Pettirosso

lescritteriate

Trillo armonioso

nel rarefatto silenzio

dove sprofondo.

Agenda dei pensieri, dono di Anna e Carla, 2022

View original post

MondoGatto. Il Dono/Disegno di L. e Z., 10 gen 22

il PETTIROSSO. Dipinto a mano donato a L. da C. e A. il 6 gen 22

CANI della Associazione LE VELE, Pioltello (Milano)

ASINI, CAVALLI, CAPRE della Associazione LE VELE, Pioltello (Milano)

sito: http://www.levele.org/

messaggio di S. T., un vecchio amico dell’epoca dei blog di Splinder (anni ’90)

Caro Paolo,

E’ un piacere ritrovarti, anche se leggo spesso i tuoi interventi – a parte quelli strettamente professionali per i quali non sono all’altezza.
Come ti avevo già accennato su FB sono a spiegarti le mie errate convinzioni sulla disposizione dei magnifici borghi sul tuo lago.
Lo scorso ottobre ho pianificato, con mia moglie, alcuni giorni sul lago di Garda. Dopo averlo esplorato e avendo ancora un paio di giorni a disposizione
abbiamo deciso di spostarci sul lago di Como. Abbiamo trovato un agriturismo carino a Bellagio e ci siamo dedicati ad esplorare i dintorni. Ovviamente
mi sei venuto in mente tu e il tuo buen retiro estivo.
Premetto che il nome Coatesa non mi era nuovo frequentando il tuo blog fin dai tempi di Splinder, ma in realtà non avevo idea di come collocarlo sulla
cartina del lago – anche perché la deviazione sul tuo lago non era prevista e tutto è stato molto improvvisato. Ricordavo però una tua foto, di spalle, intento
a contemplare la sponda opposta del lago e così, nella mia mente, ha preso forma la convinzione che Coatesa si affacciasse su uno dei rami, dove le sponde
opposte non sono troppo lontane. Sulla mappa non ho trovato quel nome e mi sono convinto che Coatesa dovesse trovarsi sulla costa occidentale, in un tratto
imprecisato tra Como e Menaggio.
Non chiedermi il motivo di questa convinzione: non lo so.
Ovviamente l’esplorazione ha dato esito negativo e la sera, tornando a Bellagio poco prima del tramonto, abbiamo notato un cartello turistico che indicava “Orrido di Nesso.
Illuminato anche di notte.” Perché no? Dopo aver lasciato l’auto nel piccolo parcheggio abbiamo preso il sentiero che porta giù al lago per fare le foto al ponticello (inconfondibile) e all’orrido. E’ solo sulla via del ritorno che, risalendo il sentiero sulla destra, ho notato un cancellino in metallo con una elegante targhetta che recava la scritta
“Amaltea”.
Come puoi capire ho subito fatto due più due e ho collegato il nome a te.
Avevo cercato il tuo piccolo regno nel posto sbagliato quando invece era lì a
due passi dall’agriturismo di Bellagio.
la mia risposta:
ciao ***
ma come è bello ritrovarti
subito come stiamo: niente covid, ma problemi per curare le “normali” malattie (nel 2014 ho avuto un infarto, con varie conseguenze successive)
sono felice che hai visto il piccolo borgo di Coatesa. La scalinata che avete percorso è uno dei principali simboli di quel luogo (che descrivo qui: https://coatesa.com/il-blog-di-coatesa-e-dintorni/)
noi abitiamo a Como e ci trasferiamo lì in giugno/agosto. Ma ci andiamo spesso anche negli altri mesi dell’anno
è davvero straordinario il modo in cui avete potuto conoscere Coatesa. Proprio a metà strada fra Como e Bellagio in cui avete soggiornato
la tua lettera è così importante per la memoria (SONO UN CULTORE DEI RICORDI, ecco perchè organizzo vari blog) che la fisso qui (salvaguardando la tua privacy):
ti e vi saluto molto caramente
sperando che in futuro ci sia ancora una occasione di incontrarci di persona
(che fantastici sono stati i TEMPI DI SPLINDER)
ciao !!!

Pessoa (dal blog Le scritteriate)

lescritteriate

Fiore che non dura

oltre l’ombra di un attimo

la tua freschezza

persiste nel mio pensiero.

Non ti ho perduto

in ciò che sono,

se pure, o fiore, non ti ho visto mai

dove io non sono che la terra e il cielo

View original post

La cagna NINA

Doriam Battaglia presenta la mostra LIBERO ARBITRIO, TEATRO SOCIALE , COMO, dal 17 al 28 Novembre 2021

vai alla scheda su questa mostra

Duccio Demetrio | Filosofia del camminare. Passeggiare, peregrinare, vagabondare – a Dialoghi sull’uomo, Pistoia 2021

LIBERO ARBITRIO, 14 artisti alla Mostra curata da Luigi Cavadini: Doriam Battaglia, Fabrizio Bellanca, Roberto Bondi, Elena Borghi, Patrizia Cassina, Adriano Caverzasio, Giuliano Collina, Alberto Colombo, Valerio Gaeti, Marzia Mauri, Fabrizio Musa, Carlo Pozzoni, Walter Trecchi, Marco Vido, al TEATRO SOCIALE , COMO, dal 17 al 28 Novembre 2021

gatta NOIRETTE, fotografata da Nottola

l’ ERICA vittoriana, scheda di Anna Rota Martir, in La Provincia 14 nov 21

scrive A. B.

molto interessante, a me piace molto.

Nelle distese del nord Europa ti sembra di viaggiare immersa in una nuvola rosa! Questa immagine specifica e’ dell’ Olanda, la brughiera che si attraversa per raggiungere il museo dei disegni  di Vincent van Googh e il sud dell’Inghilterra, la costa della Cornovaglia.

Ricordo una stradina stretta sull’altipiano con guida a destra, viaggiavo con fuori la testa dal finestrino della 500 sia x aiutare *** in questa inedita situazione sia per gustare quelle estensioni di erica rosa e le case grigie col tetto di paglia immerse in quel rosa! Un paesaggio speciale, inedito per noi!

continua il felice cambiamento biografico di NINA

NINA, la gatta di N., sempre più in “ben essere”

i bellissimi FIORI di G., A., D. che piacciono anche a Noirette , 16 ottobre 2021

la commovente voglia di una ROSA di vivere il suo tempo che resta , 15 ottobre 2021

scrive A.:

E’ stupenda! Ha sfumature dsl risa all’albicocca perfette!

Mi sembra anche extralarge!

Domina sui verdi del giardino sorridente al lago!

Bonne chance NINA, la gatta bianca il cui destino sta cambiando in meglio, settembre 2021

stupenda! sembra una piccola pierrot, meno male che è arrivata da te perchè …. ha il musetto triste.
diventerà una micia felice!, L. Q.

Passeggiata di Luciana nel giardino con: Nottola, Gin, Noirette, 5 settembre 2021

gatta NOIRETTE nel verde, fotografie di Nottola

gatta NOIRETTE sotto l’Acero Giapponese, fotografia di Nottola

Sguardo sulla “Baia di Coatesa” e fotografia/ricordo di Luciana e Paolo a cura di J. Z., ore 18 del 30 agosto 2021

COMO Ciuffi di case tra macchie di alberi. Girotondo di monti e colline … di Margherita Giglio, 27 agosto 2021

COMO
Ciuffi di case 
tra macchie di alberi.
Girotondo di monti e colline
che si specchiano
in una pozza di acqua dolce.
Sentieri che s’ insinuano
nel verde.
Rotoli di strade.
Sagome umane 
ferme, in movimento,
sicure smarrite pensanti.
Per ultimo un cielo
vestito di nuvole ed astri.
Una città raccolta in sé stessa
che ti osserva 
e ti dice sommessa:
“Guardami, 
non sono forse bella?”
 

gli sguardi di Carla sul lago e sulla vite canadese, 23 agosto 2021

la visita di Carla, Gabriele, Alida del 23 agosto 2021

LAURA CONTI con il gatto nero

la gradita visita di Batt, Lucia, Zoele, Antonio, domenica 18 luglio 2021

L’ “Odissea” di MARCO BALLERINI, racconto ispirato alla versione di Giovanna Bemporad, all’azienda agricola “Cascina Spina”, Erba (Como), 3 luglio 2021

il giardinetto delle PETUNIE, in ricordo di LAURA CONTI (1921-1993), 23 giugno 2021

LAURA CONTI (1921-1993)

Sguardo dal battello sul GAZEBO ancora più bianco di H. e T. (2° post)

gli sguardi fotografici di Nottola sui gatti GIN E NOIRETTE, 30 mag 21

lo sguardo di Lucia su Doriam, Paolo, Flo, Luciana, Zoele. Sulla terrazza della Vite da uva. In un tempo eterno (l’attimo)

A NESSO ARRIVA IL BATTELLO BISBINO: PARTE LA NUOVA STAGIONE TURISTICA: Il sindaco e gli assessori a dare il benvenuto alla Navigazione ed al pontilista Dario, 1 maggio 2021

“Le foglie mi affascinano più dei fiori”: Gabriele Cantaluppi condivide la sua mansarda con quasi 50 piante d’appartamento provenienti da tutto il mondo / in Mein Grünes Zuhause

“Le foglie mi affascinano più dei fiori”. Gabriele Cantaluppi condivide la sua mansarda con quasi 50 piante d’appartamento provenienti da tutto il mondo, un numero ancora maggiore di libri sulla flora e un acquario. Gli abbiamo fatto visita nella sua oasi verde a Bolzano

vai a:

“Le foglie mi affascinano più dei fiori”. / Mein Grünes Zuhause

In uno scenario di alberi, fiori, sorrisi e presenze …, di Ghita Margherita Giglio. Inviata il 27 febbraio 2021

il calendario 2021: UN ASINO PER AMICO, anche in ricordo della mula Nana

Un ritratto di EMANUELE SEVERINO, di Lucia Pessoiana, 16 gennaio 2021

gli auguri per il 2021 di C. e A.: IL CALENDARIO LUNARE delle semine e dei lavori

lo sguardo di Daniel, Alice, Gabriele sul giardino e sulla baia di COATESA. Era il 22 agosto 2020

IL LAGO, Da “Favole per Renno”, inviato da Margherita Giglio

Antologia del TEMPO che resta

(Renno é una renna peluche nata nel dicembre 2017. Indossa la maglietta della Roma. Sin dal suo apparire ha manifestato il desiderio di favole prima di addormentarsi).

IL LAGO

C’era una volta un lago molto profondo, circondato da montagne di altezza diversa che fungevano da barriera all’ingresso degli intrusi.

Su quel lago circolavano molte teorie che vantavano il privilegio di conoscerne i segreti. C’era chi parlava della presenza di luci improvvise che danzavano sull’acqua nelle notti più buie. Alcuni erano certi di aver visto fate e folletti che si rincorrevano scivolando sulla superficie senza mai riuscire a toccarsi. La voce più diffusa ed accreditata sosteneva che nel profondo delle acque s’intravedeva Atlantide scomparsa, abitata da gente vestita di bianco che celebrava riti dedicati al Sole e alla Luna.

Nel corso degli anni si era intensificata l’attività di ricerca per scoprire il segreto del lago. C’era un motivo. Una profezia di…

View original post 437 altre parole

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: