Carla (1960), Gabriele (1959), Jessica (1996) M. · Tartarughe

le TARTARUGHE Era, Olimpia, Eos, Minerva, Demetra nel loro nuovo “paradiso terrestre”. Grazie a: Cl., Gb., Os, 16 maggio 2022

Era (versione greca di giunone) è quella che si è vista di più e subito adocchiata anche dal vecchissimo e marpione giove. Molto interessata all’erba nuova, ha mangiato tarassaco e fiori di trifoglio contenta.

Olimpia (quella immediatamente più piccola di Era) sembra pure lei avere gradito. La piccolina mi ha lasciato qualche dubbio sul sesso, perchè prendendola in mano la piattaforma non appoggia completamente sul palmo della mano, sembra leggermente concavo, ma forse è ancora troppo piccola per capire. Comunque avevo già pensato al nome di apollo nel caso di un maschio, ma nel dubbio l’ho chiamata Eos (aurora), che mi pare il più adatto a un sesso non ben definito.

Sopra ci sono invece Minerva e Demetra che hanno subito adottato un bel cumulone di terra ancora leggermente umido per la pioggia dell’altro ieri. Praticamente sono riuscita a vedere solo minerva perchè sia il maschio già lì, sia demetra si sono eclissati.

Mi sono sembrate tutte molto felici.

Tartarughe

per ricordare i nomi (assegnati da Lu) delle TARTARUGHE: Giove, Melissa, Calliope, Dafne, Baldo, Gilda, Chicco, Gina

clicca sulla prima immagine per vederle in sequenza:

Tartarughe

TARTARUGHE vogliose di vita più libera, 16 maggio 2022

Tartarughe

… How many trips the Tortoise makes … Emily Dickinson

TARTARUGOSA

... How many trips the Tortoise makes

… e quante gite fa la Tartaruga …

da:

https://www.libriantichionline.com/divagazioni/emily_dickinson_portami_tramonto_tazza

View original post

Tartarughe · Tartarugosa

Modalità d’uso

lescritteriate

In un’assolata giornata di primavera

tartarugo Giove medita attendendo la sera.

Per dormire scavo la buca dentro la terra,

l’uomo, invece, ci combatte la guerra“.

Pensa Giove in un cruento giorno di primavera.

View original post

Carla (1960), Gabriele (1959), Jessica (1996) M. · Tartarughe

Piangere. La morte di GIUNONE

…  Vi scrivo anche perchè, nonostante   ***  mi abbia invitato a non dare brutte notizie, purtroppo ne ho una tristissima: Giunone è morta (la più grossa).
 
L’abbiamo trovata ieri disseppellita e capovolta, come se qualche preda ne avesse sentito l’odore.
Il fatto probabilmente risale ai primi di novembre. Le temperature calde quest’anno hanno ritardato il letargo e le 3 tarte più vecchie a fine ottobre erano ancora fuori, ma giunone, diversamente dalle compagne, non ha più cercato una tana.
Poi c’è stato rapidamente un brusco calo e alcune giornate di freddo intenso e quando siamo andati a novembre a nesso, l’abbiamo vista in mezzo al corridoio tutta rintanata nel guscio, immobile. Nella speranza che fosse così per il freddo, l’abbiamo messa nel punto più caldo coperta di foglie e io ho ardentemente sperato che fosse un letargo anomalo, ma purtroppo ieri ho avuto conferma che così non era. 
Nel giardino di amaltea ci sono tantissime cose che parlano di voi; per giunone, inoltre, eravate padrini e quindi volevo condividere questo dolore con chi, come noi, ama gli animali e sa che rapporto si instaura con essi.
E per dimostrare come la natura mescola vita e morte, abbiamo visto anche un piccolo pettirosso alle prese con i primi timidi voli  …
 
risponde C.B.:
… Purtroppo è la sola situazione tremenda del condividere la propria vita con quella di altri animali : la perdita … possiamo pero’ pensare che Giunone ha vissuto libera in un vero e proprio paradiso…
Tartarughe

Tartarughe in attesa del letargo, sattembre 2021

Tartarughe

TARTARUGHE a passeggio, primi di giugno 2021

Tartarughe

TARTARUGHE in esplorazione, seconda settimana di maggio 2021

Tartarughe

Giove

lescritteriate

Timido

Attempato

Rettile…

Ti

Attardi

Ricercando

Un

Giaciglio

Accogliente

View original post

Tartarughe

Arrivo da Coatesa e … ho visto Gildaaaaa !!!!! Prima ho visto Gina, poi Giove, poi Chicco …

Arrivo da Coatesa e … ho visto Gildaaaaa !!!!!
Prima  ho visto Gina,

poi Giove, poi Chicco, 

poi in un’apertura rocciosa sotto la scala di ferro proprio lei!


L’ho portata immediatamente al sole sotto il pino, era abbastanza assonnata ma non a tal punto da compiere qualche metro e andarsi a sotterrare sotto il tronco, dove batte il sole. 

Sono felicissima, non me l’aspettavo proprio.

Tartarughe

la tartaruga Melissa scava la terra per deporre le uova, 4 lug 2020