EDUCARSI ALLA MORTE IN UN GIARDINO IN CUI C’E’ ANCHE LA SOUFFRANCE

DSCN4575 (FILEminimizer)

 

La famosa pagina dello Zibaldone leopardiano che descrive un un Giardino “in istato di souffrance”. Musica di T. Albinoni: Adagio in G minore per archi, violino e organo

da una conversazione facebook con una amica: "mi capita spesso, qui in giardino, di riflettere sulla vita e la morte", 23 agosto 2014

tratto da una conversazione con una amica su facebook:

grazie, simona, per avermi fatto parte di questa tua relazione affettiva.

le tue parole sono molto belle e raccontano  più percorsi di vita.

mi capita spesso, qui in giardino, di riflettere sulla vita e la morte.

è il giardino stesso a parlarne di continuo.

oscillo fra la paura (“poi tutto questo non ci sarà più”) ,

la constatazione della inevitabilità ,

l’unica scelta possibile del concentrare tutto sull’attimo presente.

insomma: una morte porta sempre a quelle analisi centrate sul senso di ogni esistenza.

ed è la riflessione filosofica a darci di più.

ciao e ancora grazie per la tua amicizia

pensiero e volontà nel mese di agosto del 2014: niente funerali alla mia morte

Per quello che potrà contare, lascio questa volontà.

Non vorrò funerali alla mia morte.

Le regole burocratiche decidano dove dovranno andare le mie ceneri.

La morte è una soglia inevitabile che ciascuno deve attraversare.

Le religioni parlano di una ipotetica vita che ci sarà oltre quella soglia.

Al mortale non è dato sapere cosa effettivamente ci sarà.

Dunque l’unica cosa che effettivamente possiamo fare è dare grande importanza all’ogni attimo che si manifesta prima di quella soglia.

Dunque le persone vanno trattate bene, o male, prima della morte.

Prego che mi sia socialmente risparmiata l’ipocrisia del cordoglio funebre.

Epitteto: ricordarsi di distinguere fra le cose che dipendono da noi da quelle che NON dipendono da noi

da Epitteto, MANUALE, nella traduzione di Martino Menghi (1996), Rizzoli Bur, 2001

epitt1091

epitt1092

 

dalla “volgarizzazione” del Manuale di Epitteto di Giacomo Leopardi:

epitt1093

epitt1094

 

dalla lettura attualizzata di Jules Evans, FILOSOFIA PER LA VITA, Mondadori, 2014

epitt1095

epitt1096

Antologia del TEMPO che resta

da Epitteto, MANUALE, nella traduzione di Martino Menghi (1996), Rizzoli Bur, 2001

epitt1091

epitt1092

 

dalla “volgarizzazione” del Manuale di Epitteto di Giacomo Leopardi:

epitt1093

epitt1094

 

dalla lettura attualizzata di Jules Evans, FILOSOFIA PER LA VITA, Mondadori, 2014

epitt1095

epitt1096

View original post

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: