LEONARDO DA VINCI, di Andrea Dusio, La Gazzetta dello Sport/Corriere della Sera, 2021

vai a

LEONARDO DA VINCI, di Andrea Dusio, La Gazzetta dello Sport/Corriere della Sera, 2021 – Antologia del TEMPO che resta

l’ORRIDO DI NESSO (sul Lago di Como) in una incisione ideata da Dario Pagan e realizzata da Nicolò Molinari: “L’ORRIDO di NESSO fu visto e descritto da Leonardo da Vinci nel 1500 e qui Alfred Hitchcock girò alcune scene del film “The Pleasure Garden” nel 1925″. 22 luglio 2020

109680731_10217900113960054_1276820250782934831_n109825264_10217900113320038_6561100702927277396_n109853385_10217900112760024_1345462496007213634_n109994317_10217900112440016_6323668823489729307_n110166332_10217900113040031_4866254281599408945_n

Gli Itinerari di Leonardo in Lombardia

Gli Itinerari di Leonardo: Leonardo in Lombardia

VAI A

Gli Itinerari di Leonardo: Leonardo in Lombardia

A Nesso con Le Primavere della Provincia: Davide Comelli ha seguito il percorso alla scoperta dell’orrido descritto da Leonardo da Vinci. Direzione: Pietro Berra. Musiche: Marco Belcastro; Francesco Macciò. Spiegazioni: Franco Pagani. Il video è in: laprovinciadicomo.it, 11 giugno 2019

A Nesso con Le Primavere: il video della passeggiata

Davide Comelli ha seguito il percorso alla scoperta dell’orrido descritto da Leonardo da Vinci e che a 500 anni dalla morte del genio torna ad essere un punto di riferimento per la promozione dei paesaggi lariani nel mondo

Per vedere il video cliccate qui

descrizione del percorso, guidato da Pietro Berra, SULLE ORME DI LEONARDO, a cura di Le Primavere de La Provincia con l’associazione Sentiero dei Sogni, NESSO, sabato 25 maggio 2019 (ore 11 e 15-17,15). Articolo in La Provincia, 26 maggio 2019

 


per altre informazioni vedi:

bacheca facebook di Pietro Berra

bacheca facebook di Mirna Ortiz Lopez

Gruppo facebook PASSEGGIATE CREATIVE 

gruppo facebook fotografie di passeggiate creative

gruppo facebook festival le primavere


leo 25 1717leo 25 1718

leo1742

L’arrivo con il battello alle ore 11 e 15

DSCN2120 (FILEminimizer)DSCN2121 (FILEminimizer)DSCN2122 (FILEminimizer)DSCN2123 (FILEminimizer)DSCN2124 (FILEminimizer)

61624855_2380164585564034_9028119280230596608_n

la prima parte del percorso, sul Ponte della Civera, di fronte all’Orrido di Nesso

DSCN2125 (FILEminimizer)DSCN2126 (FILEminimizer)DSCN2127 (FILEminimizer)

60919180_10219263602287640_8989126375956807680_n61236623_2361229680825956_1209423401408528384_n


61139638_2248530128732654_5221230564509483008_n

il ritorno alle ore 17 e 15

DSCN2131 (FILEminimizer)DSCN2132 (FILEminimizer)

61390674_2361856314096626_1899380992381026304_o

DSCN2133 (FILEminimizer)

LEONARDO DA VINCI ALLA CORTE DI LUDOVICO IL MORO, in Stefano Zuffi, Leonardo

LEO ZUF1713LEO ZUF1714LEO ZUF1715

in

LEO ZUF1716

ancora su LEONARDO DA VINCI A MILANO, periodo 1492-1500

LEO MI1707LEO MI1708LEO MI1709LEO MI1710LEO MI1711LEO MI1712

LEONARDO DA VINCI (1452-1519): in quale periodo storico ha vissuto?

concas1705concas1704

LEONARDO DA VINCI, Ingegnere per mestiere negli anni di Milano e Lombardia (1482-1500)

LEO LOM1701LEO LOM1702

IN

LEO LOM1700

Per una grandissima fessura di monte. Alla Scoperta dell’ORRIDO DI LEONARDO, Como —> Nesso, 25 maggio 2019, a cura di Le Primavere de La Provincia con l’associazione Sentiero dei Sogni. Percorso guidato da Pietro Berra

leo1683

https___cdn.evbuc.com_images_58668838_283166453469_1_original

LEONARDO DA VINCI E I NAVIGLI DI MILANO, immagini dall’archivio storico di Enzo Pifferi, testi di Adolfo Asnaghi e Gigio Bazoli, Enzo Pifferi editore, Via Diaz 2019 58, Como, 2019

60340216_2214452868633006_8870793983933022208_n

pif1633

Il Sentiero di Leonardo in Lombardia: 5 tappe – in sito Gite in Lombardia

In occasione dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci nasce il Sentiero di Leonardo, un cammino di 520 Km che collega la Lombardia alla Svizzera alla scoperta del maestro rinascimentale

vai a

Il Sentiero di Leonardo in Lombardia: 5 tappe consigliate da noi – Gite in Lombardia

Leonardo da Vinci, a cura di Gino Ruozzi, Amore ogni cosa vince. Segreti di vita e bellezza, con disegni dai suoi codici, Interlinea editore, in interlinea.com

Amore ogni cosa vince.
titolo Amore ogni cosa vince.
sottotitolo Segreti di vita e bellezza, con disegni dai suoi codici
autore Leonardo da Vinci
curatore Gino Ruozzi

Nel 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci una raccolta di aforismi, pensieri e frasi celebri del genio italiano. Non ha mai composto opere compiute ma solo frammenti di idee ancora oggi, come i suoi disegni e dipinti, specchio interiore per chi vi si accosta. Come scrive il curatore Gino Ruozzi, «noi lettori odierni siamo affascinati dalla sua arte, dal suo sapere scientifico e dai suoi pensieri, che anche quando non sono originali sono rivissuti e reinterpretati in modi che risultano del tutto suoi». Infatti scopo supremo di Leonardo è la massima chiarezza nella massima concisione, sempre parlando di natura, ragione ed esperienza, le tre categorie alla base della modernità e fulcro di questi pensieri che toccano cuore e mente, perché «ogni nostra cognizione prencipia da’ sentimenti».

via Amore ogni cosa vince.

NOVELLI LUCA, LEONARDO E LA PENNA CHE DISEGNA IL FUTURO, editoriale Scienza, 2003. Indice del libro

leo1321leo1322

In battello alla scoperta dei luoghi misteriosi nell’ORRIDO di NESSO, PER UNA GRANDISSIMA FESSURA DI MONTE. ALLA SCOPERTA DELL’ORRIDO DI LEONARDO, a cura de La Provincia in collaborazione con l’associazione Sentiero dei Sogni, conduce Pietro Berra, sabato, 25 maggio 2019

In battello alla scoperta dei luoghi misteriosi nell’orrido di Nesso. Prenota qui il biglietto, te lo compriamo noi. Evita le code!

Informazioni sull’evento

Passeggiata creativa a cura de La Provincia in collaborazione con l’associazione Sentiero dei Sogni, con partenza da Como in battello. Lunghezza 4 km, parte in salita all’andata.

Ritrovo ore 9.15 in piazza Cavour a Como.

Partenza con il battello delle 9.50.

Rientro con quello delle 17.15 da Nesso (arrivo a Como alle 18).

Biglietto a carico dei partecipanti: costi e prenotazioni sul sito delle Primavere. Pranzo al sacco. Massimo 100 posti.

Conduce Pietro Berra, giornalista e scrittore.

Interventi poetici e musicali a cura di Marco Belcastro, cantautore e docente di canto, e Francesco Macciò, poeta e musicista.

Intervento di Catrin Vimercati, associazione InFormAzioni, sul volume “Memorie storiche sulla vita, gli studi e le opere di Leonardo da Vinci”, scritto nel 1804 da Carlo Amoretti.

Letture di Paolo Ferrario e Mirna Ortiz.

Nel 500° di Leonardo un percorso nel segno dell’acqua, in un luogo che lo colpì al punto da essere tra i pochi scorci del lago di Como da lui descritti nel Codice Atlantico: l’orrido di Nesso, pulito e illuminato per questo importante anniversario. “Nesso, terra dove cade un fiume con grande empito, per una grandissima fessura di monte”, scrisse il genio vinciano, ammaliato dalle forre scavate dai torrenti Nosè e Tuf, che si uniscono in una cascata spettacolare prima di gettarsi nel lago il prossimità del ponte medievale della Civera.

Un luogo che affascinò anche Alfred Hitchcock, che qui ambientò una scena del suo primo film, “Il labirinto della passione” (1925). Risalendo il corso del Nosè scopriremo tanti piccoli “miracoli” compiuti dalla forza dell’acqua, fino ad arrivare su un grande prato ai piedi del monte, dove, dopo il pranzo al sacco, andrà in scena un piccolo concerto partecipato (il pubblico sarà invitato a intervenire nelle parti corali).

Aspetteremo il battello del ritorno in un giardino a terrazze affacciato sul lago, allietati da altre canzoni e da una breve lettura di testi poetici sul tema dell’acqua.

 

vai a

PER UNA GRANDISSIMA FESSURA DI MONTE. ALLA SCOPERTA DELL’ORRIDO DI LEONARDO Biglietti, sab, 25 mag 2019 alle 09:15 | Eventbrite

https___cdn.evbuc.com_images_58668838_283166453469_1_original

LEONARDO DA VINCI e l’ORRIDO DI NESSO, in Leonardo promoter di Lario e Brianza, di PIETRO BERRA, in l’ORDINE , 24 marzo 2019

leo1239

comografie296

LEONARDO, l’eternità del genio, iniziative culturali a Como, dal 14 marzo al 14 aprile 2019

generico-156192.660x368

Arte, ricerca e territorio. Le nostre connessioni con Leonardo da Vinci |Università di Milano Bicocca, A Bnews, 6 marzo 2019

VAI A

Arte, ricerca e territorio. Le nostre connessioni con Leonardo da Vinci | Bnews

Passeggiata a Nesso sulle orme di Hitchcock e Leonardo (25 giugno 2017), a cura di di Pietro Berra, passeggiatecreative.it. Video: lo sbarco al pontile di Coatesa; il benvenuto di Paolo Ferrario; letture di Pietro Berra e Vito Trombetta; lettura di Rita Bonfanti; l’imbarco del ritorno

 

http://passeggiatecreative.it/

19260482_1938960846386177_8633271355298202790_n

Questo il programma dettagliato della giornata:

  • Partenza da Como con il battello alle ore 10 (ritrovo in piazza Cavour alle 9.15, imbarco 9.40)
  • Visita al primo set hitchcockiano, il Ponte della Civera, e alla cascata che impressionò Leonardo, formata dalla confluenza dei torrenti Tüf e Nosè
  • Pranzo a base di lasagne, ispirato al film Il ladro di Hitchcock (1956), all’Hotel ristorante Tre Rose con terrazza vista lago. Il menu include: lasagne vegetariane, bibita o acqua, meringata e caffè.
  • Dopo pranzo visita alla chiesa di San Pietro e Paolo, consacrata nel 1095 da Papa Urbano II e sul cui sagrato girò una scena Hitchcock e alla frazione di Borgovecchio, terzo e ultimo set de Il labirinto della passione
  • Visita alla frazione Coatesa con lettura di poesie dedicate al lago di Como e al cinema, a cura di Pietro Berra e Vito Trombetta, in uno spettacolare giardino privato a terrazze affacciate sul lago, aperto eccezionalmente al pubblico per l’occasione dai proprietari Paolo Ferrario e Luciana Quaia
  • Ritorno con il battello delle 17.58 (arrivo a Como alle 18.43)

 

  • Video dello sbarco dal battello

 

Sul Ponte della Civera, ad ascoltare la presenza di Alfred Hitchcock

Nel giardino, per ascoltare racconti e poesie:

  • Paolo Ferrario: la “personalità” del Luogo Coatesa. Video e Appunti

 

  • Vide delle letture di Pietro Berra e Vito Trombetta

 

  • Video della lettura di Rita Bonfanti
  • Video dell’imbarco del ritorno

 

Passeggiata da brivido. A Nesso seguendo Hitchcock e Leonardo, percorso culturale con Pietro Berra, 25 giugno 2017

percorso culturale con Pietro Berra
L’orrido, con il suo impetuoso intreccio di cascate e corsi d’acqua, il ponte della Civera, sospeso da secoli tra il lago e la cascata del torrente Nosée, le stradine di sasso ricche di “passaggi segreti”: il fascino di Nesso ha catturato due uomini con la passione per il mistero come Alfred Hitchcock, che qui ambientò alcune scene del suo primo film “Il labirinto della passione” (1925), e Leonardo da Vinci, la cui attenzione fu catturata dalle acque dell’orrido, così come, pochi chilometri prima, sulla stessa sponda del Lario, dalla singolare intermittenza della fonte Pliniana. Cammineremo sulle tracce di questi due grandi uomini per scoprire le caratteristiche di un paese tra i più affascinanti del Lago di Como e terminare con una lettura si poesie, che autori del passato e del presente hanno tributato al “massimo Lario”, come lo definì Virgilio.
Il programma della giornata:
– Partenza da Como con il battello alle ore 10 (ritrovo in piazza Cavour dalle 9.30)
– Visita al primo set hitchcockiano, il Ponte della Civera, e alla cascata che impressionò Leonardo, formata dalla confluenza dei torrenti Tüf e Nosè
– Pranzo a base di lasagne, ispirato al film “Il ladro” di Hitchcock (1956), presso l’Hotel/Ristorante Tre Rose con terrazza vista lago. Il menu include: lasagne vegetariane, bibita o acqua, meringata e caffè.
– Dopo pranzo visita alla chiesa di San Pietro e Paolo, consacrata nel 1095 da Papa Urbano II e sul cui sagrato girò una scena Hitchcock e alla frazione di Borgovecchio, terzo e ultimo set de “Il labirinto della passione”
– Visita alla frazione Coatesa con lettura di poesie dedicate al lago di Como e al cinema, a cura di Pietro Berra e Vito Trombetta, in uno spettacolare giardino privato a terrazze affacciate sul lago, aperto eccezionalmente al pubblico per l’occasione dai proprietari Paolo Ferrario e Luciana Quaia
– Ritorno con il battello delle 17.48 (arrivo a Como alle 18.33)
L’iniziativa è realizzata in collaborazione tra Passeggiate Creative, Comune di Nesso e Lake Como Film Festival
Guida il percorso Pietro Berra, giornalista e scrittore, con interventi di due esperti di storia locale, Gianfranco Garganigo e Paolo Ferrario
COSTI E ISCRIZIONI
La quota di partecipazione è di 30 euro (11 euro il battello con tariffa comitiva e 19 il pranzo, coperto incluso) per gli adulti e di 25 euro per i ragazzi fino a 12 anni (non compiuti), che verranno versati al momento del ritrovo il giorno 25 giugno. Iscrizione obbligatoria, dal 5 giugno al 20 giugno, attraverso il sito www.passegiatecreative.it. Cento i posti disponibili. Per informazioni: info@passeggiatecreative.it, 3298653730.

Sorgente: (6) Passeggiata da brivido. A Nesso seguendo Hitchcock e Leonardo

Cantù: , le chiuse lignee progettate da Leonardo da Vinciper il naviglio della Martesana hanno il valore di un vero e proprio capolavoro, marzo 2015

per la Città del Mobile le chiuse lignee progettate da Leonardo da Vinciper il naviglio della Martesana hanno il valore di un vero e proprio capolavoro. Antenate di tutte le porte idrauliche del mondo le chiuse, dopo oltre sei secoli di storia, verranno restaurate nelle prossime settimane proprio in città, grazie al lavoro della scuola di Restauro del Cesrl in collaborazione con il Politecnico. Le porte prendono il nome dalla Conca dell’Incoronata, inaugurata nel lontano 1.496, penultimo dei bacini sul canale prima della sua congiunzione con la cerchia interna dei navigli.

….

tutto l’articolo qui

Cantù, le chiuse di Leonardo arrivano in città per il restauro a porte aperte – Como – Il Giorno – Quotidiano di Milano, notizie della Lombardia.

connessioni fra l’Orrido di Nesso, Leonardo da Vinci, La villa Pliniana, Plinio il Vecchio, Catullo …

Luca N su
Amaltea a Coatesa di Nesso.
Saprai senz’altro che Leonardo da Vinci ha lasciato una frase scritta a descrizione proprio di Nesso ed il suo orrido, già famoso alla fine del 400 quando è documentato un suo viaggio nelle nostre terre e sul nostro lago.
Inviato da Lodovico il Moro, quale suo capo ingegnere militare, per ispezionare fra l’altro Chiavenna, e progettare la sua nuova cerchia di mura…che è stata poi costruita e di cui oggi resiste solo un piccolo tratto di qualche decina di metri, con un torrione, soffocato fra un terribile condominio anni ’70 di poverissima fattura,il giardino di una casa e l’attraversamento della strada che conduce alla stazione ferroviaria della piccola cittadina.
Sono socio da circa 25 anni del Centro di Studi Storici Valchiavenaschi e ne ricevo annualmente il bollettino di studi.
Una realtà ben funzionante, perchè il centro è piccolo,e i montanari orgogliosi del mantenimento della memoria….e ci sono alcune persone dalla cervice aperta,animati da passione.
E’ la mia radice per parte materna, che ho sentito con questa modalità così particolare.
D’altra parte poco prima di voi, sgorga la fonte Pliniana, perchè descritta da Plinio il Vecchio, SULLA quale nel 500 è stata edificata la villa che ne porta il nome.
Così come i promontori hanno sempre attirato i nostri avi: Plinio costruendosi le due ville sulle punte di Bellagio e del Balbianello non ha fatto che emulare Catullo che se l’era costruita sul promontorio di Sirmione,proprio sulla punta (l’ho scritto,perché solo ora mi si sono associate queste due notizie, che singolarmente conosco da molto tempo).

La fonte pliniana di Torno e la “musica delle caverne” nel Supramonte: due misteri della natura italiana – Blog di Monica Cadoria

fonte di Torno, una località in riva al lago di Como. Qui, nel parco della celebre villa pliniana (seconda metà del XVI secolo), si trova una cascata a intermittenza che precipita verso il lago. Lo strano fenomeno era già stato riportato da Plinio il vecchio (da cui il nome della villa) e da Leonardo da Vinci. La cascata, alimentata da una fonte d’acqua sorgiva perenne, è quindi conosciuta come “Fonte pliniana intermittente”. Plinio il vecchio, nella suo trattatoNaturalis Historia la descrive come “una fonte copiosa che sempre cresce e cala ogni ora”. Anche Leonardo da Vinci, durante il soggiorno milanese, non mancò di visitare la fonte per carpirne il misterioso funzionamento. Nel Seicento alcuni studiosi, nel tentativo di dare una spiegazione scientifica al fenomeno, ipotizzarono la presenza di un sifone naturale nascosto in una cavità della roccia carsica: quando l’acqua raggiunge all’interno della grotta una certa altezza si scarica verso l’esterno, diminuendo a poco a poco la portata fino alla successiva tracimazione. Ma la spiegazione non convince del tutto gli studiosi moderni, perché la presenza di una bolla d’aria interna avrebbe una funzione di “tappo” nella fase discendente.

da: La fonte pliniana di Torno e la “musica delle caverne” nel Supramonte: due misteri della natura italiana – Blog di Monica Cadoria.

Orrido di Nesso


Nesso,
terra dove cade uno fiume con grande empito,
per una grandissima fessura di monte.
Leonardo
Località: Comune di Nesso (frazione Coatesa)
Fonte: confluenza dei torrenti Touf e Nosè
Origine: naturale
Architettura storica: ponte romano
Utilizzo: fonte energetica per cartiere, seta, mulini, magli

E’ una cascata imponente che scorre in una forra rocciosa scavata dalle acque che sgorgano dal Pian del Tivano (torrente in cui confluiscono le acque del Touf e del Nosè), che prosegue anche sotto quelle del lago. E’ resa ancora più suggestiva se ammirata di notte dal lago stesso. E’ visibile dal piazzale lungo la provinciale, ma la forra è talmente stretta che a volte si passa via quasi senza aver potuto scorgere questa bellezza della natura.
Si può penetrarvi dal lago in barca. Lo spettacolo è notevole soprattutto in primavera o dopo recenti e abbondanti piogge che arricchiscono le acque del Tuf e del Nosè. Bianche e spumeggianti cascate si incontrano all’inizio della gola con un gioco d’acqua veramente scenografico; poi, unite le loro forze, le acque si gettano verso il vicino lago saltando nell’abisso, mostrando lo spettacolo della roccia nuda incisa dalla furia dell’acqua.

Storia
Il ponte della “Civera” – forse romano- scavalca la forra collegando la frazione Coatesa con Riva del Castello, altra borgata di Nesso. Il Comune di Nesso ebbe, una storia importane, ma in epoche recenti questa e il buon livello economico fu proprio raggiunto grazie a queste impetuose acque: fornivano, infatti, energia per alcune cartiere e per due stabilimenti per la lavorazione della seta, oltre che per mulini, magli e torchi. Anche il nome del Comune è legato all’acqua: sembra derivi dalla divinità celtica delle acque chiamata “Ness”.

Sistemi verdi e Paesaggio :: Orrido di Nesso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: