COMO, città dismessa, di Anna Campaniello, in Corriere della Sera /Lombardia, 3 gen 22

letto in edizione cartacea

cerca in: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_gennaio_03/como-dall-ex-carcere-antiche-fabbriche-piano-rigenerazione-caccia-investimenti-privati-fa99df82-6c8b-11ec-b2f5-59ed4f180ff5.shtml

… l’ex carcere, un convento in disuso, una chiesa con annesso l’antico ospizio per i lebbrosi, una vecchia scuola. Ma anche diverse fabbriche che hanno rappresentato il cuore del distretto tessile di Como e ora sono in stato di abbandono, chiuse in alcuni casi da decenni e mai rinate. Il capoluogo lariano appare come la città delle aree dismesse nella mappa approvata dal Comune nel tentativo di far decollare un piano di rigenerazione urbana che permetta di dare una nuova vita ai 48 edifici decadenti censiti, tra i quali 16 immobili storici. …

Cesare Cantù (1804 – 1895) biografia

è stato uno storico, letterato, politico, archivista e scrittore italiano.

Deputato al parlamento dall’Unità d’Italia (1861) al 1867, fu il fondatore dell’Archivio storico lombardo

VAI ALLE FONTI INFORMATIVE RINTRACCIABILI SUL WEB:

https://tinyurl.com/2nd5nnyx

Sguardo su COMO dall’alto

l’impronta di ELI RIVA nelle vie di Como. Articolo di Stefania Briccola, in La Provincia/Stendhal, 15 nov 21

letto in edizione cartacea

cerca in: https://www.laprovinciadicomo.it/

Como, Via Muralto, 1928

“Su Piazza Verdi si ergono quattro edifici a rappresentare le epoche principali della città di Como …

“Su Piazza Verdi si ergono quattro edifici a rappresentare le epoche principali della città di Como:

la Casa del Fascio per il Razionalismo;

il Teatro Sociale per il Neoclassicismo e il suo Ridotto per la Belle Epoque;

il Duomo per il Rinascimento e il Barocco;

la Torre Pantera per il Medioevo”

citazione tratta da Salviamo la torre e l’eredità dei Plinii, di Massimiliano Mondelli in L’Ordine/La Provincia, 23 maggio 2021

L’ultimo bagliore di un impero, documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari: un viaggio alla scoperta di come si presentava la città lariana all’epoca in cui vennero nascoste le mille monete d’oro ritrovate nel centro storico nel 2018 – YouTube

Vi presentiamo “L’ultimo bagliore di un impero”, un documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari: un viaggio alla scoperta di come si presentava la città lariana all’epoca in cui vennero nascoste le mille monete d’oro ritrovate nel centro storico nel 2018.

vai a

(821) L’ultimo bagliore di un impero – YouTube

“L’ultimo bagliore di un impero”, documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari

“L’ultimo bagliore di un impero”, un documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari: un viaggio alla scoperta di come si presentava la città lariana all’epoca in cui vennero nascoste le mille monete d’oro ritrovate nel centro storico il 5 settembre 2018.

alla scoperta del museo civico di Como – video in PILLOLE DI ARCHEOLOGIA, CiaoComo

Pillole di archeologia, alla scoperta del museo civico di Como

Pillole di archeologia, alla scoperta del museo civico di Como – CiaoComo

Pillole di archeologia – VIDEO IN CiaoComo

vai a

Video di Pillole di archeologia – CiaoComo

MILANI Chiara, Vi racconto i vostri libri, NewPress edizioni, 2020

Negozi storici del centro, altre chiusure. Anche la Mondadori potrebbe salutare, di Alessio Brunialti, in La Provincia di Como, 24 gen 2021

Como e il centro storico senza auto. Storia e futuro di una buona idea, articolo di Lorenzo Spallino, in La Provincia di Como, 3 dicembre 2020

Palazzo GIOVIO in una fotografia dell’Ottocento

da Gli ultimi conti Giovio, in una fotografia dell’Ottocento, di Mariuccia Belloni Zecchinelli

in

COMO, Piazza Volta: la “piena ” del 1928

TORRE DEL GALLO: frutta e prodotti tipici calabresi, via Diaz 34, Como

fru1339

I nomi della città (con Fabio Cani): VIA VOLTA – in NodoLibri inVideo

vai a

(1788) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – 11 – VIA VOLTA – YouTube

Negozi. Latteria Bolla, marchio antico – NodoLibri inVideo –

via (237) NodoLibri inVideo – Negozi. Latteria Bolla, marchio antico – YouTube

Como: Via Vittorio Emanuele II – in NodoLibri inVideo, 29 mag 2020

via (12) NodoLibri inVideo – Via Vittorio Emanuele II – YouTube

Il quartiere della CORTESELLA (in Como centro) – a cura di Fabio Cani e Gerardo Monizza. NodoLibri inVideo

 

Le case a graticcio, prefabbricati d’epoca, di Clemente TAJANA, in L’Ordine/La Provincia, 3 dicembre 2017

2020-05-11_174850

vai a:

https://ordine.laprovinciadicomo.it/archivio/pagina/COMO_ORD/2017/12/3/3/1947/#

#Comonelcomò – Finestre creative

in  (158) #Comonelcomò – Finestre creative – YouTube

I nomi della città (con Fabio Cani) – 3 – NodoLibri inVideo –

in  (157) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – 3 – YouTube

I nomi della città, con Fabio Cani – NodoLibri inVideo

in  (60) NodoLibri inVideo – I nomi della città (con Fabio Cani) – YouTube

COMO: i nomi delle STRADE, video di Fabio Cani, 23 / 4/ 2020

COMO, il centro città

93386803_2573588006245984_3434011504897163264_n

camminare lungo le MURA DI COMO, per andare a fare la spesa in tempi di blocco da coronavirus, 14 marzo 2020

DSCN3335 (FILEminimizer)DSCN3336 (FILEminimizer)DSCN3337 (FILEminimizer)DSCN3338 (FILEminimizer)DSCN3339 (FILEminimizer)DSCN3340 (FILEminimizer)DSCN3341 (FILEminimizer)DSCN3342 (FILEminimizer)DSCN3343 (FILEminimizer)DSCN3344 (FILEminimizer)DSCN3345 (FILEminimizer)DSCN3346 (FILEminimizer)DSCN3347 (FILEminimizer)DSCN3348 (FILEminimizer)DSCN3349 (FILEminimizer)DSCN3350 (FILEminimizer)DSCN3351 (FILEminimizer)DSCN3352 (FILEminimizer)DSCN3353 (FILEminimizer)DSCN3354 (FILEminimizer)DSCN3355 (FILEminimizer)DSCN3356 (FILEminimizer)DSCN3357 (FILEminimizer)DSCN3358 (FILEminimizer)DSCN3359 (FILEminimizer)DSCN3360 (FILEminimizer)

le CASE DI RINGHIERA

“Ringhiera” in italiano significa ringhiera o balaustra e i ringhiere sono sicuramente uno dei tratti più particolari di queste costruzioni.

Furono costruiti come blocchi di appartamenti e i ringhiere erano i passaggi comuni per raggiungere singole case. Ogni appartamento era a sua volta costruito con una zona frontale, visibile dal passaggio esterno, e una stanza sul retro che lavorava come camera da letto. Gli appartamenti non avevano strutture individuali e i bagni erano comuni, alla fine dei balconi.

Anche alle case mancava l’acqua corrente, quindi le donne avrebbero usato le strutture comuni per i lavori quotidiani, riempiendo i cortili con, immagino, l’odore di vestiti puliti, le voci dei bambini e condividendo il cibo con i gatti sempre presenti.

https://www.learningescapes.net/le-case-di-ringhiera-milano-weekly-photo-challenge-wall

Viabilità e parcheggi a Como: le proposte dell’Ordine dei Periti Industriali, 17 dicembre 2019

co082

CANIGGIA Gianfranco, Lettura di una città: COMO, Centro studi di storia urbanistica, 1963. Ristampata nel 1984. Indice del libro

canig2421canig2422canig2423canig2424canig2425

mappa di COMO, centro città

co2394

pasticceria LA VECCHIA COMO, Via Lambertenghi 35, Como

http://www.lavecchiacomo.it

lac co1686

I Romani furono maestri dell’arte muraria – in Studia Rapido

I Romani furono maestri dell’arte muraria; utilizzarono diverse tecniche di costruzione innovative, che resero possibile un’architettura monumentale.

vai a

Opus tecnica di muratura in epoca romana – Studia Rapido

Como: Testimonianze di età romana | in sito visitcomo.eu

La città moderna, con le strade che si incrociano ad angolo retto, riflette la pianta dell’accampamento da cui è nata la romana Novum Comum: il decumano corrisponde all’attuale via Indipendenza e il cardo a via Cesare Cantù

vai a

 Testimonianze di età romana | Como Italia

la città romana a Como, dal sito primocircolocantu.it

piantina_romani_como

vai a

I Romani a Como

la demolizione del quartiere medievale della CORTESELLA, Como 1938/1940

corte1590

tat1586

Architettura raccontata: VIE E CASE del CENTRO STORICO DI COMO, percorso con CLEMENTE TAJANA. Iniziativa a cura della Università popolare, 16 maggio 2019


Questo percorso guidato da Tino Tajana fa seguito alla seguente  lezione

https://coatesa.com/2019/05/09/architettura-raccontata-storie-visive-degli-edifici-del-centro-storico-a-cura-di-clemente-tajana-primo-incontro-universita-popolare-istituto-carducci-via-cavallotti-7-9-maggio-2019-o/


tat1586

60194148_1190896267758098_4551758906681982976_n


CASE A CORTE riunite: la CASA BAZZI, oggi in Via Olginati.

L’orto era dove attualmente c’è la pizzeria di Piazza Mazzini

DSCN2007 (FILEminimizer)DSCN2009 (FILEminimizer)DSCN2010 (FILEminimizer)DSCN2011 (FILEminimizer)DSCN2012 (FILEminimizer)DSCN2013 (FILEminimizer)DSCN2014 (FILEminimizer)DSCN2015 (FILEminimizer)DSCN2016 (FILEminimizer)DSCN2017 (FILEminimizer)DSCN2018 (FILEminimizer)DSCN2019 (FILEminimizer)DSCN2020 (FILEminimizer)DSCN2021 (FILEminimizer)DSCN2022 (FILEminimizer)

La Cortesella era dove poi fu costruita la Banca d’Italia. Nella piazza c’era il macello, è lì di fronte una “nevera”, per conservare il cibo

 

CASE A GRATICCIO, di fronte all’attuale bar Hemingway

 

DSCN2023 (FILEminimizer)DSCN2024 (FILEminimizer)

 

L’allineamento da Piazza Roma alla statua di Alessandro Volta. Ecco il motivo per cui non è al centro della piazza

DSCN2025 (FILEminimizer)DSCN2026 (FILEminimizer)DSCN2027 (FILEminimizer)

 

Ora si cammina lungo la Via Vitani

La Via Vitani era il CARDO romano

DSCN2028 (FILEminimizer)

DSCN2029 (FILEminimizer)

DSCN2030 (FILEminimizer)

DSCN2043 (FILEminimizer)DSCN2044 (FILEminimizer)DSCN2045 (FILEminimizer)DSCN2046 (FILEminimizer)

Dove era il TEATRO ROMANO e dove poi sarà costruito l’ “ospitalis” Valduce

 

DSCN2031 (FILEminimizer)DSCN2032 (FILEminimizer)DSCN2033 (FILEminimizer)DSCN2034 (FILEminimizer)

La CASA MADRE DI VITANI, con muri in pietra bianca di Musso e Nera di Varenna

Dietro, invisibile dall’esterno, c’è una bellissima corte con porticato

DSCN2035 (FILEminimizer)DSCN2037 (FILEminimizer)DSCN2038 (FILEminimizer)

In un cortile di Via Vitani

DSCN2039 (FILEminimizer)DSCN2040 (FILEminimizer)DSCN2041 (FILEminimizer)DSCN2042 (FILEminimizer)

 

Ancora in un cortile di Via Vitani

DSCN2048 (FILEminimizer)DSCN2049 (FILEminimizer)DSCN2050 (FILEminimizer)DSCN2051 (FILEminimizer)DSCN2053 (FILEminimizer)DSCN2054 (FILEminimizer)DSCN2056 (FILEminimizer)DSCN2057 (FILEminimizer)

 

All’interno della CASA VINCENZIANA di Via Primo Tatti

 

tat1585tat1587

DSCN2058 (FILEminimizer)DSCN2059 (FILEminimizer)DSCN2060 (FILEminimizer)DSCN2061 (FILEminimizer)DSCN2062 (FILEminimizer)DSCN2063 (FILEminimizer)DSCN2064 (FILEminimizer)DSCN2065 (FILEminimizer)DSCN2066 (FILEminimizer)DSCN2067 (FILEminimizer)DSCN2068 (FILEminimizer)DSCN2069 (FILEminimizer)DSCN2070 (FILEminimizer)DSCN2071 (FILEminimizer)DSCN2072 (FILEminimizer)DSCN2073 (FILEminimizer)DSCN2074 (FILEminimizer)DSCN2076 (FILEminimizer)DSCN2077 (FILEminimizer)

 

Il CARDO proseguiva da Via Bonanomi (dove attualmente c’è il numero 14)

DSCN2078 (FILEminimizer)DSCN2079 (FILEminimizer)DSCN2080 (FILEminimizer)DSCN2081 (FILEminimizer)DSCN2082 (FILEminimizer)DSCN2083 (FILEminimizer)

Nell’ attuale Piazzolo Terragni per vedere il DECUMANO (attuale Via Indipendenza)

DSCN2084 (FILEminimizer)DSCN2085 (FILEminimizer)DSCN2086 (FILEminimizer)DSCN2087 (FILEminimizer)

Casa a corte nella attuale Via Adamo del Pero 8

DSCN2088 (FILEminimizer)DSCN2089 (FILEminimizer)DSCN2090 (FILEminimizer)DSCN2091 (FILEminimizer)DSCN2092 (FILEminimizer)DSCN2093 (FILEminimizer)DSCN2094 (FILEminimizer)

Il BATTISTERO che si può intravedere dal cortile di Piazza San Fedele 36

DSCN2095 (FILEminimizer)DSCN2096 (FILEminimizer)DSCN2097 (FILEminimizer)DSCN2098 (FILEminimizer)

La TORRE DEGLI ASINI di piazza san Fedele, accanto all’attuale negozio trombetta

DSCN2099 (FILEminimizer)DSCN2100 (FILEminimizer)DSCN2101 (FILEminimizer)

Le colonne romane di Piazza san Fedele

DSCN2109 (FILEminimizer)DSCN2110 (FILEminimizer)

Le CASE A GRATICCIO  di Piazza San Fedele

DSCN2103 (FILEminimizer)DSCN2104 (FILEminimizer)DSCN2105 (FILEminimizer)DSCN2106 (FILEminimizer)DSCN2107 (FILEminimizer)

La probabile ubicazione del FORO ROMANO, attualmente nei due cortili adiacenti di Via Indipendenza n. 26. Si sporgono sul Decumano

DSCN2112 (FILEminimizer)DSCN2113 (FILEminimizer)DSCN2114 (FILEminimizer)

Architettura raccontata. Storie visive delle CASE DEL CENTRO STORICO DI COMO, lezione di Clemente Tajana, alla Università Popolare, Istituto Carducci, via Cavallotti 7, 9 maggio 2019, ore 15.30. Appunti di Paolo Ferrario

INCONTRI DELL’UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, via Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero

Si apre il ciclo Architettura raccontata. Storie visive degli edifici del Centro Storico a cura di Clemente Tajana. Un viaggio immaginario e reale per le strade della città murata tra appunti grafici e percorsi stradali. Disegnare le case è il tema dell’incontro di questo pomeriggio. Attraverso lo schizzo – sul foglio di carta- si colgono l’insieme e i particolari costruttivi e architettonici degli edifici. Il segno grafico rivela anche meglio dell’occhio.

https://drive.google.com/file/d/19suJXxDOxzyeft08Sc9SGt4tyKVZZCOR/view?usp=sharing

taj1568taj1569taj1570taj1571taj1572taj1573taj1574taj1575

Niente pizza per Ico Parisi. I gemelli antiquari che hanno salvato lo studio del maestro – in Comozero, 26 marzo 2019

Serviva qualcuno che decidesse di riavvolgere il filo della memoria e questo qualcuno ha la voce e i modi gentili di Carla Pellegatta che, con il marito Mario Lombardi e i figli Andrea e Alessandro gestisce da quasi vent’anni la vicina Bottega d’Arte dopo aver iniziato, nei primi anni ’70, nello storico negozio di via Gallio

vai a  Niente pizza per Ico Parisi. I gemelli antiquari che hanno salvato lo studio del maestro – Comozero

bottega_darte-0111-1-e1553623158521

vista su COMO dalla Spina Verde e Castel Baradello

co spèi1251

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: