in edicola con il quotidiano La Provincia: Ettore Maria Peron, STORIA DI COMO dalle origini ai giorni nostri, Edizioni Biblioteca dell’immagine, 2017

vai alla scheda del libro

peron918
peron919
peron920
peron921
peron922
peron923
peron924

Filippo Tommaso Marinetti e il Monumento ai Caduti, in Lake Como Poetry Way – Wikivoyage, guida turistica di viaggio

Monumento ai caduti: un’iconica forma di candida pietra altra 30 metri affacciata sul lago, simbolo inconfondibile dello skyline della città di Como. Tale monumento non esisterebbe – in questa sua forma – se non fosse per il poeta ed autore del Manifesto del Futurismo (1909), Filippo Tommaso Marinetti. Marinetti venne a Como nel 1930 per celebrare Antonio Sant’Elia, architetto e padre del manifesto L’Architettura futurista (1914). Durante la sua visita Marinetti impose come modello per questo monumento un disegno rappresentante una torre a faro realizzato in matite colorate ed acquarello di Sant’Elia. Il progetto fu poi sviluppato ed ultimato dal maestro del Razionalismo italiano, il comasco Giuseppe Terragni.

Lake Como Poetry Way – Wikivoyage, guida turistica di viaggio

“Su Piazza Verdi si ergono quattro edifici a rappresentare le epoche principali della città di Como …

“Su Piazza Verdi si ergono quattro edifici a rappresentare le epoche principali della città di Como:

la Casa del Fascio per il Razionalismo;

il Teatro Sociale per il Neoclassicismo e il suo Ridotto per la Belle Epoque;

il Duomo per il Rinascimento e il Barocco;

la Torre Pantera per il Medioevo”

citazione tratta da Salviamo la torre e l’eredità dei Plinii, di Massimiliano Mondelli in L’Ordine/La Provincia, 23 maggio 2021

“L’ultimo bagliore di un impero”, documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari

“L’ultimo bagliore di un impero”, un documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari: un viaggio alla scoperta di come si presentava la città lariana all’epoca in cui vennero nascoste le mille monete d’oro ritrovate nel centro storico il 5 settembre 2018.

Pietro BERRA, La città fantasma. Vincolare non basta. Viaggio a puntate tra alcun beni monumentali e ambientali più pregiati di COMO, in LA PROVINCIA / L’ORDINE, 28 marzo 2021

letto in ediziona cartacea

cerca in:

https://ordine.laprovinciadicomo.it/

sito di Pietro Berra

sguardo su COMO, con vista da sinistra

COMO, la via XX Settembre nell’immediato dopoguerra

sguardo su COMO NEGLI ANNI TRENTA

in

Palazzo GIOVIO in una fotografia dell’Ottocento

da Gli ultimi conti Giovio, in una fotografia dell’Ottocento, di Mariuccia Belloni Zecchinelli

in

Como, Bagni – Lido Margherita, antica fotografia, editrice Actac – civiltà futura – Scuola dante Alighieri, 1995

Sguardo su COMO, dal lago

como

L’ASSE DI VIA DIAZ – in NodoLibri inVideo – “I nomi della città” (con Fabio Cani)

via (762) NodoLibri inVideo – “I nomi della città” (con Fabio Cani) / 14 – L’ASSE DI VIA DIAZ – YouTube

le “sirene bicaudate” in Como-centro: nella chiesa di San Fedele e in via Odescalchi

“Nella chiave del timpano della chiesa di San Fedele è inserito un rilievo raffigurante una sirena bicaudata”

sanfedele38

traccia informativa in:    San Fedele a Como


anche in  via Odescalchi (grazie a B. B. P. per la segnalazione:

109831521_354001462258696_8503248455325748471_n

 

vedi anche:

http://www.acam.it/le-origini-della-sirena-bicaudata-tra-protostoria-e-rinascimento/

 

I nomi della città (con Fabio Cani): VIA VOLTA – in NodoLibri inVideo

vai a

(1788) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – 11 – VIA VOLTA – YouTube

Mercato a Piazza Grimoldi – NodoLibri inVideo

da (932) NodoLibri inVideo – Mercato a Piazza Grimoldi – YouTube

I nomi della città (con Fabio Cani) – 9° scheda- NodoLibri inVideo

via (932) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – 9 – YouTube

Negozi. Latteria Bolla, marchio antico – NodoLibri inVideo –

via (237) NodoLibri inVideo – Negozi. Latteria Bolla, marchio antico – YouTube

I nomi della città (con Fabio Cani) – 3 – NodoLibri inVideo –

in  (157) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – 3 – YouTube

I nomi della città, con Fabio Cani – NodoLibri inVideo

in  (60) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – YouTube

COMO: i nomi delle STRADE, video di Fabio Cani, 23 / 4/ 2020

La veduta di Como da ovest – NodoLibri , Video – YouTube

via (212) NodoLibri inVideo – La veduta di Como da ovest – YouTube

Conosco Como? Un luogo: il convento MADONNA della MORONERA, nel borgo di San Martino. Da una stampa non datata donatami da A. e C. B.

co an682

Non trovo informazioni storiche su questo luogo e così ho chiesto informazioni alle mie reti amicali.

E ricevo notizie  utili e preziose per meglio conoscere Como.

note documentali su questo luogo:

 

  1. in base ad un ricordo biografico di F. A. (e risalente ai primi anni ’40) era in Via Zezio, alle spalle dell’attuale Residenza della Presentazione

2020-03-10_122156

  1. L. N e Magda
sentita Magda ed ingrandita l’ immagine ciò che mi era sembrata un absidiola è in realtà un edicola della Madonna.
Ha riconosciuto gli edifici del Convento di S.Bonaventura dei Cappuccini di via Zezio ancora esistente fino alla fine degli anni 60  e quindi visti da lei quando era piccola.
Inoltre digitando Madonna della Moronera Como sul web appare la Gazzetta di Milano del 1829 con un riferimento catastale che potrebbe essere verificato con le mappe catastali in Archivio:
5 Prato,campo a ceppate moroni e bosco castanile da taglio, denominati il Prato del Pellegrino e campo della Moronera ,
il tutto condotto e goduto in casa , a riserva della foglia moroni che viene goduta dal suddetto Rossini.
Detti pezzi trovansi nella mappa suddetta ai seguenti : etc etc.

CANIGGIA Gianfranco, Lettura di una città: COMO, Centro studi di storia urbanistica, 1963. Ristampata nel 1984. Indice del libro

canig2421canig2422canig2423canig2424canig2425

ITINERARI PLINIANI, a cura dell’Ente Turismo di Como, in occasione del XIX centenario della morte di Plinio il Vecchio. Testi del prof. Paolo Maggi, 1979

pli2406pli2407pli2408pli2409pli2410pli2411

Como: Testimonianze di età romana | in sito visitcomo.eu

La città moderna, con le strade che si incrociano ad angolo retto, riflette la pianta dell’accampamento da cui è nata la romana Novum Comum: il decumano corrisponde all’attuale via Indipendenza e il cardo a via Cesare Cantù

vai a

 Testimonianze di età romana | Como Italia

la città romana a Como, dal sito primocircolocantu.it

piantina_romani_como

vai a

I Romani a Como

Architettura raccontata: VIE E CASE del CENTRO STORICO DI COMO, percorso con CLEMENTE TAJANA. Iniziativa a cura della Università popolare, 16 maggio 2019


Questo percorso guidato da Tino Tajana fa seguito alla seguente  lezione

https://coatesa.com/2019/05/09/architettura-raccontata-storie-visive-degli-edifici-del-centro-storico-a-cura-di-clemente-tajana-primo-incontro-universita-popolare-istituto-carducci-via-cavallotti-7-9-maggio-2019-o/


tat1586

60194148_1190896267758098_4551758906681982976_n


CASE A CORTE riunite: la CASA BAZZI, oggi in Via Olginati.

L’orto era dove attualmente c’è la pizzeria di Piazza Mazzini

DSCN2007 (FILEminimizer)DSCN2009 (FILEminimizer)DSCN2010 (FILEminimizer)DSCN2011 (FILEminimizer)DSCN2012 (FILEminimizer)DSCN2013 (FILEminimizer)DSCN2014 (FILEminimizer)DSCN2015 (FILEminimizer)DSCN2016 (FILEminimizer)DSCN2017 (FILEminimizer)DSCN2018 (FILEminimizer)DSCN2019 (FILEminimizer)DSCN2020 (FILEminimizer)DSCN2021 (FILEminimizer)DSCN2022 (FILEminimizer)

La Cortesella era dove poi fu costruita la Banca d’Italia. Nella piazza c’era il macello, è lì di fronte una “nevera”, per conservare il cibo

 

CASE A GRATICCIO, di fronte all’attuale bar Hemingway

 

DSCN2023 (FILEminimizer)DSCN2024 (FILEminimizer)

 

L’allineamento da Piazza Roma alla statua di Alessandro Volta. Ecco il motivo per cui non è al centro della piazza

DSCN2025 (FILEminimizer)DSCN2026 (FILEminimizer)DSCN2027 (FILEminimizer)

 

Ora si cammina lungo la Via Vitani

La Via Vitani era il CARDO romano

DSCN2028 (FILEminimizer)

DSCN2029 (FILEminimizer)

DSCN2030 (FILEminimizer)

DSCN2043 (FILEminimizer)DSCN2044 (FILEminimizer)DSCN2045 (FILEminimizer)DSCN2046 (FILEminimizer)

Dove era il TEATRO ROMANO e dove poi sarà costruito l’ “ospitalis” Valduce

 

DSCN2031 (FILEminimizer)DSCN2032 (FILEminimizer)DSCN2033 (FILEminimizer)DSCN2034 (FILEminimizer)

La CASA MADRE DI VITANI, con muri in pietra bianca di Musso e Nera di Varenna

Dietro, invisibile dall’esterno, c’è una bellissima corte con porticato

DSCN2035 (FILEminimizer)DSCN2037 (FILEminimizer)DSCN2038 (FILEminimizer)

In un cortile di Via Vitani

DSCN2039 (FILEminimizer)DSCN2040 (FILEminimizer)DSCN2041 (FILEminimizer)DSCN2042 (FILEminimizer)

 

Ancora in un cortile di Via Vitani

DSCN2048 (FILEminimizer)DSCN2049 (FILEminimizer)DSCN2050 (FILEminimizer)DSCN2051 (FILEminimizer)DSCN2053 (FILEminimizer)DSCN2054 (FILEminimizer)DSCN2056 (FILEminimizer)DSCN2057 (FILEminimizer)

 

All’interno della CASA VINCENZIANA di Via Primo Tatti

 

tat1585tat1587

DSCN2058 (FILEminimizer)DSCN2059 (FILEminimizer)DSCN2060 (FILEminimizer)DSCN2061 (FILEminimizer)DSCN2062 (FILEminimizer)DSCN2063 (FILEminimizer)DSCN2064 (FILEminimizer)DSCN2065 (FILEminimizer)DSCN2066 (FILEminimizer)DSCN2067 (FILEminimizer)DSCN2068 (FILEminimizer)DSCN2069 (FILEminimizer)DSCN2070 (FILEminimizer)DSCN2071 (FILEminimizer)DSCN2072 (FILEminimizer)DSCN2073 (FILEminimizer)DSCN2074 (FILEminimizer)DSCN2076 (FILEminimizer)DSCN2077 (FILEminimizer)

 

Il CARDO proseguiva da Via Bonanomi (dove attualmente c’è il numero 14)

DSCN2078 (FILEminimizer)DSCN2079 (FILEminimizer)DSCN2080 (FILEminimizer)DSCN2081 (FILEminimizer)DSCN2082 (FILEminimizer)DSCN2083 (FILEminimizer)

Nell’ attuale Piazzolo Terragni per vedere il DECUMANO (attuale Via Indipendenza)

DSCN2084 (FILEminimizer)DSCN2085 (FILEminimizer)DSCN2086 (FILEminimizer)DSCN2087 (FILEminimizer)

Casa a corte nella attuale Via Adamo del Pero 8

DSCN2088 (FILEminimizer)DSCN2089 (FILEminimizer)DSCN2090 (FILEminimizer)DSCN2091 (FILEminimizer)DSCN2092 (FILEminimizer)DSCN2093 (FILEminimizer)DSCN2094 (FILEminimizer)

Il BATTISTERO che si può intravedere dal cortile di Piazza San Fedele 36

DSCN2095 (FILEminimizer)DSCN2096 (FILEminimizer)DSCN2097 (FILEminimizer)DSCN2098 (FILEminimizer)

La TORRE DEGLI ASINI di piazza san Fedele, accanto all’attuale negozio trombetta

DSCN2099 (FILEminimizer)DSCN2100 (FILEminimizer)DSCN2101 (FILEminimizer)

Le colonne romane di Piazza san Fedele

DSCN2109 (FILEminimizer)DSCN2110 (FILEminimizer)

Le CASE A GRATICCIO  di Piazza San Fedele

DSCN2103 (FILEminimizer)DSCN2104 (FILEminimizer)DSCN2105 (FILEminimizer)DSCN2106 (FILEminimizer)DSCN2107 (FILEminimizer)

La probabile ubicazione del FORO ROMANO, attualmente nei due cortili adiacenti di Via Indipendenza n. 26. Si sporgono sul Decumano

DSCN2112 (FILEminimizer)DSCN2113 (FILEminimizer)DSCN2114 (FILEminimizer)

Architettura raccontata. Storie visive delle CASE DEL CENTRO STORICO DI COMO, lezione di Clemente Tajana, alla Università Popolare, Istituto Carducci, via Cavallotti 7, 9 maggio 2019, ore 15.30. Appunti di Paolo Ferrario

INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, via Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero

Si apre il ciclo Architettura raccontata. Storie visive degli edifici del Centro Storico a cura di Clemente Tajana. Un viaggio immaginario e reale per le strade della città murata tra appunti grafici e percorsi stradali. Disegnare le case è il tema dell’incontro di questo pomeriggio. Attraverso lo schizzo – sul foglio di carta- si colgono l’insieme e i particolari costruttivi e architettonici degli edifici. Il segno grafico rivela anche meglio dell’occhio.

https://drive.google.com/file/d/19suJXxDOxzyeft08Sc9SGt4tyKVZZCOR/view?usp=sharing

taj1568taj1569taj1570taj1571taj1572taj1573taj1574taj1575

La Casa del Fascio di Giuseppe Terragni, articolo di Pietro Berra, in La Provincia , 28 maggio 2018

ber fasc1249ber fasc1250

storia locale: Luca mi scrive sull’edificio del MACELLO che era nel quartiere della Cortesella di COMO (e demolito fra il 1938 e il 1946), 9 febbraio 2019

Pensa che la demolizione del vecchio macello e stato un delitto artistico e storico.

Aveva all’ interno pilastri gotici in marmo a zebra bianco di Musso e nero di Varenna come il Broletto.

E  anche le 2 rampe d accesso in salita per gli animali e carri che li trasportavano segnalavano l’ antichità medievale.

San Nazaro, già nell’ intitolazione, denotava l ‘ antichita di fondazione. Nazaro e Celso coppia di santi ambrosiani nel cuore della città avversa a Milano e filo barbarossa

Ma tantè:  a  Milano c è la bellissima basilica di S.Maria presso S.Celso. Si chiama così.  e se S.Maria è del 1000 S .Celso era antecedente.  Nazaro e Celso coppia di santi come Gervasio e Protasio i cui corpi rinvenuti da S .Ambrogio a fine 300 d.c.hanno dato luogo alla fondazione dell’ attuale basilica di S.Ambrogio a Milano perché fondata da lui proprio per custodire le reliquie dei 2 santi. O a Como Proto e Giacinto Cavalieri,  le cui reliquie sono all’ interno dell’ altare gotico del Duomo.

Liberata e Faustina monache emiliane venute a monacarsi e fondare loro monastero di S Maria  Antiqua attuale ristorante Forchetta d’ oro in via Borsieri e forse anche attiguo all’ ex Ristorante Le Catene. Sbircia il chiostro dal portone della rientranza di via Borsieri attigua a Le Catene : calpesterai un luogo claustrale del 700 d.c.regnante Liutprando o Desiderio dei Longobardi….

sono finito lontano dalla Cortesella…

Ciao


vedi anche

https://coatesa.com/2019/02/08/como-la-demolizione-del-quartiere-della-cortesella-1938-1946/

cortili interni a VILLA GENO, Como, 16 ottobre 2018

DSCN1082 (FILEminimizer)DSCN1083 (FILEminimizer)DSCN1084 (FILEminimizer)DSCN1085 (FILEminimizer)DSCN1086 (FILEminimizer)DSCN1087 (FILEminimizer)DSCN1088 (FILEminimizer)DSCN1089 (FILEminimizer)DSCN1090 (FILEminimizer)DSCN1091 (FILEminimizer)DSCN1092 (FILEminimizer)DSCN1093 (FILEminimizer)

ITINERARI VOLTIANI a COMO, a cura dell’Ente Provinciale Turismo, testi di Venosto Lucati

volta3388volta3389volta3390volta3391volta3392volta3393volta3394volta3395

STORIA DI COMO, di Ettore Maria Peron, Edizioni Biblioteca dell’Immagine, 2017. Presentazione dell’autore con Paolo Ferrario, alla Biblioteca comunale di Nesso (Como), 6 ottobre 2017. Video della serata, 1 ora

22045936_1501369363276118_1544669751688829917_n

peron918peron919peron920peron921peron922peron923peron924

peron918

Ettore Maria Peron: STORIA DI COMO dalle origini ai giorni nostri, Edizioni Biblioteca dell’immagine, 2017, Dialogo e presentazione del libro con Paolo Ferrario alla Libreria Feltrinelli, 15 settembre 2017. AUDIO della serata

Audio dell’incontro:

peron918peron919peron920peron921peron922peron923peron924

peron918

Un torrente alla moda: il Cosia e il tessile lariano, articolo di Pietro Berra in La Provincia, 10 settembre 2017. www.passeggiatecreative.it

http://www.passeggiatecreative.it

cosia1027cosia1028cosia1029

Como e il lago: Sullo sfondo la collina della moderna Spina Verde (come sarà chiamata la zona occidentale della Convalle negli anni Novanta) e all’orizzonte il Baradello, la conca del Respaù e il monte di Sant’ Eutichio. Manca la “croce” (poi realizzata nel 1934) … in ICOM_255. ICOMOGRAFIE: Panoramiche. 

Sullo sfondo la collina della moderna Spina Verde (come sarà chiamata la zona occidentale della Convalle negli anni Novanta) e all’orizzonte il Baradello, la conca del Respaù e il monte di Sant’ Eutichio. Manca la “croce” (poi realizzata nel 1934). Quasi al centro della linea, sullo sfondo della città, si leggono appena i due campanili di Sant’Abbondio e – poco distante – quello del Crocefisso.È la fine dell’Ottocento e Como si prepara a forti mutamenti che ne segneranno l’immagine e la porteranno verso la modernità

VAI ALLA INTERA SCHEDA:

Sorgente: ICOM_255. ICOMOGRAFIE: Panoramiche. Como e il lago; quel che non c’è

Ettore Maria Peron, STORIA DI COMO dalle origini ai giorni nostri, Edizioni Biblioteca dell’immagine, 2017, pag. 300, 14 euro. Incontro con l’autore e presentazione di Paolo Ferrario, alla Fiera del Libro di Como in Piazza Cavour, sabato 2 settembre 2017, ore 21

21268759_10212263755901531_2086478697_n

peron918peron919peron920peron921peron922peron923peron924

Fiera del libro 2017 – il programma di sabato 2 settembre

da  02 set 2017  a  02 set 2017

Libri, presentazioni, dibattiti in piazza Cavour

ALTRI EVENTI INCONTRI E CORSI

ore 11.00
Pietro Boschetti
La Svizzera e la Seconda guerra mondiale nel Rapporto Bergier

ore 16.30
Piercarlo Bettini
Il nostro cadavere

ore 18.00
Fulvia Butti Ronchetti
“Rivista Archeologica dell’Antica Provincia e Diocesi di Como”, volume 198
Società Archeologica Comense

ore 21.00
Ettore Maria Peron
Storia di Como dalle origini ai giorni nostri
Presenta Paolo Ferrario

Info

dove: piazza Cavour

Orari

Orari diversi a seconda degli appuntamenti

21268759_10212263755901531_2086478697_n

Ettore Maria Peron, STORIA DI COMO dalle origini ai giorni nostri, Edizioni Biblioteca dell’immagine, 2017, p. 300. Con il video di presentazione alla Fiera del libro

peron918peron919peron920peron921peron922peron923peron924


Video di presentazione alla Fiera del Libro di Como :


Video di presentazione alla Biblioteca di Nesso:


Video di presentazione a Venegono Inferiore (VA), Villa Molina:


peron918

A SPASSO PER COMO – Itinerario illustrato – di Ettore Maria Peron, Davide Dell’Acqua, Patrizia Azimonti, Itinelario editore, 2016

como3336como3337como3338

2016, pp. 64 illustrate MAPPA ACQUARELLATA FORMATO 29,7 X 42CM

vai al sito:

http://itinelario.blogspot.com/

il Rivellino che era davanti a Porta Torre, prima dell’abbattimento all’inizio dell 800, quando e stato colmato anche il fossato attorno alle mura e piantati i filari di platani, nota storica di L.

In vetrina da Dominioni c’era questa stampa.

2016-02-28_103033

 
Mostra il Rivellino che era davanti a Porta Torre, prima dell’abbattimento all’inizio dell 800, quando e stato colmato anche il fossato attorno alle mura e piantati i filari di platani.
Non l avevo mai visto raffigurato ma sempre solo letto la sua descrizione compresa la cappelletta che si vede costruita sul muro.
Non vorrei sbagliarmi ma mi pare che li fosse anche il luogo delle esecuzioni.
Non ho indirizzo mail di Paolo per girargliela.
Se volete farlo voi.
E’ un completamento della stampa che gli avete regalato voi.
L.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: