Duccio Demetrio | Filosofia del camminare. Passeggiare, peregrinare, vagabondare – a Dialoghi sull’uomo, Pistoia 2021

l’impronta di ELI RIVA nelle vie di Como. Articolo di Stefania Briccola, in La Provincia/Stendhal, 15 nov 21

letto in edizione cartacea

cerca in: https://www.laprovinciadicomo.it/

Anna flower design: fiori, piante, oggetti da arredamento. Apertura del negozio in Via Garibaldi, Como. 11 giugno 2021

vai al sito

https://www.annaflowerdesigner.com/

“Su Piazza Verdi si ergono quattro edifici a rappresentare le epoche principali della città di Como …

“Su Piazza Verdi si ergono quattro edifici a rappresentare le epoche principali della città di Como:

la Casa del Fascio per il Razionalismo;

il Teatro Sociale per il Neoclassicismo e il suo Ridotto per la Belle Epoque;

il Duomo per il Rinascimento e il Barocco;

la Torre Pantera per il Medioevo”

citazione tratta da Salviamo la torre e l’eredità dei Plinii, di Massimiliano Mondelli in L’Ordine/La Provincia, 23 maggio 2021

“L’ultimo bagliore di un impero”, documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari

“L’ultimo bagliore di un impero”, un documentario prodotto dal Comune di Como, scritto e diretto da Paolo Lipari: un viaggio alla scoperta di come si presentava la città lariana all’epoca in cui vennero nascoste le mille monete d’oro ritrovate nel centro storico il 5 settembre 2018.

Le case a graticcio, prefabbricati d’epoca, di Clemente TAJANA, in L’Ordine/La Provincia, 3 dicembre 2017

2020-05-11_174850

vai a:

https://ordine.laprovinciadicomo.it/archivio/pagina/COMO_ORD/2017/12/3/3/1947/#

camminare nel Parco di Villa Olmo e del Chilometro della Conoscenza, prima del blocco degli spostamenti da coronavirus, Como, 8 marzo 2020

DSCN3314 (FILEminimizer)DSCN3315 (FILEminimizer)DSCN3316 (FILEminimizer)DSCN3317 (FILEminimizer)DSCN3318 (FILEminimizer)DSCN3319 (FILEminimizer)DSCN3320 (FILEminimizer)DSCN3321 (FILEminimizer)DSCN3322 (FILEminimizer)DSCN3323 (FILEminimizer)DSCN3324 (FILEminimizer)DSCN3325 (FILEminimizer)DSCN3326 (FILEminimizer)DSCN3327 (FILEminimizer)

camminare lungo le rive del lago di Como, dalla zona del Monumento ai Caduti a Villa Geno, PRIMA DELLA CHIUSURA DA EMERGENZA CORONAVIRUS, 24 febbraio 2020

DSCN3296 (FILEminimizer)DSCN3297 (FILEminimizer)DSCN3298 (FILEminimizer)DSCN3299 (FILEminimizer)DSCN3300 (FILEminimizer)DSCN3301 (FILEminimizer)DSCN3302 (FILEminimizer)DSCN3303 (FILEminimizer)DSCN3304 (FILEminimizer)DSCN3305 (FILEminimizer)DSCN3306 (FILEminimizer)DSCN3307 (FILEminimizer)

AZZI GRIMALDI Maria, La riviera delle mezze stagioni. Invito alla “Passeggiata romantica” di Villa Olmo, in COMO Turismo/Industria/Commercio/Letteratura n. 4, pagg 42-48, Inverno 1967

az787az788az789az790az791az792

az793


creare ponti:

cropped-pontelibro-pic3b9-piccolo.gif

  1. rispondo a una mail e ne faccio memoria qui:

G mi scrive: “Paolo, alcuni amici mi ricordano e precisano che veniva chiamata semplicemente PASSEGGIATA DI VILLA OLMO”, 13.3.2020

rispondo
caro G
faccio seguito al precedente messaggio
tutti la conoscono come passeggiata di villa Olmo (come è ovvio che sia: tutti la chiamano così, non solo i tuoi amici). anch’io la conoscevo come passeggiata di Villa Olmo
il valore del testo della Azzi ha il pregio di farne risaltare un aspetto poetico. L’operazione comunicativa si chiama “incremento di valore”.
mi spiace che i tuoi amici #giudicanti abbiano solo il bisogno di “correggere” un titolo invece che godere di un significato che va ben oltre
ognuno sceglie di vivere come lo consente la propria cultura. Ci sono i #giudicanti ma per fortuna anche i   # camminanti  (visto che hai forse tempo di leggere ti invierò un mio scritto sul tema #giudicanti #camminanti)
ti invio anche la mia mappa cognitiva che mi consente di capire (senza giudicare) da mezzo secolo ogni aspetto del vivere sociale da parte degli individui e delle loro personalità)
86171033_2826576317422076_9151844781083590656_o
 e ti invio anche questa citazione :
2 così Franco G. commenta il post 
caro Paolo
avevo sette anni quando ho cominciato a frequentare casa Grimaldi in via Petrarca.
M. mio coetaneo e amico era l’ultimo figlio di Maria Azzi Grimaldi. Con lui e in casa sua ho passato innumerevoli giorni anche se, ti confesso preferivo che fosse M. a venire a casa mia che si trovava proprio dirimpetto.
Ricordo bene la Signora Maria in cucina e nello studio dove a volte ci aiutava nello studio. In casa c’era una atmosfera leggermente misteriosa dovuta a una penombra permanente e alla …..
Sapevo che la mamma di M. era una scrittrice, ma non mi facevo molte domande. Mi bastava vedere la sua presenza in casa e la sua calma signorile nel trattare con noi bambini.
La casa era abitata anche da altri fratelli di Marcello, tutti più grandi: G., T., E., C.
E. era quello che ci dava la maggiore confidenza. Ho conservato con Lui buoni rapporti anche successivamente per il suo di studioso della biologia delle acque dei laghi.
Avrei molto da dire soprattutto di M. coi ho condiviso una lunga vita di amicizia di scuola e di coabitazione a Milano ai tempi della università. Ma mi fermo qui.
Grazie per avermi creato questi ricordi
rispondo:
GRAZIE GRAZIE GRAZIE infinite, mio carissimo Franco per questo tuo  ricordo che mi ha davvero commosso. Anche A.B. che mi ha dato questo articolo ha un ricordo fondante per la sua formazione nell’avere avuto come insegnante di supporto Maria Azzi Grimaldi. spero in qualche altro incontro fra di noi

COMO CITTA’ DEI BALOCCHI, XXVI edizione, dal 23 novembre 2019 al 6 gennaio 2020

vai al sito: http://www.cittadeibalocchi.it/


Como

BALO2706BALO2707BALO2708BALO2709BALO2710BALO2711

 

77238877_552071342250687_3535187951391680960_n

 

Camminare in COMO da Viale Varese a Via Ambrosoli: 1968 passi

map co ambro2497

da Viale Varese a inizio Via Volta: 83 passi

Da Via Volta alla fine di Via Volta: 784 passi

dalla fine di Via Volta alla fine di Via Cadorna: 480 passi

dalla fine di Via Cadorna a Via Ambrosoli: 621 passi

 

CANIGGIA Gianfranco, Lettura di una città: COMO, Centro studi di storia urbanistica, 1963. Ristampata nel 1984. Indice del libro

canig2421canig2422canig2423canig2424canig2425

ITINERARI PLINIANI, a cura dell’Ente Turismo di Como, in occasione del XIX centenario della morte di Plinio il Vecchio. Testi del prof. Paolo Maggi, 1979

pli2406pli2407pli2408pli2409pli2410pli2411

camminare in Como: da Viale Varese a Camerlata ( e Cinelandia). 4000 passi

cine2316

da Viale Varese/angolo Via 5 Giornate alla fine delle Mura (inizio di via Italia Libera):   740 passi

 

da Via Italia Libera a san Rocco:   1040 passi

da San Rocco alla fine della salita di via Teresa Rimoldi:   880 passi

dalla fine salita all’ex Ospedale sant’Anna:   500 passi

dall’ex ospedale sant’Anna alla piazza di Camerlata:   480 passi

dalla piazza di Camerlata a Cinelandia:   360 passi

 

cine2315

Spina Verde da Camerlata a San fermo, con visita al Castello Baradello, da Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

Spina Verde da Camerlata a San fermo con visita al Castello Baradello
Un’altra gita domenicale classica è quella in Spina Verde da Camerlata a San Fermo, con visita d’obbligo, soprattutto per i bambini, al Castello Baradello (per orari di apertura e visite guidate, consultare il sito spinaverde.it): la “sentinella di pietra”, riedificata nel XII secolo da Federico I di Svevia, il Barbarossa, su resti di fortificazioni databili al VI secolo. A 430 metri di quota, il Baradello è uno dei simboli della città e si trova in una posizione dominante su Como.

Guarda il Baradello visto dal drone
Nelle giornate particolarmente belle e terse si può vedere anche Milano. Il percorso si può imboccare da entrambi i lati: se si sale da Camerlata bisogna prendere via Santa Brigida, se invece si parte da San Fermo, bisogna salire da via Garibaldi. Da Camerlata ci si inerpica lungo la strada ciottolata fino al parco delle Rimembranze, con il Monumento alla memoria dei caduti. Da qui, seguendo i cartelli escursionistici, si arriva alla torre del Baradello.
Proseguendo, invece, per Respaù si arriva all’area degli scavi archeologici di Pianvalle, dove si trovava l’abitato di Comum Oppidum, centro dei Celti golasecchiani nell’Età del Ferro. La passeggiata può proseguire fino a San Fermo oppure terminare alla Croce di Sant’Eutichio: qui si trova una grande croce di ferro e un punto panoramico con vista mozzafiato sulla città e sul primo bacino del lago di Como.

via Le 5 camminate più belle sul Lago di Como

Lake Como, Poetry Way, sedici chilometri di libri e autori. Articolo di Pietro Berra in La Provincia , 21 ottobre 2019

lake-como-poetry-way-mappa-sintetica

bera2312bera2313

sito camminacitta.it. portale a cura della Associazione IUBILANTES

sito http://www.camminacitta.it. portale (con APP) prodotto dalla Associazione IUBILANTES, pensato per un turismo lento e accessibile, e dedicato a Como e ad altre città del territorio.
Di Como sono stati inseriti sei itinerari bilingui, con immagini, schede punti di interesse, file audio, mappe digitali.
in il sito è in costante espansione e ed è dedicato a percorsi pedonali urbani e periurbani, alla portata di tutti.

Daniela MANILI PESSINA, VISIOLARIO del Lago di Como. Guida turistica inedita per creativi, Gwmax editore, 2019. Indice del libro

Davvero molto bella, molto originale e molto utile questa “guida visionaria” dell’architetto Daniela Manili Pessina
L’autrice ci aiuta a percorrere luoghi di Como città e del Lario con occhio fotografico. Ottime le schede sui singoli monumenti o edifici. Ho imparato, per la prima volta a decifrare i due “pagani” Plinii che sono sulla facciata del Duomo e a “vedere “Ugo Foscolo a Villa Olmo . Ma i suggerimenti ad intensificare lo sguardo sono tanti !
Daniela sofferma il suo occhio immaginifico sui dettagli e fotografa in modo unico i particolari, talvolta insegnando a come utilizzare la macchina fotografica o il cellulare. 
Il libro è in vendita, in questi giorni, alla Fiera del Libro di Piazza Cavour (zona verso il lago)

VISIOLARIO del Lago di Como. Guida turistica inedita per creativi, a cura di DANIELA MANILI PESSINA, Gwmax editore, 2019. recensione del libro

MANILI2071

Como: Testimonianze di età romana | in sito visitcomo.eu

La città moderna, con le strade che si incrociano ad angolo retto, riflette la pianta dell’accampamento da cui è nata la romana Novum Comum: il decumano corrisponde all’attuale via Indipendenza e il cardo a via Cesare Cantù

vai a

 Testimonianze di età romana | Como Italia

Due ville preziose da aprire al pubblico: Villa Saporiti e Villa Gallia, articolo di Clemente Tajana, in L’Ordine (inserto delle Provincia) 31 marzo 2019

taj21601taj21602

Architettura raccontata: VIE E CASE del CENTRO STORICO DI COMO, percorso con CLEMENTE TAJANA. Iniziativa a cura della Università popolare, 16 maggio 2019


Questo percorso guidato da Tino Tajana fa seguito alla seguente  lezione

https://coatesa.com/2019/05/09/architettura-raccontata-storie-visive-degli-edifici-del-centro-storico-a-cura-di-clemente-tajana-primo-incontro-universita-popolare-istituto-carducci-via-cavallotti-7-9-maggio-2019-o/


tat1586

60194148_1190896267758098_4551758906681982976_n


CASE A CORTE riunite: la CASA BAZZI, oggi in Via Olginati.

L’orto era dove attualmente c’è la pizzeria di Piazza Mazzini

DSCN2007 (FILEminimizer)DSCN2009 (FILEminimizer)DSCN2010 (FILEminimizer)DSCN2011 (FILEminimizer)DSCN2012 (FILEminimizer)DSCN2013 (FILEminimizer)DSCN2014 (FILEminimizer)DSCN2015 (FILEminimizer)DSCN2016 (FILEminimizer)DSCN2017 (FILEminimizer)DSCN2018 (FILEminimizer)DSCN2019 (FILEminimizer)DSCN2020 (FILEminimizer)DSCN2021 (FILEminimizer)DSCN2022 (FILEminimizer)

La Cortesella era dove poi fu costruita la Banca d’Italia. Nella piazza c’era il macello, è lì di fronte una “nevera”, per conservare il cibo

 

CASE A GRATICCIO, di fronte all’attuale bar Hemingway

 

DSCN2023 (FILEminimizer)DSCN2024 (FILEminimizer)

 

L’allineamento da Piazza Roma alla statua di Alessandro Volta. Ecco il motivo per cui non è al centro della piazza

DSCN2025 (FILEminimizer)DSCN2026 (FILEminimizer)DSCN2027 (FILEminimizer)

 

Ora si cammina lungo la Via Vitani

La Via Vitani era il CARDO romano

DSCN2028 (FILEminimizer)

DSCN2029 (FILEminimizer)

DSCN2030 (FILEminimizer)

DSCN2043 (FILEminimizer)DSCN2044 (FILEminimizer)DSCN2045 (FILEminimizer)DSCN2046 (FILEminimizer)

Dove era il TEATRO ROMANO e dove poi sarà costruito l’ “ospitalis” Valduce

 

DSCN2031 (FILEminimizer)DSCN2032 (FILEminimizer)DSCN2033 (FILEminimizer)DSCN2034 (FILEminimizer)

La CASA MADRE DI VITANI, con muri in pietra bianca di Musso e Nera di Varenna

Dietro, invisibile dall’esterno, c’è una bellissima corte con porticato

DSCN2035 (FILEminimizer)DSCN2037 (FILEminimizer)DSCN2038 (FILEminimizer)

In un cortile di Via Vitani

DSCN2039 (FILEminimizer)DSCN2040 (FILEminimizer)DSCN2041 (FILEminimizer)DSCN2042 (FILEminimizer)

 

Ancora in un cortile di Via Vitani

DSCN2048 (FILEminimizer)DSCN2049 (FILEminimizer)DSCN2050 (FILEminimizer)DSCN2051 (FILEminimizer)DSCN2053 (FILEminimizer)DSCN2054 (FILEminimizer)DSCN2056 (FILEminimizer)DSCN2057 (FILEminimizer)

 

All’interno della CASA VINCENZIANA di Via Primo Tatti

 

tat1585tat1587

DSCN2058 (FILEminimizer)DSCN2059 (FILEminimizer)DSCN2060 (FILEminimizer)DSCN2061 (FILEminimizer)DSCN2062 (FILEminimizer)DSCN2063 (FILEminimizer)DSCN2064 (FILEminimizer)DSCN2065 (FILEminimizer)DSCN2066 (FILEminimizer)DSCN2067 (FILEminimizer)DSCN2068 (FILEminimizer)DSCN2069 (FILEminimizer)DSCN2070 (FILEminimizer)DSCN2071 (FILEminimizer)DSCN2072 (FILEminimizer)DSCN2073 (FILEminimizer)DSCN2074 (FILEminimizer)DSCN2076 (FILEminimizer)DSCN2077 (FILEminimizer)

 

Il CARDO proseguiva da Via Bonanomi (dove attualmente c’è il numero 14)

DSCN2078 (FILEminimizer)DSCN2079 (FILEminimizer)DSCN2080 (FILEminimizer)DSCN2081 (FILEminimizer)DSCN2082 (FILEminimizer)DSCN2083 (FILEminimizer)

Nell’ attuale Piazzolo Terragni per vedere il DECUMANO (attuale Via Indipendenza)

DSCN2084 (FILEminimizer)DSCN2085 (FILEminimizer)DSCN2086 (FILEminimizer)DSCN2087 (FILEminimizer)

Casa a corte nella attuale Via Adamo del Pero 8

DSCN2088 (FILEminimizer)DSCN2089 (FILEminimizer)DSCN2090 (FILEminimizer)DSCN2091 (FILEminimizer)DSCN2092 (FILEminimizer)DSCN2093 (FILEminimizer)DSCN2094 (FILEminimizer)

Il BATTISTERO che si può intravedere dal cortile di Piazza San Fedele 36

DSCN2095 (FILEminimizer)DSCN2096 (FILEminimizer)DSCN2097 (FILEminimizer)DSCN2098 (FILEminimizer)

La TORRE DEGLI ASINI di piazza san Fedele, accanto all’attuale negozio trombetta

DSCN2099 (FILEminimizer)DSCN2100 (FILEminimizer)DSCN2101 (FILEminimizer)

Le colonne romane di Piazza san Fedele

DSCN2109 (FILEminimizer)DSCN2110 (FILEminimizer)

Le CASE A GRATICCIO  di Piazza San Fedele

DSCN2103 (FILEminimizer)DSCN2104 (FILEminimizer)DSCN2105 (FILEminimizer)DSCN2106 (FILEminimizer)DSCN2107 (FILEminimizer)

La probabile ubicazione del FORO ROMANO, attualmente nei due cortili adiacenti di Via Indipendenza n. 26. Si sporgono sul Decumano

DSCN2112 (FILEminimizer)DSCN2113 (FILEminimizer)DSCN2114 (FILEminimizer)

CAMMINATA notturna nel centro di COMO, in occasione delle feste di fine 2018 e inizio 2019, 23.12.18

Questo slideshow richiede JavaScript.

camminare nel CENTRO STORICO DI COMO per 2.992 PASSI: Via 5 Giornate; Piazza Duomo; Via Vittorio Emanuele; Via Indipendenza; Piazza San Fedele; Via Adamo Del Pero; Via Rovelli; Via Cesare Cantù; Via Giovio; Via Odescalchi; Piazza San Fedele; Via Bernardino Luini; Via Boldoni; Piazza Perretta; Piazza Mazzini; Piazza Volta; Via Garibaldi, 3 novembre 2018

mappa passi3729

DSCN1188 (FILEminimizer)DSCN1189 (FILEminimizer)DSCN1190 (FILEminimizer)DSCN1191 (FILEminimizer)DSCN1192 (FILEminimizer)DSCN1193 (FILEminimizer)DSCN1194 (FILEminimizer)DSCN1195 (FILEminimizer)DSCN1196 (FILEminimizer)DSCN1197 (FILEminimizer)DSCN1198 (FILEminimizer)DSCN1199 (FILEminimizer)DSCN1200 (FILEminimizer)DSCN1201 (FILEminimizer)DSCN1202 (FILEminimizer)DSCN1203 (FILEminimizer)DSCN1204 (FILEminimizer)DSCN1205 (FILEminimizer)DSCN1206 (FILEminimizer)DSCN1207 (FILEminimizer)DSCN1208 (FILEminimizer)DSCN1209 (FILEminimizer)DSCN1210 (FILEminimizer)DSCN1211 (FILEminimizer)DSCN1212 (FILEminimizer)DSCN1213 (FILEminimizer)DSCN1214 (FILEminimizer)DSCN1219 (FILEminimizer)DSCN1220 (FILEminimizer)DSCN1221 (FILEminimizer)DSCN1222 (FILEminimizer)DSCN1223 (FILEminimizer)DSCN1224 (FILEminimizer)DSCN1225 (FILEminimizer)DSCN1226 (FILEminimizer)DSCN1227 (FILEminimizer)DSCN1228 (FILEminimizer)DSCN1229 (FILEminimizer)DSCN1230 (FILEminimizer)DSCN1231 (FILEminimizer)DSCN1232 (FILEminimizer)DSCN1233 (FILEminimizer)DSCN1234 (FILEminimizer)DSCN1235 (FILEminimizer)DSCN1236 (FILEminimizer)DSCN1237 (FILEminimizer)DSCN1238 (FILEminimizer)DSCN1239 (FILEminimizer)DSCN1240 (FILEminimizer)DSCN1241 (FILEminimizer)DSCN1242 (FILEminimizer)DSCN1243 (FILEminimizer)DSCN1244 (FILEminimizer)DSCN1245 (FILEminimizer)DSCN1246 (FILEminimizer)DSCN1247 (FILEminimizer)DSCN1248 (FILEminimizer)DSCN1249 (FILEminimizer)DSCN1250 (FILEminimizer)DSCN1251 (FILEminimizer)DSCN1252 (FILEminimizer)DSCN1253 (FILEminimizer)DSCN1254 (FILEminimizer)DSCN1255 (FILEminimizer)DSCN1256 (FILEminimizer)DSCN1257 (FILEminimizer)DSCN1258 (FILEminimizer)DSCN1259 (FILEminimizer)DSCN1260 (FILEminimizer)DSCN1261 (FILEminimizer)DSCN1262 (FILEminimizer)DSCN1263 (FILEminimizer)DSCN1264 (FILEminimizer)DSCN1265 (FILEminimizer)DSCN1266 (FILEminimizer)DSCN1267 (FILEminimizer)DSCN1268 (FILEminimizer)DSCN1269 (FILEminimizer)DSCN1270 (FILEminimizer)