COMO, città dismessa, di Anna Campaniello, in Corriere della Sera /Lombardia, 3 gen 22

letto in edizione cartacea

cerca in: https://milano.corriere.it/notizie/lombardia/22_gennaio_03/como-dall-ex-carcere-antiche-fabbriche-piano-rigenerazione-caccia-investimenti-privati-fa99df82-6c8b-11ec-b2f5-59ed4f180ff5.shtml

… l’ex carcere, un convento in disuso, una chiesa con annesso l’antico ospizio per i lebbrosi, una vecchia scuola. Ma anche diverse fabbriche che hanno rappresentato il cuore del distretto tessile di Como e ora sono in stato di abbandono, chiuse in alcuni casi da decenni e mai rinate. Il capoluogo lariano appare come la città delle aree dismesse nella mappa approvata dal Comune nel tentativo di far decollare un piano di rigenerazione urbana che permetta di dare una nuova vita ai 48 edifici decadenti censiti, tra i quali 16 immobili storici. …

BORGOVICO STREET: COMINCIA IL VIAGGIO. Kirschon, via Borgo Vico 54, dalle 18 alle 20, 22 febbraio 2019

BORGOVICO STREET COMINCIA IL VIAGGIO
Kirschon, via Borgo Vico 54, dalle 18 alle 20, ingresso libero

L’associazione che promuove la riqualificazione della vecchia via Borgo Vico, invita tutti i cittadini che abbiano a cuore il rilancio del quartiere e gli esponenti del mondo dell’arte e della cultura a un aperitivo per raccogliere adesioni attorno ai progetti e agli eventi in fase di definizione, dove tutti potranno apportare il proprio contributo a livello di idee.

Viaggio nel BORGO VICO: in botteghe e negozi sono in programma laboratori, dimostrazioni e degustazioni per conoscere il mondo che si cela dietro alle professioni antiche, dicembre 2018

Spettacoli, musica, laboratori e varie attività sabato 15 dicembre in via Borgovico vecchia (la strada non sarà chiusa al traffico), dalle 15 alle 18,30, in botteghe e negozi sono in programma laboratori, dimostrazioni e degustazioni per conoscere il mondo che si cela dietro alle professioni antiche. Per tutto il mese, inoltre, sarà presente una proiezione sui palazzi tratta dal racconto illustrato I viaggi di Gulliver dell’artista comasco Libico Maraja. Ogni negozio esporrà in vetrina un’opera del racconto illustrato accompagnata da un estratto del romanzo di Swift, trasformando la strada in un grande “libro parlante”. L’evento è ideato, organizzato e promosso dall’ Associazione Borgovico Street ed è sostenuto grazie al Bando multimisura per le microimprese promosso dal Duc (Distretto urbano del commercio), con il sostegno di Shopping Como e del Comune di Como.

per l’informazione completa vai a

BiBazz | Viaggio nel Borgo Vico

Virtus-Animi

IL CAMMINO DELLE LAVANDAIE, COMO Domenica 24 maggio 2015, ore 15.00

Il cammino delle lavandaie

Da 24/05/15 a 24/05/15

Visita guidata

ALTRI EVENTI

lavandaieIL CAMMINO DELLE LAVANDAIE
Domenica 24 maggio, ore 15.00

Questo itinerario, oggi divenuto urbano, collega l’antica chiesa di S. Giuliano in Pomario, in Como, con la cappella della Nosetta sull’antica via per Torno. Rievoca l’antico percorso seguito dai borghigiani di S. Giuliano e della Coloniola in segno penitenziale in occasione dei Giubilei e ogni anno
in prossimità della festa primaverile di San Marco, per celebrare il rito delle Rogazioni.
Si snoda in direzione sud-est, fra le ripide falde del monte di Brunate e le rive del lago, dove un tempo abitavano lavandaie, barcaioli e pescatori.
Ora sulla riva, che un tempo era detta “del Voo”, si affacciano ristoranti e ville prestigiose, dietro le quali si snoda però ancora la fitta rete delle antiche viuzze.

Punti tappa: S. Giuliano e il suo antico Hospitale, Piazza del Popolo, Via Rezzonico, S. Agostino, Piazza Funicolare, Salita della Nosetta.

Ore 18.00 circa: termine percorso.

Visita guidata gratuita
a cura di Associazione IUBILANTES

Prenotazione obbligatoria – max 30 partecipanti:
Ufficio Turismo, tel. 031.252518/28 ufficioturismo@comune.como.it (da lun. a ven. mattina)
Info-Point di fianco al Duomo, Via M.Comacini – tel .031.264215 – anche sab. e dom.
Info-Point Stazione Centrale, P.le S.Gottardo – tel. 342.0076403 – anche sab. e dom.

Venerdì 21 febbraio dalle ore 18, presso la Caserma Militare “De Cristoforis” di Como (piazzale Monte Santo 2), presentazione del progetto Radici e Ali – vita attiva di quartiere

 

21 FEBBRAIO: ”Radici e Ali – vita attiva di quartiere”
Presentazione del progetto

Venerdì 21 febbraio dalle ore 18, presso la Caserma Militare “De Cristoforis” di Como (piazzale Monte Santo 2),
presentazione del progetto Radici e Ali – vita attiva di quartiere
Il progetto Radici e Ali, finanziato da Fondazione Cariplo, si occupa di sviluppo di comunità e pratiche di cittadinanza attiva nel quartiere Como Borghi.

Seguirà aperitivo e buffet
Info: 380 894 1895 • radicieali2013@gmail.com
Facebook: Radici e Ali
Immagine

Lorenzo Spallino: primo dei quattro incontri promossi dall’amministrazione comunale sul Pgt Piano di Governo del Territorio. Un’occasione “per spiegare il piano, per illustrarne il percorso

PGT, PRIMO INCONTRO CON LA CITTÀ

Biblioteca comunale, piazzetta Lucati 1, ore 18, ingresso libero

Questo è il primo dei quattro incontri promossi dall’amministrazione comunale sul Pgt. Secondo l’assessore all’urbanistica Lorenzo Spallino si tratta di un’occasione “per spiegare il piano, per illustrarne il percorso e anche per far capire come sarà possibile partecipare alla fase che va dall’adozione all’approvazione”. L’incontro di oggi sarà dedicato ai quartieri di Como Centro, Como Ovest, Como Est e Como Borghi. Secondo appuntamento mercoledì 5 dicembre alle ore 18 nella sede dell’ex Circoscrizione di Camerlata (via Varesina 1/A), per i residenti di Rebbio, Breccia, Prestino e Camerlata; martedì 11 dicembre alle ore 18 nel salone della biblioteca della circoscrizione, a Tavernola (via Polano 63), sarà la volta dei residenti di Sagnino, Ponte Chiasso, Monteolimpino e Tavernola; mercoledì 12 dicembre, infine, alle ore 18 nella sede dell’ex Circoscrizione di Lora (via di Lora 22) per i residenti dei quartieri di Lora, Albate, Camnago Volta, Garzola e Civiglio.

La settimana InCom - Martedì 4 dicembre - pamalteo@gmail.com - Gmail

Via Milano è un’arteria a rischio, Raccolta firme della Lega Nord – da Il Giorno – Como

 Via Milano è un’arteria a rischio.

A sostenerlo è non solo la Lega Nord, che ieri ha organizzato un presidio all’ingresso del quartiere, ma pure i residenti, che, in tanti, si sono fermati al gazebo del Carroccio per firmare una petizione in cui si invoca l’intervento di Palazzo Cernezzi. «Abbiamo raccolto 150 firme per chiedere che si adotti un piano di tutela delle attività tradizionali per il centro storico, via Milano compresa – spiega …, consigliere regionale della Lega, ieri in via Milano insieme con i parlamentari …ed … -. Sollecitiamo lo sviluppo delle attività artigianali e commerciali che rispondono ai criteri d’interesse pubblico e alla tradizione della nostra comunità. In via Milano, specie nella parte alta della strada, la situazione di degrado è notevole».

A farne le spese soprattutto le donne, che di sera hanno paura di uscire. «Le molestie subite un paio di mesi fa dalla dottoressa Roberta Marzorati (che aveva denunciato l’episodio con una lettera al sindaco Lucini ndr.) non meritano di cadere nel vuoto – sottolinea .. -. Non è accettabile che in città ci sia una via in cui le donne, soprattutto dopo il tramonto, hanno timore di uscire da sole perché, nella migliore delle ipotesi, vengono importunate».

tutto l’articolo qui   “Stop al degrado in via Milano” Raccolta firme della Lega – Il Giorno – Como.

Cosa è diventata la Via Milano alta

Mutazioni culturali e casba urbana.

La società multiculturale che piace ai cattocomunisti (i due peggio della storia religiosa e del secolo breve).

Qualche effetto nella geografia della città di Como: 

 «In via Milano alta, la sera, succede di tutto». Lo dicono i residenti, i negozianti, persino i poliziotti di quartiere. Scuotono la testa, allargano le braccia.
Gli episodi avvenuti in questi giorni (vandalismi all’altezza della galleria ex Rosean, denunce di spaccio) sono soltanto gli ultimi di una lunga serie. «Sotto casa mia – spiega .. – c’è un mercato della droga, dal tardo pomeriggio fino a notte. Se chiamiamo le forze dell’ordine, arrivano subuito, ma appena se ne vanno ricomincia tutto».

Trecento metri di strada, un susseguirsi impressionante di serrande abbassate, negozi gestiti da extracomunitari e cartelli «vendesi»(c’è persino uno «svendesi») sui portoni dei palazzi.

tutto l’articolo qui:  Spaccio e ubriachi Allarme in via Milano – Cronaca – La Provincia di Como – Notizie di Como e Provincia

Mario Lucini, in occasione dell’incontro di lunedì sera, a Palazzo Cernezzi, con residenti e negozianti di via Milano Alta.
«Il problema dello spaccio però non può che essere perseguito dalle forze dell’ordine – continua il primo cittadino – Vedo difficile che possa esserci un monitoraggio 24 ore su 24 da parte degli agenti, non mi sembra una cosa perseguibile. Da parte nostra possiamo intercedere con gli organi competenti per far sì che si trovi al più presto una soluzione».
Se da un lato il Comune riconosce il problema, sembra che gli amministratori locali possano fare ben poco per garantire maggiore sicurezza a questi cittadini spaventati e preoccupati per gli episodi di violenza che si ripetono da tempo e le minacce subite da chi cerca di mettere un freno a questa situazione. «Sono problemi che noi conosciamo – aggiunge Marcello Iantorno, assessore alla Sicurezza – Ci stiamo occupando e preoccupando riguardo agli interventi possibili. Sono stato dalle autorità competenti e ci posso tornare ancora, chiedendo alle forze di polizia di partire con le indagini». 

Le Chiese in Albate e Trecallo. Storia, arte e fede. Contributi di Alberto Rovi, Enrico Malinverno, Franca Aiani. Edizioni Agorà.

 

Immagine Le chiese in Albate e Trecallo
Lunedì 6 luglio – Albate

Alle 21.00 nella Sala della Comunità (piazza della Chiesa) presentazione del libro Le Chiese in Albate e Trecallo. Storia, arte e fede. Contributi di Alberto Rovi, Enrico Malinverno, Franca Aiani. Edizioni Agorà.
Interviene Andrea Straffi, direttore dell’Ufficio Diocesano per i beni culturali ecclesiastici.

LE ATTIVITÀ ECONOMICHE DEL BORGO VICO, Venerdì 29 aprile alle 21.00 nel salone dell’oratorio di S. Giorgio, in Borgo Vico, si tiene l’ormai tradizionale incontro organizzato dall’Associazione Amici del Borgo Vico. Fabio Cani parlerà delle attività economiche che nei secoli hanno caratterizzato il Borgo Vico

Venerdì 29 aprile alle 21.00 nel salone dell’oratorio di S. Giorgio, in Borgo Vico, si tiene l’ormai tradizionale incontro organizzato dall’Associazione Amici del Borgo Vico che, in occasione della festa del patrono del borgo, approfondisce aspetti della storia di questa importante porzione della città di Como.

In questa occasione Fabio Cani parlerà delle attività economiche che nei secoli hanno caratterizzato il Borgo Vico: industrie tessili, ma anche osterie e botteghe, grandi imprese e piccole iniziative familiari. Come sempre, le immagini aiuteranno a ricostruire una situazione ormai irrimediabilmente cambiata.

da: http://www.nodolibri.itNodo Snc
Via Volta, 38 – 22100 Como, Italia
Tel: +39031 243113 :: Fax: +39 031 273163
Email: info@nodolibri.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: