Conversazione con Gerolamo Saibene sulla idea/progetto di Officina Como riguardante la ex Ticosa, 9 febbraio 2019

Grazie Paolo, possiamo darci del tu. Siamo lieti che si possa aprire una conversazione cittadina ( uso il termine conversazione non a caso ) sul tema. Continuò a pensare che l’obbiettivo sia quello di realizzare una operazione dedicata alle giovani generazioni escluse dai nostri pensieri collettivi con una valenza iconica che l’esistenza dell’area Ticosa rende possibile. Sul mix si può certamente discutere. L’importante è evitare di perdere troppo tempo. Como ha bisogno di ritrovarsi su una iniziativa strategica che sostenga la creatività e l’innovazione  e di non farsi trascinare troppo a fondo dalla sbornia turistica. Grazie per il sostegno che ho sempre molto apprezzato e aiutaci ad allargare il consenso. La città ha bisogno di riflettere e di agire. Gerolamo scrivevo: buongiorno dottor Saibene complimenti per avere fatto iniziare la serata alla biblioteca sulla idea / progetto della ex TICOSA con un video sui bambini e con le splendide interviste ai sedicenni in questa proposta si sta giocando una parte rilevante del futuro di Como le segnalo questa conversazione in cui l’espertissimo TINO TAJANA argomenta con competenza sulla vocazione urbana ed economica di quell’area https://coatesa.com/2019/02/09/conversazioni-cittadine-fra-paolo-ferrario-e-tino-tajana-sul-destino-futuro-della-ex-ticosa-9-febbraio-2019/   grazie per l’attenzione e sempre i miei più grandi complimenti per tedxlake como che seguo da “patron” sempre con la massima attenzione e il massimo apprendimento cordiali saluti e buone progettazioni

Read More →

sul destino futuro della ex TICOSA: conversazione cittadina fra Paolo Ferrario e TINO TAJANA, COMO, 9 febbraio 2019

Scrive Tino Tajana a Paolo Ferrario Carissimo Paolo, volevo spiegare la mia posizione tecnica sul progetto Ticosa con calma; l’altra sera ero nervoso perché per trent’anni mi sono occupato di Ticosa e piangendo l’ho vista demolire con i fuochi d’artificio!. Como ha lì la sua “necropoli”: lo straordinario cimitero monumentale. Gli Etruschi costruivano i loro abitati e il tempio in […]

Read More →

Como, Area ex Ticosa, la lettera degli architetti – da Espansione TV 9 febbraio 2019

“Il ruolo dell’area ha un chiaro valore strategico: ingresso urbano, di facile accesso e limitrofo al centro storico, al comparto monumentale di Sant’Abbondio, alla sede universitaria di Giurisprudenza, al Parco della Spina Verde. Un’area di grande ampiezza e potenzialità e, in particolare, di pubblica disponibilità”, scrive Pierpaoli, nella quale dovranno avere un “ruolo preminente” appunto “le funzioni pubbliche insediabili, di forte valore contenutistico e simbolico. Tra queste funzioni non bisognerà trascurare il ruolo fondamentale che dovranno avere gli spazi pubblici aperti e le zone verdi”. Perché questo possa accadere, spiega ancora il presidente dell’Ordine degli architetti, sarà determinante “il ruolo” del Comune che dovrà essere “soggetto attivo e protagonista nella definizione delle scelte”. Idee da sviluppare e “da compiere attraverso un percorso di metodo” che possa portare a collocare il “progetto Ticosa” all’interno di un “quadro strategico urbanistico della Città”. Passare da “piani finanziari e gestionali che possano prevedere eventuali cooperazioni ideative ed economiche attraverso strumenti di pubblica evidenza, il tutto anche mediante la nascita di un eventuale organismo operativo ad hoc”. da Area Ticosa, la lettera degli architetti. Il consiglio dell’Ordine al sindaco: “Sbagliato decidere in fretta” – Espansione TV

Read More →

sul FUTURO della ex TICOSA (42 mila mq a 10 minuti dal centro storico di Como): carteggio fra un SETTANTENNE (Paolo Ferrario) e una OTTANTASEIENNE, 9 febbraio 2019

1° lettera, 8 febbraio 2019:  Paolo Ferrario a *** cara *** hai visto giusto la idea/proposta di OFFICINA COMO è intelligente e lungimirante. E proiettata sul futuro delle prossime generazioni. Passare dalla IDEA , al PROGETTO e poi alla REALIZZAZIONE (la politica è sempre sintetizzabile in questi tre punti) sarà estremamente difficile Anche se temo che finirà nella palude dei […]

Read More →

l’idea di OFFICINA COMO per il recupero dell’area della ex TICOSA (42.000 mq a dieci minuti dal centro storico di COMO): uno spazio per la creatività tecnica, scientifica, formativa, artistica. Appunti dell’incontro tenuto alla Biblioteca di Como, 7 febbraio 2019

pagina facebook di OFFICINA COMO: https://www.facebook.com/officinacomo/ Appunti di Paolo Ferrario, 7 febbraio 2019 la idea/proposta di OFFICINA COMO è intelligente e lungimirante. E proiettata sul futuro delle prossime generazioni. Passare dalla IDEA , al PROGETTO e poi alla REALIZZAZIONE (la politica è sempre sintetizzabile in questi tre punti) sarà estremamente difficile Anche se temo che finirà nella palude dei conflitti […]

Read More →

COMO, un PIANO DI RECUPERO DELLA TICOSA (42.000 metri quadrati a dieci minuti dal centro storico), a cura di OFFICINA COMO, presentazione il 7 febbraio 2019, ore 20 e 30 alla Biblioteca di Como

Paolo Ferrario: mia breve sintesi al 7 febbraio 2019: 1 Officina Como fa una proposta di recupero 2 la giunta di centrodestra del Comune di Como (prima ancora di entrare nel merito della proposta) la respinge prima ancora di discuterla 3 l’associazione Civitas (prima ancora di entrare nel merito della proposta) , attraverso l’ex assessore di centro sinistra Bruno Magatti […]

Read More →

anni ’70 a Como: sulla chiusura della fabbrica Ticosa, nel ricordo di Mario Pratelli, da Corrieredicomo.it, 10 novembre 2013

Quella scomoda verità sulla chiusura della Ticosa DOMENICA 10 NOVEMBRE 2013 Le vere origini del tracollo Il racconto del capo del personale che visse i momenti finali della fabbrica … Mario Pratelli: Dopo anni di crisi, la Pricel – ai primi di settembre del 1980 – aveva presentato ai sindacati un piano di ristrutturazione che prevedeva importanti investimenti per il rinnovo degli impianti a fronte di una congrua riduzione dell’organico. «Le ripetute riunioni all’Unione Industriali – ricorda ancora l’ex dirigente della Ticosa – svoltesi nel corso del mese di settembre fra le controparti, si erano concluse con un nulla di fatto. Anche a fronte di un aumento della cifra degli investimenti da parte di Pricel, i sindacati avevano continuato rigidamente a opporsi a un solo licenziamento segue qui Quella scomoda verità sulla chiusura della Ticosa … Era in atto una lotta di classe esasperata e il padrone rappresentava il nemico. Dovetti guardarmi bene dal dire che mio padre lavorava in quell’azienda come dirigente. Quelle poche volte che lo vidi comparire nei reparti, feci finta di nulla. Erano gli anni delle Brigate Rosse (l’anno successivo venne rapito Aldo Moro) e anche i dirigenti d’azienda erano stati presi di mira: alcuni vennero anche gambizzati. Eppure tutto ciò che veniva prodotto in quella fabbrica continuava a emozionarmi. Gli operai più anziani amavano quell’azienda che aveva dato da vivere alle loro famiglie per decenni. Non approvavano quello che stava succedendo, ma lo dovevano subire. Loro malgrado.  segue qui 

Read More →