casa · CASA di Coatesa · Severino Emanuele

“Si è «a casa»”, Emanuele Severino (da L’uomo in debito cerca la libertà, Corriere della sera 13 gennaio 2014)

“Ognuno di noi abita una «casa» , chiamiamola così. Attorno, a perdita d’occhio, la brughiera. Il fuoco è acceso, la tavola imbandita. Ma capita, guardando verso la finestra, che il vento ci faccia credere di trovarci là fuori — e ci si dimentichi di dove siamo davvero.

Si è «a casa».

Sin da prima dell’inizio dei tempi. Ci rimarremo in eterno; la casa sarà sempre più accogliente. E invece crediamo di vivere nella terra inospitale che ci ha ghermito col vento.

Stando là fuori diciamo: «Ecco il mondo; questa è la vita che ci è toccata». Ci crediamo mortali. Ma quando si muore non si va da qualche parte. Ci si risveglia accanto al fuoco. Non più ingannati dal vento. Né intimoriti delle ombre e dal gelo della brughiera.

Una povera favola? Non direi; ma una metafora sì: dello Spettacolo che da gran tempo tento di indicare. (Il tentativo è delle parole, non di ciò che esse indicano”).Emanuele Severino

(da L’uomo in debito cerca la libertà, Corriere della sera 13 gennaio 2014)

casa · CASA di Coatesa · DIARIO di Coatesa

i lavori per la casa di Coatesa: il FORNO, era il gennaio del 1991. Dal diario cartaceo di allora

IMG_20190818_0003IMG_20190818_0004IMG_20190818_0005

casa · Poesie · Ricordare · Strand Mark · tentativi di esaurimento del luogo · z: da classificare

L’inizio di una sedia, da Cos’era, di Mark Strand, tradotta da Damiano Abeni, Donzelli Poesia, 1999


QUI LETTA IN MODO MAGISTRALE DA DOMENICO PELINI

Cos’era

da “Blizzard of one”

I
Era impossibile da immaginare, impossibile
da non immaginare; la sua azzurrezza, l’ombra che lasciava,
che cadeva, riempiva l’oscurità del proprio freddo,
il suo freddo che cadeva fuori da se stesso, fuori da qualsiasi idea
di se’ descrivesse nel cadere; un qualcosa, una minuzia,
una macchia, un punto, un punto in un punto, un abisso infinito
di minuzia; una canzone, ma meno di una canzone, qualcosa che
affoga in se’, qualcosa che va, un’alluvione di suono, ma meno
di un suono; la sua fine, il suo vuoto,
il suo tenero, piccolo vuoto che colma la sua eco, e cade,
e si alza, inavvertito, e cade ancora, e cosi’ sempre,
e sempre perche’, e solo perche’, essendo stato, era…

II
Era l’inizio di una sedia;
era il divano grigio; era i muri,
il giardino, la strada di ghiaia; era il modo in cui
i ruderi di luna le crollavano sulla chioma.
Era quello, ed era altro ancora; era il vento che azzannava
gli alberi; era la congerie confusa di nubi, la bava
di stelle sulla riva. Era l’ora che pareva dire
che se sapevi in che punto esatto del tempo si era, non avresti
mai piu’ chiesto nulla. Era quello. Senz’altro era quello.
Era anche l’evento mai avvenuto – un momento tanto pieno
che quando se ne ando’, come doveva, nessun dolore riusciva
a contenerlo. Era la stanza che pareva la stessa
dopo tanti anni. Era quello. Era il cappello
dimenticato da lei, la penna che lei lascio’ sul tavolo.
Era il sole sulla mia mano. Era il caldo del sole. Era come
sedevo, come attendevo per ore, per giorni. Era quello. Solo quello.

(da Mark Strand: “Blizzard of One” – 1998, traduzione di Damiano Abeni, ora in “West of your cities” – a cura di M. Strand e D. Abeni – Minimum fax – Roma 2003)


qui letta con ben altra bravura ed intensità da DOMENICO PELINI

casa · GENIUS LOCI

Piero Calamandrei, INVENTARIO DELLA CAMPAGNA (1941), Edizioni di storia e letteratura, 2013

calm666 calm667 calm668 calm669

casa · Centro Storico di Como · GENIUS LOCI · la confortevole tana

il centro storico di Como: da Viale Varese, attraverso Via 5 Giornate, al Duomo

da Viale Varese, attraverso Via 5 Giornate al Duomo

varese 5 giornate620

casa · GENIUS LOCI · la confortevole tana · Noi

Il cielo in una stanza del centro storico di Como

casa · COATESA: frazione del Comune di Nesso

Fine Agosto: case di Coatesa dallo stradone

2 Terrazza della VITE DELL'UVA e dell'ACERO GIAPPONESE · casa · DIARIO di Coatesa · Luna · primavera · Scale · Sentieri e Genius Loci

Ritorno a Como, con saluto di gatta Luna, sabato 21 aprile 2012

Acqua · casa · Lago · PERSONE e DESTINI

di notte sulle acque del lago di Como, di Giuseppe Guin

da Facebook.

casa · CASA di Coatesa · COATESA: frazione del Comune di Nesso · GENIUS LOCI · GIARDINO, ORTO, FRUTTETO, TERRAZZAMENTI in Coatesa

Il Luogo del Destino

2014-08-29_162131

casa · COATESA: frazione del Comune di Nesso · DIARIO di Coatesa · LEGGERE e SCRIVERE · Lettere · Poesie

Il giardino dei ricordi, di Betty Molinari

Cari Paolo e Luciana
grazie per la vostra squisita ospitalita’
e’ stato per molto emozionante ritornare in quei luoghi .

Ora riguardando i video mi ritorna i mente la nostra passeggiata reale fra quei corridoi – su e giu per i gradini -e mi e’ venuta questa piccola poesia:
” il giardino dei Ricordi”
E’ come se il tempo non fosse passato
i momenti spensierati dei giochi li ho ritrovato.
Il fico malgrado le avversita’ del mondo
con coraggio ha allargato le sue fronde.
Quella barca, una volta cullata dalle onde
ora e’ accarezzata dal vento dispettoso
e riposa tranquilla sotto un cielo luminoso.
L’ infanzia e’ scivolata via ….
ma per me ritornare in quel giardino e’ stata
una magia ….”

Grazie di cuore a Luciana per i suoi doni dell orto
avevano un sapore particolare ..proprio come quelli di una volta –
Betty ( saluti anche da Rino)

casa · COATESA: frazione del Comune di Nesso · GENIUS LOCI

Amaltea di Coatesa: mosaico fotografico costruito da Luciana Cavalleri

 

 

 

 

 

Mosaico fotografico costruito da Luciana Cavalleri

 

 

AMALTEA_Como_in_poesia.jpg (960×720).