, ricercatore. Testimone e protagonista della modernità, alla fine profeta del riflusso e dell'”apocalisse gentile” che avrebbe abbattuto il sogno del progresso. Un irregolare, sempre alla frontiera della progettazione in ogni campo, lucidamente in conflitto con quanti l’osteggiavano, senza affrontarlo direttamente, in difesa della conservazione. Interverranno Alberto LongattiFlaminio GualdoniLucia TenconiGiovanna D’AmiaAlberto Cano Andrea Mariani presenteranno alcuni film inediti, recuperati e digitalizzati, girati da Ico Parisi.

Como’s memory: la collina del cinema. Marcello Piccardo e i “mestieri” della comunicazione, 17 luglio 2014 alla bilblioteca comunale di Como

LAKE COMO FILM FESTIVAL 2014

Biblioteca comunale, piazzetta Lucati 1, ore 17, ingresso libero

https://i0.wp.com/nuke.monteolimpino.it/Portals/0/marc+marc.jpg

Como’s memory: la collina del cinema. Marcello Piccardo e i “mestieri” della comunicazione.

Marcello Piccardo, personaggio eclettico, di sé diceva di aver lavorato i quattro mestieri della comunicazione: scrivere, disegnare, cinema e televisione. Questo suo lavorare professionalmente per cinquant’anni attraversandoli tutti, e anche qualcuno in più, emergerà nell’incontro con Andrea Piccardo, in una ricca presentazione di storie, libri, illustrazioni, film di ogni genere, compresi quelli dello storico “studio di Monte Olimpino” e tracce televisive istituzionali e libere. L’incontro è un percorso tra le memorie di un figlio (Andrea) e documenti originali di grande interesse, nel centenario della nascita di Marcello Piccardo. Nell’occasione verrà presentato il libro dello stesso Andrea Piccardo, Per fare cinema (come lo facevamo noi), edito da NodoLibri, nel quale l’autore ripercorre l’esperienza del cinema di ricerca di Monte Olimpino con gli occhi di un adolescente affascinato.

da GIOVEDÌ 17 LUGLIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

[http://www.nodolibrieditore.it/scheda-libro/andrea-piccardo/per-fare-cinema-come-labbiamo-fatto-noi-97888718524xx-225732.html]

Mud (Stati Uniti, 2012, 135 minuti) di Jeff Nichols con Tye Sheridan, Matthew McConaughey, Reese Whiterspoon e Sam Shepard, MERCOLEDÌ 16 LUGLIO

alla Arena del Teatro Sociale, via Bellini, ore 21.15, biglietti a 8 euro (in caso di maltempo la proiezione sarà spostata all’interno del Teatro Sociale)

Mud (Stati Uniti, 2012, 135 minuti) di Jeff Nichols con Tye SheridanMatthew McConaugheyReese Whiterspoon e Sam Shepard

https://i0.wp.com/blog.screenweek.it/wp-content/uploads/2012/05/mud_1.jpg

Mud è un racconto di formazione che affonda le sue radici nel limaccioso Mississipi, vero co-protagonista delle avventure di Ellis e Neckbone, due ragazzini di quattordici anni, che girano in moto e sulla loro piccola barca a motore, in  cerca di amore e di avventure, per sfuggire a una realtà di delusioni e dolore familiare. Neckbone vive con lo zio Galen, che pesca perle sul fondo del fiume: il padre e la madre non li ha mai conosciuti. Ellis invece deve affrontare l’imminente separazione dei suoi genitori e il misterioso vicino Tom Blankenship. È innamorato di una ragazza più grande di lui, May Pearl, che sembra assecondare in un primo momento i suoi sentimenti. In uno dei loro giri in barca, i due protagonisti si imbattono in un fuggitivo che si nasconde in una barca, finita chissà come sui rami di un albero, in mezzo ad una piccola isola. L’uomo si chiama Mud, attende l’arrivo di una donna, Juniper, per scappare verso la libertà. La piccola cittadina dell’Arkansas è assediata dalla polizia, che cerca il responsabile di un omicidio.

Mud è assieme favola e avventura, con la capacità di evocare il passato attraverso piccole tracce e gesti impercettibili, a partire dalla camicia e dalla pistola del fuggitivo, sino al morso del serpente.

NdA: ecco, promemoria, rileggere Huckleberry Finn (viceversa Tom Sawyer mi è sempre stato cordialmente antipatico)

Alessio Brunialti

http://lakecomofilmfestival.com

da MERCOLEDÌ 16 LUGLIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

LAKE COMO FILM FESTIVAL 2014, Adelante petroleros (Italia, 2013, 75 minuti) di Maurizio Zaccaro, La Lucernetta, piazza Medaglie d’oro 4, ore 17.30

LAKE COMO FILM FESTIVAL 2014

La Lucernetta, piazza Medaglie d’oro 4, ore 17.30, ingresso libero

http://adelantepetroleros.files.wordpress.com/2013/09/0128_chevron_630x420.jpg

Adelante petroleros (Italia, 2013, 75 minuti) di Maurizio Zaccaro
Un viaggio, insieme allo scrittore Pino Corrias, per portare alla luce il degrado dello sfruttamento delle risorse naturali, con il caso dello Yasuni, uno dei parchi nazionali più belli, situato nel cuore della foresta pluviale ecuadoriana. Un paradiso ritenuto tra le zone del pianeta a più alto tasso di biodiversità, dove nel sottosuolo ci sono i giacimenti petroliferi della società Itt. Lo sguardo di Zaccaro, discreto e appassionato, ci conduce nel profondo, nella vegetazione più incontaminata, con i volti di chi quell’inquinamento se lo porta dentro, e con la natura a farne le spese peggiori. Ma è qui che l’esplorazione diventa arte di rara bellezza, con primi piani ed esplosioni di colori, quasi a trasformare tutto in un’opera pittorica e visiva, macchiata però da un insensatezza delirante. Sarà presente il regista.

Nato a Milano, dove si diploma alla Scuola di Cinema, Zaccaro arriva ad un primo riconoscimento già nel 1991 come miglior regista esordiente, vincendo il David di Donatello per Dove comincia la notte. L’anno successivo, La valle di pietra, vince una menzione speciale al Montrèal Film Festival.  Nel 1997 ottiene cinque nomination e un David di Donatello per il drammatico Il carniere. Nel 1999, Un uomo perbene sul caso Tortora, riceve il premio Pasinetti al Festival di Venezia. Non solo cinema, ma anche apprezzati lavori televisivi, da Cuore a I ragazzi della Via Pál, da Al di là delle frontierea Il bell’Antonio. Dal 2014 è Direttore Artistico del San Marino Film Festival.

da LUNEDÌ 14 LUGLIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

LAKE COMO FILM FESTIVAL 2014, Home (Francia, 2009, 120 minuti) di Yann Arthus-Bertrand, Arena del Teatro Sociale, via Bellini, ore 21.15

LAKE COMO FILM FESTIVAL 2014

Arena del Teatro Sociale, via Bellini, ore 21.15, biglietti a, In caso di maltempo la proiezione sarà spostata all’interno del Teatro Sociale

https://i0.wp.com/api.ning.com/files/l97KW9xkKorUChWyJ*cnFZ-*JmzhsjqeUYdEnk25YWX9qkwK0T5ZcITN4VRIkkA2J4980SQF0Yn0mnvYD-HRLm83rSH2IBsP/volheartyannarthusbertrand.jpg

Inizia la sezione Panoramiche film, la parte più importante e spettacolare del Lake Como Film Festival, che trova spazio nella rinnovata Arena del Teatro Sociale di Como. Undici proiezioni su uno schermo di 18 metri di larghezza per 8 metri di altezza, che dà grande risalto ai film proposti. Le undici pellicole proposte costituiscono una sorta di atlante cinematografico, un viaggio nei suggestivi paesaggi della Terra. Le serate mettono in risalto i diversi luoghi e le differenti culture nazionali, arricchendo le proiezioni con appuntamenti di contorno. In collaborazione con TedXComo, una serata dedicata al pianeta terra, visto da una duplice prospettiva, quella dall’alto e quella dal basso: la proiezione è infatti preceduta dall’intervento di Giovanni Bignami, presidente dell’Istituto nazionale di astrofisica e divulgatore scientifico, che ci porta nel mondo delle stelle, facendoci vedere il nostro pianeta da una prospettiva insolita:Impariamo a guardare dall’alto la Terra e dal basso il cielo. Segue la proiezione diHome, che mostra lo splendore e allo stesso tempo la fragilità della bellezza del nostro pianeta.

Home (Francia, 2009, 120 minuti) di Yann Arthus-Bertrand

È un inno alla bellezza del pianeta e alla sua delicata armonia. Attraverso i paesaggi di 54 paesi filmati dal cielo, Arthus-Bertrand ci porta in un viaggio unico in tutto il pianeta, per contemplare e per capire. Ma è più di un documentario con un messaggio, è un magnifico e appassionante film. Ogni scatto mozzafiato mostra la Terra come non l’abbiamo mai vista prima. Ogni immagine mostra i tesori della terra ed anche la distruzione operata dall’uomo, con tutte le meraviglie che possiamo ancora conservare. “Dal cielo, c’è meno bisogno di spiegazioni”. La nostra visione diventa più immediata, intuitiva ed emotiva. Home ha un impatto su chi lo vede. Si risveglia in noi la consapevolezza che è necessario cambiare il nostro modo di vedere il mondo. Homeabbraccia i grandi temi ecologici e ci dimostra come tutto il nostro pianeta è interdipendente.

da  LUNEDÌ 14 LUGLIO – La Settimana InCom – La Provincia di Como La Provincia di Como – Notizie di Como e provincia.

”AL CINEMA CON L’ARCHEOLOGO” XX edizione “Cinema archeologico”: Augusto e la nascita dell’Impero romano presso Cortile del Museo Archeologico Paolo Giovio (Piazza Medaglie d’Oro 1, Como), 10 E 17 LUGLIO 2014

Lake Como Film Festival, programma luglio 2014

Il Lake Como Film Festival è il primo Film Festival dedicato al cinema di paesaggio, con un respiro italiano e internazionale, sulle sponde del Lario.
Ideato dall’Associazione culturale “Lago di Como Film Festival”, diretto da Alberto Cano e sostenuto dalla Camera di Commercio di Como, del Comune di Como e dalla Provincia di Como, patrocinato dalla Regione Lombardia, il programma del “Lake Como Film Festival” ha mantenuto nella sua realizzazione l’idea del binomio “Cinema e Paesaggio”, filo conduttore dei film presentati durante la rassegna e degli incontri organizzati a corollario.

Il punto focale è dunque la riflessione sui paesaggi, la presenza e il rapporto con lo spazio fisico, dai “panorami” naturali ai paesaggi urbani, a quelli fantastici creati dalla Cinematografia, con un’attenzione particolare alle relazioni con le dimensioni umane che li guardano e li vivono.

Il cuore del Festival è la sezione PANORAMICHE FILM che si svolgerà dal 15 al 23 luglio nello spazio dell’Arena del Teatro Sociale: 10 proiezioni all’aperto grazie a un megaschermo, alle ore 21.30.

Per questa prima edizione, la serata d’apertura è realizzata in collaborazione con il Teatro Sociale di Como, da cui raccoglierà il testimone del Festival della Musica: domenica 14 luglio, infatti, ci sarà un ideale “passaggio di testimone” con UN OMAGGIO A ENNIO MORRICONE.

Da qui si snodano le proiezioni di film raccolti tra i più importanti Festival Internazionali, scelti a rappresentare multiformi visioni e luoghi di paesaggi di tutto il mondo.

Comincia l’italiano UN GIORNO DEVI ANDARE di Giorgio Diritti che sarà introdotto dallo stesso regista, film presentato al Sundance Film Festival 2013, viaggio nelle affascinanti e selvagge terre della foresta amazzonica.

Segue martedì 16 luglio l’atteso NANGA PARBAT di Joseph Vilsmaier, Premio Speciale al Festival di Tokyo 2010, che racconta l’ascesa alla montagna più temuta e ammirata del mondo e la tragica impresa dei due fratelli Messner.

Mercoledì 17 luglio ci si commuove con WUTHERING HEIGHTS (Cime Tempestose) della regista inglese Andrea Arnold, premio per la migliore fotografia alla Mostra di Venezia 2011, per la forza visiva con cui restituisce il fascino della brughiera dello Yorkshire.

Segue Giovedì 18 luglio TAKE SHELTER di Jeff Nichols, film statunitense in concorso nel 2011 al Sundance Festival, e alla Semaine de la Critique di Cannes, dove ha vinto il Grand Prix de la Semaine e il Premio della critica internazionale.

Venerdì 19 luglio ci sarà un incontro dedicato al tema “Paesaggi culturali” con Elisabetta Sgarbi: direttore editoriale della casa editrice Bompiani, ma anche regista, scrittrice e animatrice de “La Milanesiana”, settimana di incontri che hanno inizio tra poco a Milano. La Sgarbi dialoga con Alberto Cano della relazione tra il paesaggio italiano e la sua cultura. L’incontro è preludio alla proiezione serale di QUI PRO QUO, un documentario scritto e diretto da lei, interessante viaggio nella cultura italiana contemporanea.

Il film di Elisabetta Sgarbi precederà ESSENTIAL KILLING di Jerzy Skolimowski, Gran Premio Speciale della Giuria e Coppa Volpi Miglior Attore a Vincent Gallo alla Mostra del Cinema di Venezia del 2010.

Sabato 20 luglio l’attesissimo film russo WAITING FOR THE SEA (Aspettando il mare) di Bakhtyar Khudojnazarov, ambientato nello straordinario e inquietante paesaggio semidesertificato del Lago d’Aral, film d’apertura al Festival di Roma del 2012.

Domenica 20 luglio serata per un film rivolto a tutto il pubblico, con ingresso gratuito per i minori di anni 14, uno dei successi della recente stagione cinematografica, VITA DI PI di Ang Lee, recente vincitore di 4 premi Oscar, per la regia, la fotografia, gli effettivi visivi e la colonna sonora.

Lunedì 22 luglio serata con doppia programmazione. Alle 21.30 in anteprima la proiezione di TERRA & ACQUA, omaggio al Lago di Como, alla sua cultura e ai suoi paesaggi del cantautore Davide Van De Sfroos, che parteciperà alla proiezione e sarà protagonista di un incontro con il pubblico alle ore 19 nella Sala Bianca del Teatro. A seguire sarà presentato il film belga LA CINQUIÈME SAISON (La quinta stagione) di Peter Brosens e Jessica Hope Woodworth, film in concorso alla Mostra di Venezia nel 2012.

La sezione PANORAMICHE FILM si conclude Martedì 23 luglio con la proiezione di TO THE WONDER di Terrence Malick, il regista statunitense che ha fatto dei paesaggi il centro della sua ricerca e della sua poetica cinematografica. Il film di prossima uscita in Italia è stato presentato in concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

In parallelo con le proiezioni serali dell’Arena, la Sala Bianca del Teatro Sociale ospiterà le proiezioni pomeridiane della sezione PANORAMICHE DOC, dal 15 al 22 luglio 6 documentari focalizzati sul tema del paesaggio e di approfondimenti su tematiche come quella dell’equilibrio naturale. Questa sezione è tutta a INGRESSO LIBERO. PANORAMICHE DOC ospiterà in apertura VIVAN LAS ANTIPODAS! di Victor Kossakovsky (Germania/Argentina/Russia 2011) a cui seguirà TERRA di Piero Messina (Italia 2012) eMATERIA OSCURA di Roberto Adinolfi e Martina Parenti (Italia 2012), SU RE di Giovanni Columbu (Italia 2013), affascinante viaggio antropologico nella cultura della Sardegna. La sezione si completa con la proiezione di LES ÉCLATS di Sylvain George (Francia 2011) e si conclude simbolicamente conENCOUNTERS AT THE END OF THE WORLD di Werner Herzog (Stati Uniti 2007).

Oltre ai già citati con Elisabetta Sgarbi e Davide Van De Sfroos, la Sala Bianca del Teatro Sociale ospiterà anche una serie di INCONTRI sui temi del Festival.

Mercoledì 17 luglio Andrea Mariani, ricercatore dell’Università di Udine, rievocherà, con l’ausilio di immagini e video inediti, la Mostra di cinematografia turistica a Como, che si svolse a Villa Olmo nel 1936 e nel 1939. L’incontro sarà anche l’occasione per rievocare alcune importanti esperienze cinematografiche della città.

Importanti temi che caratterizzano il territorio comasco ed il rapporto tra cinema e paesaggi saranno trattati da due incontri. Il primo, intitolato QUANDO UN LUOGO DIVENTA SET, tratterà di come le produzioni cinematografiche influiscano sui flussi turistici e modifichino i luoghi utilizzati. Interverranno Sarah Marder, Darko Pandakovic e Max De Ponti. il secondo parlerà di Film Commission, le strutture che presiedono il rapporto tra territori locali e produzioni cinematografiche, con un particolare focus sulla futura “Film Commission Lago di Como”, con una tavola rotonda curata da Pietro Berra a cui saranno invitati esperti del settore.

La sezione intitolata CLASSIC FILM va dal 2 al 28 luglio, e prevede un itinerario nei luoghi comaschi inusuali per rivedere pellicole storiche dedicate al paesaggio.

Si incomincia con i giardini di Villa Carlotta, il 2 luglio, serata inaugurale del Festival con la proiezione diTEMPO MASSIMO, di Mario Mattioli (Italia 1934), inedita presentazione di un film ambientato sul Lago di Como, che ha quale protagonista un giovanissimo Vittorio De Sica.

La breve ma significativa retrospettiva prosegue ai Giardini di Villa del Grumello, con AGUIRRE FURORE DI DIO di Wener Herzog (Germania/Perù 1972), il film che nel 1972 aprì il successo internazionale del grande regista tedesco.

L’Hangar dell’Aero club di Como sarà il luogo suggestivo dove gustare un grande classico, ZABRISKIE POINT di Michelangelo Antonioni, incontro di suggestive vedute aeree dei Canyon americani e dei sogni di libertà degli anni Settanta.

Il Festival chiuderà a Brunate Domenica 28 luglio, in Piazza della Funicolare, con la presentazione di I GIORNI DEL CIELO di Terence Malick, un grande classico del cinema americano, anno 1978.

L’attenzione al paesaggio si completa, infine, con le tematiche legate alle periferie urbane. Il Lago di Como Film Festival accoglie al suo interno OGGI PARTE IL DOMANI, un progetto promosso dalla Cooperativa Sociale Questa Generazione in partenariato con il Consorzio SolCo Como, la Cooperativa Sociale Il Seme, l’Associazione L’isola che c’è, l’Associazione LunedìCinema, con il contributo di Fondazione Cariplo, che si popone di favorire lo sviluppo di legami di coesione sociale nei quartieri di Rebbio e Camerlata.

Prima proiezione domenica 7 luglio al Parco Negretti con il film ACCIAIO di Stefano Mordini, dedicato a tutti i giovani che vivono e crescono in luoghi di disagio sociale. Seguono due proiezioni nel cuore della Spina Verde alla Cascina Respaù, con LETTERE DAL SAHARA di Vittorio de Seta, serata di incontro tra comunità etniche, e SLOW FOOD STORY di Stefano Sardo, dedicato alla storia di “Slow Food” e del suo ideatore Carlo Petrini.

A curare l’ideazione, l’organizzazione e la promozione della prima edizione del Lake Como Film Festival è la neonata ‘Associazione Lago di Como Film Festival’, costituitasi lo scorso dicembre, e formata da dieci professionisti ed appassionati cinèphiles: Marco Albanese, Carlo Cairoli, Edoardo Colombo, Massimiliano de Ponti, Fabrizio Fogliato, Claudio Galluzzo, Andrea Giordano, Silvia Introzzi, Emanuele Quadranti, Piercarlo Tiranti, Daniele Valsecchi. Tutti loro, sotto la guida creativa di Alberto Cano, storico curatore dei “Lunedì del Cinema” e ora anche Presidente dell’Associazione, hanno contribuito alla costruzione del progetto, con slancio coerente ed appassionato.

“Sono soddisfatto dell’articolata proposta che oggi offriamo – afferma Alberto Cano – Sono tutti titoli di grande qualità autoriale, ma nello stesso tempo adatti ad un pubblico ampio, perché il fascino del paesaggio emerge con tutta la forza e la poesia che può essere apprezzata da una platea vasta ed eterogenea. Questa proposta va unita anche al fascino dei luoghi che tocchiamo nel nostro itinerario, a cominciare dalla splendida arena del Teatro Sociale. E’ un ottimo “primo passo” per l’intero progetto triennale che vuole arrivare al 2015 pronto per una platea internazionale”.

www.lakecomofilmfestival.com 

INFO:
RIVENDITA BIGLIETTI PER LE PROIEZIONI ALL’ARENA DEL TEATRO SOCIALE
Posto unico: euro 8 – Abbonamento nove film: euro 40
Teatro Sociale di Como – Piazza Verdi, Como

Orari: dal 1 luglio
dal martedì al venerdì, dalle 13 alle 18
sabato, dalle 10 alle 13

nei giorni di spettacolo dalle 16 a inizio film

da Lake Como Film Festival.

IL CINEMA ITALIANO, 9° FESTIVAL A COMO, 1-9 FEBBRAIO 2014: interviste ai registi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: