BIOGRAFIA, biografie · GIARDINO - genius loci · LETTERATURA: romanzi, racconti, poesie · Tartarugosa

TartaRugosa ha letto e scritto di: Serena Dandini (2022), Cronache dal Paradiso, Einaudi Torino

TARTARUGOSA

A noi tartarughe piace sognare soprattutto quando, sepolte nell’attesa del transito invernale, abbiamo molte ore a disposizione per farlo. E che cosa appare nel nostro cervello ibernato? Ovviamente distese di verde trifoglio, gialli fiori di tarassaco, tenere cimette di ortica, infiniti prati da esplorare …

E le parole confortanti degli umani che, come noi, fanno del giardino il loro paradiso terrestre:

Allora cos’è in fondo il Paradiso se non un meraviglioso giardino?”

Con Serena Dandini la traccia che conduce verso l’ideale di Eden esclusivi inizia dalla casa di campagna dell’autrice, luogo dell’infanzia e contenitore di memorie familiari che si schiudono qui e là come tracce indelebili di legami, giochi, suppellettili, mobili, colori, profumi, rumori. Voglia di fuggirne, ma desiderio di tornarvi – col ricordo – per ritrovarvi quell’azzurro dell’ortensia della nonna, impossibile da riprodurre nonostante tutti gli espedienti praticati.

A questo album di famiglia rivissuto attraverso la penna si…

View original post 1.018 altre parole

MUSICA · Tartarughe · Tartarugosa

LA BELLA TARTARUGA, di Bruno Lauzi

Poesie · Tartarughe · Tartarugosa

Festina lente

lescritteriate

Catturano l’ultimo tepore

scordato da un’estate distratta.

E’ l’orologio delle ombre

che avverte le sagge tartarughe.

Lentamente si affrettano

a terminare lo scavo

nella nera terra,

più friabile dopo la pioggia.

Le notti ora sono fresche,

nel meriggio compaiono, a tratti,

con un cammino indolente e svogliato.

Sfuggono ai tempi bui e cupi, le sagge,

sanno che il vero riparo

sta dalla parte delle radici.

Lì s’inabisseranno,

in attesa dell’eterno ritorno.

View original post

ANIMALI · Luciana Quaia · mi ricordo Luciana · Tartarugosa

Cavalcare la tigre

lescritteriate

Se tu solo osassi turbar la mia pace

potrei fulminarti coi miei occhi di brace.

E se sulla groppa montarmi t’azzardi,

scendere durante la corsa sarà troppo tardi.

Perché se tu cerchi la guerra, non trovi certo la pace.

Foto: Zoo di Londra, Carlabazar 2016

View original post

Tartarughe · Tartarugosa

Modalità d’uso

lescritteriate

In un’assolata giornata di primavera

tartarugo Giove medita attendendo la sera.

Per dormire scavo la buca dentro la terra,

l’uomo, invece, ci combatte la guerra“.

Pensa Giove in un cruento giorno di primavera.

View original post

Tartarughe · Tartarugosa

una TARTARUGA degli amici deposita le sue uova. Video inviato da G.M. e C.B, 20 giugno 2020

Tartarughe · Tartarugosa

buon appetito alla tartaruga GILDA

ANIMALI · Tartarugosa

TartaRugosa ha letto e scritto di: Remo Ceserani, Danilo Mainardi (2013), L’uomo, i libri e altri animali, Il Mulino, Bologna

TARTARUGOSA

TartaRugosa ha letto e scritto di:

Remo Ceserani, Danilo Mainardi (2013)

L’uomo, i libri e altri animali

Il Mulino, Bologna

Il tutto è partito da una lettura casuale a me riferita: “I rettili erano comparsi da poco quando in alcuni s’andò sviluppando la novità evolutiva di una corazza insieme cornea e ossea. Un notevole avanzamento di carattere difensivo, avvenuto ben più di duecento milioni di anni fa. Una volta rinchiusesi lì dentro, però, queste primitive tartarughe divennero conservatrici e, praticamente, smisero di evolversi. Loro (a differenza di altri animali) tartarughe erano e tartarughe sono rimaste”.

Sob, sono da un’eternità vittima di una stasi evolutiva: “La loro stirpe, in definitiva, s’è specializzata troppo e ciò adesso le impedirebbe di sviluppare quelle soluzioni adattative che forse le sarebbero utili per continuare a sopravvivere”.

Liquidata così dal mio mitico, amato Danilo Mainardi?

Stasi per stasi, (che sia stato quello sforzo…

View original post 1.448 altre parole

AUTORI · inverno · LETTERATURA: romanzi, racconti, poesie · Tartarugosa

TartaRugosa ha letto e scritto di: Alessandro Vanoli (2018), Inverno. Il racconto dell’attesa, Il Mulino, Bologna

TARTARUGOSA

TartaRugosa ha letto e scritto di:

Alessandro Vanoli (2018)

Inverno. Il racconto dell’attesa

Il Mulino, Bologna

07DF2F54-048F-4CA5-9626-C66EAD7E31B1

Ora che è iniziata la primavera e l’ora legale si è insediata, il ricordo dell’inverno è sfumato, probabilmente anche grazie a una stagione insolitamente mite, priva di piogge, neve e gelo.

Molto lontana quindi dal racconto che Vanoli offre al lettore utilizzando un metodo originale, singolare e suggestivo: leggere la storia dell’umanità attraverso il freddo.

C’è una storia millenaria che ci riguarda e che ha a che vedere col freddo e col ghiaccio. Una storia che comincia quando non eravamo troppo diversi da altri animali e che poi si inoltra su per i secoli, raccontando di riti, feste, abitudini quotidiane, battaglie e tanto altro ancora”.

E nell’epoca in cui TartaRugosa è sprofondata nelle viscere della terra, l’ascolto di cosa accade in superficie corrisponde a vedere la realtà nascosta con la stessa fascinazione…

View original post 1.152 altre parole

POLITICA e STORIA · STORIA LOCALE E SOCIETA' · Tartarugosa · via Cinque Giornate

CARLO CATTANEO, Prefazione di Pietro Esposito, Le Cinque Giornate dell’insurrezione di Milano nel 1948 ((18-22 Marzo 1848), Meravigli editore

le-cinque-giornate4

La cronaca delle gloriose Cinque Giornate di Milano
(18-22 Marzo 1848), preceduta dalla puntuale ricostruzione
degli antefatti che portarono allo scoppio dell’insurrezione
cittadina, ­attraverso il circostanziato racconto del milanese
Carlo Cattaneo (1801-1869), colui che si dimostrò il vero
protagonista della cacciata degli austriaci dalla città,
“un capo implacabile e magnanimo a un tempo”,
che rifiutò l’armistizio proposto dagli occupanti,
evitando che la rivolta assumesse derive terroristiche

  • 160 pagine
  • 14,5×21,3
  • ISBN 9788879553995
  • 17,00 euro

da

Scorci e memorie : Le Cinque Giornate

Centro Storico di Como · Tartarugosa

il centro storico di COMO: da Via 5 Giornate a Viale Varese, vista da una fotografia in piazza Volta

Fiori · Tartarugosa · z: da classificare

le cure del PLUMBAGO (detto anche Gelsomino azzurro). I suggerimenti di Tartarugosa

qui un bel video sul plumbago:
Suggerisce in autunno o inizio primavera una importante potatura fino a lasciare 30 cm dal vaso per favorire la crescita.
Il trapianto va fatto in primavera seguendo i criteri del vaso un po’ più grande.
Si deve concimare spesso in estate!! Non credo che l’abbiamo fatto.
In caso di inverni freddi proteggerlo con velo o paglia come fatto l’anno scorso​