BIOGRAFIA, biografie · Cani

storie di CANI: Cieco e con le rotelle. Ma sei tu , Ciro, che hai accudito noi, di Fabrizio Roncone, in Corriere della Sera 28 luglio 2022

letto in edizione cartacea

cerca in:

https://www.corriere.it/cronache/ritratto-autore/22_luglio_28/bassotto-cieco-le-rotelle-ma-sei-tu-ciro-che-hai-accudito-noi-0291f6b6-0de0-11ed-acc0-8ab174f71e7d.shtml

un estratto:

Ciro, grandioso Cirone, Ciro il Grande. Quasi tutti, in questi dieci strepitosi anni, ci hanno detto (con un filo di malcelata perplessità): beh, è stato fortunato ad incontrare due come te e Fede. No. Proprio no. Siamo stati noi fortunati ad incontrare lui.

Ciro ci ha insegnato come si reagisce, ci si rialza, si riparte. Ci ha insegnato il coraggio. E la pazienza. Ci ha dimostrato che ogni giorno è quello giusto per essere allegri e dare affetto. Senza aspettarne. La generosità, Ciro. Dio Santo: la tua generosità e, fammelo dire, anche una certa non scontata eleganza, quando hai capito che non saresti stato più l’unico destinatario delle nostre coccole (però hai subito intuito dove accucciarti, perché dal seggiolone piovevano biscotti e altre leccornie).  …

BIOGRAFIA, biografie · Biografie di persone · Cani · LETTERATURA: romanzi, racconti, poesie

Rick Bragg, Il randagio che mi ha preso il cuore. Storia di Speck, il pastore australiano combinaguai che mi ha salvato la vita, Aboca editore, 2022

vai alla scheda dell’editore:

Un cane come Speck è una vera sciagura. Un randagio impossibile da addestrare, incapace di recepire i comandi. È quasi cieco da un occhio e se si gira troppo in fretta da quella parte va a sbattere contro un palo della staccionata, o il fianco di un furgone in corsa; il suo udito è lacunoso, tutte e due le orecchie sono state strappate all’attaccatura durante la sua ultima lotta seria tra cani, anche se, per qualche miracolo, è sempre in grado di sentire le parole “spuntino” e “biscotto”; e anche il suo olfatto è un po’ compromesso…
Speck è incorreggibile: corre dietro alle auto, litiga con i gatti, sguazza nella merda di asino, armeggia con le carcasse, importuna i corrieri a domicilio, attacca briga con il bestiame… Eppure, forse ci voleva un cane come lui, sopravvissuto alle più sporche meschinità, ai momenti più bassi e difficili della vita, per far sembrare il fiume di malinconia che ha attraversato Rick Bragg una semplice pozza di fango in cui sguazzare felici.
Speck, infatti, è entrato nella vita di Rick in un periodo di grande incertezza: gli era appena stato diagnosticato un linfoma non Hodgkin e si sarebbe dovuto preparare ad affrontare anni di calvario, tra chemioterapia, insufficienza renale, polmoniti ricorrenti… Una situazione che lo stava rendendo via via sempre più chiuso e diffidente, una situazione da cui Speck lo ha salvato e continua a farlo. Autore di grandissima fama, finora mai tradotto in Italia, sempre in vetta alle classifiche dei più venduti ogni volta che un suo libro viene pubblicato, Rick Bragg ha saputo dare voce alle inquietudini e alle contraddizioni degli Stati Uniti attraverso i suoi reportage per il “New York Times” con i quali ha vinto il premio Pulitzer per il giornalismo.
Scritto con uno stile inimitabile, che mescola tenerezza e dolore, umorismo e coraggio, Il randagio che mi ha preso il cuore riesce a cristallizzare un sentimento particolarissimo: l’amorevole e straordinaria devozione tra due creature ferite che, pur appartenendo a specie diverse, riescono a guarire solo perché hanno la forza di sostenersi l’una con l’altra.

BIOGRAFIA, biografie · Biografie di persone · Cani · LETTERATURA: romanzi, racconti, poesie

Pilar Quintana, La cagna, Baldini&Castoldi/La Tartaruga editore, 2022

vai alla scheda dell’editore:

Un paesaggio colombiano a metà tra la selva e l’oceano, dove si è condannati alla resistenza inquieta. Un matrimonio distante con un pescatore, destinato ad amplificare la solitudine di una donna dal corpo che sfascia le cose. In questo scenario «al di là dell’ultimo cerchio dell’inferno», la protagonista de La cagna decide di adottare una cagnolina chiamata Chirli: è il nome che avrebbe voluto dare alla figlia mai nata, un nome da «reginetta di bellezza».

Da quel giorno Damaris inizia a creare un legame simbiotico con l’animale; Chirli viene colonizzata da un carico di amore a cui reagisce sparendo. Brutalmente addomesticata da un’esistenza con poche risorse, Damaris prova a fare da madre a un animale, ma la tentazione di trasformare l’altro nel mezzo della propria felicità si fa miseria.
La cagna è il romanzo con cui Pilar Quintana si è imposta al mondo; il suo Il vecchio e il mare personale: anche qui la narrazione riflette il desiderio di creare un legame a tutti i costi con qualcosa fuori da sé. Ma fino a che punto si possono avere rapporti liberi e autonomi in mezzo a una natura violenta e povera? Quando si è privati di tutto, il male che si fa agli altri si chiama ancora violenza? Pilar Quintana ha scritto un romanzo magistrale, pulitissimo nella scrittura, in cui ribolle la muta rivolta di una donna.

Cani · Cani Fabio · Nodo Libri · STORIA LOCALE E SOCIETA'

Lo specchio rotto. Giornalismo, narrazioni e documenti durante la Repubblica Sociale Italiana e la Resistenza nel Comasco. 1943-1945 – di Rosaria Marchesi e Fabio Cani, Nodolibri 2022

A partire da una ragionata selezione di articoli di stampa d’epoca (una visione deformante, da “specchio rotto”), si ricostruisce la quotidianità violenta di cui si nutriva il fascismo tra 1943 e 1945, scardinando ogni ricostruzione rassicurante del periodo

vai alla scheda dell’editore:

https://www.nodolibri.com/home/276-lo-specchio-rotto-giornalismo-narrazioni-e-documenti-durante-la-repubblica-sociale-italiana-e-la-resistenza-nel-comasco.html

Lo specchio rotto. Giornalismo, narrazioni e documenti durante la Repubblica Sociale Italiana e la Resistenza nel Comasco. 1943-1945 - Rosaria Marchesi,Fabio Cani - copertina

Cani · Centro Storico di Como

il CANE che si rinfresca nella fontana di Via Garibaldi

AMICI e persone conosciute nel tempo · Biografie di persone · CINEMA e TEATRO · NESSO · Ponte della Civera · Ryan

Intervista a DAVIDE COMELLI, regista, a cura di PIETRO BERRA, La magia di NESSO. Come vivere in un film, in l’Ordine/La Provincia, 5 giugno 2022

letto in edizione cartacea

cerca in: https://ordine.laprovinciadicomo.it/

Cani

I cani dei vigili del fuoco, di Daniele Martini, in Domani 25 maggio 2022

  • I cani dei vigili del fuoco non sono di proprietà del Corpo, ma dei singoli pompieri. Il Corpo li utilizza con un contratto di comodato d’uso lasciando alla buona volontà dei vigili il mantenimento e l’allenamento
  • Il singolo pompiere deve farsi carico della cura a casa propria dell’animale, assumendosi i rischi e le responsabilità del caso senza mai staccarsi da lui, neanche quando va in ferie
  • C’è una evidente disparità di trattamento con i nuclei cinofili di polizia, carabinieri, guardia di finanza ed esercito dove i cani sono di proprietà delle amministrazioniu e poi affidati a personale competente per l’utilizzo necessario

L'unit\\u00E0 cinofila dei Vigili del fuoco della Lombardia (Foto LaPresse - Vince Paolo Gerace)

ANIMALI · Cani · Gatti

L’umanità del salvare gli animali, di Annalisa Grandi, in la Ragione, 16 marzo 22

ni
ANIMALI · Cani · LETTERATURA: romanzi, racconti, poesie

GROSSMAN Vasilij, La cagnetta, Adelphi, 2013

Cani

Alla cerimonia per Mattarella anche Briciola, la mascotte dei Corazzieri, febbraio 2022

vai a:

Alla cerimonia per Mattarella anche Briciola, la mascotte dei Corazzieri

Ancora una volta Briciola, il cane meticcio mascotte dei Corazzieri, diviene per qualche minuto la star della cerimonia con la quale Sergio Mattarella e’ stato accolto al Quirinale. Il cane, con la sua ‘divisa’ rossa ha scorrazzato nel cortile d’onore mentre il presidente appena insediato riceveva gli onori militari. 

Cani · Monica Cam

CANI della Associazione LE VELE, Pioltello (Milano)

Cani

sguardi di LIBERTA’ e RELAZIONI, in gruppo facebook mondo.animali

da:

https://www.facebook.com/mondo.animali.official/