ORTO, etimologia, definizione e significato | da Una parola al giorno

Piccolo appezzamento di terra coltivato a ortaggi e piante da frutto; giardino dal latino hortus ‘terreno recintato, orto, giardino’. La prima meraviglia di questa parola sta nel suo doppio significato – rinvenibile fin dal latino. Oggi orto e giardino ci appaiono come entità concettuali ben distinte: il giardino è un appezzamento di terra con alberi e piante perlopiù ornamentali che ha uno scopo essenzialmente ricreativo, mentre l’orto è il piccolo appezzamento di terra coltivato familiarmente a fini principalmente alimentari – con ortaggi e piante da frutto. Ma il termine ‘orto’ potenzialmente descrive entrambi i concetti. Testo originale pubblicato su unaparolaalgiorno.it: http://unaparolaalgiorno.it/significato/O/orto#commenti?utm_source=upag&utm_medium=mail&utm_content=generic&utm_campaign=pdg Sorgente: Orto, etimologia, definizione e significato | Una parola al giorno

Read More →

Apre oggi (18 giugno) «The Floating Piers» (nella foto sopra, Reuters), letteralmente «I moli galleggianti», un’opera che mette il lago Sebino, forse uno dei più trascurati in Italia, al centro del mondo

Originally posted on TRACCE e SENTIERI:
Quello che forse è l’appuntamento «d’arte» più importante dell’anno sta per prendere vita, nella speranza che il meteo si schieri dalla parte di Christo (sopra, foto Ap), l’81enne artista di origini bulgare che sul lago d’Iseo ha «cucito» per la prima volta Sulzano a Montisola, passando per l’isoletta di San Paolo. Apre oggi (18 giugno) «The Floating Piers» (nella foto sopra, Reuters), letteralmente «I moli galleggianti», un’opera che mette il lago Sebino, forse uno dei più trascurati in Italia, al centro del mondo & #40;qui l’extra per voi sull’opera di Christo scritto da Luca Zanini). Fino al 3 luglio, 24 ore su 24 e gratis, questa passerella apparentemente sottile ma in realtà capace di sopportare il peso di oltre 10mila persone alla volta, accoglierà americani, tedeschi, australiani. Insomma, turisti da ogni parte del mondo. Già bloccate le strade intorno a Sulzano, esauriti i posti in alberghi e b&b vicini. Conviene prendere i treni (quello per Sulzano si prende da Brescia) o i bus navetta allestiti in alcuni paesi della zona come Rovato o Iseo e sperare che non piova troppo: il bello qui sta nel togliersi le scarpe, camminare sulla passerella e sentire la carezza dell’acqua sotto ai piedi. «Non cercateci chissà quali simboli cerebrali – ha più volte spiegato l’artista – ma imparate a sentire il rumore dell’acqua, del vento, della natura». Qualche informazione pratica si trova qui.

Read More →

OBIETTIVO VACANZE: Espansione TV-Nessun Dorma 03/06/2016 e LUCIANA QUAIA , Vacanze, alla ricerca del tempo perduto, in Muoversi Insieme di Stannah

  LUCIANA QUAIA , Vacanze, alla ricerca del tempo perduto in Muoversi Insieme di Stannah Tempo d’estate, tempo per sé. Ma cos’è davvero il tempo, ora che possiamo percepirlo fuori dalle fatiche del lavoro? Sta diventando sempre più complicato distinguere fra il tempo personale, misurato sul nostro vissuto, e quello dell’impegno, in genere lavorativo, inesorabilmente misurato da orologio, agenda e calendario. A fare chiarezza ci vengono in aiuto gli antichi greci che offrivano alcune chiavi di comprensione valide anche oggi. Infatti, proponevano due parole per distinguere queste diverse percezioni del tempo: Chronos, che interpretava il tempo nel suo aspetto quantitativo e, quindi, legato allo scorrere delle ore e Kairos, che ne coglieva il suo aspetto qualitativo, ovvero il tempo come il momento propizio o la buona occasione per dare senso alla storia vissuta, un tempo cioè dove succede sempre qualcosa di speciale e non solo finalizzato al risultato di una certa azione. Per recuperare Kairos diventa essenziale abbracciare la lentezza, strumento indispensabile per riconquistare il rapporto con il pensiero e l’immaginazione ed essere disposti a creare il giusto vuoto dentro per poterlo riempire con quell’abbondanza di vita da gustare che i nostri sensi non sono più abituati a cogliere. segue qui: http://www.muoversinsieme.it/magazine/tempo-libero/viaggi/vacanze-alla-ricerca-del-tempo-perduto/ LUCIANA QUAIA , Psicologia del viaggiatore, in Muoversi Insieme di Stannah E’ estiva l’abitudine di partire alla ricerca di luoghi che consentano  di scoprire nuove realtà lontane dalla consuetudine del vivere quotidiano e dei suoi ritmi doveristici. Un modo […]

Read More →

Emanuele Severino: “i viventi sono anche i minerali”, da LA PAROLA “COSA” Festival Filosofia 2012, Modena 15 settembre

EMANUELE SEVERINO: i viventi sono anche i minerali. I minerali, nel seno della terra, crescono e maturano così come crescono i vegetali sulla superficie della terra. Quando i greci dicono oi ontes, indicano anche l’intero mondo minerale. E viventi sono persino i morti Sorgente: Emanuele Severino, LA PAROLA “COSA” (poi intitolato: le”Cose” e la tecnica), Festival Filosofia 2012, Modena 15 settembre – lezioni magistrali « Antologia del tempo che resta

Read More →

ASPETTANDO PAROLARIO SULLA VIA FRANCIGENA CON FABRIZIO ARDITO Venerdì 19 febbraio ore 18.00 Libreria Feltrinelli, Como

ASPETTANDO PAROLARIO SULLA VIA FRANCIGENA CON FABRIZIO ARDITO Venerdì 19 febbraio ore 18.00 Libreria Feltrinelli, Como Nuovo appuntamento con Aspettando Parolario, il percorso di avvicinamento alla sedicesima edizione della manifestazione dedicata ai libri e alla cultura che si terrà dal 16 al 25 giugno a Como: venerdì 19 febbraio alle 18 alla Libreria Feltrinelli di Como Fabrizio Ardito presenterà “La […]

Read More →

Il cimitero di Torno (1923-1927), scheda di Fabio Cani

Originally posted on XXCO - L'architettura del XX secolo in provincia di Como:
058 Tra le regole che ho dichiarato in apertura di questa “guida” all’architettura del Novecento c’era anche quella di escludere i monumenti funerari. Con un certo rammarico, perché in questa tipologia il territorio comasco annovera alcuni capolavori assoluti, ho preso tale decisione con l’obiettivo di valorizzare…

Read More →

Gandola Srl, CAVA DI PIETRA MOLTRASINA, estrazione-lavorazione-vendita

La nostra Azienda si occupa della lavorazione della Pietra Moltrasina. Questa particolare pietra è tipica del lago di Como e delle zone circostanti. La cava si trova a Faggeto Lario, sulla strada che da Como porta a Bellagio. Ad oggi siamo l’unica cava ancora attiva nel territorio. Avvalendoci di personale altamente specializzato e supportati da macchinari specifici possiamo offrire un prodotto di altissima qualità. Infatti ci occupiamo personalmente dell’estrazione, della lavorazione e della finitura del prodotto. Realizzando un prodotto finito di altissima qualità. Cava di pietra moltrasina

Read More →

Fabrizio Ardito, La Via Francigena. Guida e taccuino per il viaggio, Touring Club Italiano

Nuovo appuntamento con Aspettando Parolario, il percorso di avvicinamento alla sedicesima edizione della manifestazione dedicata ai libri e alla cultura che si terrà dal 16 al 25 giugno. Fabrizio Ardito presenta La Via Francigena. Guida e taccuino per il viaggio. Durante l’incontro, organizzato da Parolario in collaborazione l’Associazione Iubilantes e La Feltrinelli di Como, l’autore dialogherà con Ambra Garancini. Oltre […]

Read More →

Brianza sconosciuta 2: Paesaggio, ville e affreschi antichi ad Albese, Albavilla, Ponte Lambro, Castelmartere, Sabato 5 Marzo 2016 | ore 9.15 – 13.30. Con la guida di Darko Pandakovic e Alessandro Verga. CHIAVE DI VOLTA

Itinerari culturali Brianza sconosciuta 2 Paesaggio, ville e affreschi antichi ad Albese, Albavilla, Ponte Lambro, Castelmartere Sabato 5 Marzo 2016 | ore 9.15 – 13.30 Con la guida di Darko Pandakovic e Alessandro Verga Il percorso si snoda ai piedi delle prime alture che si elevano sopra la pianura: inizia ad Albese con Cassano, prosegue per Albavilla, Erba nella parte nord occidentale dell’abitato (Chiesa di […]

Read More →

Andrea Pozzi: Cosa si cela in ogni scenario che ammiriamo durante il nostro cammino? Entrare in sintonia con un paesaggio ci permette di conoscerne lentamente ogni aspetto, vagabondando fra i suoi misteri, circondati da un mutevole mondo di forme, NodoLibri editore, Como, 2016

FORESTA L’idea di foresta ha sempre suscitato in me una forte attrazione, con un potere quasi magnetico. Smarrirsi volontariamente tra i suoi meandri rappresenta un atto di avvicinamento verso la libertà assoluta. Nonostante essa, con la sua entropia, tenda a confondere il viandante, è in grado di infondere infinita armonia, stimolando la completa interazione con il mondo naturale. Gli alberi sono il simbolo della […]

Read More →

ADRIANO BERNAREGGI, Cascine milanesi, Mercoledì 13 Gennaio – ore 21 Biblioteca Chiesa Rossa Via S. Domenico Savio, 3 (alzaia Naviglio Pavese)

Mercoledì 13 Gennaio – ore 21 Biblioteca Chiesa Rossa Via S. Domenico Savio, 3 (alzaia Naviglio Pavese) tel. 02 88 46 59 91 Nell’ex stalla di una tipica cascina lombarda del Seicento, dove dal 2004 ha sede la Biblioteca Chiesa Rossa Adriano Bernareggi presenta Cascine milanesiUn suggestivo viaggio alla riscoperta di edifici imponenti e vetusti della Città Metropolitana con l’intento […]

Read More →

FABIO POLOSA, Milano vista dal cielo – Milano as seen from the sky, Fabiano Gruppo editoriale, 2015

Devi fare un regalo? Ami la fotografia? Ami Milano?  Milano come non l’avete mai vista! vai a: Sorgente: Milano vista dal cielo – immagine.com – Fotografia aerea – Libri e Stampe Sfoglia un’anteprima di 60 pagine      Le immagini di Fabio Polosa, specializzato in fotografia aerea, celebrano la bellezza e i mille volti della capitale industriale d’Italia in un […]

Read More →

… è il mio angolo … , da SMOKE

Trascrivo il dialogo: Auggie: “Quattromila fotografie dello stesso posto, l’angolo tra la Terza e la Settima, alle otto di mattina. Quattromila giorni con tutti i tipi di clima possibile. È per questo che non vado in vacanza, devo stare qui ogni mattina, alla stessa ora. Ogni mattina nello stesso  posto alla stessa ora.” (…) Paul: [sfogliando velocemente] “È un po’ ossessivo.” Auggie: “Non capirai mai se non vai più piano, amico mio.” Paul: “Cosa vuoi dire?” Auggie: “Voglio dire che vai troppo veloce, non guardi neanche le foto.” Paul: “Ma… sono tutte uguali!” Auggie: “SONO TUTTE UGUALI, MA OGNUNA E’ DIFFERENTE DALL’ALTRA. Ci sono delle mattine di sole, delle mattine buie; ci sono luci estive e luci autunnali; giorni feriali e fine settimana; c’è gente con l’impermeabile e le galosce e gente.. con la maglietta e i pantaloncini; qualche volta la stessa gente, e qualche volta differente; qualche volta quelli differenti diventano uguali, e la stessa gente scompare. La Terra gira intorno al Sole, e ogni giorno la luce del Sole colpisce la Terra da un’angolazione differente.” Sorgente: COSA E’ “COATESA SUL LARIO”? | COATESA SUL LARIO … e dintorni

Read More →

Stefania Bolletti – Dentro il paesaggio, il paesaggio come narrazione del vissuto, Libera Universita’ Autobiografia – 12-14 giugno

12-14 giugno a cura di Stefania Bolletti DENTRO IL PAESAGGIO IL PAESAGGIO COME NARRAZIONE DEL VISSUTO Il paesaggio è “un immenso donativo”. Così lo definisce il grande poeta Andrea Zanzotto. Ogni giorno la nostra vita si svolge incontrando paesaggi noti o alti raccontandoci qualcosa della storia personale e collettiva. Guardare ed ascoltare ciò che palpita e vive intorno a noi ci permette di riattivare esperienze estetiche e di conoscenza dove emozioni e comprensione si fondono per restituirci il grande affresco del paesaggio nel quale possiamo collocarci come protagonisti, attori e spettatori della scena. La realtà ci mette di fronte a grandi trasformazioni che rischiano di cancellare in maniera irreversibile le tracce della nostra storia scritte nei luoghi nei quali viviamo e che invece vorremmo preservare per noi e per chi ci seguirà. Nel seminario si alterneranno momenti di narrazione e scrittura di sé, brevi passeggiate meditative per raccogliere impressioni e restituire, con la scrittura, dettagli inediti che l’incontro con il paesaggio ci riserva, riflessioni per giungere al disvelamento, a noi stessi, del proprio paesaggio interiore. La docente Vedi il profilo completodi Stefania Bolletti Libera Universita’ Autobiografia – 12-14 giugno – Bolletti – Dentro il paesaggio, il paesaggio come narrazione del vissuto.

Read More →

COSI’ ERA MILANO, Meravigli edizioni

Così era Milano Il più importante evento editoriale meneghino degli ultimi 50 anni! Nelle circa 1000 pagine dell’opera, il “meneghinologo” Bruno Pellegrino racconta le sue appassionate e appassionanti passeggiate per le contrade che si dipanano entro la cerchia dei Navigli. Sei volumi riccamente illustrati, che raccolgono tutto (ma proprio tutto!) ciò che per vestigia d’arte o ­reminiscenze storiche meriti di essere segnalato, con particolare attenzione per i monumenti “minori”. Così era Milano – Cofanetto Così era Milano – Indice analitico Così era Milano – Porta Orientale Così era Milano – Porta Romana Così era Milano – Porta Ticinese Così era Milano – Porta Vercellina Così era Milano – Porta Comasina Così era Milano – Porta Nuova Meravigli edizioni – Premiata Libreria Milanese • Così era Milano.

Read More →