Inaugurato il monumento Libeskind: i numeri dell’opera, ottobre 2015

14,25 metri di altezza a terra, 29 tonnellate di peso, 14 giorni per montare e lucidare la struttura in acciaio inox. E ancora, 50 aziende e 90 operai coinvolti, 119 giorni di cantiere per rinforzare e riqualificare il tondello, oggi con un diametro di 13×15 metri. Sono alcuni dei numeri del monumento Libeskind, da oggi a tutti gli effetti parte integrante della vita e del paesaggio della città Sorgente: Inaugurato il monumento Libeskind: i numeri dell’opera

Read More →

L’architetto Michele Bollini, sostenitore del progetto per la diga foranea di Daniel Libeskind, a processo davanti all’Ordine

da una parte c’è l’Ordine degli architetti e dall’altra c’è Daniel Libeskind, uno dei più famosi architetti a livello mondiale, prossimo autore del monumento sulla diga foranea. Bene, il collegio di disciplina dell’Ordine comasco ha convocato l’architetto Michele Bollini, sostenitore del progetto Libeskind, accusandolo di avere leso la categoria attraverso le esternazioni su Libeskind in particolare su Facebook. Bollini, che ha diritto a presentarsi accompagnato da un legale, dovrà presentarsi il 19 maggio.  DA L’Ordine processa l’architetto «Ma io rimango pro Libeskind» – Cronaca Como.

Read More →

Daniel Libeskind: «La combinazione della bellezza di Como con la serenità del suo lago, con l’ispirazione che suscita Volta e con la stupenda ambientazione della diga foranea formano le fondamenta di The Life Electric”, 1 aprile 2015

«La combinazione della bellezza di Como con la serenità del suo lago, con l’ispirazione che suscita Volta e con la stupenda ambientazione della diga foranea formano le fondamenta di The Life Electric – scrive Libeskind – La robusta costruzione in acciaio è una scultura luminosa, un’icona del XXI secolo per Como. La sua struttura e la sua forma estetica creeranno riflessi sempre mutevoli, sempre splendenti, sia nel cielo che nel lago. Dall’alba al tramonto la curva organica giocherà con le diverse sfumature della luce e animerà questo nuovo spazio pubblico. Sono davvero entusiasta di poter contribuire alla lunga storia di Como, che parte dagli antichi romani e giunge al Razionalismo moderno, con una scultura che riflette l’energia della vita contemporanea e l’arte». tutto l’articolo qui: Daniel Libeskind: «Entusiasta di entrare nella storia di Como» | Corriere di Como.

Read More →

COGLIERE LE OCCASIONI: l’istallazione del monumento ‘’ The Life Electric’’ sulla diga foranea di Como, dal Blog http://liceorivolta.wordpress.com/

Originally posted on RiVolta :
Mi accingo a scrivere questa sorta di ‘’editoriale’’ ben conscio di essere probabilmente controcorrente rispetto al sentire comune, anche grazie al fatto di seguire la vicenda da un punto di vista esterno alla forma mentis comasca, e che probabilmente subirò diverse critiche (più o meno motivate, più o meno feroci) da coloro che assolutamente si oppongono…

Read More →

Gli Amici di Como: «Libeskind, paghiamo noi anche l’Iva» – Cronaca Como

Con una lettera recapitata a Palazzo Cernezzi l’associazione Amici di Como annuncia ufficialmente l’intenzione di donare all’amministrazione comunale, oltre al monumento di Daniel Libeskind, anche i soldi che avrebbe dovuto sborsare il Comune per l’Iva legata ai lavori di consolidamento della diga foranea: quei 103mila euro sui quali erano nate le polemiche di di queste settimane incentrate sulla “donazione a pagamento”. La lettera dell’associazione Amici di Como è stata recapitata proprio poche ore prima della seduta di consiglio comunale con all’ordine del giorno l’assestamento di bilancio che prevedeva, alla voce uscite, anche i 103mila euro per l’Iva legata all’operazione Libeskind. DA Gli Amici di Como: «Libeskind, paghiamo noi anche l’Iva» – Cronaca Como.

Read More →

The Life Electric: il dono di Libeskind per Como, incontro pubblico, per la presentazione del monumento, 9 ottobre alle ore 17.30 in biblioteca, Video di Espansione TV

In biblioteca, a Como, viene presentata al pubblico “The Life Electric”, l’opera che l’archistar Daniel Libeskind intende regalare – tramite l’associazione Amici di Como – alla città. Un’iniziativa che ha scatenato un acceso dibattito tra chi è perplesso sulla natura o sulla collocazione del monumento, e chi invece vede l’installazione dell’opera di Libeskind come un’opportunità che la città di Como non può farsi sfuggire. Segui la presentazione in diretta. l’intervento dell’architetto Cosenza:   dall’intervento in sala di Gianni Imperiali, consigliere comunale: Tre punti per discutere di Liebeskind 1. “Usiamo i soldi del monumento per asfaltare le strade”. Purtroppo (per fortuna) non si può fare. Il comune non spenderà una lira per l’opera. L’architetto non farò pagare il progetto, privati benemeriti finanzieranno l’istallazione. Non vale il sillogismo meno Liebeskind più asfalto. Meno Libeskind vuol dire solo meno Libeskind. 2. Si può dire che qualunque commento prevederebbe avere visto almeno un paio di opere di Libeskind ? Che ne so, il rifacimento di Ground Zero (a 10 mani di cui due della nostra archistar) che è straordinario. O la torre del museo dell’ Olocausto di Berlino, dentro la quale prima ho provato angoscia e poi pianto di commozione. Per sapere di cosa stiamo parlando 3. L’architettura moderna genera polemiche. Sono abbastanza vecchio per ricordarmi quelle feroci che hanno accompagnato la costruzione del Beaubourg di Renzo Piano (archistar) e della piramide di vetro di Pei (archistar) . Polemiche a Parigi, non a Bulgarograsso. E […]

Read More →

The Life Electric: il dono di Libeskind per Como, incontro pubblico, per la presentazione del monumento, 9 ottobre alle ore 17.30 in biblioteca

è stato organizzato un incontro pubblico, per la presentazione del monumento, per il prossimo 9 ottobre alle ore 17.30 nel salone della Biblioteca Comunale (piazzetta Venosto Lucati, 1). giovedì 9 ottobre, e l’ora, che resta alle 17.30 vai a The Life Electric: il dono di Libeskind per Como.

Read More →

Como urbana: il “metodo Rusca e Vittani”: i No Libesking, i SI’ Libesking … e ora (febbraio 2019) le faide ex Ticosa e poi …

secoli XIII-XV: le lotte urbane fra i Rusca e i Vittani 2014: le lotte urbane fra i NO-Dono e collocazione di Libesking e SI’- Dono e collocazione Libesking come ci hanno insegnato Guicciardini, Machiavelli, Leopardi, Carlo Tullio Altan quella degli italiani è una cultura delle “famiglie”, non della Polis: https://mappeser.com/category/autori/tullio-altan-carlo/ https://mappeser.com/category/politica-italiana/italiani/     La storia di Como dalla metà del sec. XIII alla metà del XV è un continuo susseguirsi di tentativi di sopraffarsi vicendevolmente dei Vittani e dei Rusca: segue qui: Vittani in “Enciclopedia Italiana” – Treccani La storia di Como dalla metà del sec. XIII alla metà del XV è un continuo susseguirsi di tentativi di sopraffarsi vicendevolmente dei Vittani e dei Rusca. … Seguire le vicende della fazione sarebbe riassumere la storia di Como sino alla metà del sec. XV; ad ogni passo si incontrano lotte sanguinose, e poi paci, tra Vittani e Rusconi, giungendo sino ad aversi podestà speciali della parte Vitana e della Ruscona; capi della prima sono gli Avvocati, i Lavizzari, i Castelli, i Lucini e specialmente i Lambertenghi, che nel 1291 hanno tale preponderanza che la fazione stessa assume il nome di Lambertenga; ma poco dopo la fazione guelfa torna a dirsi Vitana. I Vittani ebbero parte noteyolissima anche nella Valtellina, la cui storia, come quella di Como, è tutta piena di lotte tra Vittani e Rusconi. Soffocati i partiti in Como, la fazione Vitana continua un’azione vivacissima nel Ticino, come rappresentante del partito guelfo, […]

Read More →

ho ripreso con molta intensità la fine della DIGA FORANEA, facendo pensieri miei sulla contrastata storia del dono di DANIEL LIBESKING quasi rifiutato

“guardavo” e vedevo che Daniel Libesking ha “visto” giusto la sua scultura acquea accrescerebbe la potenza del paesaggio proprio per le connessioni con gli altri soggetti di quelle viste: il Duomo, la linea della  diga foranea, il tempio Voltiano, la torre del Baradello, monumento alla Resistenza care *** e *** grazie per la telefonata, ***! questo pomeriggio devo interpretarlo come un sogno […]

Read More →

Carlo Ferrario: “Dicono che sul nostro Duomo, opera meravigliosa dei nostri Maestri Comacini, vogliano innalzare un’orribile cupola …”

“Dicono che sul nostro Duomo, opera meravigliosa dei nostri Maestri Comacini, vogliano innalzare un’orribile cupola, proposta da un forestiero, oltretutto siciliano, che vuole riciclare un suo vecchio modello già proprosto a Mantova, una grande scodella che impedirà la vista di Brunate, del Monte Orfano e del Baradello. I comaschi, forti della loro tradizione, impediranno lo scempio” Carlo Ferrario, 2 ottobre […]

Read More →

l’associazione AMICI DI COMO

AMICI DI COMO L’associazione è nata tredici anni fa dalla volontà di pochi amici fortemente motivati da una passione per il territorio. Persone determinate a realizzare gli obiettivi perché animate da un carattere imprenditoriale, segno di riconoscimento nel mondo delle aziende comasche e brianzole. Il sodalizio oggi è una forza che riunisce oltre 110 imprese che condividono lo spirito di puro mecenatismo. Comune denominatore dei soci è il dinamismo, impronta che in questi anni è diventata spirito aggregante condiviso da realtà e aziende internazionali e grandi gruppi industriali, che certificano, con la loro presenza, come l’Associazione Amici Di Como, sia diventata un modello reale, unico in Italia. La mission di Amici di Como, si articola su più livelli. L’associazione pensa e organizza in contemporanea diverse iniziative con un unico obiettivo: far crescere l’immagine del capoluogo e del territorio. L’azione è concreta: il sodalizio finanzia direttamente – e fa finanziare ai suoi associati – iniziative e progetti concreti di sviluppo. Strategia che si è dimostrata vincente in svariati settori, da quello sociale a quello culturale, da quello ludico a quello sportivo. L’ultimo grande successo è stata la riapertura del lungo lago di Como. L’associazione rappresenta in modo forte e compatto l’intero territorio e si impegna per promuovere la conservazione dei valori e delle tradizioni. Nel contempo lo sguardo di imprenditori capaci, con una visione dal taglio internazionale, guarda al presente e al futuro con lungimiranza e un pensiero sempre rinnovato. L’opera […]

Read More →

l’assessore all’urbanistica di Como Lorenzo Spallino: A proposito del Monumento alla Luce di Daniel Libeskind, 15 settembre 2014

l’assessore all’urbanistica di Como Lorenzo Spallino: A proposito del Monumento alla Luce di Daniel Libeskind Due parole a proposito della (dura) presa di posizione (negativa) di alcuni autorevoli professionisti comaschi  circa la realizzazione del monumento a firma di Daniel Libeskind sulla diga foranea di Como. Posso iniziare dai fatti? Uno dei più famosi architetti mondiali propone di donare alla città di Como il progetto di un monumento dedicato ad Alessandro Volta e un gruppo di realtà legate al territorio si assume i costi di tale realizzazione, comprensivi del consolidamento del tratto finale della diga. La stampa dà notizia, fin da gennaio di quest’anno, della suggestiva collocazione dell’intervento, ossia il tratto finale della diga foranea. Il Comune di Como accetta la donazione e il compito di gestire i non semplicissimi passaggi, connessi al percorso di sponsorizzazione tecnica, è affidato alla struttura diretta dall’architetto Cosenza. Alla notizia della indizione della conferenza servizi ecco la presa di posizione, che boccia senza appello l’ipotesi della collocazione “per l’evidente incongruenza ambientale” e l’interferenza “nella libera visione dell’insieme del paesaggio lacuale da piazza Cavour”. Ho troppa stima e affetto per molte delle firme in calce alla lettera in questione per ricordare che proprio alcuni degli interventi architettonici per cui questa città va famosa sono stati contrassegnati dalla feroce opposizione di alcuni alle scelte del progettista. Non posso però tacere del fatto che dire “fatelo, ma non lì” fa torto all’intelligenza delle firme in questione, che sanno benissimo che […]

Read More →

Comune di Como: comuniCO eventi, giugno 2014

  Newsletter n. 8 del 29/05/2014 Condividi questa newsletter su         indice  EVENTO SPECIALE MOSTRE TEATRO MUSICA CINEMA VISITE GUIDATE CITTÀ DEI BAMBINI SPORT INCONTRI E CORSI ALTRI EVENTI EVENTO SPECIALE Torna all’indice Sedi diverse BeCOMe 30 – 31 maggio – 1 giugno Concerti, laboratori, animazioni e presentazioni. Dal 30 maggio a Como la prima edizione di beCOMe, tre giorni di eventi per riflettere su nuovi stili di vita, da proporre ai giovani e a chi ha voglia di futuro  [segue] MOSTRE Torna all’indice Spazio Antonio Ratti, via Largo Spallino 1 PER VEDERE COME STANNO LE NUVOLE Inaugurazione venerdì 30 maggio, ore 18.30. Fino al 22 giugno Gli allievi del corso serale di pittura dell’Accademia Galli, coordinati dagli artisti Pierantonio Verga e Patrizia Cassina, esporranno le proprie opere realizzate durante il corso. Ingresso libero [segue] Museo archeologico P. Giovio, piazza Medaglie d’Oro 1 LA SETTIMANA EGIZIA 3 maggio – 8 giugno Ritorna l’appuntamento con la Settimana Egizia: apertura del sarcofago della mummia della sacerdotessa del dio Amon, Isiuret. Percorsi guidati e laboratori per bambini [segue] Spazio Natta, via Natta 18 COMO A COMO. COLLETTIVA DEL GRUPPO COMO KUNSTLERVEREINIGUNG Fino al 15 giugno L’enigma del titolo di questa mostra è presto sciolto: si tratta di un’associazione di artisti di varie nazionalità che operano nella città di Colonia e dintorni, che si chiama appunto Como, una coincidenza non trascurabile. Il tema della mostra è la decorazione e l’astrazione, attraverso la valorizzazione sia della tradizione comasca del design […]

Read More →