Lodi di Micio Macio, da Federico Roncoroni, UN GIORNO, ALTROVE, Mondadori, 2013, p. 106-107

micio824 micio825

Il libro UN GIORNO ALTROVE , è stato presentato a Como il 25 marzo 2014:  https://coatesa.com/2014/03/25/intervista-a-federico-roncoroni-su-un-giorno-altrove-mondadori-oggi-a-incontri-delluniversita-popolare-ordine-degli-ingegneri-via-volta-62-ore-15-30-ingresso-libero/

Intervista a Federico Roncoroni su UN GIORNO, ALTROVE, Mondadori. Oggi a INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE Ordine degli Ingegneri, via Volta 62, ore 15.30, ingresso libero

Como, INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE

Ordine degli Ingegneri, via Volta 62, ore 15.30, ingresso libero

Per il ciclo Alla riscoperta di scrittori comaschi, a cura di Santina Pitrone, presentazione del romanzo Un giorno, altrove di Federico Roncoroni.

Una storia d’amore che riemerge, dolorosa, dal passato. Ma per Filippo Linati, provato da una malattia che ha rischiato di ucciderlo, è come non fossero passati affatto: Isabella è sempre stata nei suoi pensieri. 

Componendosi di uno scambio di email che disegna in filigrana caratteri e situazioni, “Un giorno, altrove” è un esordio speciale, del quale abbiamo voluto parlare con l’autore.   

Come presenterebbe Filippo Linati a un lettore che non lo conoscesse ancora? 

Una premessa: il mio romanzo è stato letto da molti critici, e da molti lettori, facendo un’indebita confusione fra autore, narratore e protagonista. 
Di conseguenza è nato un processo di identificazione che ha portato a sovrapporre queste tre figure, che in ogni momento della narrazione andrebbero tenuti ben distinte.
Filippo Linati, comunque, è un intellettuale di una certa età che ama la lettura, i libri e le donne.
Non si nega nessuna di queste tre cose, ma ha subìto una battuta d’arresto, nella sua esistenza, a causa di una imprevedibile e grave malattia che l’ha ribaltato come un guanto, mettendolo di fronte alle cose ultime.
È tornato a una vita quasi normale, ma nel timore che la malattia potesse ritornare, ha dovuto ricollocarsi nei confronti della vita e di se stesso.
Avendo fatto una capatina nell’aldilà, ed essendo tornato indietro, l’uomo che non credeva assolutamente in niente che non vedesse o non toccasse, si è trovato a fare i conti con il trascendente. 
In termini terra terra, potremmo dire che si pone domande come “da dove veniamo?” e “dove andiamo?”.

vai a:  Intervista a Federico Roncoroni. Un esordio speciale con “Un giorno, altrove”.

Lettere a Marilino (Testimonianza di Federico Roncoroni), NodoLibri

Mappeser.com: Mappe nel sistema dei Servizi

Lettere a Marilino (Testimonianza di Federico Roncoroni)


 

da NodoLibri.

Federico Roncoroni, curatore del volumetto, racconta ai lettori la genesi del libro (edito da NodoLibri nel 2011) in cui sono raccolte le lettere che il padre Geo spediva alla figlia Egea, impegnata nelle colonie estive nell’Italia della seconda metà degli anni ’60. La testimonianza è costituita da un’intervista aperta, della durata di 12 minuti, su DVD.
Per ricordare Geo Roncoroni, che nel 2011 avrebbe compiuto cento anni, se fosse stato qui, ci voleva qualcosa di suo. Ci voleva un libro, un libretto con qualcosa di suo. Un libro con le lettere a Egea, la piccolina di casa, che per ben tre volte, nel 1965, 1966 e 1967, affrontò l’esilio estivo della colonia e una volta, nel 1970, fu al mare con una compagna di scuola.
 
Lette a distanza di quaranta anni e più, queste…

View original post 30 altre parole

altra preziosità dell’editore Nodo Libri di Como: Geo Roncoroni, LETTERE A MARILINO, 2011

altra preziosità dell’editore Nodo Libri di Como

vai alla scheda del libro, con possibilità di acquisto online: Geo Roncoroni LETTERE A MARILINO