Parco di Villa Olmo, Lago di Como – video YouTube

l’anfiteatro botanico, all’interno del parco di villa olmo, 5 aprile 2021

RADICI di un albero che si trova lungo la passeggiata del lungolago di VILLA OLMO

Luciana, alla passeggiata di Villa Olmo, pomeriggio del 4 aprile 2021

camminare nel Parco di Villa Olmo e del Chilometro della Conoscenza, prima del blocco degli spostamenti da coronavirus, Como, 8 marzo 2020

DSCN3314 (FILEminimizer)DSCN3315 (FILEminimizer)DSCN3316 (FILEminimizer)DSCN3317 (FILEminimizer)DSCN3318 (FILEminimizer)DSCN3319 (FILEminimizer)DSCN3320 (FILEminimizer)DSCN3321 (FILEminimizer)DSCN3322 (FILEminimizer)DSCN3323 (FILEminimizer)DSCN3324 (FILEminimizer)DSCN3325 (FILEminimizer)DSCN3326 (FILEminimizer)DSCN3327 (FILEminimizer)

Como, il lago e la Riva Romantica – Luoghiromantici.com

vai a

Como, il lago e la Riva Romantica – Luoghiromantici.com

AZZI GRIMALDI Maria, La riviera delle mezze stagioni. Invito alla “Passeggiata romantica” di Villa Olmo, in COMO Turismo/Industria/Commercio/Letteratura n. 4, pagg 42-48, Inverno 1967

az787az788az789az790az791az792

az793


creare ponti:

cropped-pontelibro-pic3b9-piccolo.gif

  1. rispondo a una mail e ne faccio memoria qui:

G mi scrive: “Paolo, alcuni amici mi ricordano e precisano che veniva chiamata semplicemente PASSEGGIATA DI VILLA OLMO”, 13.3.2020

rispondo
caro G
faccio seguito al precedente messaggio
tutti la conoscono come passeggiata di villa Olmo (come è ovvio che sia: tutti la chiamano così, non solo i tuoi amici). anch’io la conoscevo come passeggiata di Villa Olmo
il valore del testo della Azzi ha il pregio di farne risaltare un aspetto poetico. L’operazione comunicativa si chiama “incremento di valore”.
mi spiace che i tuoi amici #giudicanti abbiano solo il bisogno di “correggere” un titolo invece che godere di un significato che va ben oltre
ognuno sceglie di vivere come lo consente la propria cultura. Ci sono i #giudicanti ma per fortuna anche i   # camminanti  (visto che hai forse tempo di leggere ti invierò un mio scritto sul tema #giudicanti #camminanti)
ti invio anche la mia mappa cognitiva che mi consente di capire (senza giudicare) da mezzo secolo ogni aspetto del vivere sociale da parte degli individui e delle loro personalità)
86171033_2826576317422076_9151844781083590656_o
 e ti invio anche questa citazione :
2 così Franco G. commenta il post 
caro Paolo
avevo sette anni quando ho cominciato a frequentare casa Grimaldi in via Petrarca.
M. mio coetaneo e amico era l’ultimo figlio di Maria Azzi Grimaldi. Con lui e in casa sua ho passato innumerevoli giorni anche se, ti confesso preferivo che fosse M. a venire a casa mia che si trovava proprio dirimpetto.
Ricordo bene la Signora Maria in cucina e nello studio dove a volte ci aiutava nello studio. In casa c’era una atmosfera leggermente misteriosa dovuta a una penombra permanente e alla …..
Sapevo che la mamma di M. era una scrittrice, ma non mi facevo molte domande. Mi bastava vedere la sua presenza in casa e la sua calma signorile nel trattare con noi bambini.
La casa era abitata anche da altri fratelli di Marcello, tutti più grandi: G., T., E., C.
E. era quello che ci dava la maggiore confidenza. Ho conservato con Lui buoni rapporti anche successivamente per il suo di studioso della biologia delle acque dei laghi.
Avrei molto da dire soprattutto di M. coi ho condiviso una lunga vita di amicizia di scuola e di coabitazione a Milano ai tempi della università. Ma mi fermo qui.
Grazie per avermi creato questi ricordi
rispondo:
GRAZIE GRAZIE GRAZIE infinite, mio carissimo Franco per questo tuo  ricordo che mi ha davvero commosso. Anche A.B. che mi ha dato questo articolo ha un ricordo fondante per la sua formazione nell’avere avuto come insegnante di supporto Maria Azzi Grimaldi. spero in qualche altro incontro fra di noi

camminare verso VILLA OLMO, e ritorno, passando per la Diga Foranea e poi in Piazza del Duomo, COMO 18 gennaio 2020

DSCN3195 (FILEminimizer)DSCN3196 (FILEminimizer)DSCN3197 (FILEminimizer)DSCN3198 (FILEminimizer)DSCN3199 (FILEminimizer)DSCN3200 (FILEminimizer)DSCN3201 (FILEminimizer)DSCN3202 (FILEminimizer)DSCN3203 (FILEminimizer)DSCN3204 (FILEminimizer)DSCN3205 (FILEminimizer)DSCN3206 (FILEminimizer)

la passeggiata di VILLA OLMO, approvata il 27 giugno 1957 su proposta dell’allora sindaco LINO GELPI. Articolo di Elena D’Ambrosio in La Provincia del 4 giugno 2017

gelpi1788gelpi1789gelpi1790gelpi1791

I CIGNI della passeggiata di VILLA OLMO, sabato, 16 marzo 2019

DSCN1529 (FILEminimizer)DSCN1530 (FILEminimizer)DSCN1531 (FILEminimizer)DSCN1532 (FILEminimizer)DSCN1533 (FILEminimizer)

Como: VILLA OLMO

MONU CO1125

Lorenzo Spallino: proseguire quella cosa impossibile che fece il sindaco Gelpi negli anni ’50, realizzando la passeggiata pedonale che va dal piazzale dell’hangar sino a Villa Olmo – dal blog Medium

Lorenzo Spallino: proseguire quella cosa impossibile che fece il sindaco Gelpi negli anni ’50, realizzando la passeggiata pedonale che va dal piazzale dell’hangar sino a Villa Olmo

VAI all’intero articolo:

La butto lì – 2017/2022 – Medium

DAL SASSO Angelo, Villa Olmo: guida al parco e all’orto botanico, NodoLibri, 2018. Indice del libro

OLMO367OLMO368

Passeggiata creativa dal Duomo al Grumello, articolo di Pietro Berra, direttore artistico di Passeggiate creative, in La Provincia 14 maggio 2018

Percorso:

Duomo

Tempio Voltiano

Monumento ai caduti

Passeggiata Lino Gelpi

Villa del Grumello

berra 14 mag 183177

Villa Olmo, Villa Sucota, Villa Grumello e altri sguardi di Nottola S.G., Como, domenica 9 aprile 2017, #lagodicomo

Villa Olmo:

durante i lavori di restauro paesaggistico

Chilometro della Conoscenza, Villa Sucota, Villa Grumello

angoli di Como:

Gelpi e Villa Olmo: e passeggiata fu, di Roberto Festorazzi, in La Provincia 30 novembre 2014

festorazzi1706

per tutto l’articolo vai a:

Gelpi e Villa Olmo: e passeggiata fu, di Roberto Festorazzi, in La Provincia 30 novembre 2014

 

Verso Villa Olmo, sera del 14 novembre, ore 18 e 15

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il nuovo parco di Villa Olmo, Il Partito Democratico organizza un workshop aperto al pubblico, in cui docenti, esperti, operatori del settore e semplici cittadini si confronteranno insieme sul futuro della villa e del parco

Il nuovo parco di Villa Olmo

Il finanziamento della Fondazione Cariplo ottenuto dal Comune di Como rappresenta per Villa Olmo una straordinaria occasione per un progetto di riqualificazione su due livelli, quello artistico e quello botanico.

Il Partito Democratico organizza quindi un workshop aperto al pubblico, in cui docenti, esperti, operatori del settore e semplici cittadini si confronteranno insieme sul futuro della villa e del parco.

Ospiteremo, tra gli altri, gli interventi di Daniela Gerosa, assessore a Verde, Parchi e Giardini, e di Luigi Cavadini, assessore al Turismo, oltre alle conclusioni del sindacoMario Lucini.

Quando: sabato 29 novembre, dalle ore 9.00 alle ore 13.30

Dove: Biblioteca comunale (Piazzetta Venosto Lucati – Como)

inaugurazione del CHILOMETRO DELLA CONOSCENZA, Como,16 giugno 2013

Il chilometro della conoscenza è – in primo luogo – un percorso in grado di connettere tre realtà (le tre ville Olmo, Grumello e Sucota, con quanto è in esse presente: spazi per mostre, Centro Volta, Sviluppo Como, scuola di cinema Dreamers, Fondazione Antonio Ratti, Museo Studio del Tessuto, School of Advanced Studies) che godono di un’indubbia posizione privilegiata nel contesto paesaggistico e urbano del primo bacino del Lario e che proprio per questo possono svolgere un ruolo di primo piano come “motore si sviluppo” culturale.

Riconnettere queste tre realtà tra di loro e alla città ha significato in primo luogo ricucire il parco di Villa Olmo che dagli anni Venti è stato diviso in due pezzi dall’inserimento del nuovo tracciato della strada per Cernobbio. Sopra la strada è stato posato il “ponte del chilometro” ideato nel 2010 dagli architetti Paolo Brambilla, Renato Conti, Corrado Tagliabue con l’ingegnere G. Michele Colombo; grazie ad esso si può oggi passare direttamente dal parco all’inglese di Villa Olmo allo spazio delle serre “viscontee” realizzate alla fine dell’Ottocento

vai a tutto l’articolo di fabio cani qui Passeggiare (un chilometro) per conoscere |

Immagine News NodoIl racconto del chilometro
A cura di Gerardo Monizza

Il Chilometro della conoscenza è un tratto della sponda occidentale del lago di Como – lungo un chilometro – che da Villa Olmo, attraversando con il Ponte del chilometro la strada per Cernobbio e passando per le Serre comunali e Villa del Grumello, arriva fino a Villa Sucota.
L’opuscoletto illustrato, di 32 pagine a colori, è scaricabile gratuitamente in formato elettronico, e verrà allegato in omaggio ai clienti NodoLibri che acquistino un volume del catalogo.
Per un resoconto fotografico dell’open day di ieri,
si rimanda all’articolo di Fabio Cani
su Ecoinformazioni:
https://ecoinformazioni.wordpress.com/2013/06/16/passeggiare-un-chilometro-per-conoscere/.

Negli ampi spazi degli incantevoli giardini di Villa Olmo, Nicola Salvatore firma un’imponente mostra, allestita dall’architetto Giovanni Sammartano, da La settimana InCom

SOTTO IL SEGNO DELLA BALENA

Parco di Villa Olmo, via Cantoni 1, ore 11, ingresso libero

Negli ampi spazi degli incantevoli giardini di Villa Olmo, Nicola Salvatore firma un’imponente mostra, allestita dall’architetto Giovanni Sammartano. Ferro, bronzo, alluminio, acciaio lavorato, resina e tessuti sono alcuni dei materiali con cui l’artista realizza sculture di grandi dimensioni che sorprendono il visitatore, entrando in dialogo con lo spazio naturale che le ospita. Tema comune è la balena, icona che accompagna sin dall’inizio il percorso artistico di Salvatore. Presenza ricorrente  nelle sue opere, il mammifero leggendario è per l’artista simbolo di ricerca interiore. Grazie alle loro qualità cromatiche le sculture di Nicola Salvatore nei giardini di Villa Olmo creano un perfetto accordo visivo con l’architettura circostante. Un catalogo in più lingue, che presenterà le foto delle opere installate nei giardini, verrà pubblicato durante la mostra, corredato da un testo di Al do Spoldi. L’esposizione si svolge in contemporanea alla mostraLa città nuova. Oltre Sant’Elia. Cento anni di visioni urbane, allestita negli spazi interni di Villa Olmo, mostra che, prendendo le mosse dai disegni futuristi di Antonio Sant’Elia, illustra attraverso un centinaio di opere, tra dipinti, disegni, modelli, filmati, installazioni, come artisti, architetti, registi hanno pensato alla città del futuro tra il 1913 e il 2013. Rappresentati nella rassegna, oltre a Sant’Elia, Umberto Boccioni, Fernand Léger, Mario Sironi, Le Corbusier, Frank Lloyd Wright, Fritz Lang, Yona Friedman, Archizoom, Superstudio, Chris Burden, Carsten Höller, Cao Fei. La mostra resterà allestita nel parco fino al 28 luglio.

Immagine

 

Il Ponte della Conoscenza: percorso percorribile a piedi che avrà come peculiarità il raccordo tra il parco di Villa olmo e quello di Villa del Grumello, fino ad arrivare a Villa Sucota., da QuiComo

Spettacolari operazioni questa notte in via Per Cernobbio per sollevare e posare il Ponte della Conoscenza, cioè l’elemento architettonico e ingegneristico e garantirà in futuro il percorso del cosiddetto Chilometro della Conoscenza. Si tratta di un percorso percorribile a piedi che avrà come peculiarità il raccordo tra il parco di Villa olmo e quello di Villa del Grumello, fino ad arrivare a Villa Sucota.

VAI QUI per l’articolo e  il video: Il Ponte della Conoscenza montato nella notte QuiComo.

parolario 2011

Naturale/Artificiale
1 – 11 settembre

Como
Villa Olmo, in vari luoghi della città e a Campione d’Italia
> La locandina

> Comunicato stampa (.pdf)
> Media partner Parolario 2011

da PAROLARIO – GLI EVENTI.

Verso Villa Olmo in un sabato di gennaio

Che cosa si può fare in una città? Si può passeggiare, considerando attentamente che questa azione è un aspetto minore, ma fondamentale, della marcia: il passo può anche essere lento, eppure è un movimento che simula e sottintende qualcosa di più energico e sportivo. Nello stesso tempo, in queste passeggiate cittadine, si può riprendere quotidianamente contatto con la storia del nostro luogo di vita che il tempo dedicato al lavoro ci ha impedito di scoprire. Apriamo una mappa della nostra città, metropoli o provincia che sia, e annotiamo su di essa i singoli luoghi che ne hanno fatto la storia. Poi uniamoli con delle righe e associamo a ciascun percorso la quantità di passi che contribuiscono ad arrivare a 10.000. Medici e cardiologi ci esortano ad iniziare con gradualità, a non esagerare, ma difficilmente ci diranno che ci sono controindicazioni.
Nella mia città (Como), per esempio, potrò fare una passeggiata  … verso Villa Olmo ….

segue qui:

da Tracce e Sentieri

con un buon ritmo in 1 ora e 3/4 si fanno i 10.000 passi.

sono 500 passi ogni 5 minuti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: